Porta Su la Legna Con I 5 Migliori Paranchi Elettrici

miglior-paranco-elettricoIl miglior paranco elettrico non viene utilizzato solo nell’industria per spostare e sollevare carichi pesanti. Può avere un utile impiego anche in attività domestiche e di tipo hobbistico, in tutte quelle situazioni in cui si ha la necessità di portare ogni tipo di materiale da un piano all’altro della casa.

C’è chi, ad esempio, ne ha installato uno per portare su la legna dallo scantinato e chi se ne serve per movimentare la spesa e le confezioni multiple di acqua minerale. O, ancora, per mettere sul soppalco del box il cambio gomme di stagione.

Questi strumenti possono essere fissati a una parete o a un ponteggio fisso oppure a una barra a scorrimento che permette loro di muoversi anche orizzontalmente, incrementando notevolmente la loro utilità.

I paranchi hanno una portata da 125 kg a 100 tonnellate, con funzioni ed utilizzi diversi, e ne esistono di due tipi a motore elettrico: il paranco a catena e il paranco a fune d’acciaio. Vengono attivati con un interruttore remoto e anche con telecomando wireless.




I migliori paranchi elettrici

Qual è il miglior paranco elettrico?

I paranchi possono essere acquistati presso i negozi per la casa e in quelli che trattano ricambi auto, nei punti vendita del fai da te e in alcuni grandi magazzini. Se però vuoi avere sott’occhio un’ampia gamma di proposte, non c’è niente di meglio che rivolgersi alla vendita online per trovare lo strumento più adatto alle diverse esigenze applicative.

Nel web puoi trovare con facilità offerte più economiche e un’ampia scelta di prodotti di marca ideali per un uso amatoriale o semiprofessionale. I prezzi possono essere ovviamente diversificati in funzione della capacità di carico richiesta. Si consiglia di valutare le opinioni che vengono pubblicate in rete e di evitate argani a basso prezzo dato che la sicurezza non si paga mai abbastanza.

 

#1 Paranco elettrico Ribitech rebimex

Il migliore per: completo di carrucola

Questo paranco elettrico con puleggia è progettato con un motore elettrico monofase 230 V~50 Hz. È in classe protezione IP 44 ed è dotato di un carter in lega di alluminio modellato a pressione. La copriventola è in robusto materiale plastico.

L’apparecchio viene fornito con cavo in filo d’acciaio avvolto a treccia con battuta di gomma e ganci moschettoni montati. La velocità di risalita del cavo è di 10 m/min in modalità semplice e di 5 m/min in modalità doppia.

È dotato di una carrucola, che consente di raddoppiare la carica e di un sistema di fissaggio per tubo (2 bracci + viti). Ha una potenza di 1200 W (300 – 600 kg) ed è realizzato in conformità con la nuova normativa europea EN14492-2.

  • Potente
  • Accessoriato
  • Pratico

 

#2 Paranco argano verricello elettrico BuoQua PA600

Il migliore per: dispositivi di sicurezza

È un montacarichi elettrico da 220 V in grado di alzare un peso fino a 600 kg, posizionandolo in modo perfetto per lavorare. L’interruttore di comando è fornito con un tasto di arresto di emergenza che garantisce un arresto immediato.

Un efficace sistema frenante, che si inserisce quando viene a mancare la corrente elettrica al motore, garantisce in ogni caso il supporto del peso. Il cavo in acciaio evita che il peso ruoti durante il sollevamento.

È inoltre presente un gancio di sollevamento con perno di sicurezza che evita una fuoriuscita improvvisa o accidentale di ciò che si sta movimentando. Il motore fornito di protezione contro il sovraccarico evita il rischio di surriscaldamento.

La capacità di carico è rispettivamente di 300 kg con rullo singolo (velocità di 10 metri per minuto e altezza di 12 m) e di 600 kg con doppie rulli guida (velocità di 5 metri per minuto e altezza di 6 m).

  • Posizionamento preciso
  • Anti-sovraccarico
  • Sistema frenante

 

#3 Paranco elettrico Grecoshop

Il migliore per: prezzo interessante

Ideale per impieghi casalinghi, come il trasporto della legna o di materiale pesante da un piano all’altro dell’abitazione, ha una potenza di 750 W.

L’alimentazione è di 230 V ~ 50 Hz. La portata/elevazione per singolo tiro è di 200kg/18 m, mentre con doppio tiro è di 400kg/9 m. Viene fornito di tutto l’occorrente per essere installato e messo subito in funzione.

  • Versatile
  • Efficiente
  • Compatto

 

#4 Paranco elettrico Vigor 49730-10

Il migliore per: dimensioni compatte

Compatto ed efficiente, questo paranco elettrico è equipaggiato di un potente motore da 500 W 220 V monofase. Il cavo da 3 mm ha una lunghezza di 12 metri.

La portata standard è di 125 chilogrammi. Vi è la possibilità di raddoppiare il carico utilizzando la carrucola (in dotazione).

  • Accessoriato
  • Flessibilità operativa
  • Capacità raddoppiabile

 

#5 Paranco elettrico Einhell 2255117 BT-EH 250

Il migliore per: cavo d’acciaio anti rotazione

Si tratta di un modello robusto e versatile, che ha una portata di 125 kg senza rullo guida e di 250 kg con rullo guida. L’altezza di sollevamento è di 11,5 m senza rullo guida e di 5,7 m con rullo guida.

La velocità del cavo senza rullo guida è di 8 m/min e con rullo guida è di 4 m/min. La tensione è di 230 V ~ 50 Hz e la potenza è di 500 W.

Completano le sue caratteristiche tecniche il supporto a doppio gancio, il motore con protezione termica, 12 m di cavo d’acciaio (anti rotazione, Ø 3.0 mm), interruttore con arresto di emergenza, carrucola con gancio di carico. Il freno automatico assicura il carico in qualsiasi situazione.

  • Robusto
  • Protezione termica
  • Sicurezza

 




Che cos’è un paranco elettrico?

I paranchi elettrici sono attrezzature versatili che si trovano utilizzati in svariati campi applicativi. Quando si devono trasportare verso l’alto dei carichi estremamente pesanti, non penserete di certo di farlo con le sole vostre forze. Sarebbe impossibile.

A tal proposito ci vuole un attrezzo che, tramite un gancio e delle carrucole, alle quali sono agganciate delle catene o delle corde, sia in grado di sollevare pesantemente grossi carichi. In particolare, il paranco è un montacarichi con cui sollevare il carico, tramite l’utilizzo di un asse verticale; mentre il verricello tira il carico e funziona tramite un asse in orizzontale.

Esistono anche paranchi manuali ma il paranco elettrico è ideale per sollevare della legna a un piano superiore o per la spesa o comunque carichi pesanti che faremmo fatica a trasportare; in questo caso, la forza umana viene completamente sostituita dalla trazione esercitata da un motore.

Se si abita in un palazzo e si è all’ultimo piano, è ideale il paranco da balcone con il quale trasportare qualsiasi genere di carico sul balcone della propria abitazione. In genere, il montacarichi da balcone si accompagna da un comodo telecomando che permette di azionare lo strumento direttamente da terra, senza salire prima in casa. Un paranco da balcone può essere montato a bandiera e girevole se la struttura a bandiera e la robusta struttura verticale di sostegno sono collegate tramite dei perni.

Installare il paranco elettrico?

Per qualunque tipo di installazione si devono prevedere delle strutture di sostegno collegate o a un ponteggio o ad elementi espressamente previsti dal fabbricante. Questi ultimo sono in genere costituiti da un puntello (puntone) verticale con basi ampie, integrato da tiranti ed eventuale zavorra per l’uso in esterno (in assenza di una struttura superiore di contrasto del puntello).

Le istruzioni del fabbricante indicano in dettaglio l’intensità delle forze agenti in corrispondenza degli attacchi al fine del calcolo e delle verifiche di stabilità della struttura destinata ad ospitare l’elevatore (ad esempio ponteggio, solai).

È necessario verificare che la struttura su cui viene montato l’elevatore possieda capacità di resistenza idonee a sopportare tali sollecitazioni (come ad esempio forze verticali, momento flettente, momento torcente) che si generano durante la movimentazione dei carichi.

In ogni caso il paranco elettrico deve essere dotato dei sistemi di sicurezza che impediscono al carico di oscillare e che arrestino immediatamente l’apparecchio in caso di malfunzionamento.




Capacità di carico del paranco elettrico?

Gli argani elettrici possono essere alimentati da una batteria da 12 volt standard o da un circuito a corrente alternata da 220 volt.

Utilizzano fondamentalmente due tipi di motori a corrente continua: i motori avvolti in serie e quelli a magneti permanenti.

I motori a magneti permanenti sono più adatti ad un impiego da leggero a medio gravoso perché tendono a generare più calore e surriscaldamento. I paranchi che utilizzano questi motori sono indicati per uso domestico, ad esempio per il sollevamento di carichi dal livello terra ad un balcone o per uso ricreativo se installati ad esempio su veicoli fuoristrada. I paranchi più leggeri a singola linea sono perfetti per sollevare pesi fino a 250 kg.

I motori avvolti in serie sono richiesti da coloro che utilizzano il dispositivo a livello industriale e commerciale (officine meccaniche, di riparazione, ecc.). I paranchi di fascia media partono da una capacità di 300 chili fino ad arrivare a 600 chili ed in genere il valore dipende dall’utilizzo di un cavo a doppia linea rispetto a quello singolo.

Tenete conto che i paranchi professionali possono partire da 1.000 chilogrammi fino ad arrivare addirittura a 10.000 chili, però occorre una struttura di sostegno adeguata che non è pensabile caricare su un’abitazione civile, senza dimenticare che per carichi di portata superiori ai 200 kg è necessaria l’abilitazione e delle verifiche periodiche da parte di INAIL e ASL o ARPA o soggetti pubblici o privati abilitati, volte a valutarne l’effettivo stato di conservazione e di efficienza ai fini della sicurezza, con la periodicità stabilita dall’allegato VII del D. Lgs. 81/2008.

 

Scegliere il paranco elettrico?

Non è facile capire quale paranco elettrico scegliere, semplicemente perché non esistono migliori o peggiori in senso assoluto, visto che tutto dipende dallo scopo per il quale si vuole utilizzare il paranco.

Per esempio, se devi semplicemente tirare su la spesa dal balcone, sarà inutile investire in un paranco elettrico con motore molto potente. Al contrario, se questo dispositivo ti serve per alzare oggetti pesanti, un paranco con motore di media potenza sarà del tutto inutile.

Per questo motivo, prima di scegliere un paranco elettrico devi sempre misurare i due valori più importanti, ovvero la portata e la potenza del motore. In realtà la prima dipende dalla seconda, dunque basta conoscere la portata per sapere se quel paranco elettrico si rivela adatto per le tue esigenze di carico.

Per esempio, sul mercato oggi è possibile trovare paranchi elettrici in grado di sollevare valori ridotti in termini di chilogrammi a partire da 125 chili, che è appunto il valore più basso attualmente un commercio. Questi paranchi hanno un motore elettrico generalmente in grado di lavorare a 220 volt, e sono consigliati per il sollevamento in verticale di pesi o carichi non eccessivi. Poi nella fascia leggera abbiamo i paranchi elettrici che hanno una capacità di sollevamento che arriva fino a 250 chilogrammi con l’utilizzo del rullo.

Esistono poi altre caratteristiche che possono o meno appartenere ai paranchi elettrici. Tra queste dobbiamo tenere conto del sollevamento ovvero la lunghezza del cavo, che di solito parte da un minimo di 11 metri, anche se spesso la misura dei cavi he si trova sul mercato è di 12 metri.

Il sollevamento deve essere misurato dal punto di presa dell’oggetto, fino alla base del gancio di carico quando il paranco si trova nella sua posizione completamente retratta. Questo definisce anche il fissaggio del paranco ad un’altezza definita in funzione della necessità.

 

Sicurezza del paranco elettrico?

Chi utilizza un dispositivo di questo tipo deve valutare attentamente l’ambiente circostante al fine di identificare i potenziali rischi e prevenire gli incidenti.

È inoltre importante assicurarsi che i carichi siano adeguatamente fissati prima di effettuare il sollevamento, per ridurre il pericolo di lesioni e danni materiali.

Come ogni utensile che funzione a motore elettrico, questi dispositivi richiedono una certo periodo di riposo dopo ogni utilizzo intenso.