Le 5 Migliori Stampanti Etichettatrici Che Ordineranno Il Tuo Ufficio Per Te

La migliore stampante etichettatrice sarà in grado di catalogare ed ordinare qualsiasi parte del tuo negozio: quando si ha bisogno d’inserire delle informazioni rapide su un oggetto, visibili a tutti quanti, utilizzare qualche etichetta è sicuramente la scelta vincente.

Le stampanti etichettatrici sono utilizzate in moltissimi in negozi come supermercati, profumerie, negozi di tecnologia e molti altri ancora, proprio per la loro semplicità d’uso e la possibilità di stampare molte etichette al minuto.

Che si voglia etichettare un oggetto con delle etichette adesive perchè catalogare i propri libri oppure per sistemare dei cataloghi nel proprio ufficio, questo apparecchi sono i migliori amici delle persone ordinate.



Sommario

Le migliori stampanti etichettatrici

# Anteprima Prodotto Voto Prezzo
1 Brother QL700 Stampante per... Brother QL700 Stampante per... 52 Voto 45,20 EUR
2 Dymo S0838770 Etichettatrice Dymo S0838770 Etichettatrice 22 Voto 76,00 EUR
3 Brother QL-570 Stampante per... Brother QL-570 Stampante per... 158 Voto 172,05 EUR 139,22 EUR
4 Dymo 1896042 Rotoli Etichette... Dymo 1896042 Rotoli Etichette... 179 Voto 90,00 EUR 58,09 EUR
5 Dymo LabelWriter 450 Turbo... Dymo LabelWriter 450 Turbo... 11 Voto 224,32 EUR 106,00 EUR
6 Brother QL800 Stampante Per... Brother QL800 Stampante Per... 56 Voto 176,99 EUR 88,00 EUR
7 Dymo S0968920 Etichettatrice Dymo S0968920 Etichettatrice 208 Voto 95,68 EUR 57,20 EUR

Qual è il miglior stampante etichettatrice?

Che siate alla ricerca di stampanti per l’ufficio, che hanno una modalità di stampa automatica, o che cerchiate delle stampanti manuali, che utilizzano una tastiera integrata per la creazione delle etichette adesive, ecco una lista di tutte le migliori possibilità trovate sul mercato.

1. DYMO LabelWriter 450

La stampante da ufficio

La stampante Dymo è uno strumento professionale da utilizzare in combinazione con il proprio PC o il proprio MAC ed ha una funzione di stampa rapida che permette la produzione di 51 etichette al minuto.

Il design è elegante, con un nero sobrio ed un LED leggero che s’illumina durante il suo utilizzo. Il Materiale è resistente e la sua forma compatta invita il suo compratore a porre questo apparecchio sopra la propria scrivania, quasi come un oggetto d’arredo. Consigliato per i piccoli uffici.

 

2. Brother QL-570

La stampante multiuso

Offerta
Brother QL-570 Stampante per...
158 Voto

La Brother ha creato una stampaetichette molto pratica: dall’aspetto classico e compatto, questo apparecchio sarà un buon compagno di avventure.

La sua modalità di stampa rapida permette fino ad un massimo di 68 etichette standard al minuto, una risoluzione di 300×6000 DPI ed una modalità di stampa adattata a tutti i programmi utilizzati, come Word, Excel e Outlook.

Grazie al taglierino automatico è possibile risparmiare molto tempo sull’impressione delle etichette. Consigliato l’uso del software dedicato per la creazione delle etichette.

 

3. Brother P-Touch QL-700

La stampante etichettatrice veloce

No products found.

Questa stampante non ingombrante risulta facile ed intuitiva da usare. Oltre ad una velocità di stampa con una produzione che supera le 90 etichette al minuto, il modello permette di stampare etichette larghe fino a 62 millimetri e larghe fino ad un metro.

I rotoli ufficiali consigliati per il corretto utilizzo del prodotto sono però abbastanza cari: per questa ragione è possibile comprare modelli meno costosi compatibili con la Brother P-Touch QL-700.

 

4. DYMO LabelManager 160

La stampante etichettatrice economica

Offerta
DYMO LabelManager 160 Thermal...
335 Voto

La Dymo propone uno strumento dal prezzo imbattibile: con pochi euro è possibile portarsi a casa una piccola stampante per etichette con tastiera per un utilizzo personalizzato.

Questo tipo di stampanti non utilizzano il computer ma è necessario, manualmente, comporre il messaggio da inserire nell’etichetta.

Questo Labelmanager è pratico da usare, anche se non permette una grande personalizzazione dell’etichetta rispetto ad altri prodotti collegabili al computer. La DYMO richiede 6 pile ministilo oppure un alimentatore da 9 V.

 

5. Brother PT-H100R

La stampante etichettatrice portatile

Offerta
Brother PT-H100R...
35 Voto

Come la Dymo anche la Brother si tuffa nel mondo delle stampanti etichettatrici “manuali”: propone un modello snello, portatile, che fa il suo lavoro egregiamente.

Con funzionalità Auto Design e una selezione di simboli, font, template e cornici sarà possibile personalizzare tranquillamente le proprie etichette. Anche in questo caso il prezzo è contenuto e lo strumento è fatto in materiale molto resistente.




Che cos’è esattamente una stampante etichettatrice?

migliore-stampante-etichettatrice

Le stampanti per etichette sono strumenti che permettono di realizzare in modo semplice e rapido delle etichette adesive che trovano impiego in svariate applicazioni.

La stampante etichettatrice adesive è progettata per interfacciarsi con un computer e per elaborare i lavori di stampa. Può anche operare come dispositivo stand-alone attraverso il suo sistema operativo integrato.

Stampanti etichettatrici: come funzionano?

Il meccanismo di questo apparecchio è semplice e simile a quello delle normali stampanti. Nella versione più semplice, infatti, questa macchine utilizzano un rotolo di carta adesiva con il lato adesivo coperto dalla plastica. All’attivazione, la stampante etichettatrice stampa in seguenza su rotolo e, in base alle impostazioni desiderate, taglia la carta a seconda delle necessità dell’operatore.

 

A chi serve una stampante etichettatrice?

Il dispositivo si rivela particolarmente utile a chi gestisce una piccola o media impresa, perché permette di prezzare prodotti con maggiore precisione, stampare codici a barre su etichette autoadesive, cartoncino, materiale laminato e fogli di etichette.

In funzione del tipo di stampa possiamo identificare due tipi di apparecchiature: quelle a stampa termica diretta e quelle a trasferimento termico.

 

Etichettatrice a stampa termica diretta?

La stampa termica diretta sfrutta dei nastri costituiti da un materiale sensibile al calore. Tale calore viene emanato da una testina posta all’interno dell’etichettatrice e causa un cambiamento di colore della carta stessa, permettendo così la realizzazione dell’immagine che si intende stampare.

 

Prestazioni dell’etichettatrice a stampa termica diretta?

Questa tecnologia è utilizzata soprattutto dai modelli desktop, e offre una durata della testina mediamente molto inferiore (dal 25 al 50% in meno) rispetto a quella garantita dalla stampa a trasferimento termico. Nonostante questa componente deteriorabile possa essere sostituita, non richiedendo dunque l’acquisto di una nuova stampante, va notato che il suo costo può raggiungere anche il 30% del valore dell’etichettatrice stessa e non rappresenta dunque un investimento di poco conto.

 

Etichettatrice a trasferimento termico?

La stampa a trasferimento termico è un procedimento più complesso, utilizzato spesso in modelli di fascia medio-alta. In questo caso viene impiegato un nastro carbongrafico, che viene comunemente chiamato “ribbon” oppure “nastro inchiostrato”, alloggiato all’interno della stampante e che trasferisce l’inchiostro sulle etichette.

 

Prestazioni dell’etichettatrice a trasferimento termico?

L’uso del nastro garantisce una durata maggiore della testina, dato che aiuta a proteggerla da polvere e altri agenti esterni che possono causarne un rapido deterioramento. Il meccanismo del trasferimento termico è molto diverso dall’altro tipo, in quanto utilizza il calore sui substrati e trasferisce le stampe sulla forma; da qui il nome. Ciò consente alla stampante di produrre stampe ad alta densità che possono essere anche a colori.

 

Meglio stampa termica diretta o a trasferimento termico?

Rispetto alle unità termiche dirette, i modelli a trasferimento termico offrono stampe nitide e brillanti e garantiscono una durata di conservazione molto più lunga.

Si prestano inoltre ad essere utilizzati in più applicazioni tra cui segnaletica, etichette di identificazione del prodotto, etichette delle risorse e molti altri.

 

Stampante etichettatrice in casa?

Questo tipo di apparecchiature sono utilizzate in tutto il mondo per creare etichette destinate a una varietà di scopi diversi. In ogni casa ci sono prodotti con etichette e questi dovranno essere stampati con macchine da stampa specializzate. Mentre è possibile acquistare o scaricare software che ti consente di stampare etichette dal tuo computer di casa, queste a volte possono essere di bassa qualità e scarsamente professionali.

Non sono progettate per l’uso continuo e sono dotate di un nastro appositamente progettato da inserire nella stampante.

 

Stampante etichettatrice in magazzino?

Un dispositivo di questo tipo trova ampio impiego in magazzini, centri di distribuzione o per notificare impostazioni di fabbrica. Se si considera che in un magazzino ci possono essere migliaia o addirittura milioni di articoli archiviati, è logico che tutti debbano essere etichettati in modo idoneo.

Con una stampante per etichette industriale è possibile realizzare un gran numero di etichette ogni giorno e assicurarsi che tutti gli articoli nel magazzino siano contraddistinti in modo corretto.

 

Stampante etichettatrice in ufficio?

In ufficio questo dispositivo si rivela utile per s soddisfare molteplici esigenze, dalle etichette per indirizzi alle etichette per gestire articoli in ambito professionale. Oppure, molto semplicemente, per avere una stampante pronta all’uso, magari anche con taglierina.

 

Stampante etichettatrice per le piccole imprese?

Una stampante etichettatrice può rappresentare un efficiente strumento di supporto per le piccole imprese che hanno anche esigenze di etichettatura. Permette infatti di mantenere i costi entro un certo budget, senza dover per forza acquistare un modello di tipo industriale.

 

Quali tipi di stampanti etichettatrici ci sono sul mercato?

Ci sono attualmente così tanti diversi marchi e modelli sul mercato che a volte può essere difficile orientarsi. Eppure, la scelta del giusto tipo di stampante per etichette è di fondamentale importanza. Pensa alla tua fascia di prezzo e a cosa utilizzerai la stampante e sarai facilmente in grado di trovare quella che fa per te.

Ecco una breve panoramica dei tipi di stampanti di etichette attualmente sul mercato, con le prestazioni che sono in grado di offrire.

 

Stampanti etichettatrici palmari o portatili?

Si tratta di stampanti di dimensioni molto ridotte, che possono essere trasportate da un punto all’altro e che consentono quindi un utilizzo in piena libertà senza il vincolo dei cavi.

Dispongono generalmente di un display e di una tastiera per comporre un’etichetta adesiva di piccole dimensioni.

 

Stampanti etichettatrici desktop?

Queste etichettatrici richiedono una postazione fissa e non possono essere trasportate facilmente. Anche in virtù delle loro dimensioni più generose, si prestano a gestire grandi volumi di corrispondenza o spedizioni. Sono quindi adatte a uffici che necessitano di un dispositivo fisso in grado di stampare velocemente molte etichette, anche con immagini.

A differenza delle palmari, tuttavia, non sono “autosufficienti”: richiedono infatti un software e un dispositivo esterno per la creazione delle etichette.

 

Stampanti etichettatrici commerciali?

Tali stampanti sono un po’ più pesanti di quelle desktop e sono in grado di contenere una bobina di etichette larga fino a 20 cm. Rappresentano una buona scelta se stai cercando un livello medio di stampa e soddisfano in modo versatile e completo le esigenze dei piccoli negozi.

 

Stampanti etichettatrici industriali?

Se gestisci un centro di distribuzione, una fabbrica o un magazzino e hai bisogno di produrre etichette su base continua, queste sono le stampanti di etichette adatte per te. Sono incredibilmente resistenti e capaci di produrre migliaia di etichette ogni giorno e si fatto apprezzare per il livello qualitativo molto alto. Questi articoli possono essere piuttosto costosi, tuttavia questa spesa è relativa se rapportata al numero di etichette che possono produrre e alla durabilità del prodotto.

 

Scegliere la stampante etichettatrice?

Come puoi vedere ci sono un sacco di diversi tipi di stampanti che sono in grado di produrre etichette. Prima di effettuare l’acquisto dovresti sempre pensare al tipo di utilizzo per il quale la tua apparecchiatura deve lavorare.

Se stai cercando un modello che stamperà migliaia di etichette ogni giorno e che sarà molto resistente, devi prendere in considerazione una stampante industriale. Tuttavia, se si richiede solo un impiego saltuario, utilizzare una stampante personale o una stampante desktop per le etichette consente di soddisfare appieno le proprie esigenze individuali.

 

Vantaggi delle stampanti di etichette?

Le stampanti di etichette sono utilizzate da aziende e privati ​​che desiderano creare etichette per vari scopi. Come ci si aspetterebbe, questo tipo di stampanti è disponibile in un’ampia varietà di prezzi diversi e ha molte caratteristiche diverse. Se ha un’azienda, non importa quanto piccola, e metti i tuoi prodotti in vendita o stai vendendo prodotti di altri marchi, potresti aver bisogno di una stampante per etichette, la quale ti può offrire diversi vantaggi.

 

La stampante etichettatrice è economica?

Un vantaggio interessante offerto da queste apparecchiature è senza dubbio l’economia di gestione: sono infatti più convenienti rispetto alla stampa eseguita da terzi.

Molte grandi aziende preferiscono approvvigionarsi da fornitori esterni, allo scopo di “alleggerire” il ciclo di lavoro. Tuttavia non è sempre una buona idea fare questa scelta se hai solo bisogno di stampare centinaia o poche migliaia di etichette. In questi casi è spesso molto meglio gestire la propria stampa con un dispositivo di etichette acquistato a un prezzo ragionevole.

 

È facile usare la stampante etichettatrice?

Le stampanti per le etichette oggi presenti sul mercato sono incredibilmente facili da usare e possono essere collegate al tuo computer in pochi istanti. Una volta installato il software giusto, è sufficiente decidere il testo che andrà sull’etichetta e selezionare la dimensione e il carattere giusto per la stampa.

Quindi basta inserire l’etichetta vuota all’interno della stampante e avviare il processo: diventa così facile controllare il risultato finale.

 

Quali tipi di etichette si possono stampare?

È possibile trovare stampanti compatibili con diversi formati di etichette. Poiché questi tipi di etichette sono molto comuni al giorno d’oggi, non sarà difficile trovare un dispositivo che sia relativamente economico e che ti fornisca i risultati professionali che stai cercando.

 

Stampante etichettatrice con tastiera?

Sul mercato si trovano anche stampanti di etichette con tastiera e che non necessitano quindi di essere collegate a un computer. Questo può rendere la vita molto più facile, soprattutto se vuoi disporre di uno strumento portatile e sempre pronto all’uso.

È inoltre possibile acquistare stampanti di etichette portatili che possono essere spostate liberamente e utilizzate per stampare etichette ogni volta che sono necessarie.

Con così tanti vantaggi per questi tipi di stampanti, è facile capire perché così tante aziende le usano regolarmente.

 

7 domande per acquistare la stampante etichettatrice giusta

Se ancora hai qualche dubbio sul tipo di stampante adatto a soddisfare le tue esigenze, prova a dare un’occhiata alle domande che possono sorgere al momento dell’acquisto. Scoprirai che scegliere il modello perfetto per te non è poi così difficile.

 

Quale dimensione di etichetta devo stampare?

Ogni stampante ha caratteristiche diverse, inclusa la larghezza dell’etichetta su cui è possibile stampare. Se sai quali sono le dimensioni delle etichette che ti servono, dovresti essere in grado di stamparle esattamente come le desideri alla prima esecuzione. E questo dovrebbe renderti le cose molto più semplice.

 

Le mie etichette devono rispondere a normative definite?

È il classico caso di un’etichetta nutrizionale per alimenti, che deve avere caratteri di dimensioni contenute. Se devi distribuire prodotti alimentari devi attenerti ai riferimenti stabiliti dalla legge in merito alla dimensione dei caratteri.

In commercio puoi trovare delle stampanti già predisposte a soddisfare gli standard richiesti.

 

Ho bisogno di stampare i codici a barre?

Per qualunque tipo di prodotto da mettere in vendita è necessario identificare la referenza con un codice a barre. Stampare con una risoluzione da 200 dpi non è la stessa cosa di farlo con una stampante da 600 dpi. Una stampante etichette codici a barre ad alta risoluzione può economizzare lo spazio limitato delle etichette e migliorare la capacità di scansione dei codici a barre. Tuttavia è più costosa rispetto alle tradizionali stampanti di codici a barre da 200 dpi.

 

Che tipo di stampa a codici a barre mi serve?

L’utilizzo di una stampante da 600 dpi è l’ideale se si desidera ridurre al minimo le dimensioni del codice stampato sull’etichetta o quando è necessario stampare molto testo e ridurre al minimo lo spazio occupato. Una stampante per etichette ad alta risoluzione è utile anche quando si ha un’etichetta di piccole dimensioni, per contrassegnare una piccola area sul contenitore o sulla confezione.

È anche il modo migliore per riprodurre un codice a barre 2D. Tutto sommato, l’acquisto di una stampante per etichette interna è basato sulle esigenze del prodotto.

 

Devo stampare immagini pesanti o complesse?

Non tutte le etichette sono usate commercialmente, il che significa che non tutte le etichette richiedono immagini fotografiche. Se si utilizzano le etichette per codici a barre rigorosi o immagini a bassa risoluzione, non è necessario acquistare una stampante ad alta risoluzione.

Ad esempio, è possibile utilizzare una stampante da 600 dpi per creare etichette di codici a barre con testo molto piccolo, con dimensioni di soli 4 pt. La qualità di stampa è quasi litografica con riempimenti uniformi e linee pulite.

 

Posso stampare i codici a una risoluzione inferiore?

Le stampanti con codice a barre da 203 dpi sono ugualmente un’opzione. Ti consentono di creare etichette personalizzate a basso costo nel colore desiderato. Nello spazio libero dell’etichetta prestampata puoi inserire dei dati di vario tipo come la descrizione del prodotto, il sapore, il peso, le dimensioni, informazioni nutrizionali, gli ingredienti e il codice a barre.

Quindi, hai a disposizione diverse opzioni. L’unica cosa che ti resta da fare è determinare quale livello di immagini è necessario al tuo prodotto.

 

Dove conservo i miei articoli?

Non tutti si fanno questa domanda. Eppure, è fondamentale sapere dove vanno conservati gli articoli contrassegnati dall’etichetta. Lo sapevi, ad esempio, che se etichetti dei prodotti alimentari surgelati, devi usare un sistema duraturo e resistente al gelo?

Ciò a cui sono esposti i tuoi prodotti e l’ambiente in cui sono normalmente conservati può rovinare completamente un’etichetta. Senza la stampante giusta, le etichette dei cibi surgelati possono arricciarsi a causa della condensa, svanire per via delle luci UV del negozio, o perdere la loro adesione e cadere a causa della bassa temperatura. Quindi assicurati che il dispositivo abbia tutti i requisiti necessari per stampare delle etichette che si mantengono sempre perfette.