Uniti Per La Vita con i 6 Migliori Saldatori a Stagno

Non sono pochi gli hobbisti che si dimostrano un po’ timorosi nell’affrontare i processi di saldatura. Ma con il miglior saldatore a stagno non è più un problema.

Utilizzato un tempo quasi esclusivamente a livello professionale dagli esperti della riparazione dell’elettronica, questo strumento si trova oggi con sempre maggiore frequenza nei piccoli laboratori del fai da te.




Qual è il miglior saldatore a stagno?

Sul mercato sono disponibili così tanti modelli che non sai quale scegliere? Nessun problema: con il servizio di vendita online puoi confrontare in tempo reale le prestazioni e il prezzo di moltissime apparecchiature di marca.

Nel web puoi trovare prodotti di tipo professionale progettati per garantire il top delle prestazioni, come pure un buon saldatore a stagno economico per impiego hobbistico. In ogni caso, hai la certezza di poter ottenere sempre il prezzo più basso.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori saldatori a stagno:

1. MKC WS937 Stazione saldante

Il migliore per: rapporto qualità e prezzo

Raggiunge rapidamente la temperatura di esercizio e la mantiene con grande precisione. La dimensione della base d’appoggio della stazione è di 11 x 11 centimetri, quella del porta stilo è di 9 x 10,5 centimetri. Leggero e maneggevole, si fa apprezzare per la sua precisione.

Nel cassettino del porta stilo è contenuta una spugnetta che consente di rimuovere i residui di stagno dalla punta.

  • Robusto
  • Compatto
  • Riscaldamento rapido

2. Lafayette SDD-9

Il migliore per: ampio display

È una stazione saldante con ampio display che consente di controllare in modo semplice e immediato la temperatura.

La tensione operativa è di 230 VAC, quella del saldatore è di 24 V e l’ingresso di alimentazione è di 90VAmax. Lavora a una temperatura da 150°C a 450°C e ha una potenza di 48 W.

Pesa 2 chilogrammi circa e ha una dimensione di 185 x 150 x 100 millimetri. Su richiesta è disponibile una gamma completa di ricambi.

  • Riscaldamento rapido
  • Leggero
  • Ergonomico

3. Fixpoint EP5

Il migliore per: risultati professionali

Ha un grande display lcd (60×30 millimetri) dotato di visualizzatore per la temperatura teorica ed effettiva. Il valore teorico ed effettivo è sempre leggibile.

È fornito di spazzole detergenti in viscosa e di comando elettronico per variazione della temperatura. I tempi di riscaldamento sono brevi grazie al cablaggio di vaste dimensioni.

Vengono garantiti risultati professionali grazie al saldatore d’alta prestazione di 60 W. Il range di temperatura è compreso tra150 e 450°C.

  • Leggero
  • Rapido riscaldamento
  • Professionale

4. Dremel Versatip 2000-6 F0132000JA mini saldatore a butano

Il migliore per: multifunzione

Questo mini saldatore a butano può essere impiegato in 6 differenti campi applicativi: saldatura, fusione, taglio a caldo, brasatura, termoretrazione e pirografia.

È sempre pronto all’uso, ovunque e in qualunque momento. Realizzato con una struttura robusta e compatta, permette di eseguire lavori dettagliati e complessi.

  • Versatile
  • Compatto
  • Robusto

5. TiGree Kit Saldatore

Il migliore per: dotazione completa

Questo modello da 60 W riscalda molto veloce e ha un termostato per regolare la temperatura da 200 a 450°C.

La punta di saldatura con quattro fori di ventilazione garantisce un’ottimale dissipazione del calore. E grazie all’indicatore led non si corre il rischio di bruciature accidentali.

Viene fornito in una pratica borsa completa di accessori: cinque punte intercambiabili, supporto, filo di saldatura, pompa dissaldante e pinzette antistatiche.

  • Riscaldamento veloce
  • Anti-surriscaldamento
  • Sicurezza

6. Kit saldatore Kuman P8300

Il migliore per: prezzo interessante

In una robusta valigetta rigida è contenuto tutto l’occorrente per effettuare una saldatura rapida e precisa.

La stazione saldatrice da 60 W viene fornita completa di regolatore di temperatura, 5 punte di saldatura, filo per saldatura, supporto, pinza antistatica e filo per la pulizia delle punte.

Il sistema di accensione e spegnimento on/off brevettato permette di non staccare la spina quando il dispositivo non viene utilizzato. È progettato per garantire una dispersione rapida del calore.

  • Accessoriato
  • Anti-surriscaldamento
  • Ergonomico




Che cos’è il saldatore a stagno?

Il principio alla base di questo utensile è abbastanza semplice. Un ferro fornito di resistenza e alimentato a corrente Saldatore-a-Stagnofornisce il calore sufficiente a fondere in modo istantaneo un filo continuo di stagno: in questo modo è possibile collegare fra loro due componenti elettronici di un apparecchio.

Tali dispositivi vengono utilizzati per eseguire installazioni e riparazioni sulle linee di montaggio industriali. Le linee di produzione industriali ad alto volume richiedono tipicamente ferri da saldare a forza industriale che funzionano a livelli di potenza predeterminati e programmati.

Quali tipi di saldatori a stagno?

In commercio vi sono molteplici tipi di saldatore. Alcuni modelli emettono un calore intenso per assicurare punti di fusione rapidi. Altri hanno un particolare design che consente di entrare in piccole aperture.

Ecco qui di seguito le principali tipologie:

Semplice saldatore

È il tipo più comune, a penna. Ha una potenza compresa tra i 15 e i 35 W, che è più che sufficiente per gestire la maggior parte dei lavori di riparazione elettronica.

Stazione di saldatura

Comprende un circuito di alimentazione di tipo elettrico, temperatura e display digitale, e una testa di saldatura che include un sensore di temperatura della punta. È fornito di un supporto su cui posizionare il dispositivo quando non è utilizzato e di una spugna bagnata per la pulizia della gocciolatura dalla superficie della saldatrice.

Pinzette saldatrici

Sono dotate di punte riscaldate poste su bracci sottili che gli utenti controllano manualmente facendo pressione su una molla leggermente resistente. Questo tipo di saldatura richiede un controllo costante della mano. Le pinzette sono ideali per effettuare microsaldature, per saldare piccole parti di batterie, resistori, condensatori e diodi e per lavori di precisione. Possono essere installate o gestite da una stazione.

Pistola saldatrice

Ha una punta a filo metallico che si raffredda rapidamente, riducendo i rischi di incendio. Gli amanti del fai-da-te le preferiscono per via della loro impugnatura in plastica confortevole e per la versatilità.

Torcia saldante

È alimentata a gas (generalmente propano) e sviluppa un notevole calore in un breve lasso di tempo. È ideale per fondere i metalli preziosi, come oro, argento e rame. A causa delle elevate temperature questi dispositivi vengono utilizzati in ambienti a prova di incendio.

Vi sono infine i modelli a inverter, quelli ad aria calda e quelli a doppia potenza.

Scelta del saldatore a stagno?

La tecnica della saldatura, di cui è esperto ogni carpentiere, non è particolarmente difficile da imparare, quindi la maggior parte degli amanti del fai da te ha in dotazione questo strumento nella propria cassetta degli attrezzi.

Qui di seguito riportiamo alcuni fattori da considerare al momento della scelta.

Portabilità

Molti professionisti preferiscono dotarsi di un modello senza fili con funzionamento a batteria, che consente di operare senza gli impedimenti del cavo. La possibilità di passare rapidamente da un punto all’altro posto a una certa distanza aumenta inoltre la produttività

Regolazione della temperatura

I modelli più avanzati offrono la possibilità di controllare e regolare la temperatura.

Termostato

Alcuni dispositivi sono forniti di un termostato che attiva e disattiva automaticamente l’alimentazione, a seconda della quantità di energia necessaria per i lavori specifici.

Punta intercambiabile

Gli apparecchi che prevedono la possibilità di cambiare la punta sono i più versatili, perché permettono di effettuare un ampio range di interventi. Le punte più diffuse sono quelle a piramide, a scalpello, coniche. Le punte in rame, cromo e nichel offrono la massima durata.

Un’eccessiva potenza può bruciare alcuni componenti elettronici. Chi pratica il fai da te dovrebbero rimanere nella gamma di potenza da 15 a 35 W, i professionisti della riparazione elettronica possono arrivare fino a 60 W.

Saldatore di marca

La scelta di acquistare un saldatore di marca è un ottimo inizio per garantire alta qualità e durata nel prodotto. Questi dispositivi sono generalmente facili da impugnare, maneggevoli e raramente si surriscaldano.




Lascia un commento