Come smaltire i coltelli da cucina

Quando un coltello diventa opaco e inutilizzabile a causa di un utilizzo improprio o semplicemente per gli inevitabili segni del tempo, spesso viene gettato nei rifiuti domestici.

Tuttavia questo è molto, molto pericoloso! Anche se la lama smussata è avvolta con giornali o altro materiale isolante e quindi protetta, può provocare delle lesioni.

E allora?

Allora scopri con noi come smaltire i coltelli da cucina in modo sicuro (e anche un po’ creativo).

Come smaltire i coltelli da cucina

Appuntito, affilato e maneggevole: così dev’essere un valido coltello da chef. Ma cosa succede in realtà agli utensili da cucina quando hanno fatto il loro corso?

Buttarlo nel sacco della spazzatura non è una buona idea: pensa a quante persone potrebbero farsi male con questi oggetti taglienti

Qui di seguito ti presentiamo come smaltire i coltelli da cucina:

1. Fai una buona azione

Prima di tutto, mettiti una mano sul cuore e pensa di fare una buona azione: regala il tuo coltello a chi potrebbe averne più bisogno.

Anche se difficilmente può essere usato secondo i tuoi standard, il tuo coltello può aiutare qualcun altro pratico nel riutilizzo dei coltelli da cucina. La mensa dei poveri o anche una mensa scolastica possono essere i beneficiari di ciò che non usi più.

Nelle mani di un esperto del fai da te, il tuo coltello può tornare (quasi) come nuovo!

2. Prova a farlo fruttare

Anche se tu non sai più cosa fartene, magari il tuo vecchio coltello può valere qualcosa. Prova a chiedere al tuo arrotino di fiducia, o a un negozio di coltelli.

Se non è completamente arrugginito, un valido professionista può recuperare le parti in buono stato da utilizzare nelle sue riparazioni.

Puoi anche provare a venderlo a chi si occupa di smaltimento ferro: se è di buona qualità potrai ricavarci qualcosa.

3. Smaltiscilo in modo ecologico

I coltelli sono spesso realizzati in materiali di alta qualità, quindi lo smaltimento differenziato in un centro di riciclaggio è la soluzione migliore.

Chiedi informazioni alla piattaforma ecologica del tuo Comune di residenza.

Un centro adeguatamente strutturato si prenderà cura di seguire le fasi di riciclaggio del tuo coltello, eventualmente separando il prezioso metallo (ad esempio le lame di acciaio inox e carbonio) dagli altri materiali (come plastica e alluminio) che compongono l’utensile.

Magari anche i coltelli in finta ceramica trovano una valida via di riciclo.

4. Consegnalo alla polizia

Hai paura che il tuo coltello cada nelle mani sbagliate? Anche se è in cattivo stato, sai bene che è sempre un’arma.

Se hai tra le mani un coltello particolarmente pericoloso (magari è una mannaia…) forse è meglio consegnarlo in mani sicure: prova a rivolgerti alla polizia locale.

5. Buttalo via

Non sai a chi regalarlo, non è abbastanza valido da poter essere rivenduto, è solo un modesto coltello da cucina: l’istinto è quello di buttarlo nella spazzatura.

Attenzione però.

Per non correre il rischio di far male a qualcuno che viene a contatto con il sacco dell’immondizia lasciato sul marciapiede (operatori ecologici, bambini che giocano, animali che rovistano..) proteggilo in modo adeguato.

Come smaltire un coltello senza troppi pensieri

smaltire-un-coltello-da-cucina

D’accordo, hai preso la tua decisione: lo butti. Prima di fare una cosa avventata, dai un’occhiata ai nostri suggerimenti che ti consentiranno di metterlo nel sacco dell’immondizia con serenità.

Recupera il suo vecchio coprilama

I coltelli di buona qualità sono solitamente venduti completi di un coprilama in materiale plastico. Prova a vedere in qualche cassetto se ce l’hai ancora: è una protezione efficace contro le lesioni accidentali.

Se non lo trovi, puoi costruirne uno fai da te con un robusto cartone piegato in due e chiuso con del nastro adesivo.

Incartalo

Una volta che hai protetto la lama, recupera in casa del materiale per avvolgere l’intero coltello. Puoi utilizzare:

  • le pagine di una vecchia rivista o di un quotidiano
  • un foglio di cartoncino staccato dall’album di scuola di tuo figlio (ti perdonerà, è per una giusta causa…)
  • una maglietta che non usi più
  • un foglio di pluriball

Una volta che hai ultimato il tuo imballo, sigillalo con con del nastro adesivo.

Costruisci una custodia

Se hai effettuato un ordine online e hai ricevuto l’oggetto in una scatola di robusto cartone, non buttarla via. Aprila con cura e… prendi bene le misure:

  • per prima cosa, verifica la lunghezza e la larghezza del tuo coltello
  • con l’aiuto di un cutter, ritaglia un rettangolo di cartone che dev’essere grande più del doppio rispetto al coltello
  • ripiega il cartone in due
  • richiudilo su tre lati con del nastro adesivo
  • inserisci il coltello dal lato libero
  • richiudi anche l’ultimo lato

Mettilo in un contenitore

Alzi la mano chi non ha in casa uno di questi oggetti:

  • una bottiglia di plastica
  • una scatola di pasta
  • una scatola di scarpe

Tutti questi contenitori sono utilissimi per proteggere il tuo coltello da smaltire. Nel caso delle scatole, non devi far altro che metterlo al loro interno adeguatamente protetto (come illustrato nei punti precedenti), circondandolo con delle pallottole di carta o degli stracci.

Se scegli la bottiglia, procedi così:

  • taglia la bottiglia nella parte superiore (sotto il collo)
  • inserisci il coltello ben protetto e con la lama rivolta verso il fondo
  • richiudi la bottiglia con il nastro adesivo

Conclusioni

Come puoi vedere, ci sono diversi modi per smaltire in modo sicuro i coltelli che non usi più. Li puoi regalare, vendere, riciclare… e se proprio non hai la possibilità di donare loro una nuova vita, non ti resta che buttarli.

In ogni caso, la cosa importante è prendere tutte le precauzioni indispensabili per garantire uno smaltimento all’insegna della sicurezza. Non va dimenticato infatti che per quanto smussato, rovinato o arrugginito, un coltello è sempre un’arma!

Lascia un commento