I 5 Migliori Dispenser d’Acqua: Bevila Sempre Fresca, in Tutta Comodità

Sempre più spesso negli uffici si trova, a fianco della macchina per il caffè, il distributore di acqua fredda, un funzionale e pratico strumento che sostituisce il vecchio distributore a boccioni. Il miglior dispenser acqua è un’apparecchiatura che, collegata alla rete idrica, mette a disposizione un’infinita riserva di acqua naturale fredda o a temperatura ambiente, che può anche essere carbonata con un apposita bombola collegata al circuito.

Alcuni sistemi sono sviluppati con tecnologie (filtrazione, sistema UV o altro) che permettono di monitorare costantemente la qualità idrica al fine di ottenere un’acqua pura al 99,9999% ad ogni erogazione.

L’erogatore inoltre deve rispondere a standard di controllo e certificazioni molto rigide che ne garantiscano l’efficienza e la totale sicurezza.

Oltre a trovare un uso per ufficio come servizio, un sistema di dispenser per l’acqua potrebbe trovare un utilizzo domestico per garantire l’erogazione di un’acqua potabile migliore rispetto a quella del rubinetto.



Qual è il miglior dispenser d’acqua?

Trattandosi di apparecchiature che richiedono un’installazione, semplice o più complessa a seconda del tipo di erogazione offerto, conviene rivolgersi sul mercato ad aziende qualificate. Chi ha un ufficio può optare per il comodato ma chi preferisce comprare le macchine per risparmiare sul lungo periodo ha un’ampia gamma di modelli fra cui scegliere.

Anche se l’acquisti per uso domestico – specie se richiedono anche un allacciamento elettrico – accertati che sia conforme alla legislazione in fatto di protezione e salubrità.

Per questo sarebbe meglio orientarsi a prodotti di marca certificata e che hanno esperienza in questo tipo di apparecchiature. Il consiglio è di non badare troppo al prezzo. Se vuoi risparmiare, puoi fare ottimi acquisti attraverso i canali di vendita online dove trovi sempre tante offerte promozionali più economiche e anche a basso prezzo, migliori rispetto al negozio tradizionale o specializzato. Può essere sempre utile per orientare la tua scelta affidarti alle recensioni dei diversi acquirenti, si consiglia perciò di leggere – in modo obiettivo – le loro opinioni d’acquisto.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori dispenser d’acqua:

1. Dispenser d’acqua Cosmetal Yumi – Il migliore per: ampia zona di erogazione

Il dispositivo è progettato per erogare acqua naturale fredda e calda. La temperatura di uscita dell’acqua è regolabile tramite termostato con 7 livelli di differenti. L’operazione di sanificazione del serbatoio è semplice e rapida.

L’ampia zona di erogazione consente di prelevare l’acqua, non solo con bicchieri, ma anche con tazze, caraffe e bottiglie fino a 25,6 cm di altezza. Il porta-bicchieri esterno, agganciato sul fianco alto del refrigeratore, garantisce la massima praticità d’uso. La vaschetta raccogli-gocce è estraibile ed è predisposta per essere forata e collegata direttamente allo scarico. Evita contaminazioni filtrando l’ingresso di aria nel boccione, oltre a facilitare il posizionamento di quest’ultimo impedendo fuoriuscite anomale d’acqua.

  • Temperatura acqua regolabile
  • Facile sanificazione
  • Pratico
  • Acqua fredda e calda

2. Distributore di acqua fredda Whirlpool Pure 100 – Il migliore per: senza collegamento alla rete elettrica

Disponibile in colore bianco/silver, viene collegato al rubinetto dell’acqua potabile per erogare acqua liscia filtrata non fredda.

Non richiede il collegamento alla rete elettrica. Il filtro ha una durata di 1000 litri o 4 mesi. Le dimensioni dell’apparecchio sono pari a 17,50 x 14 x 30 cm (l x p x h). Nella confezione è incluso un filtro.

  • Compatto
  • Design
  • Acqua non fredda

3. Ariete Hidro Genia 600 – Il migliore per: pronto in poco tempo

Questo pratico dispenser filtra e raffredda l’acqua in un solo apparecchio. Grazie alla tecnologia delle celle di Peltier, è in grado di produrre acqua fresca (-10 °C rispetto alla temperatura dell’ambiente) in meno di due ore e di mantenerla automaticamente durante tutta la giornata.

È dotato di coperchio removibile per l’inserimento dell’acqua e di pratico dosatore, all’insegna della massima semplicità di utilizzo.  Migliora l’acqua potabile del rubinetto, riducendo cloro, composti organo alogenati, erbicidi, pesticidi e metalli potenzialmente tossici grazie ad un principio di funzionamento tramite filtri a carboni attivi e resine a scambio di ioni.

  • Pratico
  • Semplice uso
  • Acqua fresca

4. Bastilipo Riofrio – Il migliore per: rapporto qualità e prezzo

Si tratta di un pratico dispenser che ha una capacità di 7 litri. Raffredda fino a 8 – 15ºC. Nella confezione è incluso un adattatore per bottiglie di fino a 2 litri.

Ha una potenza di 65 W ed è disponibile in colore bianco, per integrarlo con facilità in ogni ambiente domestico o professionale.

  • Facile riempimento
  • Con adattatore
  • Acqua fresca

5. Jocca 1102 – Il migliore per: spia luminosa della temperatura acqua

La struttura ha una spia luminosa in modo che l’acqua rimanga alla temperatura desiderata, scegliendo fra due diversi livelli: raffredda l’acqua fino a 10 – 15 °C. Ha una potenza di 65 W ed è dotata di serbatoio da 7 litri di capacità.

Con questo distributore d’acqua con serbatoio si possono accelerare le attività quotidiane di cottura, poiché facilita il riempimento delle pentole con acqua di qualità, evitando l’acqua del rubinetto. È anche molto utile in estate perché mantiene l’acqua molto fresca.

  • Versatile
  • Dimensioni compatte
  • Acqua fresca




Cos’è un raffreddatore d’acqua?

distributore-di-acqua-fredda

Sappiamo tutti che l’acqua è essenziale per il funzionamento dei nostri corpi. A parte il bisogno di acqua per sopravvivere, il mantenimento dell’idratazione ha molti vantaggi che possono migliorare la nostra vita ogni giorno. Il consumo regolare aiuta a purificare l’organismo, eliminando le tossine accumulate. Inoltre, favorisce la digestione e aiuta a migliorare il sistema immunitario.

Dovremo consumare quotidianamente 1,5 – 2 litri di acqua ma quando siamo al lavoro difficilmente riusciamo a bere, a meno che non sia installato in ufficio o nel punto di ristoro un dispenser per l’acqua che la può raffreddare o servire a temperatura ambiente. È possibile anche carbonarla per rendere l’acqua minerale frizzante se l’erogatore ha abbinato una bomboletta di anidride carbonica, che distribuisce il gas nel flusso dell’acqua per creare le bollicine.

Perché mi serve un erogatore di questo tipo?

distributori-acqua

Il fatto di poter disporre di un sistema di distribuzione dell’acqua self service in casa, in ufficio, in palestra o in azienda ha anche molti vantaggi. Questi apparecchi, se sono collegati direttamente alla rete idrica, producono acqua microfiltrata di qualità sicura perché spesso sono abbinati a sistemi di filtrazione o purificazione (mediante raggi UV). Sono convenienti, incoraggiano tutti a bere di più, fanno risparmiare denaro eliminando gli sprechi anche rispetto ai vecchi distributori d’acqua con serbatoio e riducono l’impiego delle bottiglie di plastica.

Alcune persone potrebbero aver bisogno di un refrigeratore d’acqua a causa della mancanza di acqua potabile o per il fatto che l’acqua è troppo alcalina, mentre altri potrebbero volere acquistare un sistema di erogazione a prescindere dal gusto dell’acqua per una semplice convenienza d’uso.

Qualunque sia la tua ragione, ecco tutto quello che devi sapere per scegliere la migliore opzione di raffreddamento dell’acqua per te.

 

Quali modelli ci sono sul mercato?

Un dispenser di questo tipo è progettato per raffreddare ed erogare l’acqua. Il motivo per cui i distributori di acqua sono così popolari è perché non hanno bisogno di tubature particolari e possono essere facilmente adattati ovunque grazie alla loro compattezza. Sono classificati in due categorie.

Dispensatore di acqua senza bottiglie

Si tratta di un distributore di acqua automatico collegato alla rete idrica e contiene un sistema di filtraggio per purificare l’acqua prima che venga erogata. Come il distributore di acqua in bottiglia, l’acqua può essere raffreddata, riscaldata o erogata a temperatura ambiente o carbonata se collegata a una bomboletta di anidride carbonica. I distributori di acqua senza bottiglie sono adatti per casa o grandi organizzazioni.

Dispenser per acqua in boccioni

Si tratta di dispenser con boccione d’acqua da 18-20 litri che viene approvvigionato dalla società di servizi che noleggia il dispenser. L’acqua viene quindi erogata tirando il gancio del distributore di acqua con serbatoio o premendo l’apposito pulsante.

Può essere erogata a temperatura ambiente, refrigerata o riscaldata o addizionata di anidride carbonica a seconda del modello e viene reintegrata acquistando ulteriori boccioni d’acqua. Questi distributori di acqua refrigerata sono utilizzati principalmente in piccoli uffici, a disposizione dei propri dipendenti o dei clienti.

 

Come si installa?

Può essere collegato alla rete idrica dell’edificio e a quella elettrica per far funzionare l’unità di refrigerazione e raffreddare l’acqua in ingresso. In questo dispenser è presente un piccolo serbatoio che immagazzina acqua refrigerata rendendola disponibile in ogni momento.

Vi è poi l’erogatore di acqua con pescaggio da serbatoio inferiore. È il distributore di acqua più comunemente usato. In questo dispenser il serbatoio dell’acqua è posizionato in basso, di solito nascosto a vista nell’armadio a colonna dell’erogatore.

I dispenser da banco sono versioni più piccole di distributori di acqua in cui l’erogatore è posto nella parte superiore della tabella.

L’erogatore d’acqua per tubazioni diretto può essere collegato direttamente alla rete idrica interna per erogazione continua di acqua.

Infine, i modelli con installazione libera a colonna generalmente utilizzano un erogatore acqua boccioni a caduta verso il basso mediante un rubinetto.

 

Metodi di raffreddamento e riscaldamento

Alcuni modelli, oltre all’acqua refrigerata, hanno un secondo erogatore che produce acqua riscaldata. L’acqua viene generalmente riscaldata con un apposito elemento e conservata in un serbatoio caldo. Se siete preoccupati che il distributore con acqua calda occupa troppo spazio, potete approfittare delle diverse opzioni disponibili sul mercato.

Come i modelli per acqua refrigerata sono estremamente compatti e possono essere posizionati direttamente su banco, anche i distributori di acqua calda e fredda senza bottiglie occupano uno spazio contenuto.

 

Come sceglierlo?

Per prima cosa, è importante capire la differenza tra un refrigeratore d’acqua e un distributore d’acqua automatico. Mentre entrambe le opzioni erogano tecnicamente acqua, una utilizza l’elettricità per raffreddare l’acqua mentre l’altra semplicemente la eroga da un serbatoio.

Per ottenere il miglior rapporto qualità e prezzo quando acquisti un distributore e refrigeratore d’acqua, vanno considerati diversi aspetti, tra cui il tipo di caricamento dell’acqua.

 

Caricamento dell’acqua superiore o inferiore?

Ci sono differenze sostanziali che caratterizzano i sistemi di caricamento inferiore rispetto a caricamento superiore (senza serbatoio).

I distributori di acqua refrigerata con caricamento serbatoio d’acqua inferiore, erogano acqua mediante una pompa. Sono facili da riempire, il peso del boccione non grava sulla struttura e possono perciò essere caricati anche da persone più anziane. Oltretutto, nascondono il serbatoio dell’acqua in un vano inferiore (il corpo macchina) per un aspetto migliore dell’insieme e fuori dalla vista.

Le unità di carico superiore di solito sono le più economiche ma richiedono un sollevamento pesante del boccione sopra l’erogatore. L’erogazione avviene per caduta semplicemente aprendo un rubinetto.

I dispenser senza bottiglie offrono accesso illimitato all’acqua fresca o a temperatura ambiente senza la necessità di acquistare i boccioni d’acqua di ricambio. Per garantire la sicurezza per la tua salute, devono essere sottoposti a un processo di filtrazione completo, prima di erogare l’acqua dal rubinetto.

 

Sono soggetti a perdite?

Le perdite sono un problema comune con i distributori di acqua fredda, più di quanto si possa pensare. Niente è più frustrante di trovare acqua per tutto il pavimento, specie se l’apparecchio è stato acquistato per uso domestico.

 

Sono presenti dispositivi di sicurezza?

È generalmente presente un blocco di sicurezza sull’erogatore di acqua calda che, soprattutto nel caso di un utilizzo domestico, è la migliore precauzione contro gli incidenti specie se in casa ci sono bambini. Questo dispositivo impedisce l’azionamento del rubinetto da parte dei più piccoli e, nello stesso tempo, rende semplice e facile la fruizione da parte degli adulti.

 

Il gusto viene alterato?

Ci crediate o no, i sistemi più economici che immagazzinano l’acqua calda e fredda in contenitori di plastica prima di servirla possono alterare il gusto dell’acqua, anche se l’acqua originariamente è inodore.

La migliore soluzione per ovviare a questo inconveniente è che i serbatoi di mantenimento dell’acqua, specie quella calda, siano in acciaio inossidabile o in vetro.

 

Sono facili da pulire?

Le unità con funzione self cleaning sono autopulenti. Utilizzano l’ozono per uccidere i batteri presenti nelle tubazioni di raccordo e nei rubinetti di flusso nei serbatoi d’acqua. Non è una caratteristica indispensabile, ma lo diventa se vuoi bere un’acqua pura al 100%.

 

Temperatura e portata dell’acqua

Tieni presente che in alcuni casi, le temperature effettive dell’acqua fredda e dell’acqua calda differiscono da quelle specificate dai venditori o dai produttori.

Una portata d’acqua sufficiente è importante soprattutto per l’elevato volume d’uso negli uffici. Non è pensabile dover passare ore a riempire una brocca di dimensioni inadeguate.

 

Rumorosità ed efficienza energetica

I dispositivi di raffreddamento dell’acqua a carico inferiore richiedono una pompa, che può essere rumorosa durante il funzionamento. Un’altra fonte potenziale di disturbo è rappresentata dai compressori associati alla pompa.

Il tema dell’efficienza energetica va di pari passo con il risparmio di denaro. I distributori di acqua refrigerata e calda devono essere approvati con certificazione terza, che ti consenta di risparmiare a lungo termine e di proteggere il clima grazie a un’efficienza energetica superiore.

 

Sono ingombranti?

Potrebbe sembrare una cosa ovvia ma ricorda che devi disporre di spazio sufficiente per sistemare i distributori e refrigeratori d’acqua, perché non tutti i modelli sono realizzati all’insegna della compattezza. Ricordati di valutare anche lo spazio in altezza se devi caricare il boccione dall’alto.

 

Che sistema di purificazione è presente?

I kit di filtrazione (ed eventualmente di sanificazione con raggi UV) sono progettati per rimuovere piccole particelle, sedimenti, piombo e cloro dalla fonte d’acqua collegata al sistema idrico di rete.

 

Quali accessori aggiuntivi sono disponibili?

Vari modelli sono dotati di alloggiamento dedicato al collocamento di bicchieri di plastica.

La presenza di vassoi di gocciolamento rimovibili aiutano a tenere pulito e in genere a trattenere gocce o piccole perdite d’acqua dai rubinetti.

I kit di conversione sono relativi agli allacciamenti da effettuare per collegare l’apparecchiatura di distribuzione dell’acqua aalle linee idriche esistenti.

 

Pulizia e manutenzione

Esistono molti modi per assicurarsi che il dispositivo di raffreddamento o il distributore rimangano sanitizzati e funzionino correttamente. Il modo migliore e più importante per farlo è pulire il serbatoio dell’acqua fredda e/o calda e le linee dell’acqua afferenti ogni 3 mesi. Ecco come fare proprio questa operazione.

Scollega il cavo di alimentazione dalla presa a muro. Rimuovi il bottiglione d’acqua (nel caso di dispenser con tanica) e girare il distributore in modo che il lato posteriore sia rivolto verso il muro.

Colloca un secchio di capacità idonea sotto il tappo di scarico sul retro del dispenser. Rimuovi eventuali residui di acqua dal serbatoio freddo o caldo erogando da entrambi i rubinetti in una brocca. Rimuovi il gruppo sonda ruotandolo in senso antiorario e togli il deflettore di plastica dall’interno del serbatoio.

Pulisci il gruppo della sonda e il deflettore con un panno morbido utilizzando una miscela di un litro di acqua di rubinetto e 1 cucchiaio di candeggina per uso domestico non profumato, quindi risciacqua.

Pulisci il serbatoio e l’area attorno a entrambi i rubinetti con un panno morbido utilizzando la stessa miscela. Se si presenta un accumulo di minerali (depositi bianchi di gesso), utilizza un prodotto di rimozione di calcio, calce o ruggine.

Risciacqua la struttura versando 1-2 litri di acqua di rubinetto attraverso il distributore e nel secchio. Rimuovi l’acqua rimanente dai serbatoi erogando da entrambi i rubinetti in una brocca.

Sostituisci tutte le parti: tappo in silicone, tappo di scarico, deflettore e gruppo sonda.

Gira l’unità, installa una nuova tanica d’acqua e collega il cavo di alimentazione alla presa a muro con messa a terra.

Lascia un commento