Le 10 Migliori Cuffie Wireless Bluetooth Per Gli Audiofili Più Esigenti

La tecnologia nel mondo delle migliori cuffie wireless ha fatto dei veri passi da gigante. Nei negozi si trovano un’infinità di proposte e orientarsi non è sempre facile. Sì, perché ormai non sono più solo i marchi storicamente leader a dominare il mercato e l’offerta diviene ogni giorno più ampia.

Prima di lasciarsi affascinare dal design o dalle avveniristiche funzioni di un qualsiasi modello, è importante capire che tipo di connessione si desidera. Le migliori cuffie economiche sono quelle a raggi infrarossi ma anche tra le migliori cuffie bluetooth è possibile trovare qualche offerta interessante. Non da ultimo ci sono i modelli a radiofrequenza, adatti per essere utilizzati anche a notevole distanza dal trasmettitore.




Perché acquistare una cuffia wireless?

Già, ma perché scegliere una cuffia wireless quando in giro è possibile trovare migliori cuffie economiche di tipo tradizionale? La risposta si può riassumere in tre parole: libertà di movimento.

Con il giusto paio di cuffie wireless si può godere al massimo della musica spostandosi da una stanza all’altra. O si può anche guardare la tv indisturbati quando si fa altro, magari… mentre si cucina! E se suonano alla porta, basta andare ad aprire tenendole al collo.

D’accordo, tutto chiaro. Ma a questo punto sorge un’altra domanda: “Quale cuffia dovrei prendere?”. La risposta non è così semplice.

Innanzitutto, dipende dall’uso che si intende fare della cuffia, da che cosa ci si aspetta da questi gioiellini tecnologici e, naturalmente, da qual è il budget disponibile. Se in casa ci sono diversi dispositivi wireless, meglio optare per un modello a raggi infrarossi che, oltre ad essere più economici, evitano di sovraccaricare l’ambiente di onde radio.

In commercio vi sono molteplici cuffie wireless collegabili tramite bluetooth: anche in questo caso si possono trovare proposte a prezzi vantaggiosi, anche se la loro portata non è particolarmente elevata.




Se poi si desidera ascoltare la musica girovagando tra i locali della propria abitazione, andando magari di tanto in tanto sul balcone a prendere una boccata d’aria, allora l’ideale è scegliere una cuffia wireless collegabile tramite radiofrequenza: sono però solitamente di una fascia di prezzo più elevata.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è questo: come si vuole apparire, con la nuova cuffia? E qui entra in gioco un pizzico di psicologia. Se ci si sente un po’ DJ, la scelta cade spontaneamente su quei modelli grandi e un po’ ingombranti, che fanno ricordare le tante serate trascorse in discoteca.

Se si ha una folta capigliatura o si portano gli occhiali, si apprezzano sicuramente le cuffie dietro-al-collo, progettate con una fascia che passa sulla nuca anziché in testa.

In generale, quando si è in procinto di acquistare una cuffia wireless, è bene ricordare alcuni principi basilari:

  • Chi più spende meno spende.Le cuffie wireless più costose sono spesso realizzate con materiali di qualità migliore e appositamente progettate per una resa migliore del suono.
  • Flessibilità.I modelli digitali a canali multipli consentono di passare a un’altra frequenza in caso di interferenze
  • No alla riduzione di rumore. Questa caratteristica spesso non vale il prezzo che si paga.




Cuffie wireless: ecco cosa cercare

Una delle caratteristica delle cuffie senza fili è che si prestano ad essere utilizzate con diverse sorgenti sonore. In molti modelli bluetooth, inoltre, è possibile regolare sul dispositivo alcune funzioni, come ad esempio il volume o il cambio del brano.

Uno dei fattori più importanti è la qualità del suono. E a questo proposito, è bene sapere che sono molteplici le componenti che entrano in gioco per garantire una fedeltà di riproduzione straordinariamente pura.

Fra i principali parametri che favoriscono la resa naturale della musica vi è una risposta in frequenza estesa e lineare e una bassa distorsione armonica, anche a livelli di ascolto sostenuti. Naturalmente, in questo caso bisogna considerare anche i gusti personali e i generi musicali di maggior ascolto.

Come sempre, il suggerimento è quello di trovare il giusto equilibrio fra le diverse caratteristiche. Ciò significa non considerare solo ed esclusivamente la qualità dell’audio, ma anche il livello di comfort della cuffia in base alla propria fisionomia.

Le cuffie esercitano, per loro natura, una leggera pressione sul padiglione auricolare. Per evitare che diano fastidio dopo pochi minuti di ascolto, è generalmente presente una fascia elastica che passa sopra la testa, per alleviare la pressione. È importante che il modello scelto sia comodo, leggero, realizzato con materiali confortevoli e morbidi, soprattutto nei punti di contatto con la pelle.

Nella recensione dei prodotti da noi selezionati, abbiamo voluto “guardare oltre” quello che viene pubblicizzato dai rispettivi produttori. Un’attenzione particolare è stata posta alla portata effettiva dei dispositivi, insieme alla presenza più o meno marcata di rumori di fondo.

Nell’analisi abbiamo inoltre evidenziato le delle diverse opzioni audio offerte da ciascun prodotto. Molte delle cuffie senza fili offrono un suono Dolby Surround a 5.1 canali. Ciò si ottiene attraverso l’impiego di diversi dispositivi all’interno della cuffia, utilizzati per i canali posteriore, centrale, anteriore e subwoofer. Questa soluzione progettuale contribuisce notevolmente ad aumentare il coinvolgimento nell’ascolto.

Sono stati anche presi in esame il numero e tipo di accessori forniti nella confezione insieme alla cuffia, oltre alla normale e indispensabile dotazione come il cavetto USB da usare per la ricarica o il microfono incorporato per parlare al telefono. Spesso sono previste le batterie ricaricabili (nei modelli a radiofrequenze), la custodia, dei cavetti jack per connessioni multiple o per dispositivi che non ricevono il bluetooth.

In linea di massima, una dotazione che si rispetti deve consentire di utilizzare subito e in modo intuitivo il prodotto appena acquistato.

 

Qual è la miglior cuffia wireless?

Le cuffie senza fili accolgono sistemi per la ricezione del segnale audio che proviene da molteplici sorgenti, fra cui smartphone, tablet, computer e tv.

Le tipologie più diffuse sono quelle circumaurali o sovraurali, aperte, semiaperte o chiuse. Non esiste in assoluto un tipo migliore di un altro: qui entrano in gioco i gusti personali e l’utilizzo a cui sono destinati. Va comunque preso attentamente in esame anche quest’aspetto, per evitare di acquistare cuffie realizzate in modo non conforme alle proprie abitudini e necessità.

Non da ultimo, il fattore design. Le cuffie sono paragonabili a un accessorio del proprio abbigliamento, come una borsetta o una cintura. Indossereste mai qualcosa che non vi piace?

Qui di seguito ti presentiamo le migliori cuffie wireless:

1. Andoer 2.4G Wireless Bluetooth LA PIÙ ECONOMICA

È sviluppata con tecnologia 2.4G Bluetooth 3.0 + EDR e con profili HSP/HFP/A2DP/AVRCP. Fornita di microfono incorporato, è studiata per dialogare contemporaneamente con due apparecchiature bluetooth come ad esempio iPhone, iPad, smartphone, tablet. Garantisce una risposta in frequenza compresa tra 20 e 20.000 Hz.

Un apposito tasto consente di controllare le principali funzioni del dispositivo: accensione e spegnimento; risposta, riagganciare, rifiutare, ricomporre l’ultimo numero; mettere in pausa e giocare. La funzione di riduzione del rumore avanzata favorisce un ascolto ottimale di musica e film, oltre a favorire una ricezione chiara durante le telefonate.

La cuffia è alimentata con batteria al litio ricaricabile in meno di 3 ore tramite il cavo USB fornito in dotazione. Ha un’autonomia di funzionamento di circa 10 ore (250 ore in standby) .

Molto leggera, è comoda da indossare grazie al suo design ergonomico e alla possibilità di regolare la lunghezza attraverso le sue apposite cerniere di metallo.
Ci piace:

  • Leggera e funzionale
  • Rapida connessione bluetooth
  • Buon rapporto qualità/prezzo
Non ci piace
  • Poco ergonomica

2. Cuffie On-Ear Beats by Dr. Dre Solo2 – LA MIGLIORE

Il dispositivo garantisce una qualità audio ottimale sia in modalità bluetooth che con il classico cavo audio. Quest’ultimo include i comandi per il volume e per effettuare/rispondere alle telefonate.

La sua gamma di suoni particolarmente estesa offre una chiarezza molto vicina a quella della musica live. La batteria ha un’autonomia di 12 ore e sulla cuffia destra ci sono dei pratici led che indicano il livello di carica.

Con il suo design elegante, flessuoso e allo stesso tempo minimal favorisce il massimo comfort di ascolto anche per molte ore. Realizzata senza viti visibili e con materiali accuratamente selezionati, si rivela particolarmente durevole anche nel caso di uso prolungato

I padiglioni sono inclinati in modo ergonomico per favorire un posizionamento naturale della cuffia, con la possibilità di orientarli. Il loro materiale, di elevata qualità, contribuisce a dissipare il calore e riduce al minimo la dispersione del suono.

La sua struttura pieghevole, compatta e resistente, agevola il trasporto.
Ci piace:

  • Suono pulito e senza distorsioni anche ad alto volume
  • Non premono eccessivamente sulle orecchie e non si surriscaldano
  • Comoda custodia in dotazione
Non ci piace
  • Prezzo un po’ elevato

3. Sony MDR-RF865RK

Si tratta di una cuffia wireless a radiofrequenza, con due ingressi analogici e una portata di ricezione fino a 100 metri. È fornita di driver al neodimio da 40 mm, studiato per offrire una banda di frequenza compresa fra gli 8 Hz e i 23 kHz e una gamma dinamica più ampia, in funzione di una riproduzione assolutamente fedele.

La massima qualità audio è assicurata anche dal suo esclusivo sistema di riduzione del rumore che, diminuendo le distrazioni causate dai suoni dell’ambiente, consente di godere appieno della musica.

Tra le sue molteplici funzioni, da segnalare la sintonizzazione automatica integrata: con il tasto di audio tuning la sincronizzazione avviene senza problemi agganciando la sorgente desiderata. I livelli del volume sono inoltre regolabili in modo rapido e facile, tramite i controlli integrati nelle cuffie.

La batteria ha una durata fino a 25 ore e si ricarica automaticamente in circa 3 ore, appoggiandola semplicemente al suo supporto.

 

Ci piace:
  • L’imbottitura dell’auricolare è molto confortevole
  • Funziona bene anche se si è in altre stanze
  • Nessun rumore di fondo o fruscio
Non ci piace
  • Finiture non molto curate

4. Bluedio HT(Shooting Brake)

Si tratta di un modello particolarmente ergonomico, che si adatta alla fisionomia della testa grazie alla possibilità di regolare la lunghezza dell’archetto. È provvisto di cuscinetti molto morbidi e confortevoli, che sono sufficientemente grandi per contenere l’intero padiglione auricolare.

Dotato di microfono, si attiva tramite tecnologia bluetooth 4.1, con riconoscimento molto veloce del dispositivo, sia esso un computer, uno smartphone o un tablet. Ha un raggio d’azione di circa 10 metri.

In fatto di autonomia è una piacevole sorpresa. Dopo solo 2 ore di ricarica, infatti, la cuffia consente 40 ore di ascolto e di telefonate.

Collegando la cuffia con il cavo in dotazione, è possibile ascoltare la musica preferita o vedere un film utilizzando quei dispositivi che non sono provvisti di bluetooth. Per quanto riguarda la qualità dell’audio, i bassi si rivelano particolarmente corposi. I comandi posti sui padiglioni permettono di gestire il volume e lo scorrimento dei brani.

 

Ci piace:
  • Buona qualità dell’audio
  • Notevole autonomia
  • Pratici i tasti sulle cuffie per regolare il volume e mettere in pausa
Non ci piace
  • Il cavo audio è un po’ cort

5. Philips SHB5500BK MIGLIOR PREZZO/PRESTAZIONI

Numerose sono le soluzioni progettuali che sono state introdotte in questa cuffia allo scopo di garantire la massima comodità di utilizzo e di ascolto. La parte posteriore, innanzitutto, si presenta chiusa, in funzione di un isolamento totale dall’ambiente esterno.

I padiglioni sono realizzati con un materiale molto morbido, rivelandosi ideali anche per un utilizzo prolungato. Il sistema FloatingCushions Delux dei cuscinetti “memorizza” la forma dell’orecchio, per un comfort assoluto. Padiglioni e fascia sono inoltre regolabili, per soddisfare ogni esigenza.

La cuffia è dotata di un driver ad elevata intensità da 32 mm per bassi nitidi e potenti. Agendo sul controllo intuitivo posto su ciascun padiglione si può modificare il volume o mettere in pausa un brano mentre si gestiscono le telefonate in entrata e in uscita.

Offre una copertura fino a 9 metri e la sua batteria ha un’autonomia di 9 ore. Si può ripiegare completamente per essere trasportata facilmente ovunque lo si desideri.

Ci piace:
  • Estremamente leggera
  • Si interfaccia senza problemi a molti dispositivi
  • Ideale per il viaggio
Non ci piace
  • Il microfono è un po’ lontano dalla bocca

6. Sony MDR-RF855RK

Dotate di driver al neodimio da 40 mm (banda di frequenza 10 Hz-22 kHz), queste cuffie over the ear ricevono il segnale via radiofrequenza. Hanno quindi una portata che raggiunge i 100 metri in campo aperto e consentono così di spostarsi senza alcun problema in un intero appartamento.

Sono ideali per passare da una stanza all’altra della casa senza perdere contatto con le proprie playlist, ma si rivelano utili anche in salotto per seguire un programma tv mentre qualcun altro lavora.

Gli utenti Apple possono usare queste cuffie per collegarle a un Mac o, magari, ad un iPad per ascoltare musica. Funzionano sia con batterie standard AA ricaricabili, che consentono un’autonomia di 18 ore, sia con pile tradizionali alcaline, per un utilizzo di circa 30 ore.

Si ricaricano semplicemente appoggiandole sul trasmettitore. La base per la ricarica “intelligente” interrompe l’erogazione di energia una volta completata la ricarica (molto pratico il led che segnala lo stato).

 

Ci piace:
  • Ottima gestione dei consumi energetici
  • Gli auricolari in stoffa e si possono indossare a lungo senza “cuocere” le orecchie
  • Portata ottima, in casa e all’esterno
Non ci piace
  • Struttura un po’ delicata tra l’archetto e le cuffie

7. Sony MDR-RF811RK

Offre una buona vestibilità, grazie alla fascia che consente di adattarla alle dimensioni del capo. I padiglioni mobili si adeguano bene alle differenti fisionomie della testa e delle orecchie. Da segnalare a questo proposito, che quando i padiglioni presentano i segni dell’usura possono essere sostituiti.

Progettata con driver al neodimio da 40 mm, utilizza un tipo di tecnologia a radiofrequenza che permette la ricezione fino a 100 metri in campo libero, con due differenti canali di trasmissione: in questo modo è possibile anche collegare due cuffie contemporaneamente.

La connessione è uno dei suoi punti di forza: si può utilizzare con diversi tipi di sorgenti audio dotati di un’entrata jack e ha un buon livello di isolamento dai rumori esterni. Sulle cuffie sono posti i comandi per selezionare l’audio, ma anche la possibilità di scegliere il canale desiderato.

Per una ricarica completa sono richieste 16 ore, mentre l’autonomia è di 13 ore.

Ci piace:
  • Suono molto buono, pulito e con bassi corposi
  • Anche a volume alto non distorce
  • Si possono collegare 2 cuffie allo stesso trasmettitore via WiFi
Non ci piace
  • Il comando a rotella non è in posizione comoda

8. Sennheiser RS120

È ideale per ascoltare la musica in ogni angolo della casa, anche sul balcone o in giardino. Il suo raggio d’azione raggiunge gli 80 metri e il segnale riesce a passare anche attraverso i muri e i soffitti. Il trasmettitore può operare su tre frequenze e il ricevitore è dotato di un sistema Tuning che permette di selezionare la frequenza desiderata.

Nella realizzazione di questo prodotto è stata posta una particolare attenzione al comfort di utilizzo. I padiglioni sono morbidi e la cuffia è leggera, compatta, consentendo un impiego prolungato.

Oltre alle cuffie, la confezione accoglie tutto il necessario per iniziare l’ascolto: un trasmettitore TR 120 con cavo di collegamento audio (fisso), due batterie ricaricabili tipo LR06 (AAA) NIMH 1,2V, un adattatore da 3,5 mm/6,3 mm per il collegamento  a qualsiasi dispositivo musicale.

Per ricaricare le batterie, è sufficiente posizionare la cuffia sulla base del trasmettitore. È possibile l’utilizzo di più cuffie aggiuntive.

Ci piace:
  • Audio eccellente e assenza di fruscii
  • Due persone possono sentire l’audio a un volume diverso
  • Base di ricarica è pratica e funzionale
Non ci piace
  • La cuffia tende a entrare in stand-by in assenza di suono

9. Meliconi HP 300 Professional

Il suo segnale è in grado di attraversare muri e soffitti, con un raggio massimo di ricezione di 100 metri. Si collega rapidamente a tv, lettori di dvd, Blu-ray, cd, sistemi audio hi-fi, iPod/iPhone/iPad, riproduttori di mp3, vcr, radio, pg, console videogiochi e altre fonti audio.

Ergonomica e molto leggera, è progettata con padiglioni di design ovoidale che si adattano perfettamente alla forma dell’orecchio. L’archetto regolabile garantisce un posizionamento ideale ed è rivestito con un cuscinetto per evitare un contatto troppo rigido e fastidioso con la testa, favorendo un utilizzo prolungato.

Le sue funzioni includono il controllo del volume e la sincronizzazione automatica della frequenza tra la cuffia e la base trasmittente (Auto Tuning). Sono disponibili tre canali di trasmissione per evitare interferenze.

Le pile ricaricabili in dotazione offrono un’autonomia di 8 ore di uso continuato. La comoda ed elegante base di ricarica è ideale per riporre la cuffia dopo il suo utilizzo.

 

Ci piace:
  • Ottima qualità audio anche a lunghe distanze e in presenza di ostacoli
  • Nessuna distorsione o interferenze
  • Comoda la ricerca automatica della frequenza
Non ci piace
  • Manca un segnale che indica l’avvenuta ricarica della batteria

10. Philips SHC5100

Ricaricabile e leggera, la cuffia si indossa comodamente, senza arrecare alcun fastidio durante l’ascolto prolungato. La fascetta interna flessibile si regola automaticamente e si adatta in modo perfetto alla forma e alle dimensioni della testa, anche se si portano gli occhiali.

Il driver dell’altoparlante da 32 mm è compatto e potente e garantisce un audio senza distorsioni qualunque sia la potenza di ingresso. Vi è la possibilità di scegliere tra due canali per ridurre al minimo i disturbi da interferenze: in questo modo si può selezionare agilmente il canale che offre la migliore ricezione, mantenendo ai massimi livelli il piacere dell’ascolto.

Il segnale è molto forte, non ha problemi ad attraversare pareti e mobili, e il raggio d’azione raggiunge i 100 metri. Si può quindi ascoltare la musica da una stanza all’altra, muovendosi per casa nella più totale libertà. La confezione contiene – oltre alla cuffia – la trasmittente, il caricabatteria e 2 batterie ricaricabili.

Ci piace:
  • Molto comoda, anche per chi porta gli occhiali
  • Buona qualità del suono
  • Si configura facilmente
Non ci piace
  • L’audio non è molto alto ed è necessario intervenire sul volume del dispositivo

 




 

Lascia un commento