Quanto costa trasformare una bici normale in bici elettrica?

Se abiti in città e sei stanco di dipendere dalla tua auto per gli spostamenti o di passare un sacco di tempo sui mezzi pubblici, c’è un modo per lasciarsi alle spalle la solita routine: passare a un mezzo più sostenibile come la bicicletta elettrica.

Tuttavia se hai già una bici e non vuoi investire in un’altra due ruote, puoi rendete elettrico il tuo attuale veicolo.

Può essere utile allora sapere quanto costa trasformare una bici normale in bici elettrica.

Non sempre si tratta di soluzioni economiche, ma se il prezzo della biciclettaè superiore a quello della media, un kit di conversione può essere una scelta azzeccata.

Quanto costa rendere elettrica la tua bici?

Se vuoi trasformare una bici normale in una bici elettrica, puoi farlo in diversi modi. Ci sono varie tipologie di motori per biciclette che si possono abbinare a un kit per convertire una bici.

Ma prima di affrontare questa spesa occorre valutare se il proprio mezzo è idoneo per essere trasformato (anche se la quasi totalità delle biciclette lo è) e soprattutto è importante trovare un punto idoneo per fissare in sicurezza la batteria.

Quali biciclette sono adatte per la conversione?

Quanto-costa-rendere-elettrica-la-tua-bici

In linea di principio, quasi tutte le biciclette possono essere utilizzate per realizzare da soli una bicicletta elettrica.

Tuttavia, a seconda del tipo di kit di trasformazione scelto e del motore applicato sulla ruota posteriore, anteriore o in posizione centrale sul mozzo della pedivella, potrebbe essere necessario adattare l’impianto frenante originale.

Trasformare una bicicletta è nella maggior parte dei casi abbastanza semplice e ci sono diversi tutorial che spiegano come fare; spesso quando acquisti un kit di pedalata assistita puoi vedere una dimostrazione pratica nel sito del produttore.

Come sono fatti i kit di conversione?

Un kit di conversione di solito è composto da alcune parti di base:

  • motore acceleratore
  • supporto motore
  • display
  • controller integrati
  • pedivelle
  • sensori alla leva dei freni per la sicurezza
  • cablaggio

Tieni presente che la batteria non è quasi mai inclusa nel kit per bici e va acquistata a parte, facendo lievitare i costi.

  • Motore

Alimentato dalla batteria, il motore può essere alloggiato sulla ruota anteriore, su quella posteriore o sul movimento centrale.

Il motore della ruota anteriore è la soluzione più semplice e anche più economica, ed è per questo che viene solitamente utilizzato nei kit. Devi solo fare attenzione alla misura della ruota perché ti verrà consegnata la ruota intera da sostituire a quella esistente.

Il motore centrale, però, favorisce una migliore distribuzione del peso della bici e ti consente di continuare a utilizzare normalmente gli ingranaggi della ruota posteriore.

  • Batteria

Può essere montata

  • sopra o sotto il portapacchi
  • sulla parte lunga obliqua del telaio

Le batterie sono disponibili in diverse capacità, di solito in quattro versioni di potenza, più spesso trovi un motore elettrico universale per bici. La tensione deve corrispondere al kit di conversione. Più Ah ha la batteria di una e-bike, maggiore sarà l’autonomia con cui potrai muoverti.

Considera di prendere una batteria al litio di qualità, che sia in grado di garantirti le prestazioni e l’affidabilità necessaria perché possa viaggiare in sicurezza.

Non dimenticarti di assicurarti che sia compreso anche l’accessorio per la carica della batteria, un altro pezzo venduto a parte.

Secondo la normativa i motori devono avere un limite di assistenza a 25 km/h per poter muoversi senza targa e assicurazione.

A potenza della batteria maggiore di 250 watt e velocità superiore ai 25 km/h la bici elettrica viene equiparata a un ciclomotore, con obbligo di targa, bollo e assicurazione (che sono tasse che non vuoi più pagare!)

  • Display di controllo

Posizionato sul manubrio, il display non ha solo il sensore di velocità integrato ma ti consente di monitorare l’impianto elettrico della tua e-bike e di gestire vari parametri.

Ciò ti permette di inserire il livello di supporto e indica anche quanto è carica la batteria o di quanta autonomia disponi ancora.

  • Sensore di forza del pedale

Misura la forza che viene esercitata sui pedali.

  • Sensore di rotazione

Calcola il numero di giri dei pedali o della ruota posteriore e determina il grado di assistenza in base a questo parametro e alle impostazioni del display.

  • Leve freno per interruzione motore

Quando si aziona il freno, la pedalata assistita deve essere interrotta. La leva del freno a bulloni è quindi dotata di un cavo che invia un segnale al comando per interrompere la trazione quando viene azionato il freno.

  • Cablaggio

Tutte le parti di un kit per trasformare una bicicletta in elettrica sono collegate tra loro tramite una serie di fili o cablaggio.

La connessione è nella maggior parte dei casi facilissima perché ogni singolo cavo si adatta solo a una determinata spina, rendendo impossibile una connessione errata.

Quanto costa convertire una bicicletta in una e-bike?

Quanto-costa-convertire-una-bicicletta-in-una-e-bike

Se cerchi su internet puoi trovare anche kit di conversione a partire da circa 200 euro.

Tuttavia poiché costa trasformare una bici in elettrica, valuta attentamente prima di comprarli a occhi chiusi e soprattutto se la batteria non è inclusa (talvolta, anzi spesso, non lo è), altrimenti devi mettere in conto una spesa extra

  • Spesa di base

Per questi kit di conversione vale lo stesso discorso che per una bicicletta elettrica da 500 euro o una di prezzo superiore. La differenza di costo è dovuta ai materiali utilizzati e se vuoi goderti più a lungo la tua e-bike auto costruita, poi dovrai spendere un po’ di più.

Tieni conto che il prezzo è piuttosto alto se aggiungi funzionalità extra e potrai arrivare a spendere anche quasi 1’000 euro.

Tanto vale considerare una scattante e-bike che già esiste, ce ne sono molte e i prezzi sono competitivi. Soprattutto se non sei tanto pratico con il fai-da-te e non hai dimestichezza con le meccaniche.

  • Spese accessorie

L’assicurazione non è necessaria, a meno che il tuo mezzo non venga assimilato a un ciclomotore. Tuttavia le nuove caratteristiche trasformano il valore (soprattutto se non è un “rottame” ma una bici da città o una mountain bike nuova), specie associato a un aumento delle prestazioni.

Aumenti anche l’interesse di “potenziali” ladri.

Quindi è consigliabile stipulare o modificare una bici normale trasformandola in una e-bike con un kit di conversione o un kit di pedalata assistita.l’assicurazione della bicicletta perché si installano parti costose.

Conclusioni

Se non vuoi acquistare una costosa bici elettrica, hai la possibilità di convertire la tua attuale bici con appositi kit.

Valuta però con attenzione cosa ti viene offerto nei vari set, perché è vero che ne trovi di economici ma spesso la qualità e il numero dei componenti da montare non è soddisfacente.

Considerando che la batteria e altri costosi componenti aggiuntivi non sono presenti nei kit di base alla fine il prezzo è piuttosto alt. A quel punto, tanto vale acquistare una e-bike già pronta per l’uso.

Lascia un commento