Come misurare la febbre senza termometro

Se all’improvviso ti assale un attacco di brividi, senti dolori muscolari in varie parti del corpo e avverti una sensazione di malessere generale, la prima cosa che vorresti fare è provarti la febbre.

Ma se non hai un termometro digitale in giro potresti chiederti: come misurare la febbre senza termometro?

Tecniche per rilevare la temperatura corporea

La febbre può essere causata da infezioni virali e batteriche o da malattie di vario tipo. Quando accusi qualche malessere, la temperatura corporea aumenta e il tuo termostato interno, che è la parte dell’ipotalamo del tuo cervello, ti segnala questo cambiamento.

Ci sono diversi modi per scoprire se hai o meno la febbre. In fondo, non devi far altro che captare i segnali del tuo corpo. È molto probabile che tu conosca già bene cosa significhi avere la febbre. Puoi quindi facilmente utilizzare alcune tecniche per effettuare una misurazione fai da te quando qualcuno in famiglia non si sente bene.

Ecco come capire se si ha la febbre senza termometro.

1. Metti una mano sulla fronte

Anche se misurare la febbre toccando la fronte è un metodo molto comune, non è affatto accurato e può portare a molti errori.

Se hai appena lavato le mani, ad esempio, la tua mano potrebbe essere fredda abbastanza fredda e la fronte del paziente ti sembrerà più calda di quanto non sia in realtà. È la classica testa calda senza febbre.

Allo stesso modo, una mano calda non sarà in grado di percepire il calore di una persona che ha effettivamente la febbre.

Per effettuare una rilevazione abbastanza veritiera, ecco COSA NON FARE:

  • non usare il palmo della mano, ma serviti del dorso
  • non tastare le mani o i piedi del paziente: le parti più indicate sono la fronte e il collo, cioè dove si misura la febbre in genere
  • non verificare la temperatura in un ambiente eccessivamente caldo o freddo: scegli un locale climaticamente confortevole
  • non sentire la febbre subito dopo uno sforzo eccessivo o dopo aver praticato sport

2. Misura la frequenza cardiaca

come-capire-se-si-ha-la-febbre-senza-termometro

La rilevazione della frequenza cardiaca al polso è un altro modo per misurare la febbre senza usare un termometro.

Tuttavia, questo metodo può essere praticato solo se si è a conoscenza dei battiti cardiaci abituali.

In ogni caso, presta attenzione al battito del cuore. Le persone che hanno la febbre hanno spesso un battito cardiaco accelerato.

3. Usa un’app

Ebbe sì, le app sono arrivate anche qui. Si tratta di applicativi che ti consentono di misurare la temperatura corporea ovunque ti trovi, in modo pratico e veloce: utilizzano infatti la fotocamera per analizzare i battiti cardiaci.

La misurazione è in genere veloce, meno di quanto si tiene un termometro. È bene però sempre considerare un certo margine di errore.

Sono disponibili sia per Android che per I-Phone e rappresentano un modo pratico anche per misurare la temperatura in casa, ad esempio nella stanza dei bambini.

4. Non sottovalutare i sintomi

Ci sono dei sintomi evidenti che aiutano a identificare uno stato febbrile. È importante saperli identificare e, soprattutto, non sottovalutarli.

  • Arrossamenti. Quando si è in preda a un attacco febbrile, la pelle del viso in genere diventa di un colore rosso vivo.
  • Spossatezza. Di solito quando si ha la febbre ci si sente molto stanchi e deboli. Si tende a sonnecchiare di frequente e viene meno la voglia di fare qualsiasi cosa anche a riposo, persino… di giocare!
  • Dolori. Sintomi come dolori ai muscoli e alle articolazioni sono spesso un segnale da prendere in considerazione. Può anche capitare di avere mal di testa e un errore comune è quello di limitarsi a prendere un’aspirina acquistata in farmacia.
  • Disidratazione. Un altro modo naturale per rilevare la febbre è valutare se il paziente ha molta sete o se ha continuamente la bocca secca. In tutti questi casi di disidratazione è importante BERE MOLTO.
  • Colore delle urine. Se l’urina è molto gialla, potrebbe essere un segnale di disidratazione e, quindi, di febbre. Al contrario se è più scura del solito potrebbe indicare una temperatura superiore alla norma.
  • Nausea. La febbre è spesso accompagnata da nausea e vomito. Il paziente è inappetente e qualsiasi cosa mangi “non va giù”.
  • Convulsioni. Quando la temperatura corporea supera i 38,9 gradi, può causare convulsioni. In questo caso, chiedi immediatamente aiuto a un medico.
  • Allucinazioni. Se la temperatura del corpo è molto al di sopra della norma, può causare allucinazioni o momenti di incoscienza. Anche in questo caso è necessario un intervento tempestivo di uno specialista.

Miti sulla febbre da sfatare

Ci sono alcune credenze popolari che sono ormai radicate nelle nostre convinzioni. Ma non sono altro che falsi miti.

Se la temperatura supera i 37°C è febbre

Anche se i vecchi termometri a mercurio mostravano un segno rosso in corrispondenza dei 37°C, non per tutti è così. Ecco perché fino a circa 37,5° non viene considerata vera e propria febbre e per molti è come avere la febbre senza sintomi.

Come-misurare-la-febbre-senza-termometro

Fare una doccia fredda abbassa la temperatura

L’acqua fredda a contatto con la superficie corporea dona una sensazione di freschezza. Tuttavia, il corpo “capta” un calo di temperatura molto improvviso e cercare di compensare questo fenomeno attraverso un ulteriore aumento della temperatura.

Se l’acqua è troppo fredda fai attenzione a come respiri: potrebbe addirittura verificarsi una crisi respiratoria.

Lasciare che la febbre aumenti troppo può causare convulsioni

Le convulsioni causate dalla febbre si verificano solo nei bambini che hanno già una predisposizione genetica e possono verificarsi anche a una temperatura intorno ai 37°C

Fortunatamente, le convulsioni febbrili non causano grandi disturbi o danni neurologici, anche se possono provocare un grande spavento a chi assiste il paziente che non ha una temperatura corporea normale.

È bene togliere i vestiti per abbassare la febbre

Anche se con la febbre la superficie corporea è calda, si tende in genere a sentire molto freddo. Pertanto, è meglio stare al caldo, ma senza esagerare.

Conclusioni

Ti senti spossato e la tua fronte è calda: se sospetti la febbre, è meglio misurare la temperatura con un termometro. Se però non ce l’hai sotto mano, devi arrangiarti in qualche altro modo.

Sfortunatamente, è quasi impossibile scoprire l’esatta temperatura corporea senza un termometro. Tuttavia, ci sono alcuni metodi per valutare se può trattarsi effettivamente di febbre, anche senza utilizzare alcuno strumento.

Fonti:

Vuoi misurare la febbre ma non hai il termometro? Ecco come usare la mano (ma senza errori) – https://www.ilmessaggero.it/social/febbre_senza_termometro_come_misurarla_news-5436136.html

NCBI – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3658932/

ACP – https://www.acpjournals.org/journal/aim

Lascia un commento