Le 6 Migliori Pistole Termiche: e Sverniciare Diventa un Piacere!

Tra i tanti lavori del bricolage e del fai da te, quello della sverniciatura è forse uno dei più lunghi e noiosi. Le tecniche operative prevedono di intervenire con solventi e raschiatori ma anche con un attrezzo più moderno che rende più facile l’operazione: la migliore pistola termica.

Questo utensile, è molto versatile e facile da usare. Serve anche a svolgere diversi lavori nei settori più disparati in cui si può utilizzare l’applicazione del calore ad alta temperatura su una superficie.




Qual è la migliore pistole termica?

Nella vendita online è possibile trovare una grande varietà di modelli proposti a un prezzo più basso rispetto al classico negozio o al centro commerciale.

Se non sai ancora qual è l’apparecchio più adatto a soddisfare le tue specifiche esigenze, puoi leggere i test e le recensioni di chi ha già acquistato questo tipo di utensili e li utilizza abitualmente a livello professionale o nei lavoretti fai da te.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori pistole termiche:

1. Pistola ad Aria Calda Einhell 4520184 TC-HA 2000/1

La migliore per: prezzo interessante

È un modello ergonomico che offre due modalità di funzionamento: flusso d’aria moderato (300 l/min) a 350° e flusso d’aria più intenso (500 l/min) a 550°.

La potenza massima dell’apparecchio è di 2000 W. Nella confezione sono contenuti due ugelli, uno per concentrare il flusso e l’altro per diffonderlo ad ampio raggio.

La posizione verticale è stabile e sicura e il funzionamento è sicuro grazie alla protezione anti surriscaldamento.

  • Flessibilità di impiego
  • Ergonomia
  • Accessori

2. Termosoffiatore Bosch PHG 600-3

La migliore per: temperatura a tre stadi

L’apparecchiatura ha una potenza di 1800 Watt e offre la regolazione della temperatura a tre stadi: aria fredda a 50°C (flusso d’aria 250 l/min), 400°C (flusso d’aria 350 l/min), 600°C (flusso d’aria 500 l/min).

È progettata con protezione termica contro il sovraccarico e rivestimento Softgrip. In dotazione viene fornita una bocchetta e una pratica valigetta.

  • Grip
  • Comfort
  • Sicurezza

3. Termosoffiatore Makita HG5012K

La migliore per: subito pronta

Ha una potenza di 1600 W e offre due velocità che consentono di raggiungere altrettante temperature di utilizzo: 350°C per formatura e 500°C per per termoretrazione / rimozione.

Arriva in pochi secondi alla temperatura desiderata. Realizzata con materiali robusti e di qualità, ha un inserto in gomma antiscivolo sull’impugnatura per garantire un elevato livello di grip.

Viene fornita completa di valigetta termoformata e di tre beccucci.

  • Grip
  • Maneggevole
  • Accessoriato

4. Pistola Termica Black+Decker KX1650-QS

La migliore per: impugnatura con gancio

Questa pistola termica ha una potenza di 1750 W e può essere impostata a due differenti livelli di temperatura/flusso d’aria. Nella posizione, vengono raggiunti i 460°C (570 l/min) e nella posizione si arriva a 600°C (740 l/min).

È progettata con sistema anti-surriscaldamento e ha un’impugnatura a pistola con gancio per uso stazionario.

Si rivela ideale per sverniciare, sbloccare tubi ghiacciati e bulloni arrugginiti, piegare tubi metallici, accendere il barbecue.

  • Comfort
  • Anti-surriscaldamento
  • Pratica

5. Pistola ad aria calda Trotec HyStream 2000

La migliore per: set completo di ugelli

L’apparecchiatura viene fornita con un set di ugelli per le più diverse applicazioni. L’ugello per carbonella, ad esempio, trasforma la pistola in un pratico accenditore per carbone da grill.

L’ugello di diffusione a raggio largo garantisce invece una diffusione superficiale costante dell’aria, mentre quello deflettore per protezione del vetro evita il surriscaldamento di questo materiale deviando il flusso di calore.

L’ugello riduttore, infine, direziona in flusso in un punto specifico per lavori di precisione. La pistola ha una potenza di 2000 W e offre un intervallo di temperatura da 50 a 650°C (in scatti da 10°C).

  • Versatile
  • Maneggevole
  • Confortevole

6. Pistole termiche e termocollanti Valex P2000

La migliore per: compatta

Il suo design compatto la rende particolarmente pratica e maneggevole. E, grazie al suo peso di soli 880 grammi, consente un utilizzo prolungato senza stancare la mano.

Ha una potenza di 1000/2000 W e permette di selezionare due differenti temperature di utilizzo, rispettivamente a 350°C e a 600°C.

È progettata con sistema di blocco interruttore e viene fornica completa di valigetta. Ha un lungo cavo per lavorare nella massima libertà.

  • Pratica
  • Leggera
  • Versatile




Design della pistola termica?

La sua forma è simile ad un phon ma la sua potenza è di migliore-pistola-termicagran lunga superiore a quella dell’elettrodomestico.

Si possono infatti raggiungere temperature di esercizio di 5-600°C. I modelli più performanti dispongono – come il phon casalingo – di selettori che permettono di impostare temperature più basse, intorno ai 300°C. Queste possono essere utili per asciugare più rapidamente qualche oggetto (incollato, verniciato, ecc.) senza correre il rischio di rovinare il materiale.

Queste pistole ad aria calda sono utilizzate collegandole alla presa elettrica, dato che il loro consumo energetico, per generare calore ad alte temperature, si attesta intorno ai 1500-2000 Watt.

Sverniciare con la pistola termica?

L’intervento a caldo permette di rimuovere più facilmente la vernice da un materiale, sia legno (con la dovuta accortezza) sia metallo. Il calore la fa infatti dilatare e fratturare, in modo tale da essere rimossa manualmente e più facilmente tramite un raschietto.

Prima dell’introduzione delle pistole termiche questo tipo di lavoro a caldo veniva solitamente effettuato con una fiamma viva generata da un cannello a gas: le temperature della fiamma erano molto più elevate e i rischi di danneggiare il materiale erano decisamente maggiori.

Sverniciatura a freddo?

Un’alternativa all’impiego del calore prevede tuttora l’uso di solventi, i cui vapori possono però essere molto dannosi se vengono inalati. Si provvede poi alla rifinitura carteggiando con della carta vetrata.

I materiali di tipo ferroso possono essere sverniciati con la sabbiatura, operazione che prevede l’impiego di sabbia distribuita ad alta pressione con un compressore per erodere la parte superficiale. Le finiture devono poi essere ugualmente completate con la carteggiatura fine.

Utilizzo della pistola termica?

Una pistola termica è molto più versatile, dato che può essere impiegata per molteplici operazioni non solo di sverniciatura ma anche, ad esempio, di asciugatura.

Può essere utile anche per svitare viti e bulloni particolarmente duri e bloccati, scongelare un tubo d’acqua bloccato dal freddo intenso e rimuovere l’umidità da meccanismi e schede elettroniche.

E, ancora, scollare due parti per rimuovere la colla o combinare meglio i pezzi da incollare, saldare per polimerizzazione con additivi chimici, riscaldare tubi in plastica per sagomarli o dilatarli per congiungerli l’uno all’altro…

Opinioni sulla pistola termica?

Se la compri abbastanza potente e col calore regolabile si può rivelare nel tempo un ottimo investimento.

Ti troverai infatti in mano uno strumento poliedrico e dalle molte funzioni che ti consente di effettuare operazioni diverse, facendoti risparmiare soldi e dandoti modo di sostituire molti dei prodotti che utilizzavi prima.

Ugelli della pistola termica?

Per questo tipo di utensile sono importanti ai fini della prestazione anche gli ugelli che si possono montare per usi specifici:

  • l’ugello di riduzione consente di localizzare l’aria in un determinato punto di applicazione
  • l’ugello con deflettore serve a cambiare la direzione del getto per evitare di trattare parti che non devono essere scaldate
  • l’ugello diffusore consente di diffondere l’aria in modo uniforme e costante.

Le pistole termiche di marca vengono spesso fornite complete di una serie di ugelli già nella confezione.

Alimentazione della pistola termica?

Considerando gli usi principali di questo utensile, da fare con una certa continuità, l’alimentazione migliore è quella con collegamento diretto alla presa elettrica.

Sono in uso anche modelli cordless alimentati a batteria, ma si rivelano più limitati nell’applicazione: in genere questi modelli vengono usati per piccoli lavori di finitura non continuativi, come nel modellismo per fissare immediatamente lacche e vernici.

Sicurezza della pistola termica?

I dispositivi delle migliori marche, inoltre, integrano un sistema che consente di rilevare il calore interno raggiunto dalla pistola durante il suo utilizzo. In questo modo, in caso di eccessivo surriscaldamento, l’utensile è in grado di bloccarsi automaticamente, interrompendo la generazione dell’aria calda e facilitando il flusso di quella fresca che favorisce il ripristino della giusta temperatura.

Allo stesso modo questo dispositivo, come tutti i materiali elettrici, deve disporre dei visti di conformità autorizzati e delle certificazioni di sicurezza. Verificare che l’impugnatura sia ergonomica, isolata termicamente e che la testa possa ruotare di 180° in modo da potere sfruttare il flusso di calore nel modo più confortevole.

Lavorare con la pistola termica?

Considerando le caratteristiche operative di questo utensile è importante prestare particolare attenzione durante il suo utilizzo, sia per evitare infortuni come ustioni, sia per non danneggiare materiali molto delicati.

M è bene indossare idonei dispositivi di protezione individuale come guanti da lavoro da scegliere tra i modelli che offrono un’adeguata protezione per questo tipo di impiego. È anche buona abitudine indossare una maschera o un respiratore.

È meglio essere sicuri di avere una buona ventilazione nel locale. Non lasciare mai una pistola di calore incustodita e non deporla su una superficie mentre è in esecuzione.

Pistola termica e materiali delicati?

Su legno bisogna evitare un contatto troppo ravvicinato che porti a bruciature o modifiche della superficie che poi deve essere carteggiata.

Non si consiglia di utilizzare questo utensile su mobili antichi e legni pregiati: meglio optare in questi casi per metodi più tradizionali.

In particolar modo agendo sugli infissi delle finestre, evitare di dirigere il flusso direttamente sul vetro che potrebbe scoppiare o frantumarsi.

Se applicato al trattamento di metalli fai prima raffreddare bene la superficie.

Soprattutto non usare mai una pistola di calore intorno a sostanze chimiche infiammabili come diluenti per vernici, acqua ragia minerale e acetone.




Lascia un commento