I 5 Migliori Biberon Anticolica: Nutri Il Tuo Bambino Con Amore E Sicurezza

Nella pancia della mamma, il nascituro viene nutrito nel modo migliore possibile grazie alla circolazione del sangue tra mamma e figlio e al cordone ombelicale.

Alla nascita, l’apparato digerente del neonato è immaturo, non perfettamente sviluppato.
Può capitare quindi, sia con l’allattamento al seno (breastfeeding) che con il biberon, che lo stomaco e l’intestino accumulino troppa aria.
Questa è la causa principale delle temutissime colichette, cioè le coliche infantili dovute all’accumulo di gas che il bimbo non riesce ad espellere.
Le coliche sono un fenomeno che colpisce almeno il 20% dei neonati e molte mamme sanno bene di che parliamo: i sintomi delle colichette sono fastidiosi e spesso gettano nello sconforto le mamme e i papà alla prima esperienza.
È bene sapere, però, che queste colichette di solito scompaiono entro i tre mesi, al massimo entro i 6 mesi, riducendosi progressivamente con lo sviluppo del sistema digerente del piccolo.

Sommario

I migliori biberon anticolica

Qual è il miglior biberon anticolica?

In questo paragrafo trovi i 6 migliori biberon anticolica da acquistare attraverso i canali della vendita online.
Sul mercato, in farmacia, parafarmacia e sanitaria esistono tantissimi modelli, e spesso non è sufficiente fare affidamento alla semplice marca.

Inoltre, data la delicatezza dell’argomento, si tende ad ascoltare i consigli di pediatri, neonatologi, mamme e nonne, in particolare di mamme che si trovano in una situazione simile, con bimbi che passano le notti insonni a causa delle coliche.
I biberon Anticolica si trovano di vari prezzi, ma aldilà dei paragoni, dei consigli e del passaparola, l’opinione più diffusa consiglia, come in molti casi, di non basarsi sul basso prezzo, ma di scegliere un prodotto di buona qualità invece che del più economico.

 

Philips Avent 260 ml

Il migliore per: allattamento misto

Questo kit Philips Avent comprende 4 bottiglie, 4 coperchi, due tettarelle con speciale valvola Anticolica.È consigliato per integrare l’allattamento al seno con quello artificiale ed è ideale grazie alla doppia valvola e alla tettarella forma di petalo, molto flessibile, che riproduce la consistenza del seno.

La bottiglia ha un collo molto ampio che ne rende facile la pulizia e la sterilizzazione, e il kit si può scegliere sia con le bottiglie da 125 ml che da 260.
Il kit è compatibile con tutta la line a Philips Avent ed è 100% Bpa Free.

 

Tommee Tippee Closer to Nature

Il migliore per: bottiglie decorate

Tommee Tippee è un marchio rinomato per qualità e maneggevolezza. Questo kit comprende due bottiglie da 340 ml in morbidi plastica e silicone, con fantasie assortiti per rendere l’allattamento più divertente.

È compresa anche una tettarella con flusso medio, quindi indicata a partire dai 6 mesi in poi. La compatibilità con tutta la Linea Tommee Tippee lo rende ideale  anche per le tettarelle anticolica da acquistare separatamente.

 

Mebby 92615

Il migliore per: allattamento con latte in polvere

Il biberon anticolica di Mebby è disponibile sia nella misura da 300 ml che in quella da 180, e si può scegliere tra la tettarella in silicone o quella in lattice.

Tutta la linea Mebby è BPA free e in particolare questo prodotto, grazie alla tettarella ampia, è specifico per riprodurre la forma del seno e molto efficace nel prevenire le coliche e le otiti dovute all’ingestione di aria. La doppia valvola blocca il passaggio dell’aria, che resta nella cannuccia, permettendo una suzione regolata e la prevenzione delle bolle d’aria.

 

Biberon anticoliche MAM

Il migliore per: sterilizzazione in forno a microonde

Questa biberon anticolica della MAM, in silicone con bottiglia da 260 ml, comprende una tettarella di tipo 3, che è ideale per l’allattamento artificiale dalla nascita fino ai 3 mesi.

La tettarella è morbida e soffice, ideale per ricalcare l’allattamento naturale al seno e per passare senza traumi dal seno al biberon.

Il biberon è moto pratico e facile da pulire, perché si smonta in tre pezzi, e ha un innovativo sistema che ne permette la sterilizzazione nel forno a microonde.

 

Dr. Browns Natural Flow

Il migliore per: efficacia

Il biberon anticolica da 240 ml di Dr. Browns si presenta con il collo ampio, ideale per pulizia e sterilizzazione, e una tettarella molto comoda e ideale per favorire la suzione.

Il sistema di circolazione interna dell’aria lo rende molto efficace per eliminare o prevenire le coliche infantili. È semplice da smontare, può essere lavato in lavastoviglie ed è BPA free.




Come capire se il tuo bimbo ha le coliche?

I sintomi sono praticamente universali: dopo la poppata, al seno o al biberon, in special modo di sera e di notte, il bimbo piange disperatamente e niente sembra consolarlo. Spesso si torce, ha il pancino duro e gonfio e muove continuamente le gambine.

È difficile capire il significato del pianto del bimbo, ma quello delle coliche si accompagna sempre all’agitazione e ai movimenti delle gambe dovute al tentativo del piccolo di espellere l’aria dalla pancia.

Gli urli disperati possono causare molta angoscia nei neogenitori, perché il piccino sembra inconsolabile. Ma non c’è di cui preoccuparsi, perché questa esperienza sarà ricordata soprattutto da mamma e papà e non lascerà segni né traumi nei bambini.

I rimedi contro le coliche infantili

Ci sono tanti rimedi per ridurre o alleviare le colichette.
Ci sono neonati più portati di altri a sviluppare questo disturbo: ad esempio i neonati prematuri, quelli che non si attaccano correttamente al seno o alla tettarella del biberon, e ancora i bimbi voraci, che insieme al latte ingeriscono anche tanta aria.

Per dare un po’ di pace al bimbo con le colichette può essere utile cullarlo a pancia in giù, tenendolo con un braccio sul pancino e l’altro sotto il petto. La posizione e il dondolio aiutano ad espellere l’aria e calmarlo. Inoltre, è utile distendere il bimbo e fargli dei leggeri massaggi al pancino con le mani, magari con l’aiuto di olii essenziali rilassanti indicati per neonati (ad esempio l’olio essenziale di mandarino) e spingere con molta delicatezza le ginocchia verso la pancia per favorire l’espulsione dell’aria che causa il dolore.

Esistono inoltre farmaci e rimedi omeopatici dedicati ai più piccoli, di cui vi consigliamo di chiedere consiglio al vostro pediatra.

Combattere le colichette con il metodo di allattamento giusto

I rimedi della nonna, consigliati anche da pediatri e neonatologi, comprendono l’importanza di un corretto attaccamento al seno: quando si allatta, la bocca del bambino deve aderire completamente a tutta la mammella e non soltanto al capezzolo, per poter succhiare il latte grazie al movimento della mandibola ed evitare di ingerire aria.

Premesso che l’allattamento al seno è il metodo di nutrizione ideale per il neonato, esistono tanti casi in cui questo non è possibile e si rende necessario ricorrere all’allattamento artificiale con il biberon.

Ma come si fa se tuo figlio soffre di colichette? Per fortuna sul mercato esistono tanti modelli di biberon anticolica, ideati specificamente per imitare la morbidezza e la consistenza del seno, progettati per ridurre o eliminare l’ingestione dell’aria che causa le coliche.

Come funzionano i biberon anticoliche

Rispetto ai biberon tradizionali, che hanno una tettarella e una bottiglia standard, i biberon Anticolica hanno una valvola che regola la circolazione dell’aria: l’aria resta sul bordo della valvola e non entra in contatto con il latte, ma circola all’interna di una cannula che si trova all’interno della bottiglia.

La bottiglia con cannuccia isola l’aria dal latte e previene la formazione delle bolle di aria. In questo modo, l’aria finisce sul fondo della bottiglia e il piccolo succhia soltanto il latte, in modo lento e costante.

Tutti i marchi della prima infanzia hanno in commercio i biberon anticolica, ciascuno ha caratteristiche, brevetti e materiali propri per contrastare le coliche.

Questi biberon hanno un prezzo leggermente più alto rispetto a quelli normali, ma sono la scelta ideale quando non è possibile allattare al seno e il bimbo soffre di colichette.

Le caratteristiche dei biberon anticolica

Partiamo dalla tettarella: quasi sempre in silicone, è ergonomica e innovativa e riproduce la mammella nella consistenza e nella forma.
La tettarella del biberon Anticolica è disegnata per aderire perfettamente al palato e alla lingua del piccolo, e presenta una serie di caratteristiche che regolano il flusso di latte dalla bottiglia.

In generale le tettarelle sono inclinate per essere sempre piene di latte, e i fori fanno in modo che il latte scorra in modo costante, ma lento.
In base a quanto succhia il piccolo, e soprattutto alla sua età, ci sono diversi tipi di tettarelle, oppure una sola, che permette di regolare la velocità del flusso.
Nei primi mesi, in particolare fino ai tre mesi, sono consigliate le tettarelle con flusso lento o medio, e dai 6 mesi in poi quelle con flusso veloce.

Oltre alla tettarella speciale, i biberon Anticolica hanno un tubo interno che regola il flusso dell’aria e una valvola tra la cannuccia e la tettarella. In alcuni modelli di biberon la valvola può essere doppia.
Ci sono alcuni tipi di biberon Anticolica in commercio che hanno con sacchetto all’interno della bottiglia.
Si tratta di un sistema molto efficace per evitare che il neonato ingerisca aria. In pratica, il latte (si consiglia di utilizzare quello già pronto e non quello in polvere da diluire con acqua), si inserisce all’interno del sacchetto. Il sacchetto si inserisce poi nella bottiglia.
In questo modo, la bocca del piccolo entra mai in contatto con l’aria. Questo sistema è quello che più si avvicina alla suzione dal seno.

Esistono inoltre in commercio modelli di biberon Anticolica che presentano nella bottiglia un tubo sensibile al calore: ad esempio è blu al di sotto dei 37 gradi e diventa rosa quando raggiunge questa temperatura.
È un sistema davvero comodo, che permette di sapere quando poter allattare il piccolo senza dover versare le gocce di latte sulla parte interna del polso e assaggiare, come le mamme hanno dovuto sempre fare.

I materiali del biberon anticolica

Aldilà delle forme e dei brevetti, un biberon anticolica deve essere sterilizzabile al 100% e soprattutto senza rischi per la salute.
I biberon in plastica devono essere privi di bisfenolo-A (BPA), una sostanza tossica: controlla quindi sempre che tra le indicazioni ci sia la dicitura “BPA Free”, cioè senza bisfenolo.
I materiali come plastica, silicone e vetro possono essere sterilizzati sia in acqua bollente che immersi per almeno otto ore in acqua e soluzioni sterilizzanti, oppure tramite lo sterilizzatore a vapore elettrico.

Il vetro e la plastica possono andare in lavastoviglie, ma il consiglio è sempre di non affidarsi ai test e di sciacquare biberon e tettarella con acqua e sapone neutro a mano, con una spugnetta dedicata, prima della sterilizzazione.
Alcuni modelli di biberon anticolica sono progettati anche per essere scaldati con il forno a microonde. Verifica sempre che questo sia possibile quando acquisti un biberon Anticolica: la plastica compatibile con il microonde ha un simbolo con tre onde sovrapposte.

Il biberon che può essere scaldato nel microonde può essere una buona soluzione per le mamme che hanno diversi figli o poco tempo, o entrambe le cose, e anche per chi si trova in viaggio.

 

A cosa servono esattamente i biberon anticolica?

miglior-biberon-anticolica

Quando viene utilizzato un normale biberon per l’alimentazione del bebè, l’aria entra nella bottiglia attraverso la tettarella man mano che il piccolo beve. Di conseguenza, il latte si riempie di bolle e questo causa coliche e formazione di gas. Questo può provocare disagioo nel bambino, causando pianti incontrollabili. I biberon anticolica e antireflusso sono progettati con una particolare valvola che impedisce l’ingresso dell’aria nel latte.

Non tutti i bambini soffrono di coliche, quindi questi speciali biberon non sono sempre necessari, ma sono considerate utili per i piccoli che piangono spesso a causa di coliche.

Se il bebè piange…

Un neonato che piange può essere una delle cose più stressanti da affrontare per una mamma. Il pianto prolungato senza un motivo particolare può moltiplicare in modo significativo tale stress.

Il pianto prolungato in neonati sani.è uno dei sintomi più comuni della colica nei bambini. Le statistiche dicono che in media questa situazione si verifica in un bambino su cinque e può durare anche per ore.

Anche se non c’è una cura per le coliche e bisogna solo aspettare che scompaia per conto suo, ci sono delle soluzioni che possono aiutare a tenere la situazione sotto controllo. Una di queste soluzioni è nutrire il tuo bambino con un biberon anticolica.

I biberon anticolica sono sicuri?

Ingerire troppa aria può causare fastidiose pressioni e gas nello stomaco del tuo bambino, provocandogli un vero e proprio sconvolgimento fisico e psicologico.

I biberon anticolica sono stati clinicamente testati per ridurre le coliche e i sintomi ad essa associati.

Com’è fatto un biberon anticolica?

Molte di questi biberon hanno un sistema di sfiato incorporato che favorisce la fuoriuscita dell’aria in eccesso prima che possa entrare nella bocca del bambino.

Questi sistemi possono presentarsi in molte forme. Alcuni hanno l’aspetto di una lunga cannuccia che si estende fino al fondo della bottiglia, ossia dal lato opposto rispetto a dove beve il bambino. Altri tipi sono invece progettati con una presa d’aria integrata nella tettarella, che fa uscire l’aria senza che questa si mischi con il latte.

Come scegliere il biberon anticolica?

Ogni modello è specificamente ideato con uno speciale sistema di sfiato che separa il latte dall’aria, e questo dovrebbe essere sufficiente per prevenire ogni disagio.

Tuttavia ci sono molteplici fattori che entrano in gioco quando si tratta di scegliere il biberon anticolica. Investire nel tipo giusto può evitare che il tuo bambino soffra ogni volta che deve nutrirsi.

E anche se i biberon anticolica possono essere la scelta ideale, è bene sapere che la valvola in più significa che… c’è di più da pulire.

Quali tipi di ventilazione del biberon anticolica?

I biberon anticolica possono accogliere diverse soluzioni progettuali. Ci sono modelli con lo sfiato superiore o inferiore e modelli con cannuccia. Ognuno ha i suoi pro e contro.

I tipi con sfiato in alto presentano piccoli fori nella tettarella che consento di diminuire l’assunzione d’aria, ma non la eliminano completamente. Quelli con una cannuccia incorporata fanno invece confluire l’aria sul fondo, mantenendola separata dal latte.

Lo sfiato posizionato sul fondo del biberon “aspira” l’aria, impedendole di mescolarsi con il prodotto all’interno. Secondo gli esperti, è la scelta migliore per i bambini che soffrono di coliche gravi.

Come valutare il biberon per ridurre gas e coliche?

Al giorno d’oggi, le bottiglie hanno molti design e caratteristiche diverse che aiutano ad alleviare i sintomi di gas e coliche. È importante avere molte opzioni perché ogni bambino è diverso!

Ecco alcune delle caratteristiche chiave che i produttori di biberon usano per cercare di eliminare l’aria che entra nel sistema digestivo del tuo bambino.

Flusso lento del biberon anticolica?

Se il bambino soffre di coliche, il flusso lento è il migliore. Quanto un adulto mangia velocemente, lo stomaco tende a gonfiarsi per un’eccessiva quantità d’aria introdotta. La stessa cosa accade con i neonati.

D’altra parte, se il piccolo sta cercando di succhiare con foga il latte dalla bottiglia, può immagazzinare molta aria. Può essere difficile trovare il punto in cui la tettarella faccia scorrere abbastanza velocemente il flusso di latte per far sì che il piccolo non si sforzi eccessivamente, ma senza stravolgere la pancia.

Assicurati quindi che il biberon consenta di regolare il flusso, per aiutarti a trovare il giusto equilibrio per il tuo bambino.

Forma della tettarella del biberon anticolica?

È sorprendente osservare come tanti biberon pubblicizzano che la loro tettarella è la più vicina all’allattamento al seno, anche se hanno tutti una forma leggermente diversa

Questo perché tutti sono diversi, proprio come ogni bambino è diverso. Alcuni bambini si trovano bene con una tettarella larga; altri la preferiscono stretta.

La forma della tettarella è importante perché, a seconda delle preferenze del bambino, si può provocare una maggior immissione di aria rispetto ad altri tipi. Inoltre, le tettarelle dovrebbero essere progettate in modo da ridurre al minimo la possibilità che le bolle d’aria rimangano intrappolate all’interno.

Struttura del biberon anticolica?

Le bottiglie sono disponibili in diverse forme e dimensioni. Alcuni sono diritte, altre sono curve, altre ancora sono inclinate nel mezzo.

Quando si sceglie la giusta forma della bottiglia, è necessario considerare la posizione di alimentazione preferita del bambino. Il tuo bambino di solito è reclinato durante l’allattamento? Quindi una forma tradizionale probabilmente funzionerà bene per lui.

Il tuo bambino preferisce essere tenuto in una posizione più verticale e seduta mentre si alimentazione? Quindi potrebbe essere necessario prendere in considerazione una bottiglia con un’inclinazione di grado più elevato per aiutare a spostare le bolle di gas lontano più velocemente.

Sacca biberon anticolica?

Le sacche monouso possono a volte essere una buona opzione per un bambino alle prese con gas o coliche. Poiché il rivestimento è sottile e flessibile, collassa su se stesso mentre il bambino succhia, mangia e crea un vuoto nel contenitore.

A differenza delle bottiglie tradizionali, questo vuoto non ha bisogno di essere rilasciato in quanto non disturba il flusso del latte del bambino. Ciò elimina la necessità di far fluire l’aria nella bottiglia, creando potenzialmente bolle di gas e causando dolori addominali per il bambino.

Lo svantaggio principale dei biberon con sacchetto è che sono usa e getta, il che significa dover continuamente spendere soldi per il rifornimento di nuove sacche. Inoltre, è una soluzione ad elevato impatto ambientale, dal momento che porta continuamente ad accumulare rifiuti.

Di che cosa è fatto il biberon anticolica?

I biberon anticolica possono essere prodotti con un’ampia varietà di materiali. Questi possono includere plastica, vetro e acciaio inossidabile.

È importante assicurarsi che il modello che scegli sia priva di BPA, una sostanza chimica che può essere dannosa per la salute del tuo bambino.

La qualità del materiale può fare una grande differenza. Scegliere quello giusto può aiutare concretamente a prevenire o a controllare le coliche.

Meglio biberon anticolica in vetro o in plastica?

I modelli in vetro sono ideali per accogliere i liquidi caldi a causa della loro robustezza. Tuttavia possono essere costosi. Se viene trattato con cura, può durare a lungo.

Quelli di plastica sono acili da pulire perché assorbono gli odori in modo efficace. Se si rompono, possono essere sostituiti più a cuor leggero in quanto sono fatti con materiali meno costosi e, quindi, hanno un prezzo più abbordabile.

Capacità del biberon anticolica?

Consumare troppo o troppo poco latte è un’altra cosa che può avere un effetto negativo sulla salute del tuo bambino. Assicurati che il tuo piccolo ne stia consumando la giusta quantità. Questo fattore è ovviamente legato alla sua età.

Per i neonati si possono utilizzare dei biberon più piccoli. Man mano crescono, si può iniziare a incrementare la dose, passando a un modello con una maggiore capacità.

Quanto costa il biberon anticolica?

Questo tipo di biberon costano più dei mdoelli standard, ma può valere la pena investire se il bambino soffre di problemi di gas che potrebbero causare coliche.

Tieni presente che i biberon eccessivamente economici possono essere prodotti con materiali di bassa qualità, che possomo causare problemi di salute a lungo termine per il tuo bambino.

Quali altri fattori sono importanti nel biberon anticolica?

Oltre a quanto detto sopra, ci sono alcuni altri aspetti da tenere in considerazione per salvaguardare la salute del tuo bambino.

Fra questi, una particolare importanza la forma della tettarella. Investire in un biberon con tettarella anticolica di tipo ortodontico può migliorare la salute orale a lungo termine del bambino. La forma di questo componente può determinare come si sviluppano le gengive e il palato.

Cose da sapere sulla colica?

Ecco cosa sappiamo sulla colica è una fase temporanea di pianto inconsolabile nei bambini sani che tende a manifestarsi a partire dalle 2 settimane a circa 3-4 mesi di età. È un disturbo comune, che interessa direttamente tutti i bambini. Ecco perché sul mercato trovi facilmente modelli di biberon anticolica 0-6 mesi.

Tuttavia, anche se non si è in grado di eliminare completamente la colica (è una fase normale e temporanea), puoi aiutare a ridurre i sintomi usando un biberon che è stato appositamente progettato per ridurre le coliche. Ecco un minor numero di singhiozzi durante i pasti.

Prevenire la colica durante l’allattamento artificiale?

Che cosa ha a che fare la colica con l’alimentazione artificiale? Beh, anche se il pianto inconsolabile è una fase ben nota della cescita del neonato, la causa può variare da bambino a bambino.

Una delle cose che possono aggravare questo disturbo è un sistema digestivo in via di sviluppo (tutto è così nuovo!) e… l’aria nella pancia.

Questo è particolarmente importante da tenere a mente se si sta allattando artificialmente perché i piccoli alimentati in questo modo possono sperimentare le coliche un po ‘prima rispetto ai neonati allattati al seno. La ragione? L’eccesso d’aria può accidentalmente insinuarsi nel biberon mentre il bambino succhia la tettarella.

Intervenire con il biberon anticolica?

Quindi, come puoi aiutare il tuo piccolo se pensi che stia ingerendo aria extra durante l’allattamento?

Mentre non si può cambiare il modo in cui un neonato beve dal biberon, si può migliorare il modo in cui tale biberon è progettato

Le ricerche rivelano che il design anti-colica può davvero fare la differenza per il comfort del tuo bambino durante e dopo i pasti. In particolare, uno studio condotto su un campione rappresenttivo di neonati dal Childhood Nutrition Research Center di Londra, ha messo in luce che i bambini che sono nutriti con un biberon anticolica hanno meno problemi rispetto a quelli nutriti con un tipo convenzionale.

Come passare dal biberon anticolica a quello normale?

Man mano che il tempo passa, il bambino diventa più autonomo. Inizia a voler tenere in mano da solo la bottiglia e si affatica sempre meno a causa del peso. E le coliche diventano un vago ricordo…

A questo punto i genitori, che sono sinceramene un po’ stufi di smontare continuamente tutte le parti del biberon anticolica per poterlo pulire, incominciano a pensare di passare a un biberon normale. Ma ne vale la pena?

Molte mamme continuano ad utilizzare il tipo anticolica anche quando il bebè è diventato più grandicello e ha superato i momenti critici. Al di là della sicurezza, ritengono che sia denaro sprecato investire in un nuovo biberon quando, da lì a pochi mesi, il bambino inisierà a mangiare con tazza e cucchiaio.

Come ridurre le coliche del bambino mentre si allatta?

La scelta di una bottiglia anticolica è solo il primo passo della battaglia contro gas e coliche: utilizzarla correttamente è il prossimo passo! Come si possono massimizzare le caratteristiche di riduzione della colica dei biberon? Ecco alcune cose che dovresti fare.

Posizione del neonato con il biberon anticolica?

Scegli una posizione di alimentazione in cui il bambino non sia completamente reclinato. Assicurati che la testa sia sollevata sopra la pancia, in modo che le bolle di gas possano fuoriuscire.

Fai anche attenzione che l’aria non venga intrappolata nel biberon o nel capezzolo durante l’allattamento. Inclina la bottiglia per far uscire l’aria, se necessario.

Assicurati che la bocca del bambino sia ben posizionata sul capezzolo: deve essere aperta e bloccata saldamente verso la base larga del capezzolo, non solo la punta. Se il piccolo sta solo succhiando la punta, è più difficile ottenere una barriera efficace all’ingresso della’aria in bocca.

Scegliere la tettarella giusta per biberon anticolica?

Se il bambino succhia forte e fa molto rumore durante il pasto, potrebbe darsi che non riceva sufficiente cibo abbastanza velocemente per essere soddisfatto. Ha quindi bisogno di una tettarella che favorisca un flusso più elevato.

Tuttavia, se tossisce e rigurgita il latte, forse il flusso di latte è eccessivo. In questo caso può essere necessario adottare una tettarella con un flusso più lento.

Fare pause regolari mentre si allatta?

E dopo aver seguito tutti questi passi, non dimenticarti di fare delle brevi pause mentre allatti il tuo piccolo.

In questo modo, il bebè potrà espellere aria in modo regolare, ogni pochi minuti, invece di dover aspettare fino a quando il pasto è finito. Questa pratica può aiutare ad alleviare l’accumulo di gas nella pancia del bimbo.

  • Voto:
4.9