7 Vantaggi di Lavorare in Piedi con lo Standing Desk Regolabile in Altezza

Non è più una leggenda metropolitana ma un dato di fatto: uno stile di vita sedentario può fare certamente ”bene” al senso di pigrizia radicato in noi, ma porta con sé molteplici svantaggi che a lungo andare compromettono la nostra salute, sia fisica che psicologica.

Rimanere seduti al lavoro per la maggior parte del tempo provoca scompensi nell’organismo difficili da correggere. I più comuni sono: una postura sbagliata con conseguenti dolori articolari che partono dalla cervicale sino alle caviglie, frequenti mal di testa che possono sfociare nell’emicrania, problemi alla vista, difficoltà nel rimanere focalizzati sulle mansioni per lungo tempo, sensazioni di stanchezza perenne, stress e problemi nel prendere sonno.

Vuoi qualche rimedio efficace, senza dover stravolgere la tua attività lavorativa? Cambia scrivania! In commercio ci sono alcuni modelli di scrivanie regolabili in altezza che ti portano a trascorrere più tempo in piedi. I benefici sono tantissimi, eccone alcuni.



1. Riduce il rischio di obesità

Riduce-il-rischio-di-obesità

Secondo gli esperti, il fatto di stare seduti a lungo per lavorare alla scrivania rallenta il metabolismo e favorisce l’accumulo di grasso. Puoi ovviare a questo problema molto semplicemente: non devi far altro che alzarti in piedi a intervalli regolari mentre stai lavorando. In questo modo si diminuisce automaticamente il rischio di obesità. Le postazioni attive ti manterranno produttivo e in forma.

Assicurati di posizionare la tua scrivania regolabile in modo da averla al giusto livello ergonomico. Significa che i gomiti devono essere posti a forma di “L” durante la digitazione. Occorre inoltre accertarsi che lo schermo sia all’altezza degli occhi. Lo stesso accorgimento vale per il monitor da gaming.

 

2. È come correre una maratona

Stando in piedi si bruciano più calorie che stando seduti: circa 0,7 calorie al minuto, per l’esattezza. Si riduce il rischio di aumento di peso bruciando circa 50 calorie in più all’ora. Se dovessi stare in piedi per 3 ore ogni giorno lavorativo, bruceresti circa 750 calorie a settimana.

Nel corso di un anno intero potresti così eliminare circa 30.000 calorie in eccesso. In termini di livelli di attività, quelle 30.000 calorie sarebbero l’equivalente di correre 10 maratone all’anno… e non è richiesto un addestramento intensivo!

 

3. Diminuisce il mal di schiena

mal-di-schiena

Il mal di schiena è una patologia molto diffusa, basti pensare che l’80% degli adulti ne soffre nel corso della propria vita: è una delle lamentele che si sente più spesso tra coloro che stanno seduti tutto il giorno. Molte ricerche hanno cercato di capire quale sia l’impatto a lungo termine dell’uso di uno standing desk per gli impiegati con mal di schiena.

Uno studio del 2011 ha rilevato che coloro che trascorrevano in media 66 minuti della loro giornata lavorativa stando in piedi hanno avuto una riduzione dei dolori del 54% nella parte alta della schiena e del collo. In poco più di un’ora al giorno, si hanno evidenti miglioramenti dei problemi che li affliggevano ogni giorno.

Nella posizione eretta, i muscoli del busto e dell’addome si rinforzano e proteggono la zona lombare. Per assicurarsi i benefici bisogna porre attenzione alla postura da assumere, anche se in piedi è più semplice: infatti è sufficiente tenere il monitor all’altezza giusta e stare naturali e rilassati con la testa e con le spalle.

 

4. Tiene a bada le malattie cardio-vascolari

Il cambio di posizione e una maggiore facilità di movimento, dovuta alla posizione eretta, portano benefici all’intero sistema circolatorio. Le prime prove scientifiche risalgono nientemeno che al 1950, quando l’azienda dei trasporti pubblici inglese ha messo a confronto gli autisti di bus (che stanno seduti per molto tempo) con i controllori (che invece tendono a rimanere in piedi durante le ore di lavoro).

Si è così scoperto che il primo gruppo registrava più attacchi di cuore e altri problemi rispetto al secondo. Studi più recenti hanno confermato che chi lavora prevalentemente da seduto, per più di cinque ore al giorno e fa un’attività fisica limitata, è due volte più a rischio di soffrire do insufficienza cardiaca.

 

5. Migliora la produttività

Una vita lavorativa meno sedentaria può migliorare anche la produttività, riducendo i costi dell’assistenza sanitaria e diminuendo l’assenteismo. È anche vero che alcuni compiti vengono eseguiti in modo più accurato se si rimane seduti. Quindi si può scegliere di lavorare in piedi solo in determinate circostanze, ad esempio quando si telefona o se si svolgono attività semplici.

 

6. Incrementa i livelli di buonumore e di energia

Incrementa-i-livelli-di-energia

Uno studio ha dimostrato che il fatto di lavorare alla standing desk ha un impatto più che positivo sull’umore dei dipendenti. Infatti, i partecipanti alla ricerca hanno mostrato meno segnali di fatica e tensione, mentre hanno provato sensazioni di serenità e concentrazione. Al momento di ritornare alle loro consuete scrivanie, i livelli sono tornati alla normalità.

Se ci si alza durante il lavoro si possono quindi aumentare i livelli di energia , il che rende una giornata in ufficio più serena e meno stressante.

 

7. Stimola la concentrazione

Un altro vantaggio di lavorare a una scrivania che si può alzare è quello di aumentare la concentrazione e il livello di attività. Tale fattore, combinato a una buona circolazione, alla glicemia stabile e a un metabolismo attivo, porta a concentrarsi più facilmente sul compito da svolgere.

 

Il lavoro sta cambiando

Se la tua professione ti porta a stare seduto a una scrivania tra computer, scartoffie e documenti vari, probabilmente più che prenderti delle pause ogni tanto e sgranchirti le gambe con passeggiate in corridoio o durante la pausa caffè non potrai fare.

Tuttavia il lavoro sta cambiando e con esso le esigenze di aziende e dipendenti: sarai sorpreso di sapere che è possibile porre rimedio alla sedentarietà del lavoro d’ufficio in poche mosse. Tutto sta nel prendere le corrette contromisure e una decisione che cambierà il tuo modo di lavorare.

Si tratta semplicemente di lavorare in piedi acquistando delle standing desk. Sono soprattutto le aziende più giovani e più moderne, le capofila di questa diversa tendenza di lavorare in ufficio. Pionieri, come sempre, sono le aziende della Silicon Valley, Google e Facebook in testa.

 

Quanto tempo bisogna stare in piedi?

stare-in-piedi

Ciò non significa stare in piedi 8 ore al giorno di fila, perché anche questo non è sano né aiuta a stare meglio. Però alternare lo stare in piedi per la maggior parte del tempo con lo stare seduti e muoversi di più aiuta a mantenersi in forma e a evitare le posture scorrette che causano dolori muscolo-articolari.

Secondo i ricercatori, il tempo da trascorrere in piedi sarebbe di almeno due ore lungo tutta la giornata lavorativa. La sedentarietà, infatti, comporta l’aumento di rischio cardiovascolare e di altre patologie.

 

E chi lavora a casa?

Anche chi lavora a casa o da freelance può attrezzarsi, convertendo la propria postazione di lavoro in uno standing desk. Su internet ci sono moltissimi tutorial che insegnano come fare, semplicemente ponendo scatole capovolte per il ripiano su cui posizionare il monitor. Se l’altezza non è ancora sufficiente, basta prendere un libro da mettere sotto lo schermo o utilizzare una risma di carta come spessore. Si può lavorare meglio e con meno rischi per la salute (health), il tutto decisamente con un approccio “low cost”.

 

Cosa sono le scrivanie elettroniche?

I designers non si sono lasciati scappare l’occasione e hanno cominciato a produrre modelli di scrivanie con altezza regolabile elettronicamente, con strumenti incorporati e uno sgabello appositamente studiato per far riposare le gambe.

Un sistema più ergonomico per dissuadere anche il più pigro dei lavoratori ad evitare di distendersi malamente su una sedia.

 

Più qualità alla tua vita

I benefici che abbiamo elencato in questo articolo potrebbero non essere gli unici legati a questo nuovo stile di vita. Miglioramenti nella salute fisica, metabolica e mentale possono avere un impatto sulla tua vita in un modo che non avresti mai pensato possibile.

 

Fai un passaggio graduale

Tieni presente che se decidi di passare alla standing desk non devi farlo tutto in un colpo: se passi improvvisamente dallo stare seduto tutto il giorno allo stare in piedi tutto il giorno, potresti correre il rischio di provare dolore alle gambe e magari svegliarti in piena notte con i crampi.

Il fatto è che, appurato che stare sempre seduti fa male, anche stare in piedi per tanto tempo senza muoversi può avere degli svantaggi: aumenta la pressione necessaria per pompare sangue al cuore dagli arti inferiori e ciò ha un impatto negativo sul sistema cardio-circolatorio.

 

Concediti delle pause

Ma allora è meglio una scrivania a cui stare seduti o una a cui stare in piedi? Non è ancora tutto chiaro ma l’opzione più salutare, idealmente perfetta, è quella di alzarsi ogni 45 minuti per fare una breve passeggiata. Questo perché periodi prolungati di inattività – specialmente se di due o più ore – sono davvero deleteri per la salute. Spezzarli con intermezzi in cui si fa moto, anche solo andando in bagno o andando a prendere qualcosa da bere, può limitare di molto i rischi.

Per chi invece ha già fatto il passaggio a una standing desk non è chiaro quanto spesso bisognerebbe mettersi a camminare per bilanciare gli effetti negativi della posizione. Ma fare pause regolari per camminare è comunque una buona idea.
La soluzione finale potrebbe così essere, come spesso accade, una via di mezzo: lavorare ad una nuova postazione dove da una standing desk si possa stare sia in piedi che seduti.

Fonti:

Scrivania standing contro scrivania tradizionale