I 7 Migliori Rubinetti per Lavello da Cucina: Oltre il Design

Il rubinetto del mio lavello in cucina perdeva e quindi lo dovevo sostituire. Ero indeciso se sceglierne uno con doccetta estraibile o metterne uno fisso. Ma poi mi sono detto: perché non sostituire solo il pezzo rotto? In fondo me la cavo con i lavori domestici e avrei potuto evitare il costoso intervento di un professionista.

Togliere il pezzo rotto non è stato un problema ma rimontare quello nuovo è stato un calvario. Mi sono trovato con un dado grande da fissare con una chiave grande… che non passava sotto il lavello!

Ho dovuto stringere a mano per quanto ho potuto e poi usare le pinze in una posizione talmente scomoda che sono riuscito a piegare il tubo dell’acqua fredda. Ci ho messo quasi due ore a bloccare il tutto. Adesso funziona, ma la prossima volta farò prima a cambiare tutto il gruppo, magari scegliendo il miglior rubinetto per lavello da cucina anche tra i canali di vendita online.




Qual è il miglior rubinetto per lavello da cucina?

Se devi cambiare questo componente, sul mercato non mancano certo le proposte.

Puoi trovare un modello per lavello con una sola leva e mano singola, che utilizzi per regolare i flussi di acqua calda o fredda, e l’intensità. Puoi optare per un avveniristico rubinetto a due mani in cui con una maniglia controlli la temperatura e con l’altra regoli i flussi dell’acqua. Puoi anche andare sul tecnologico con i modelli touchless.

Nella scelta è impossibile non considerare il design, ad arco basso o arco alto, che si armonizzi con la tua cucina: old style e vintage o moderno.

Con doccetta o senza doccetta? Dipende dalle abitudini. Se hai bisogno di una doccetta estraibile è molto utile quella telescopica per riempire lavelli con due o tre vasche vicine.

Un unico foro di accesso al lavello ti permette di mettere un rubinetto monocomando, con cartuccia interna.

Vi sono rubinetti in tonalità e colori diversi che spaziano dal classico acciaio cromato, a quello satinato, al nickel lucidato, al bronzo e agli ottoni, fino a quelli smaltati nero, bianco avorio, bianco ghiaccio oppure colorati in tinte pastello. E ancora i modelli in fragranite brevettati da Franke che si caratterizzano per essere fatti di un misto di particelle di granito e resina acrilica.

Se sei indeciso fatti guidare dai nostri consigli: troverai sia prodotti più economici sia prodotti a basso prezzo ma di buona qualità.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori rubinetti per lavello da cucina:

1. Fapully Miscelatore cucina

Il migliore per: doppia uscita

È progettato con due uscite: una di tipo tradizionale e una con doccetta estraibile. Ha un ingresso standard da 3/8 di pollice e si monta con facilità anche senza richiederel’intervento di un installatore professionista.

È molto funzionale, grazie al fatto che il suo braccio può ruotare completamente a 360°: in questo modo, è possibile direzionare il flusso dell’acqua in qualsiasi punto del lavello. Pratico da pulire, è fornito di una cartuccia ceramica di alta qualità.

La sua robusta struttura non teme l’ossidazione e la ruggine. Insieme al miscelatore monocomando, nella confezione sono incluse due linee di alimentazione flessibili.

  • Design
  • Robusto
  • Semplice installazione

2. Rubinetto Miscelatore da cucina Awa

Il migliore per: risparmio idrico

Questo elegante rubinetto si integra in modo armonioso con le cucine di qualsiasi stile, sia classico che moderno. È realizzato con bocca orientabile e doccetta estraibile, che consente di arrivare con il getto d’acqua in qualsiasi punto del lavello.

L’aeratore rompigetto è fabbricato in Germania ed è completo con la funzione anticalcare e risparmio idrico integrate. Al suo interno il miscelatore ha una cartuccia ceramica a lunga durata con funzione di risparmio idrico. È presente un unico comando per un controllo fluido e preciso sia della temperatura che del flusso dell’acqua.

In dotazione vengono forniti i flessibili di collegamento certificati e fissati con appositi dadi da 3/8”. Di facile installazione, è approvato dal Ministero della salute francese ed è conforme alle norme europee sull’acqua potabile.

  • Anticalcare
  • Controllo fluido
  • Facile installazione

3. Rubinetto Auralum

Il migliore per: facilità di orientamento

Con il suo design semplice ed essenziale, si integra armoniosamente in ogni cucina. Può essere installato in ogni tipo di lavandino, sia singolo che doppio, e grazie alla struttura con tubo flessibile lo si può orientare con facilità.
Molto attento ai consumi d’acqua, è progettato con un apposito aeratore in abs che evita gli schizzi e favorisce una fuoriuscita idrica regolare e schiumosa. Le componenti in ottone hanno una finitura cromata e non temono la ruggine.

  • Si adatta a ogni lavello
  • Bassi consumi idrici
  • Resistente

4. Rubinetto lavandino Tapcet

Il migliore per: semplicità di montaggio

La sua struttura in ottone si caratterizza per un elevato contenuto di rame (il quantitativo minimo è del 59%) ed è fatta per resistere alla corrosione e durare nel tempo. L”installazione è semplice e veloce. Ciascun rubinetto è sottoposto a severi test nel corso della fabbricazione: viene verificata la pressione prima del processo di cromatura e prima di essere imballati. In questo modo l’azienda può fornire una garanzia di ben cinque anni.

  • È molto robusto
  • Non si corrode
  • Viene sottoposto a severi test

5. Rubinetto estraibile UUhome

Il migliore per: getto ben calibrato

Questo rubinetto è realizzato per garantire il massimo comfort di utilizzo e di funzionalità. L’acqua fuoriesce dolcemente, senza provocare fastidiosi schizzi. È così anche più semplice pulire il lavandino dagli eventuali residui di calcare.

È presente un pulsante per commutare l’acqua. Facile da usare, è equipaggiato con una cartuccia ceramica che rende comodo aprire o arrestare il flusso.

Ha una superficie cromata, semplice da pulire e inattaccabile dalla ruggine.

  • Confortevole
  • Semplice pulizia
  • Anti ruggine

6. Rubinetto Grohe 30361000

Il migliore per: intensa forza pulente

Sei stufo di consumare ettolitri d’acqua per pulire le stoviglie? Allora questo miscelatore fa proprio al caso tuo. La sua doccetta ruota a 360° ed eroga un getto forte e deciso, per consentire di lavare senza alcuno sforzo. E premendo un pulsante si passa delicato al mousseur, proprio come nelle cucine professionali. La bocca alta consente di trattare agilmente anche le pentole di grandi dimensioni. Grazie al rivestimento cromato Starlight, basta passare la superficie con un panno asciutto per vederla nuovamente brillare.

  • La doccetta ruota completamente
  • Adatto anche alle pentole alte
  • Si pulisce con una passata

7. Rubinetto Franke 115.0298.097

Il migliore per: design minimal

Con le sue linee essenziali e curate in ogni dettaglio, questo rubinetto miscelatore si integra con facilità in ogni stile di arredamento. Ruota a 360°, consentendo di raggiungere facilmente ogni punto del lavello. È fornito di una cartuccia a dischi ceramici di 35 centimetri di diametro. L’aeratore a nido d’ape garantisce un flusso d’acqua omogeneo e ben calibrato. Nella confezione è incluso tutto il necessario per l’installazione.

  • La cartuccia è a dischi ceramici
  • Il flusso d’acqua è uniforme
  • Include il necessario per il montaggio

Guida all’acquisto dei miscelatori da cucina

rubinetto-per-lavello-da-cucina

La zona che ruota intorno al lavandino è il cuore della cucina e il rubinetto è con ogni probabilità  la componente di maggior impatto in termini di funzionalità e stile. È molto importante quindi scegliere l’accessorio che, non solo ti soddisfi esteticamente, ma che sia anche in grado di semplificare le tue attività quotidiane.

  • Tipi di rubinetto:

I rubinetti destinati ai lavelli della cucina si dividono in due grandi famiglie, in base a dove vengono posizionati.

  1. Rubinetti a ponte. Si installano direttamente sul lavandino. Se scegli un modello di questo tipo, verifica quanti fori sono presenti sul lavello e scegli un tipo che si integri di conseguenza. Se si tratta di una nuova cucina, si consiglia di scegliere prima il miscelatore e poi il lavello, un base al numero di fori necessari ad ospitarlo.
  2. Rubinetti a parete. Vengono fissati al muro, sopra il lavello. Essendo svincolati dal numero di fori del lavandino, li puoi scegliere con la massima libertà.
  • Numero di fori:

Come abbiamo appena accennato, il rubinetto può necessitare di un numero variabile di fori nel lavello, in base alla tipologia che scegli.

  1. Rubinetti monoforo. In questa categoria rientrano i rubinetti ad arco e i rubinetti di pre-risciacquo in stile industriale a miscela. Un’altra tipologia è rappresentata dai modelli che montano la manopola sul corpo del rubinetto, a cui si affiancano i modelli a sensore che non richiedono alcuna maniglia.
  2. Rubinetti monoforo con doccetta separata. A prima vista potrebbe sembrare un rubinetto monoforo, ma in realtà la doccetta laterale richiede un secondo foro sul lavello.
  3. Rubinetto a due manopole separate. Un design di questo tipo richiede tre fori: uno per ciascuna manopola e uno per l’ingresso dell’acqua.
  4. Rubinetto a ponte con doccetta separata. È un tipo di struttura che può richiedere tre fori se l’erogatore è una leva di comando, o quattro fori se le manopole per l’acqua calda e fredda sono separate.
  • Manopole, leva o sensore:

Tre sono i sistemi utilizzati per aprire i rubinetti ed erogare l’acqua: la leva comando, le manopole o i sensori

  1. Leva comando. Con un semplice spostamento verso destra o verso sinistra, consente di miscelare l’acqua calda e fredda nella massima semplicità.
  2. Manopole. La miscelazione dell’acqua avviene ruotando le due manopole, una per l’acqua calda e l’altra per quella fredda.
  3. Sensori. Si attivano con un semplice movimento della mano. Sono la nuova dimensione della rubinetteria.
  • Utilizzo:

La scelta di un rubinetto è strettamente legata alla sua destinazione d’uso. Prova a pensare che tipo di stoviglie dovrai lavare. Se si tratta di pentole alte, la soluzione ideale è un rubinetto ad arco.

  • Finiture:

I rubinetti sono disponibili in una notevole varietà di finiture, dall’acciaio inossidabile al bronzo, dal cromo alle varietà con rivestimento colorato. La scelta è strettamente personale: dipende dallo stile che ti piace di più e se vuoi abbinare l’accessorio al resto dell’arredamento oppure no.

  • Funzionamento:

Il meccanismo di funzionamento del rubinetto può essere con valvola a sfera, disco ceramico, valvola di compressione e cartuccia. Il risultato finale è lo stesso, ma cambia il tipo di manutenzione a cui dovrai sottoporre il tuo dispositivo nel corso del tempo.

  • Spazio di installazione:

Prima dell’acquisto, considera sempre le dimensioni del rubinetto e valuta lo spazio disponibile in prossimità del lavandino. Se ad esempio sono presenti delle mensole basse, potrebbero impedirti di installare un modello a collo alto.

Verifica anche che ci sia agio sufficiente dietro il rubinetto, per consentirti di ruotare senza impedimento le manopole.

Dove acquistare un rubinetto per lavello da cucina

rubinetto-da-cucina

Nel momento in cui acquisti una cucina completa, tutti gli accessori sono già compresi nella fornitura: devi solo sceglierli. Quando si tratta di fare una sostituzione, se non sei esperto di lavoretti domestici ti dovrai rivolgere a un idraulico, che ti proporrà un paio di alternative e ti installerà quella da te preferita. Se invece sai come montarlo, puoi acquistarlo in un centro fai da te oppure lo puoi ordinare online. I siti di bricolage sono numerosi, come quello di Ceramicstore o di Deghishop, ma se ti affidi ad
Amazon avrai la sicurezza del miglior rapporto qualità prezzo.

Conclusioni

Il rubinetto è una componente essenziale del tuo ambiente cucina, perché niente funziona senza acqua. Sul mercato puoi trovare un’ampia scelta di soluzioni differenti, dal classico miscelatore monocomando ai modelli con funzioni doccia e tecnologia dei sensori contactless. Oltre alla funzionalità, spesso anche il design gioca un ruolo importante.

Scegliere quello giusto per te significa avere al tuo fianco un partner affidabile che ti accompagna nei vari momenti della giornata, a cominciare dalla preparazione del caffè mattutino.




Lascia un commento