I 6 Migliori Tappetini da Yoga per Meditare in Relax

migliori-tappetini-da-yoga

La pratica dello yoga richiede concentrazione. Per meditare in tranquillità è importante avere il miglior tappetino da yoga.

Trovare il tipo giusto non è poi così difficile se si dispongono di tutte le informazioni necessarie. Le domande che ci si pone al momento della scelta sono sempre le stesse: quali dimensioni prendere, quale spessore è il più adatto, che tipo di materiale è più confortevole e pratico…

Il rischio è quello di effettuare l’acquisto basandosi esclusivamente sul prezzo. Ma dopo qualche lezione ci si rende conto che il modello scelto non è l’ideale.

 

Quali sono le caratteristiche da considerare?

Un buon tappetino da yoga deve essere in grado di soddisfare alcuni requisiti fondamentali per permettervi di eseguire le posizioni senza scivolare e farvi male. Fra questi vi sono l’aderenza in condizioni di asciutto o bagnato, la durabilità e il comfort, la consistenza.

La scelta di un materiale o di un altro è solo una questione di preferenze e di come quel materiale reagisce con il proprio corpo.




Qual è il primo aspetto da considerare?

Chi pratica yoga tende a sviluppare miglior-tappetino-da-yoga-prezzouna stretta relazione con il proprio tappetino, che è spesso l’unico accessorio che viene utilizzato. Proprio come chi è amante di pilates, aerobica, stretching, ginnastica o chi esegue frequentemente esercizi per la schiena a casa o in palestra.

Uno dei modi per rischiare meno nelle posizioni che sollecitano di più il corpo è quello di assicurarsi di avere un modello con spessore sufficiente per assorbire l’impatto e che abbia abbastanza trazione e assorbimento del sudore per non scivolare.

Uno spessore adeguato tra voi e il terreno significa meno pressione sulle ossa delle articolazioni. Per spessore adeguato si intende né troppo né poco, perché se fosse troppo non garantirebbe la presa necessaria e se fosse poco le ossa sul pavimento farebbero male.




Ci sono altri aspetti importanti?

Tra le caratteristiche che deve avere un buon tappetino da yoga ve ne sono altre di tipo più personale.

Per quanto riguarda la lunghezza, è importante verificare che ci si riesca a stendere completamente, specie se siete molto alti.

Il peso è in relazione allo spessore. È importante tenere conto che se si deve spostare spesso il tappeto conviene sacrificare un po’ di comfort per avere minor peso.

In base al tipo di pratica yoga, va considerata anche la struttura delle celle: i tappetini a celle aperte sono perfetti per assorbire il sudore e sono consigliati per chi pratica forme di hot yoga; quelli a celle chiuse non assorbono sudore ma sono più facili da pulire.

Ma ovviamente il punto fondamentale per chi pratica esercizi fitness è l’utilità nella pratica. La raccomandazione è che i piedi e le mani non scivolino e che il tappetino abbia una presa adeguata sul pavimento.

Ricordarsi sempre che il tappetino da yoga non deve ostacolare la pratica, ma aiutarla.




Quale materiale scegliere?

I materiali più diffusi tappetino-da-yogasono molteplici, ciascuno con proprie caratteristiche funzionali. Vediamoli brevemente insieme.

La iuta è uno dei migliori materiali per tappetini da yoga perché è ricavato da una pianta, sostenibile e soprattutto con proprietà antimicrobiche. Anche da punto di vista della presa è perfetto perché c’è una componente di polimero di resina.

Ampiamente utilizzati sono anche il bambù, il sughero e la canapa, che si fanno apprezzare per la loro origine natural.

La microfibra assorbente è un prodotto combinato: la parte a contatto con il corpo è in microfibra, mentre quella sottostante è in gomma naturale antiscivolo. In questo modo si affianca al comfort una notevole stabilità.

I tappetini in pvc e quelli in gomma naturale riciclata aderiscono bene al pavimento, consentendo di effettuare gli esercizi della massima sicurezza. Quelli in cotone sono piacevoli a contatto della pelle.

Qualunque materiale si scelga occorre che sia lavabile e resistente ai continui lavaggi. Non dimentichiamo che sudando il tappetino si riempirà di microbi, quindi conviene assicurarsi che si tratti di un materiale di pratica manutenzione.

I 6 migliori tappetini da yoga

Qual è il miglior tappetino da yoga oggi sul mercato? Ne abbiamo seleziona sei, tutti acquistabili online, contraddistinti da specifiche caratteristiche in fatto di materiali, tecnologia costruttiva, praticità.

Vi invitiamo a continuare a leggere per confrontare i diversi modelli e scegliere così il tipo più adatto a voi.

 

Tappetino Yoga Songmics FYG61H

Il migliore per: versatilità

Tappetino-Tappeto-Yoga

Lo si può utilizzare per molte attività fitness in casa, sul terrazzo o in palestra, per yoga, pilates, aerobica, esercizi per la schiena, stretching.

È realizzato con schiuma di qualità superiore a “cellule chiuse”, ecologica e riciclabile. Antiscivolo, ha un lato resistente al sudore e acqua, mentre l’altro garantisce una buona presa a terra. Misura 183 x 61 cm (1 cm di spessore) e si pulisce con un panno umido, acqua calda e sapone. Viene fornito con una borsa per il trasporto e può essere conservato facilmente senza pieghe.

 

Tappetino per esercizio fisico Maximo Fitness

Il migliore per: multiuso

Tappetino-per-Esercizio-Fisico

Oltre che per l’attività sportiva, si presta ad essere utilizzato per svariate attività all’aperto, come il campeggio e il picnic.

Di lunghezza e larghezza standard di 183 x 60 cm, ha uno spessore di 1,2 cm. È realizzato in schiuma ad alta densità, leggero e durevole, dispone di maniglia e tracolla per facilitare il trasporto. Si rivela antiscivolo e resistente all’umidità ed è facile da pulire.

 

Tappetino yoga premium KeenFlex

Il migliore per: design trendy

Tappetino-Yoga

Si fa ammirare per il suo look di tendenza bicolore, disponibile in tre tonalità di base differenti (rosa blu, verde). Accoppia due strutture specifiche, una che aderisce al pavimento e una che offre al corpo una grande resistenza antiscivolo.

La sua struttura interna impedisce l’assorbimento dei liquidi e lo rende estremamente igienico e facile da pulire. È disponibile nello spessore di 6 mm in modo da fornire il massimo comfort per le ginocchia, i gomiti e i fianchi.

 

Tappetino da yoga antiscivolo Lotuscrafts

Il migliore per: leggerezza

Tappetino-da-yoga

È per uso universale, ideale per principianti ed esperti, di dimensioni standard di 183 x 61 cm. Con uno spessore di 5 mm, offre un’adeguata ammortizzazione in tutte le posizioni degli esercizi, in particolare in quelli di rilassamento.

La struttura a nodi antiscivolo assicura un buon appoggio e una sensazione di sicurezza nelle più diverse posizioni. Molto leggero (solo 1,2 kg), à realizzato in pvc ecocompatibile, senza lattice, ftalati (plastificanti), coloranti azoici e metalli pesanti. Si lava con un panno e acqua calda.

 

Tappetino #DoYourFitness Sharma

Il migliore per: prezzo competitive

Tappetino-da-ginnastica

È un tappeto realizzato in espanso estremamente spesso e quindi molto morbido, che protegge in particolar modo le articolazioni; ideale per yoga, pilates, ginnastica e la palestra.

Costruito in materiale che non irrita la pelle, è privo di sostanze tossiche ed è antiscivolo e resistente. È idoneo per pilates e gli esercizi per la schiena.

Di semplicissima manutenzione, basta lavarlo utilizzando una spazzola morbida con acqua saponata tiepida.

 

Tappetino da yoga Gorilla Sports

Il migliore per: dimensioni generose

Tappetino-da-yoga

Ha delle dimensioni leggermente superiori alla media, misura in lunghezza e larghezza 190 x 63 cm. Lo spessore di 1,5 cm, lo rende molto morbido, ideale per esercizi a terra, senza provare fastidi alla zona lombare o alle vertebre del rachide.

È realizzato in schiuma di gomma, antiscivolo. Una volta arrotolato si fissa in modo pratico con i due laccetti forniti in dotazione.

CLICCA QUI PER OTTENERE MAGGIORI DETTAGLI E OFFERTE SU AMAZON

Leave a Reply