Le 7 Migliori Pentole per Pasta Resistono alla Prova del Tempo

Sembra facile, eppure cuocere la pasta al punto giusto può mettere in difficoltà anche i cuochi più esperti. Il risultato finale può dipendere da molti fattori, non necessariamente legati all’abilità e all’esperienza dello chef.

Con la migliore pentola per pasta hai la certezza di prepararla in modo impeccabile. Si tratta di una tipologia di pentole di alta qualità progettata per durare nel tempo. In questo modo, potrai preparare le tue specialità senza doverti preoccupare di un materiale che si deteriora facilmente o di un fondo che non irradi adeguatamente il calore.

Qual è la migliore pentola per pasta?

Rispetto a un tipo tradizionale che trovi in commercio, la pentola appositamente progettata per cuocere la pasta ti consente di ottenere dei risultati da vero chef. Non teme le alte temperature e rimane in perfetto stato anche se la lasci per ore sul fuoco. Proprio per questo, si rivela versatile e la puoi utilizzare per cuocere anche altri tipi di preparazioni culinarie.

Un modello di buona fattura è realizzato in acciaio inossidabile, che si rivela robusto, antibatterico e inattaccabile dalla corrosione. Ti facilita anche il compito della pulizia finale, perché i linea di massima è lavabile in lavastoviglie.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori pentole per pasta:

1. Velaze Pentole per Pasta Induzione

Questa pentola misura 24 x 17 cm e si fa subito apprezzare per la sua versatilità. Può essere infatti utilizzata su ogni tipo di piano di cottura: a gas, a induzione, in ceramica e alogeni. La base di cottura ha un fondo a 3 strati, vale a dire uno strato di anima in alluminio puro inserito tra due strati di acciaio inossidabile.

Lo spessore aggiuntivo di 8 mm assicura un assorbimento e una trasmissione ottimali. Oltre a ottenere un risultato perfetto, in questo modo si velocizza la cottura in funzione del risparmio energetico. Le maniglie sono rivettate e non si riscaldano sul fornello.

Caratteristiche chiave:

  • La superficie di cottura lucidata a specchio non scolorisce e non altera i sapori
  • Ha una base a tre strati per una cottura sempre uniforme e all’insegna del risparmio energetico
  • Grazie alle maniglie rivettate non c’è il rischio di scottarsi

Specifiche:

  • Marchio: Velaze
  • Capacità: 7,2 litri

2. Pentola per pasta Lagostina La Pasta – La migliore per scolapasta incorporato

Questa pentola ha il cestello scolapasta incorporato, concepito per agevolare sia la cottura che la scolatura, eliminando i tempi tra le due operazioni. È compatibile con ogni tipo di piano di cottura, compreso quello a induzione. Di alto spessore, il fondo a triplice strato acciaio – alluminio – acciaio favorisce una diffusione omogenea del calore un’ottimale su tutta la superficie.

Molto pratico l’incavo sul coperchio, che consente di riporre momentaneamente il mestolo durante la preparazione della pasta. II set include un cucchiaio di legno a 3 fori che consente di dosare la quantità di spaghetti in base al numero delle persone. Il servispaghetti in dotazione facilita permette di raccogliere gli spaghetti in modo semplice e di servirli come un vero chef.

Caratteristiche chiave:

  • Ha un fondo a 3 strati (acciaio – alluminio – acciaio) ad alto spessore
  • Si può riporre il mestolo sul coperchio durante la cottura
  • Il set include anche scolapasta, cucchiaio in legno e servispaghetti

Specifiche:

  • Marchio: Lagostina
  • Capacità: 6 litri

3. Pentola per pasta Barazzoni Spaghettieri Scolaveloce

La pentola si fa apprezzare per la sua versatilità d’impiego, dal momento che può essere utilizzata per cuocere, scolare e condire non solo la pasta, a anche ogni tipo di verdura e il riso. La chiusura a baionetta del coperchio forato facilita le operazioni di scolatura, rendendole semplici e sicure.

Il suo materiale costruttivo è il robusto acciaio inox, che non teme gli attacchi dei batteri e della ruggine. La puoi lavare anche in lavastoviglie.

Caratteristiche chiave:

  • Il coperchio ha una chiusura a baionetta per un utilizzo sicuro
  • Si può usare anche per scolare l’insalata
  • È realizzata in acciaio inox igienico e antiruggine

Specifiche:

  • Marchio: Barazzoni
  • Capacità: 5,5 litri

4. Pentola per pasta antiaderente Lagostina Pastapot

Il suo rivestimento interno è il Meteorite Resistium multistrato, un materiale antiaderente la rende estremamente semplice da pulire anche in lavastoviglie. È privo di pfoa, cadmio e piombo e permette di cucinare velocemente senza grassi. Inoltre, resiste alle abrasioni e si lava facilmente, anche in lavastoviglie.

Per scolare la pasta, basta bloccare il coperchio con l’apposita manicatura atermica, senza bisogno del colapasta o di accessori aggiuntivi.

Caratteristiche chiave:

  • Il fondo consente un’ottimale diffusione del calore
  • Per scolare la pasta non occorrono accessori extra
  • Si lava anche in lavastoviglie

Specifiche:

  • Marchio: Lagostina
  • Capacità: 6 litri

5. Accademia Mugnano Scolì Pentola con Scolapasta


È realizzata con un alto spessore di alluminio e con il rivestimento antiaderente extra forte, che la rende robusta e fatta per durare nel tempo. Si può anche lavare in lavastoviglie. Semplifica la scolatura della pasta ed è utile per filtrare i brodi e i sughi a fine cottura. Per scolare, basta bloccare il coperchio attraverso le maniglie della pentola.

Caratteristiche chiave:

  • Per scolare basta bloccare il coperchio con i manici
  • Ha un rivestimento antiaderente che ottimizza la pulizia
  • Può essere utilizzata per filtrare brodi e sughi a fine cottura

Specifiche:

  • Marchio: Accademia Mugnano
  • Capacità: 4,55 litri

6. Pentola per pasta con scolapasta Aeternum Divina Pastarella

Studiata in ogni minio dettaglio, questa pentola ha un fondo a tre strati di alluminio, acciaio e alluminio. Si fa apprezzare per l’elevato spessore ed è adatto anche all’induzione. Inoltre, favorisce una diffusione omogenea del calore e mantiene la temperatura per lungo tempo, riducendo i consumi energetici. Le maniglie sono realizzate in acciaio 18/10 rivettato.

Caratteristiche chiave:

  • Ha una coppia di maniglie in acciaio 18/10 rivettato
  • Il triplo fondo fa sì che il calore venga distribuito in modo uniforme
  • È adatta a tutti i piani di cottura, inclusi quelli a induzione

Specifiche:

  • Marchio: Aeternum
  • Capacità: 6 litri

7. Moneta Etnea Pastaiola Blocca Scola

Adatta per tutti i piani cottura, escluso quelli ad induzione, è progettata per cuocere e scolare la pasta in modo facile e veloce. Il suo rivestimento antiaderente effetto pietra Artech Stone Ultra è rinforzato con particelle minerali e dalla speciale texture rugosa. Grazie a questa soluzione progettuale, ha un’alta capacità di anti aderenza e una notevole resistenza.

Ha un corpo in alluminio spesso 4 mm che favorisce la diffusione del calore; non contiene pfoa, nickel, metalli pesanti, Bisfenolo A. Il manico in bakelite è atermico. Si può lavare in lavastoviglie ed è coperta da una garanzia di 5 anni.

Caratteristiche chiave:

  • Il corpo di notevole spessore favorisce la diffusione omogenea del calore
  • È fatta per durare nel tempo
  • Ha una garanzia di 5 anni

Specifiche:

  • Marchio: Moneta
  • Capacità: 4 litri



Guida alla scelta della pentola per pasta?

pentola-per-pasta

Una pentola per la pasta ti offre una serie di vantaggi e ti permette di cuocere il tuo piatto preferito nel migliore dei modi. Innanzitutto, il materiale costruttivo di qualità favorisce una distribuzione omogenea del calore, consentendoti di ridurre sensibilmente il tempo di cottura. Inoltre, grazie al suo design, ti consente di scolare la pasta nella massima praticità senza il rischio di scottarti.

Tra i numerosi modelli in commercio riesci ad orientarti per decidere quale scegliere? Qui trovi gli aspetti da considerare al momento dell’acquisto di una pentola per cucinare pasta di marca.

  • Prezzo

La vendita online di offre un’ampia scelta di pentole per pasta a un prezzo di circa 30 euro. Si consiglia però di non orientarsi alla proposta più economica: difficilmente trovi la buona qualità a basso prezzo.

  • Dimensioni

Ci sono alcune riflessioni da fare sulla dimensione della pentola. Innanzitutto, una pentola più piccola cuoce più velocemente di una grande. Se siete pochi in famiglia, inutile puntare su modelli di notevole capacità: sprecheresti continuamente acqua ed energia. Tuttavia, se ti piace ospitare spesso amici, meglio optare per un modello più grande.

  • Cestello

Probabilmente, il momento peggiore della preparazione di qualsiasi alimento cotto in acqua è dover scaricare il liquido bollente una volta terminata la cottura. Le pentole dotate di cestelli per pasta ti consentono di eliminare l’acqua di cottura senza il rischio di scottarti.

Puoi utilizzare questo accessorio anche per cuocere gli alimenti a vapore. È la soluzione perfetta se vuoi seguire una dieta sana, cuocendo le verdure senza l’aggiunta di grassi e in modo del tutto naturale.

  • Manici

Non c’è dubbio, come abbiamo appena visto, che per scongiurare il rischio di ustioni è bene scegliere una pentola per la pasta con cestello, perché per scolare la pasta basta sollevare il cestello, lasciando l’acqua bollente nella pentola. C’è però un altro dettaglio che ti permette di lavorare in sicurezza: i manici atermici.

Se infatti le maniglie rimangono fredde durante la cottura è più facile e sicuro anche lo spostamento delle pentole e l’eliminazione dell’acqua.

  • Recensioni

Se vuoi essere sicuro che la pentola soddisfi le tue esigenze di cottura di spaghetti dovresti provarla. Ma siccome questo non è possibile (a meno che un tuo parente o un tuo amico abbia già acquistato lo stesso modello che stai per comprare), la cosa migliore è quella di affidarsi all’opinione di chi rende pubblica la propria esperienza nel web. Si tratta di punti di vista personali che ti danno un’idea abbastanza realistica di cosa ti puoi aspettare dalla tua pentola.

Di cosa sono fatte le pentole per pasta?

pentola-pasta

Nella scelta di una pentola per pasta, non sottovalutare l’importanza dei materiali con cui è realizzata. Questi possono influire notevolmente sulla velocità di preparazione dell’alimento e sulla sua cottura più o meno omogenea.

Il materiale influisce anche sulla durata della pentola: se acquisti un modello a un rapporto qualità prezzo vantaggioso, hai la garanzia che durerà più a lungo. E se anche lo paghi di più, ammortizzerai in breve tempo il tuo investimento. In questo contesto lo spessore del fondo gioca un ruolo importante.

Qui di seguito trovi una breve descrizione dei materiali più utilizzati per la produzione di pentole e padelle per la pasta, con i loro vantaggi.

Acciaio inossidabile

Iniziamo col dire che l’acciaio inossidabile non è un buon conduttore di calore, quindi se cerchi una pentola che cuocia alla velocità della luce, questo materiale non fa per te. È perfetto per cuocere qualsiasi cibo e non assorbe gli odori.

Rame

È il materiale della tradizione in cucina (ricordi i grandi paioli della polenta?). Si rivela inoltre un efficace conduttore di calore. Di contro, tende ad arrugginire e a reagire con il cibo, quindi di solito viene mantenuto come rivestimento inferiore per aiutare con il trasferimento di calore. Se decidi di acquistare una padella completamente in rame, assicurati che sia stata rivestita in modo che non ceda sostanze agli alimenti che stai cucinando.

Ghisa

Anche la ghisa è un materiale legato alla tradizione. È particolarmente pesante e non è certo economico. Ma nonostante sia massiccio è anche delicato: se fratturi la pentola in ghisa la devi buttare. Le rotture possono essere generate da una caduta o anche dallo shock termico, infatti devi far raffreddare la pentola prima di metterla sotto l’acqua fredda.

I vantaggi della ghisa sono però notevoli. Prima di tutto trattiene il calore in modo efficace e si rivela l’ideale se ami la cottura lenta. E una volta che hai ultimato la cottura, mantiene i cibi in caldo a lungo. Tieni presente però che impiega anche più tempo per raggiungere la temperatura idonea alla cottura.

Richiede anche un considerevole lavoro di preparazione, noto come “sigillatura”, in cui la padella viene passata con olio e riscaldata, per essere poi raffreddata lentamente. Ciò la aiuterà a non prendere la ruggine e a rimanere antiaderente. Se vuoi evitare il lavoro di preparazione puoi scegliere la ghisa smaltata.

Alluminio

Se cerchi un buon conduttore di calore, l’hai trovato: è l’alluminio. Si tratta di un materiale leggero e facile da maneggiare: non devi essere particolarmente forzuto per sollevare una pentola alluminio. C’è da dire però che questo materiale reagisce alla maggior parte degli alimenti, soprattutto quelli acidi. Ecco perché difficilmente lo trovi nel rivestimento interno della pentola.

Di solito viene inserito nei fondi nelle padelle in acciaio, per aumentare la conduzione di calore. Oggi esiste anche l’alluminio anodizzato, che viene sigillato elettrochimicamente per impedire che si verifichino queste reazioni. Attenzione però che questo tipo di pentole hanno in genere un prezzo superiore.

Pentola per pasta adatta all’induzione?

Se hai un piano di cottura a induzione fai attenzione alla scelta della pentola: alcune sono proprio progettate per induzione. Se vuoi essere sicuro che è il modello giusto, leggi con attenzione le indicazioni che trovi sulla confezione. Un modo empirico di verifica consiste nell’attaccare un magnete alla pentola: se rimane ben saldo è sicuramente una pentola adatta all’induzione.

Perché acquistare una pentola per la pasta?

Come abbiamo visto, ci sono molti buoni motivi per acquistare una pentola per la pasta. Te li riassumiamo brevemente qui di seguito.

  • Non ti scotti più

L’uso di una padella per la pasta con il coperchio forato o con cestello separabile riduce il rischio di scottarti. In effetti, il momento più rischioso nella cottura è quando scoli la pasta. Se versi il liquido dall’alto verso il basso in uno scolapasta, puoi facilmente bruciarti con le gocce che schizzano sulle braccia o con il vapore ad alta temperatura.

Una pentola fatta apposta per questo scopo ti consente di scolare tranquillamente la pasta senza pericolo per le braccia o il fastidio di non vedere più nulla a causa della condensa che ti si forma sugli occhiali.

  • Risparmi energia e tempo

Grazie alla loro concezione progettuale, le pentole per la pasta favoriscono una distribuzione omogenea del calore. In questo modo ti fanno risparmiare gas o energia e riducono il tempo necessario per la cottura degli alimenti.

  • Non ne sprechi neanche un po’

È un classico. Quando cerchi di eliminare l’acqua di cottura versandola nello scolapasta, succede di tutto: maccheroni che rotolano, spaghetti che si sparpagliano nel lavandino, fusilli e pennette he rimbalzano da tutte le parti… Se invece utilizzi una pentola con scolapasta incorporato, tutto questo non accade. Non devi far altro che sollevare delicatamente il cestello ed ecco già scolata la tua pasta.

  • Non è solo per la pasta

Se acquisti un modello con rivestimento antiaderente, dopo aver scolato la pasta puoi anche condirla. Naturalmente, è ideali e per saltare pasta. Inoltre, la puoi utilizzare anche per cuocere riso, uova, carne e tutto ciò che richiede bollitura e drenaggio. Molte di queste pentole sono dotate di cestini per la cottura a vapore aggiuntivi che ti consentono di ottenere una maggiore versatilità dal tuo acquisto.

Come si usa la pentola per pasta?

Anche se ha un utilizzo molto intuitivo, una pentola per pasta racchiude in sé molti piccoli segreti. Ecco quindi qualche piccolo suggerimento per ottenere sempre il massimo dal tuo nuovo acquisto.

  • Istruzioni

Non lo ripeteremo mai abbastanza. Ogni volta che acquisti un nuovo prodotto, qualsiasi esso sia, dedica qualche minuto alla lettura delle istruzioni. Nel caso di una pentola per pasta, nel manuale di utilizzo trovi indicazioni sul rapporto ideale tra acqua e pasta necessario per una cottura efficace.

  • Bruciatore

Il bruciatore deve coprire indicativamente la stessa area della base della pentola. Fai attenzione che la fiamma non fuoriesca dal fondo: oltre a rischiare di bruciare i manici, sprechi inutilmente gas.

  • Cucchiaio di legno

Se la tua pentola è rivestita di materiale antiaderente, usa un cucchiaio di legno per mescolare delicatamente di tanto in tanto. Eviterai così di graffiarla accidentalmente.

  • Scolare

Nei modelli con cestello estraibile basta semplicemente sollevare questo accessorio fino ad estrarlo dalla pentola. In altri modelli è necessario mantenere saldamente il coperchio forato e ribaltare il contenuto d’acqua nel lavandino.

Conclusioni

Qualunque sia il tuo tipo preferito di pasta, una pentola dedicata ti consente di prepararla a regola d’arte. E se ti piace tirare la sfoglia con la macchina per la pasta, puoi fare in abbinamento pasta fresca e all’uovo .

Ci ha colpito in modo particolare la pentola con scolapasta proposta da Aeternum. Ha un fondo a triplo strato ad elevato spessore, adatto anche all’induzione, diffonde il calore in modo omogeneo e mantiene la temperatura per lungo tempo.

Lascia un commento