I 5 Migliori Cuscini da Viaggio che Miglioreranno Il Vostro Prossimo Spostamento

L’uomo del XXI secolo è quello che viaggia. cuscino-aereoIl miglior cuscino da viaggio è quello che lo accompagna. Che sia per lavoro o per divertimento, spostarsi non è mai stata un’attività rilassante. Ed è per questo che esiste un piccolo dettaglio che cambierà la vostra percezione di movimento.

Automobile, pullman, treno, nave, aereo. Non esiste un mezzo di trasporto capace di non farti pesare il tempo che passi al suo interno. Nel bel mezzo di un viaggio è interessante osservare tutti i passeggeri di tutti questi mezzi. Visi stanchi e addormentaticci, disperati per non riuscire a trovare la famosa “posizione” per dormire e ammazzare il tempo. Teste che cadono improvvisamente da un lato e poi dall’altro, gambe che non trovano pace.

L’unico modo per risolvere questo problema? Dare sollievo alla testa, e soprattutto al collo. I cuscini che vi proponiamo sono proprio quello che vi serve per stare morbidamente svegli o chiudere serenamente gli occhi. Ma state attenti a svegliarvi in tempo per scendere!




Qual è il miglior cuscino da viaggio?

Pratici, leggeri e tutti diversi. Scoprirete che non esiste un solo modo per rilassare il collo e avrete voglia di utilizzarlo anche a casa. Buon rapporto qualità-prezzo e tanti piccoli dettagli che permetteranno facilmente di individuare quello più adatto al vostro modo di dormire. Siate comodi!

Cuscino leggero Trixes

Un paradiso che pensavi di non poter raggiungere. Morbido ma consistente, si adatta perfettamente al collo grazie al sistema memory foam e, sentite un po’ questa, è sfoderabile e lavabile. Basta acari accumulati nel corso dei viaggi e basta superfici fastidiose per il viso.

Caratteristiche e funzioni:

  • Peso: circa 200 grammi. Niente a che vedere con valigie, borse e borsette che siamo costretti a portarci dietro.
  • Colore: viola.
  • Materiale esterno tipo pelliccia, per una piacevole sensazione di morbidezza.
  • Il memory foam, grazie alla sua capacità straordinaria di adattarsi alla forma del corpo, assicura comodità e vero riposo.
  • Sfoderabile e lavabile, per la gioia dei grandi e l’igiene dei bambini.
Ci piace
  • Le dimensioni e il peso lo rendono semplice da tenere in borsa e sfoggiare nel momento del bisogno.
  • La possibilità di poter lavare la federa lo rende un oggetto ideale. I mezzi di trasporto non sono mai il massimo della pulizia e questo invece possiamo riutilizzarlo ogni volta che ci serve.
Non ci piace
  • Peccato non aver la possibilità di scegliere tra vari colori.
  • Il memory foam potrebbe sembrare un po’ duro a chi magari è abituato a dormire sul morbidissimo.

 

Wenger Cuscino da viaggio

Una piuma da gonfiare ogni volta che vogliamo, senza dover portare niente d’ingombrante in mezzo ai bagagli.  Disponibile in due colori, presenta una parte centrale più rialzata che permette di poggiare bene la testa.

Caratteristiche e funzioni:
  • Peso: circa 80 grammi. Non sentirete nemmeno di averlo e deciderete di tenerlo sempre in borsa. Non si sa mai.
  • Disponibile in due colori, rosso e grigio.
  • Cuscinetto centrale che facilita il riposo e si gonfia separatamente.
  • Si ripone nel suo astuccio, per la massima igiene.
Ci piace
  • È piccolo, pratico e si gonfia in un attimo.
  • Il cuscinetto centrale è opzionale, è possibile anche lasciarlo sgonfio.
Non ci piace
  • Non è dotato di valvola, quindi rischia di sgonfiarsi un po’ quando lo chiudiamo.
  • Gli angoli sono un po’ ruvidi quindi si consiglia di mettere un tessuto sopra.

 

TravelRest

Offerta
Travelrest - Ultimate Travel...
51 Voto

Non tutti riescono a dormire in posizione composta ed eretta. Per chi preferisce inclinare la testa questa è la soluzione perfetta. Un’insolita forma per un riposo con i fiocchi. E a voi la scelta del colore.

Caratteristiche e funzioni:
  • Si gonfia e si sgonfia in pochi minuti e si conserva comodamente avvolgendolo su se stesso.
  • È composto da una parte anteriore di cuscino e una posteriore di filo che permette di agganciarci addosso il prodotto o posizionarlo sul sedile della macchina o dell’aereo.
  • Disponibile in quattro colori: blu, grigio, verde, rosso.
  • Nella confezione è presente un’etichetta con la spiegazione delle tre posizioni di utilizzo.
Ci piace
  • Grazie a questo strumento prezioso la testa può finalmente cadere sul morbido.
  • Il design è innovativo e veramente irresistibile.
  • Si avvolge su se stesso e si chiude con un bottoncino e possiamo portarlo ovunque senza ingombri.
Non ci piace
  • Ci si mette un po’ per trovare la posizione ottimale e per adeguare la sua ergonomicità a ogni corpo e a ogni modo di riposare.

 

Ability Superstore VM936A

Un altro memory foam per i vostri pisolini in viaggio. Un caldo blu sfoderabile dall’aspetto vellutato darà sollievo al vostro collo adattandosi perfettamente alla forma.

Caratteristiche e funzioni:
  • Il memory foam si adatta al collo ed è ottimo per chi soffre di cervicale.
  • Colore: Blu, un grande classico.
  • Peso: circa 300 grammi. Si porta in giro con molta facilità.
  • Utilizzabile anche su divani e poltrone.
  • È sfoderabile e lavabile a freddo, perché l’igiene è importante, soprattutto in zone come viso e collo.
Ci piace
  • Il memory foam è compatto ma molto morbido.
  • Le sue dimensioni lo rendono adatto sia ad adulti sia a bambini.
Non ci piace
  • Non è fornito di cordicella per attaccarlo a valige, zaini o borse, quindi si può solo portare all’interno o in mano.

 

J Pillow

Come dice lo stesso nome, una J totalmente innovativa, brevettata e premiata anche invenzione dell’anno 2012/2013, che si prenderà cura non solo della testa e del collo, ma anche del nostro mento.

Utilizzabile da entrambi i lati, sarà impossibile finalmente che la testa cada in avanti proprio quando stavamo per prendere sonno.

Caratteristiche e funzioni:

  • Il design insolito presenta un lato d’appoggio per il viso, un supporto per il collo e uno per il mento.
  • Rivestimento in pile, per gli insopportabili spostamenti invernali.
  • Si può lavare in lavatrice a 40° senza bisogno di sfoderarlo.
  • Grazie al gancetto posto in sommità è possibile appenderlo allo zaino o alla borsa, per non occupare spazio all’interno.
Ci piace
  • La possibilità di appoggiare bene dalla testa al mento. Odiamo quando ci cade la testa davanti a sconosciuti in aereo.
  • Si può usare anche per stare dritti, basta solo sistemarlo.
Non ci piace
  • Il materiale del rivestimento può risultare inadeguato per l’estate.

 




Che cos’è un cuscino da viaggio?

Si tratta di un piccolo cuscino, molto compatto, che può essere facilmente portato con sé ovunque si vada. Se è di dimensioni più generose, può comunque essere compresso o piegato in modo tale da occupare il minimo spazio quando non viene utilizzato. Ne esistono tantissimi tipi, in base al tipo di utilizzo e alla forma.

Ad esempio, un cuscino per il collo da viaggio è progettato per fornire un adeguato supporto a questa parte del collo e alla testa, mentre si è seduti. Oltre ad essere utilizzati su autobus, aerei e treni, vengono spesso indossati anche a casa, per leggere e guardare la TV, o anche mentre si sonnecchia in macchina durante la pausa pranzo.

Vi è poi il tipo tradizionale oblungo, abbastanza piccolo da poter essere messo in valigia senza occupare troppo spazio. È anche un pratico accessorio per rilassarsi durante le attività all’aperto o in campeggio.

Per quanto riguarda l’imbottitura, si può scegliere la consistenza desiderata, rigida o morbida. Diverse aziende offrono anche cuscini da viaggio gonfiabili, molto comodi perché, una volta che viene tolta l’aria, trovano posto praticamente ovunque.

C’è anche chi preferisce portare in viaggio un normale cuscino di casa… Chi lo fa, ritiene che il tipo standard fornisca un livello ideale di comfort e supporto. Oppure, semplicemente, preferisce avere con sé qualcosa di familiare quando si trova in un ambiente ancora sconosciuto. In realtà, un cuscino da casa non ha nulla a che vedere con un modello da viaggio: tende ad essere sovradimensionato e ingombrante. Tuttavia alcune persone ritengono che, come si dice, il gioco valga la candela!

Se acquisti un cuscino da viaggio aereo prima di una lunga trasferta, è meglio testarlo prima per assicurarsi che sia comodo e maneggevole.

 

Forme e stili del cuscino da viaggio?

Se ti stai preparando a partire, per svago o per lavoro, non dimenticare di aggiungere un comodo cuscino da viaggio ai tuoi bagagli. Questi accessori rendono ogni trasferta molto confortevole e proteggono il collo e la schiena da qualsiasi tipo di stress o di tensione, evitando che insorgano fastidiosi dolori.

I cuscini da viaggio sono disponibili in varie forme, dimensioni e stili, anche se all’tto pratico assolvono tutti a una stessa funzione: quella di sostenere il collo ed entrambi i lati della testa, per garantire il massimo comfort mentre si legge o si fa un sonnellino.

I più comuni sono a forma di U, a cui si affiancano quelli fatti come una grande J o come un arco di dimensioni generose che viene fatto passare sopra a una spalla.

Il design a foggia di U impedisce alla testa di rotolare da un lato all’altro o di cadere in avanti mentre si sta dormendo durante un lungo viaggio. Per quanto riguarda la rotazione del capo in avanti, ciò dipende dal livello del supporto fornito in corrispondenza del mento. A questo scopo, il tradizionale guanciale a forma di U svolge bene il suo lavoro. Tuttavia, al fine di prevenire ulteriormente la rotazione della testa in avanti e fornire un supporto migliore del mento, i principali produttori hanno recentemente adattato una forma a J che è ancora più efficace.

In commercio puoi anche trovare dei modelli di piccole dimensioni, generalmente di forma rettangolare, molto leggeri e comprimibili. Quando vengono decompressi in grandezza naturale, possono anche quadruplicare nelle dimensioni. E dopo l’utilizzo, è sufficiente comprimerlo nella custodia da trasporto in dotazione e inserirlo insieme al resto del bagaglio.

Qui di seguito puoi trovare nel dettaglio le tipologie attualmente più diffuse sul mercato.

A forma di U

Questi cuscini si posizionano intorno al collo e lo sostengono in modo efficace. Se stai seduto in posizione eretta, ti offrono un ottimo supporto posturale. Tuttavia, la testa potrebbe ugualmente cadere lateralmente, causando una tensione.

Quando si considera un cuscino da viaggio di questi tipo, sono da tenere in considerazione alcuni aspetti, come ad esempio la dimensione dell’apertura del collo, che deve adattarsi perfettamente alla propria fisionomia.

E poi: il cuscino ha qualche tipo di bottone o chiusura sul davanti che può essere utilizzato per il supporto del mento? Quale cuscino di stile viene utilizzato? È a fondo piatto o è di tipo tondo? Tieni presente che i cuscini con struttura arrotondata spesso evitano il fastidio di spingere la testa in avanti in modo scomodo.

A forma di J

L’estensione della J sul cuscino supporta il collo proprio come un cuscino a forma di U, ma fornisce anche un sostegno per il mento, insieme a un’azione ammortizzante per il lato e la parte posteriore del collo. La protezione integrale di tipo all-around (tutto intorno) aiuta il viaggiatore a inclinarsi verso il lato o in avanti, proteggendolo così da eventuali tensioni.

A forma di cuneo

Questi cuscini sono appositamente progettati per supportare la schiena e la colonna vertebrale, assicurandoti un comfort ottimale anche durante i lunghi viaggi.

A forma di cilindro

Si tratta di una tipologia decisamente versatile e multiuso. È indicata non solo per supportare la schiena e il collo, ma anche per sedersi o sdraiarsi.

Con colletto

Il colletto di questo particolare cuscino gira intorno al collo ed è solitamente fissato da una cinghia. Usalo in aereo o in treno quando sei seduto nel posto centrale.

Con virgola

Ha un design a forma di una virgola allungata. La curva del cuscino va collocata sul retro, mentre la restante parte si posiziona sul petto del viaggiatore.

Sky Rest

Il design di questi cuscini è esclusivo. Ha una struttura gonfiabile che raggiunge notevoli dimensioni, con un piano inclinato.

Forme innovative

Questi cuscini da viaggio sono in genere prodotti combinando le migliori caratteristiche di varie altre forme. Ad esempio, un innovativo cuscino da viaggio potrebbe avere 3 poli anziché la tradizionale forma a U a 2 denti, che consente un maggiore sostegno del mento e del collo.

Cuscino da viaggio standard

Questo tipo di cuscino da viaggio è esattamente quello che sembra: un cuscino standard, quadrato o rettangolare, anche se di solito ridimensionato per facilitare le operazioni di viaggio e di imballaggio.

Tali modelli sono forse i più facili da riposizionare durante l’uso e possono essere riutilizzati per il sostegno lombare, il supporto per le gambe, e qualsiasi altro impiego che si possa desiderare durante il viaggio.

Hanno però uno svantaggio: spesso non si adattano facilmente al sedile dell’aereo.

 

Imbottitura dei cuscini da viaggio?

L’imbottitura è un fattore importante, che va preso in considerazione con particolare cura. Le tipologie di riempimento più comuni includono il memory foam, la fibra di poliestere, le microsfere o, molto semplicemente, l’aria. È vero, puoi trovare anche modelli da viaggio in piuma d’oca e allo stesso modo non è un’impresa impossibile reperire prodotti ipoallergenici che utilizzano imbottiture particolari per prevenire varie forme di allergia. Tuttavia le prime quattro opzioni sono le più facilmente reperibili.

Memory foam

Il memory foam è considerato il ​​miglior riempimento per un cuscino da viaggio. Svolge molto bene il lavoro di sostegno ed è un materiale molto più economico rispetto a una volta alcuni anni fa. Grazie alla sua esclusiva composizione, si modella attorno al collo, alle spalle e alla testa, fornendo un supporto confortevole e rassicurante.

Questa speciale schiuma di memoria è un poliuretano con sostanze chimiche aggiunte che ne aumentano la resistenza e la densità. A contatto con il calore corporeo si ammorbidisce, una caratteristica che le permettendole di adattarsi perfettamente alla conformazione del corpo in pochi minuti. È estremamente comprimibile e la tipologia di qualità superiore torna molto rapidamente alla sua forma predefinita quando decompressa. È ideale per la realizzazione del cuscino da viaggio cervicale.

Alcuni viaggiatori ritengono che un cuscino da viaggio memory foam tenda a immagazzinare molto facilmente il calore, rendendolo poco adatto per coloro che sono sensibili alla temperatura durante il riposo.

Fibra di poliestere

Un altro tipo di imbottitura è rappresentata dalla fibra di poliestere, molto robusta e resistente allo stretching e al restringimento. È forse il materiale che viene maggiormente utilizzato in tutte le varie tipologie di cuscini da viaggio. I suoi vantaggi, del resto, sono particolarmente numerosi.

La fibra di poliestere è molto robusta e resiste anche ai “maltrattamenti” a cui può essere sottoposta durante i viaggi più impegnativi. Non teme lo stretching ed è inattaccabile dalla maggior parte delle sostanze chimiche. È resistente alla muffa e all’abrasione. Si lava con facilità, non corre il rischio di restringersi e si fa apprezzare per la sua rapida asciugatura.

In altre parole, se si tende ricerca un cuscino estremamente pratico e resistente o se si viaggia verso destinazioni più accidentate, il riempimento in fibra di poliestere può rappresentare la soluzione giusta. Il suo prezzo si avvicina a quello del memory foam.

Microsfere

La maggior parte delle microsfere inserite nei cuscini da viaggio sono in realtà sfere di polistirolo di alta qualità.

Ogni singola sfera ha un diametro compreso tra 0,25 mm e 0,7 mm. Queste microbolle emulano in un certo senso la schiuma memory foam, poiché tendono a riposizionarsi rapidamente quando vengono sottoposte a pressione, dando la sensazione di modellarsi sul proprio corpo. Inoltre, non intrappolano il calore e consentono favoriscono un’ottimale traspirazione del cuscino durante l’uso.

Le microsfere, naturalmente, non sono tossiche e hanno una proprietà importante: non rappresentano un terreno fertile per la proliferazione degli acari della polvere e di altri allergeni: sono quindi una buona scelta per i viaggiatori allergici.

Una lamentela che si sente spesso a proposito del cuscino da viaggio con microsphere è che tende ad avere un odore di “plastica” al momento dell’acquisto. Tuttavia, questo odore svanisce abbastanza rapidamente.

Aria

Infine c’è l’aria, che viene considerata da molti viaggiatori la scelta migliore. Un cuscino gonfiabile può infatti essere regolato per adattarsi al livello di rigidità desiderato. E quando non serve più, si sgonfia e diventa piccolissimo. Senza contare che l’aria… non costa nulla!

La qualità dei cuscini gonfiati è strettamente legata al tipo di meccanismo di inflazione e di deflazione. Un meccanismo intuitivo e di facile accesso mentre il cuscino è in uso consente di gonfiare o sgonfiare la struttura in base alle necessità.

Ciò consente un controllo più preciso sulla consistenza del cuscino che è praticamente impossibile con altri tipi di riempimento.

I cuscini da viaggio gonfiati tendono a non adattarsi ai contorni della testa come altri materiali. Tuttavia, vanno considerati dei dispositivi di supporto piuttosto che delle vere e proprie strutture che favoriscono il comfort.

 

Rivestimento del cuscino da viaggio?

Quando si tratta di cuscini da viaggio, il materiale del rivestimento è il re. Può anche non importare la forma, la fantasia, l’imbottitura o il prezzo. Ma il materiale su cui, alla fine, appoggi il viso, quello si che può fare la differenza.

Certo, nessuno vuole acquistare un cuscino ruvido, che mette a disagio non appena lo si indossa. Deve essere morbido, morbidissimo. Deve trasmettere una sensazione di impalpabile comfort.

Per scegliere il tipo più adatto alle proprie esigenze ed essere sicuri di ciò che si sta acquistando, è importante conoscere i diversi tipi di materiali utilizzati nelle coperture dei cuscini da viaggio.

La maggior parte dei cuscini di qualità utilizza come rivestimento il velluto o un materiale che deriva dal velluto: il velour. I modelli più economici utilizzano invece un rivestimento in nylon o spandex elastico.

Anche se il velour e il velluto sembrano essere perfettamente identici, all’occhio esperto non sfuggono alcune significative differenze.

Velour

Il velour è un tipo di materiale che viene realizzato con una struttura a maglia. Ciò significa che il viene creato tricottando i fili in piccoli anelli e poi tagliando le estremità dei cappi. Il risultato finale è un tessuto elastico che tende ad essere più sottile del velluto.

Il taglio dei lacci rende questo materiale meno lucido rispetto al velluto, mentre al tatto viene ancora percepito come incredibilmente morbido.

Il velour è ampiamente utilizzato nella produzione di accappatoi, abiti confortevoli e tute da ginnastica.

Velluto

A differenza del velour, il velluto è un tessuto. Viene creato tessendo fili in piccoli cappi, tutti nella stessa direzione. I cappi vengono mantenuti intatti, a differenza del velour dove vengono tagliati, il che conferisce al tessuto una maggiore lucentezza. È un tessuto più spesso del velour ed è privo di elasticità.

In breve, il velour è elastico e leggero mentre il velluto è più spesso e non è elastico.

Ci sono molti derivati ​​del velluto, che però non offrono la stessa morbidezza e un analogo livello di comfort.

Conoscere le differenze tra velour e velluto ti consente di scegliere con consapevolezza il rivestimento del cuscino da viaggio. E quando il cuscino è realizzato nel materiale preferito, si dorme meglio.

 

Dimensioni e peso del cuscino da viaggio?

I cuscini da viaggio dovrebbero essere abbastanza piccoli da essere portati in qualsiasi luogo, anche il più remoto e inaccessibile. Allo stesso tempo, però, dovrebbero essere abbastanza grandi da fornire il massimo comfort e supporto durante il viaggio. Questo delicato equilibrio tra comodità e praticità potrebbe causare un dilemma al momento della scelta della giusta dimensione.

Come abbiamo visto, alcuni modelli sono gonfiabili. E questa caratteristica consente di adattare il cuscino alle proprie esigenze, fino a raggiungere anche dimensioni particolarmente generose. Tuttavia, il comfort non è sempre ottimale. Invece, il tipo non gonfiabile fornisce un supporto efficace ma occupa più spazio, ha un peso maggiore ed è più difficile da pulire.

Bisogna anche aggiungere che non esistono delle dimensioni standard in fatto di cuscini da viaggio (e di cuscini in generale). Con i materassi vai sul sicuro, puoi scegliere ad esempio tra una misura Queen o King. Invece nei cuscini non è così ed è necessario controllare di volta in volta le specifiche tecniche di ciascun modello.

In linea di massima, un cuscino per adulto a forma di U adulto misura in media 25 cm in lunghezza, 30 cm in larghezza e tra i 7 e i 12 cm in altezza. Una versione per bambini è molto più piccola e in media ha una dimensione di 22 cm in lunghezza, altrettanti in larghezza e 7 cm in altezza.

Il peso è una caratteristica piuttosto importante di questo tipo di prodotto. Quello medio di una taglia per adulti è di circa 200 grammi, che si riduce a circa 150 grammi nei modelli per bambini. Per ovvi motivi, più leggero è il prodotto, meglio è. Avrai infatti un carico minore da tenere sulle spalle, che si traduce in una sensazione più leggera del prodotto, che a sua volta causa meno affaticamento e migliora la qualità del sonno. Senza contare, naturalmente, che avrai anche un peso minore da trasportare in borsa.

 

Come scegliere il cuscino da viaggio?

Prima di acquistare il cuscino da viaggio, è bene porsi una serie di domande per verificare se si tratta effettivamente del modello più adatto a soddisfare le proprie esigenze e aspettative. Eccone alcune.

Il cuscino ha la giusta dimensione o è troppo grande? Questo è importante per essere sicuri di poterlo maneggiare facilmente in aereo, in treno o in spazi particolarmente angusti.

Che tipo di supporto ti dà? Alcuni cuscini da viaggio sono più adatti a supportare il collo, altri forniscono un efficace supporto laterale. Che tipo di supporto ti interessa di più?

E poi: il cuscino da viaggio ha qualche tipo di chiusura o cinturino che lo manterrà stabile e in posizione durante l’uso? I cuscini di viaggio che ne sono privi si possono spostare durante l’uso, risultando scomodi.