Le 5 Migliori Calze da Piscina Ti Proteggono nell’Acqua

Con le loro caratteristiche funzionali all’avanguardia, le migliori calze da piscina sono particolarmente indicate per ogni attività sportiva che si svolge a contatto con l’elemento idrico, come ad esempio aquagym, acqua bike e acqua fitness. Grazie alla loro elevata aderenza vanno bene anche per nuotare e per praticare snorkeling e volley.

Si tratta di una calza tecnica resistente al cloro, protettiva e antibatterica, utilissime come anti verruche. La soletta esterna permette un ottimo grip sul fondo della piscina in particolare per rivestimenti in ceramica e piastrelle.



Le migliori calze da piscina

Quali sono le migliori calze da piscina?

Questi accessori sono realizzati in morbidi materiali elastici (neoprene) e traspiranti. Sono perfetti anche per i bambini che possono camminare a bordo vasca senza il rischio di scivolare accidentalmente. Per i più piccoli ci sono anche in versione da mare: i bambini sono così liberi di correre in tutta libertà sulla spiaggia e camminare in acqua senza rischi. Zero scivoloni sugli scogli e piedini protetti in piscina.

Le migliori marche di sport acquatici sono presenti sul mercato con diversi modelli. Anche se non hanno un prezzo proibitivo, puoi fare ottimi acquisti attraverso il canale di vendita online dove è possibile trovare offerte promozionali più economiche e anche a basso prezzo.

Può essere sempre utile per orientare la tua scelta affidarti alle recensioni dei diversi acquirenti, si consiglia perciò di tenere in considerazione le loro opinioni d’acquisto ma poi di valutare sempre per tuo conto in base alle tue specifiche necessità.

 

Cressi Metallite Boots – Le migliori per: molto elastiche

Si tratta di sottili calzari in elasticissimo neoprene Ultraspan monofoderato. Il lato interno è rivestito in Metallite per ottimizzare la vestibilità. La suola ha un efficace rivestimento antiscivolo.

Possono essere utilizzati sia con le pinne a scarpetta chiusa, per una maggiore protezione termica e per difendere l’epidermide da graffi e sfregamenti, sia in abbinamento ai calzari a suola rigida, impiegando pinne a scarpetta aperta.

  • Anti-scivolo
  • Protezione termica
  • Comfort

 

Arena – Le migliori per: asciugatura rapida

Confortevoli, offrono una buona presa e garantiscono la massima resistenza agli sfregamenti. Sono resistenti al cloro e asciugano rapidamente.

Semplici da infilare, hanno il logo del marchio sul lato e cuciture a contrasto. Sono disponibili in tre colori (blu, fucsia e nero) e in altrettante taglie (36-39, 40-43, 44-47).

  • Antiscivolo
  • Resistenti al cloro
  • Multitaglia

 

Seac Anatomic – Le migliori per: mantengono i piedi caldi

Realizzate in neoprene, sono disponibili in tre spessori (3,5 – 5 – 7 mm) ed evitano la dispersione termica e lasciano caldi i piedi. Inoltre, permettono una calzata più confortevole sia delle pinne a scarpetta chiusa sia di quelle aperte con cinghiolo, come se fossero calzari a suola rigida.

L’effetto liscio del neoprene all’altezza della caviglia garantisce maggiore aderenza alla muta. Proposte in 5 taglie, vestono dalla 38 alla 46.

  • In tre spessori
  • Aderenti
  • Confortevoli

 

TWF – Le migliori per: cuciture piatte

Queste calze sono realizzate all’insegna del massimo comfort. Hanno infatti delle cuciture piatte, che non danno alcun fastidio al piede, anche se delicato e sensibile.

Sono realizzate in neoprene spesso 3 mm. È possibile scegliere tra cinque taglie differenti (XS, Small, Medium, Large, XL)

  • Pratiche
  • Versatili
  • Comode

 

Miaoma – Le migliori per: elevata protezione

Sono progettate in neoprene e proteggono i piedi sia sull’asciutto che sul bagnato: sabbia, acqua fredda o calda, raggi UV, rocce, ghiaia… La suola antiscivolo e traspirante le rende indicate per attività come nuoto, beach volley, snorkeling, vela, surf, yoga, passeggiate.

Disponibili in 3 taglie, si abbinano a qualsiasi abbigliamento casual o alla moda, costumi da bagno, activewear e abiti fitness.

  • Versatili
  • Eleganti
  • Pratiche




Che differenza c’è con le calze normali?

calze-normali

Le calze di tutti i giorni sono fatte di cotone, lana o misto sintetici. Il loro scopo principale è quello di proteggere i piedi, assorbire la traspirazione e prevenire i problemi derivanti da contatto e sfregamento costante con la soletta delle scarpe. Ma eri al corrente dell’esistenza di calzini fatti di neoprene da usare in acqua?

Si tratta di accessori specifici da utilizzare quando entriamo in contatto con l’ambiente idrico come fiumi, laghi, mare e anche in piscina.

 

Mantengono il calore corporeo

Queste calze vengono indossate anche per prevenire la perdita di calore corporeo quando si fa snorkeling e altre attività subacquee. Si possono usare anche insieme alle pinne. In caso di permanenza in ambienti con acqua fredda, indossare calze in neoprene tratterrà il calore del nostro corpo e lo concentrerà nelle nostre estremità inferiori, dove la possibilità di dissipazione del calore è ridotta al minimo.

Se non indossassimo calze di neoprene, la temperatura del calore corporeo si dissiperebbe attraverso le nostre estremità, e con esposizioni prolungate in acque fredde si può arrivare ad abbassare velocemente la temperatura interna del corpo, con brividi e ipotermia nel peggiore dei casi.

 

Per molti sport

Come già accennato, le calze in neoprene hanno anche un uso in piscina, specie in quelle discipline come l’aquagym dove serve stare a contatto con il fondo della vasche e nei movimenti si potrebbe scivolare e perdere la presa. A volte vengono spesso acquistate insieme al poggiapiedi piscina e alla cuffia piscina per svolgere la propria attività completamente attrezzati.

I calzini antiscivolo da piscina perfetti anche per i bambini, dal momento che li tutelano da pericolosi slittamenti a bordo vasca e, nello stesso tempo, proteggono i loro piedini da infezioni micotiche e virali (come le verruche).

 

Calzini in neoprene o scarpe d’acqua?

scarpe-d-acqua

Per l’uso in acqua le calze in neoprene sono alternative alle scarpe da acqua: condividono lo stesso scopo comune, proteggere i nostri piedi, ma le differenze di impiego sono notevoli. Le possiamo elencare qui.

Suola

Questa è una delle ovvie differenze tra le due calzature. Le scarpe da acqua hanno suole costituite da gomma dura, mentre le calze in neoprene non hanno una suola nel senso proprio del termine. La differenza tra avere una suola spessa o sottile porterà ad una maggiore flessibilità, per cui le calze in neoprene sono più flessibili rispetto alle scarpe da acqua, ma rendono anche i piedi più sensibili sui fondi sconnessi.

Aqua Mesh

La presenza di un materiale a maglia è una caratteristica predominante delle scarpe da acqua, in quanto filtra e impedisce alla sabbia, ai ciottoli e ad altri piccoli detriti di entrare in contatto con i piedi. Le calze in neoprene sono completamente chiuse da una trama di un materiale altamente flessibile che sabbia e ciottoli non possono attraversare virtualmente.

Tuttavia, una volta che la sabbia e i ciottoli entrano accidentalmente, per liberarsi dall’oggetto estraneo è necessario togliersi completamente le scarpe o le calze e rimuovere l’oggetto manualmente.

Traspirazione

Le calze in neoprene e le scarpe differiscono anche per la traspirabilità fuori dall’acqua. Le scarpe da acqua possono avere una suola forata e una fettuccia di nylon che contribuisce alla traspirazione generale delle calzature. Le calze in neoprene offrono solitamente meno traspirabilità. Tuttavia, in condizioni di temperatura particolarmente rigida in acqua, le calze in neoprene sono meglio apprezzate in quanto trattengono più calore.

 

Quando è bene usarle?

Le calze da acqua differiscono dalle scarpe da acqua per molti altri aspetti. Le calze sono generalmente progettate in modo da conformarsi molto di più al tuo piede, avvolgendolo. Inoltre non hanno la suola spessa e la tomaia rigida: sono quindi ideali in caso di basso impatto. Per questo motivo saranno più usate nelle piscine pubbliche per attività come aerobica in acqua o in saune e docce al posto delle ciabatte.

Grazie alla protezione completa che forniscono al piede, sono anche comunemente indossate in spiaggia.

 

Di quali materiali sono fatte?

Molti materiali trattengono l’acqua e finiscono per diventare pesanti, facendo ristagnare l’acqua. In condizioni più fredde, questo potrebbe generare un problema legato all’ipotermia. In genere i tessuti naturali sono quelli che mantengono tutta l’umidità e appesantiscono il piede perché si impregnano.

Un materiale sintetico ti dà maggiore leggerezza e al tempo stesso ti lascia il piede più al caldo, garantendo un’asciugatura rapida.

 

Quale tipo di suola?

Le calze da acqua sono generalmente note per avere una suola debole e molto flessibile. Progettate per situazioni che non prevedono un alto impatto, si concentrano maggiormente su un design leggero piuttosto che su una suola di maggiore spessore.

Se ci si deve muovere al di fuori della piscina si può trovare una calza da acqua con una suola leggermente più spessa e questo potrebbe essere sufficiente per permetterti di andare a fare un’escursione. Le suole più spesse presentano molti vantaggi, specie su fondi sconnessi.

Per coloro che desiderano sedersi principalmente a bordo piscina o trascorrere la giornata in acqua, avere una suola più sottile sarà probabilmente un’opzione molto migliore. Hai la massima flessibilità quando si tratta di fare attività che non richiedono di camminare sul terreno.

 

Quale spessore è adatto a me?

I calzini per immissione in neoprene di solito hanno uno spessore di 1-5 mm.

I modelli sottili offrono comunque la protezione che ti serve ma mantengono più fresco i piedi se la temperatura dell’acqua è particolarmente elevata, intorno ai 30°C.

Se invece l’acqua è più fredda e hai la necessità di immagazzinare più calore, allora devi scegliere un maggiore spessore, anche di 5 mm.

 

Lunghe o corte?

I modelli alla caviglia coprono il piede ma rimangono sotto l’osso della caviglia. Le calze standard passano sopra l’osso della caviglia e in alcuni casi possono arrivare fino al polpaccio. È una questione di preferenze. Scegli il calzino basso se vuoi prendere l’abbronzatura.

Opta invece per quello alto se pratichi snorkeling con le pinne o vuoi avere una temperatura più confortevole in acque fredde.

 

Sono comode?

È importante considerare il tuo utilizzo prima di decidere quale spessore e tipo di suola scegliere. Di solito la maggiore imbottitura di un calzino ti rende comunque meno stabile. Se hai bisogno della massima stabilità e trazione potresti dover sacrificare un po’ di comfort. Questo non vuol dire che il calzino sarà scomodo, ma che forse ti dovrai orientare più verso una scarpa da acqua.

Tieni sempre presente, comunque, che se il calzino non è comodo, può danneggiare il piede e causare l’insorgere di vesciche e dolori.

 

Livello di ventilazione

Le calze idriche devono avere la massima ventilazione possibile. Questo è ciò che le rende così efficaci nell’asciugarsi rapidamente. Ciò permette anche al tuo piede di respirare mentre fai un’escursione. Se il tuo calzino non avesse una buona ventilazione, il piede rimarrebbe bagnato dal sudore o dall’acqua più a lungo.

Una combinazione di mesh e materiale traspirante sarà la migliore soluzione possibile. La suola dovrebbe anche avere fori di drenaggio per evitare che l’acqua si accumuli sul fondo della scarpa. Non importa quanto bene sia ventilata la parte superiore del tuo calzino se la suola della scarpa non ha la stessa caratteristica.

 

Valuta bene la vestibilità

Le calze idriche devono adattarsi perfettamente al piede. Se sono troppo piccole, scoprirai che il tuo piede si sente stretto e pizzicato. Proverai anche disagio se sono troppo grandi. Il tuo piede si muoverà nel calzino e ciò causerà attrito, con il rischio di provocare delle vesciche. La calza da acqua di dimensioni perfette terrà il piede in posizione senza stringerlo.

Quando si valutano le dimensioni della calza d’acqua è importante considerare l’imbottitura sulla suola. Ciò può far sì che il calzino si adatti in modo diverso e si senta più a suo agio. L’ammortizzazione può anche essere adattata all’attività che stai facendo. Ad esempio, se se sei impegnato nella corsa, accertati che l’imbottitura sia vicino al ponte del tuo piede.

 

Quanto durano?

Tutte le caratteristiche appena descritte sono abbastanza irrilevanti se poi, alla fine, le calze si rompono subito. Per questo motivo, vanno scelte del materiale più adatto a resistere alle diverse attività a cui pensi di sottoporle.

È anche molto importate la qualità della trama. Le cuciture possono influire su tutto, dalla longevità alla sensazione delle calze. Il modo in cui viene aggiunta l’imbottitura renderà le calze più o meno durevoli.

 

Come si lavano i modelli in neoprene?

Lavare il tuo calzino in neoprene non significa solo sciacquarlo sommariamente dopo ogni utilizzo. Ricorda che l’ambiente acquatico che hai appena esplorato contiene batteri e altri microrganismi, che possono causare un cattivo odore se non vengono rimossi con un’accurata pulizia.

Appena li togli, sciacquali con acqua dolce. Procedi poi a lavarli con un detergente specificamente formulato per il neoprene. Strofinali dolcemente, insistendo nei punti maggiormente sporchi. A questo punto, occorre sciacquarli con abbondante acqua dolce, strizzandoli con delicatezza per eliminare ogni residuo di acqua.

Per quanto riguarda l’asciugatura, non lasciarle esposte ai raggi diretti del sole, che potrebbero danneggiarle irrimediabilmente. Appendile all’aria aperta, in un luogo ombreggiato e ben ventilato.