Dita d’Acciaio? Anche tu puoi con le 6 Migliori Pinze per Allenamento Mani

Migliori-Pinze-per-Allenamento-ManiIn genere, quando ci si allena in palestra si fanno esercizi specifici per rafforzare tutti i muscoli del corpo. Tuttavia, non si pensa quasi mai alle mani.

Le migliori pinze per allenamento mani servono proprio a questo. E l’aumento della capacità di presa si rivela particolarmente utile quando si utilizzano degli attrezzi ginnici.

Ma anche chi suona uno strumento come il pianoforte o la chitarra può trarne un notevole vantaggio non solo in termini di forza, ma anche di flessibilità e velocità!




Le migliori pinze per allenamento mani

Le 6 migliori pinze per allenamento mani

Vuoi scoprire quali livelli di resistenza puoi raggiungere in palestra con delle mani veramente forti? Allora non devi far altro che procurarti uno strumento di questo tipo.

L’investimento richiesto è molto contenuto e nella vendita online puoi trovare tutto al prezzo più basso. Ecco qui di seguito una breve panoramica dei modelli che vanno forte nel web!

 

Xcellent Global M-SP025

La migliore per: training completo

È uno strumento per l’allenamento completo di dita, mani, polsi e avambracci. Sviluppa forza, flessibilità, coordinazione e velocità.

Offre una resistenza regolabile da 1.5 a 3.5 kg su ogni dito, in modo da soddisfare tutte le tue esigenze. Il design innovativo a cinque pulsanti permette di allenarsi anche nell’estensione delle dita, fondamentale per chitarristi e pianisti.

Grazie ai morsetti per fissare due pulsanti nello stesso tempo consente di scegliere quali dita esercitare.

  • Confortevole
  • Regolabile
  • Portatile

Acquista su Amazon a Vedi su Amazon.it

 

Pinza Mano con Resistenza Regolabile OMorc

La migliore per: robustezza

La confezione accoglie una coppia di pinze realizzate in acciaio inossidabile premium e plastica dura, per garantire la massima durata nel tempo.

Le maniglie antiscivolo rendono semplice ed efficace l’utilizzo. La resistenza è regolabile da 9 a 40 chilogrammi.

Con il loro design ergonomico si adattano a tutte le dimensioni della mano di uomini, donne, ragazzi e anziani. Sono rivestite con materiali morbidi, all’insegna del massimo comfort.

  • Grip
  • Morbide
  • Regolabili

 

Aodoor Pinza mani

La migliore per: elevata elasticità

Ideale per le attività fitness, offre una resistenza è regolabile da 10 a 50 chilogrammi. Consente di effettuare un allenamento completo di ogni parte della mano, mantenendola sempre in forma.

La sua struttura è realizzata in abs rinforzato, mentre la molla in acciaio è trattata termicamente. Offre un elevato grip ed è leggera e portatile, per allenarsi ovunque in qualsiasi momento.

  • Robusta
  • Anti-scivolo
  • Portatile

 

Adduttori mano regolabile FineGood FG-Gripper_2

La migliore per: esercizi differenziati

Sono due pinze, una di colore rosso e una azzurra, che possono essere regolate in modo differente (da 10 a 40 chilogrammi) per consentire esercizi di intensità differente per le due mani.

Hanno entrambe un manico in gomma antiscivolo, morbido e confortevole. Le molle in acciaio garantiscono una lunga durata nel tempo.

Si possono tenere in borsa o nello zaino, sempre pronte all’uso.

  • Grip
  • Durata
  • Comfort

 

HiHill Pinza mano

La migliore per: semplicità di regolazione

Per effettuare la regolazione (da 10 a 40 chilogrammi) basta solo avvitare o svitare l’apposito pomello.

La molla e le cerniere sono realizzate in acciaio, un materiale che garantisce la più totale robustezza e solidità nell’allenamento quotidiano.

La maniglia ergonomica e anti-scivolo è adatta a tutte le dimensioni della mano di adulti e bambini.

  • Solida
  • Ergonomica
  • Anti-scivolo

 

Mugig Attrezzo per esercizio di forza della mano

La migliore per: massimo comfort

Con la sua morbida superficie di contatto in silicone, offre il massimo confort alla mano e alle dita. I pomelli di regolazione sono in rame.

L’attrezzo offre una tensione regolabile da 1,8 a 3 chilogrammi circa per ciascun dito. È utile per aumentare la forza delle dita e aumentarne la flessibilità, la coordinazione e la velocità.

Di piccole dimensioni, si può portare con sé anche in tasca.

  • Anti-scivolo
  • Compatto
  • Design

 




Opinioni sulle pinze per allenamento mani?

Avere delle mani fragili vuol dire avere meno energia e provare più dolore anche nelle classiche situazioni quotidiane: quando si stringono in genere delle manopole (moto, manubri, ecc.) o semplicemente si dà la mano a qualcuno che, al contrario, ha una forte presa.

Chi pratica alcuni tipi di sport sa bene quanto siano preziose le mani in determinate situazioni.

La forza nelle mani è fondamentale e non deve quindi passare in secondo piano. Ovviamente per allenare le mani occorre fatica e sudore e se non ci si vuole ritrovare pieni di calli, si possono tranquillamente utilizzare dei guantini da allenamento.

 

Come sono fatte le pinze allenamento mani?

Le pinze da allenamento, dette anche “hand gripper” sono un attrezzo fondamentale per rafforzare le mani. In genere la presa è regolabile oppure si dispone di pinze con molle a diversa forza di carico: si può quindi iniziare l’allenamento con una presa leggera e man mano aumentare la resistenza.

Occorre prestare però molta attenzione a non eccedere, perché lo sforzo sulle dite e sulla mano potrebbe infiammare i tendini e rovinare le articolazioni.

 

Benefici della pinza per allenamento mani?

Allenare le mani con le pinze non solo aumenta la forza delle dita ma interagisce con tutto il complesso muscolare del braccio, andando a rinforzare i legamenti dei polsi e i muscoli dell’avambraccio per garantire la presa più efficace.

Aumentando la resistenza della mano non solo si andrà a beneficiare di una maggior forza nella presa da esercitare in ambito sportivo, ma si avranno anche vantaggi nelle attività quotidiane come trasportare oggetti pesanti, spingere o tirare qualsiasi cosa.

Anche una semplice stretta di mano diventa il nostro biglietto da visita, non tanto perché dobbiamo “stritolare” quella del nostro interlocutore, ma una presa salda è spesso sinonimo di vigore.

Inoltre queste particolari pinze possono essere utilizzate anche in ambito riabilitativo, dopo un periodo di inabilità dovuto ad interventi chirurgici o problemi di tipo medico.

Sono indicate anche per chi soffre di artrite reumatoide, di sindrome del tunnel carpale e tendinite o ha la necessità di praticare specifici esercizi in seguito a una frattura al polso.

 

Utilizzo delle pinze per allenamento mani?

L’utilizzo delle pinze potrebbe sembrare una cosa banale, basta prendere in mano lo strumento e cominciare a stringerlo a ripetizione. Non è così: ci sono modi giusti e modi sbagliati di servirsi di questo attrezzo durante l’allenamento.

Innanzitutto non esiste un solo tipo di pinza, anche se la configurazione della presa è simile. La differenza la fa la molla in termini di tensione che comporta una diversa resistenza graduale: esistono modelli semplici che variano l’angolo della leva o che hanno un regolatore di tensione graduale della molla.

Vi sono perciò diverse tecniche di esercizi di presa della mano dato che occorre lavorare su tutti i vari tendini e legamenti dell’arto e sui muscoli dell’avambraccio.




Tecnica con la pinza allenamento mani?

Se si guarda una pinza di questo tipo, è facile notare che un lato (quello della molla) è più diritto rispetto all’altro, che è un po’ più rotondo. Questo perché quando viene fatta la pinza, il lato dritto è tenuto in posizione e la molla viene arrotolata fino a raggiungere l’angolazione corretta.

Perciò il lato dritto deve essere tenuto contro il palmo della mano, l’altro lato va invece rivolto verso l’esterno per la presa con le dita. In ogni caso, in maniera molto più palese ed evidente, diversi costruttori rendono più semplice capire quale leva si appoggia al palmo e quale va tenuta con le dita, sagomando quest’ultima con gli appositi incavi.

Un’altra cosa che non si tiene conto quando si inizia a lavorare con la pinza da allenamento, è quello di tenerla bene alta. La ragione di questo accorgimento, è perché se si vuole essere in grado di chiuderla completamente bisogna partire con le dita piegate con un angolo di 90 gradi.

Questo è il motivo per cui occorre tenere la pinza sufficientemente in alto: spingere il pollice in avanti e utilizzare la mano libera per posizionarla nel modo corretto.

Una volta che le dita sono correttamente avvolte intorno alla vostra “hand gripper” sarete pronti per cominciare.

 

Altre tecniche con pinze allenamento mani?

È possibile eseguire la chiusura inversa girando la pinza a testa in giù. Questo fa lavorare dei muscoli differenti: è un modo per colpire differentemente i tendini e legamenti dell’avambraccio.

Tenendo l’utensile in questa posizione è anche possibile far lavorare le singole dita della mano, le ultime tre dita o isolare anche solo mignolo e anulare. Quando si allena la presa, le ultime due dita infatti sono quelle che vengono sollecitate di meno.

Se volete completare con precisione il lavoro di rafforzamento è utile lavorare in isolamento il mignolo ed il dito anulare invertendo la posizione della pinza.




Esercizi con la pinza allenamento mani?

Se l’esercizio è svolto correttamente la pinza risulta essere molto efficace. Per allenamenti avanzati sulle dita della mano esistono diversi attrezzi, ma per iniziare si può semplicemente acquistare una hand gripper e tenerla sempre con voi, in auto o vicino al divano davanti alla televisione, per allenarvi nei tempi morti.

Si tratta di attrezzi molto validi e il cui utilizzo porta a miglioramenti apprezzabili in tutti gli esercizi in cui è richiesta una presa forte, come nelle trazioni.

Serve però andarci piano, riscaldarsi bene e non forzare mai l’esercizio: i muscoli della mano si stancano facilmente e un uso eccessivo in chi è particolarmente predisposto potrebbe portare a infiammazioni o indolenzimenti delle articolazioni. L’ideale è fare pratica una o due volte alla settimana.