I 7 Migliori Porta Prosciutto per Servirlo con Maestria e Sicurezza

Chiunque sia amante della buona tavola sa che quando si ha un prosciutto crudo con osso ben stagionato, il taglio a coltello, oltre ad essere affascinante da vedere, regala sensazioni di assaggio uniche. Le variabili di taglio sono molte ma ti serve il miglior porta prosciutto per tenerlo bloccato in posizione pratica per dimensionare la fetta.

Ci sono due scuole di taglio: quella italiana che prescrive fette sottili e lunghe, se non addirittura intere, e quella iberica che invece suggerisce tante piccole porzioni per degustare distintamente diverse parti del prosciutto.

I Migliori Porta Prosciutto

Qual è il miglior porta prosciutto?

Per affettare un prosciutto a mano servono diversi attrezzi: un tagliere, un porta prosciutto crudo per tenere bloccato il pezzo, una coltello a lama lunga sottile e flessibile, un coltello a lama corta e robusta per la pulizia dell’alimento. Il tagliere per prosciutto può essere fatto con spuntoni in acciaio, fissi o a presa girevole, oppure presentarsi come morsa per prosciutto.

È importante che sia stabile perché non scivoli mentre stiamo tagliando il crudo, pertanto il peso della struttura è fondamentale. Inoltre, deve avere dei gommini sulla base in legno in modo tale da evitare che scivoli sulla superficie di appoggio.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori porta prosciutto:

1. Porta Prosciutto a morsa Elite Inox Buarfe Nero Jamonprive – Il migliore per i professionisti della ristorazione

È un porta prosciutto fabbricato in Spagna con base in polietilene PE-500 nero e accessori in acciaio inossidabile AISI-304 . Si tratta di uno dei modelli più completi sul mercato: con un facile movimento del magnete inferiore è possibile collocare il prosciutto nella posizione desiderata, sia verticale che orizzontale.

Ha un’estremità capovolgibile con morse girevoli che permette di girare il prosciutto senza necessità di spostare il pezzo. Inoltre, la parte inferiore include un sistema a spuntoni girevoli che si adattano a qualsiasi forma del prosciutto.

  • È un modello completo di tutto
  • Si può collocare il prosciutto in orizzontale o in verticale
  • Gli accessori sono in acciaio inossidabile

2. Portaprosciutto ferro battuto Trader 66834 – Il migliore per aspetto rustico

Ha un design minimalista che colpisce per la cura nei dettagli. Le impugnature in legno lavorato favoriscono una presa salda e sicura, mentre la struttura in ferro battuto conferiscono un’estetica rustica, attinta dalla più autentica salumeria tradizionale. La larghezza della morsa può essere facilmente regolata, adattandosi alle diverse dimensioni del prosciutto.

  • La presa è salda e sicura
  • Ha una morsa regolabile in base alla grandezza della parte da tagliare
  • Si integra armoniosamente in ogni ambiente

3. Porta prosciutto girevole Buarfe Supporto Jabugo Girevole Faggio – Il migliore per taglio orizzontale facile e comodo

Si tratta di un porta prosciutto fabbricato in Spagna e dotato di un’elegante base in legno di faggio. È progettato con supporti blocca prosciutto realizzati in acciaio inossidabile. Grazie al suo sistema di attacco girevole è possibile ruotare la parte in diverse posizioni.Il design permette un taglio orizzontale facile e comodo.

  • È un modello prodotto in Spagna
  • La sua elegante base in legno di faggio dona un tocco di raffinatezza
  • I supporti di bloccaggio sono in acciaio inox

4. Porta prosciutto professionale Don Hierro – Il migliore per coltello incorporato

Completamente realizzato in acciaio inossidabile, è robusto e dall’aspetto gradevole. Si rivela ideale per tagliare tanto il prosciutto iberico quanto il prosciutto italiano. Occupa poco spazio in cucina, è pieghevole e può essere facilmente riposto quando non viene utilizzato.

È anche molto facile da pulire ed è persino lavabile in lavastoviglie. Prodotto in Spagna, viene fornito completo di un coltello da prosciutto di Arcos, che può essere posizionato sulla struttura.

  • Ideale per tagliare ogni tipo di prosciutto
  • La sua struttura è compatta e pieghevole, si ripone in poco spazio
  • È completamente realizzato in acciaio inossidabile

5. Porta Prosciutto Jamonprive Pieghevole Laccato Noce con Gommini Antiscivolo – Il migliore per raffinato design

È un porta prosciutto fabbricato in Spagna con legno di pino insigne cileno di elevata qualità, mentre gli accessori e gli spuntoni sono in acciaio rifinito in cromo lucido.

Il sistema pieghevole fa sì che questo porta prosciutto sia molto pratico. Una volta piegato, può essere messo nella confezione originale. Design esclusivo di Jamonprive.

  • I gommini antiscivolo lo mantengono fisso sul piano di lavoro
  • La struttura pieghevole ne fa una soluzione molto pratica
  • Gli accessori sono in acciaio rifinito in cromo lucido

6. Porta prosciutto Pata Negra Buarfe – Il migliore per struttura massiccia

Interamente prodotto in Spagna, questo robusto porta prosciutto è realizzato con legno di faggio bianco europeo, ottenuto da foreste gestite in modo sostenibile. I raccordi e gli spiedi in acciaio sono tutti cromati.

Il sistema di presa della morsa assicura che sia i prosciutti che le spalle siano tenuti in posizione in modo fermo e sicuro durante il taglio. Il suo design permette di affettare il prosciutto con un angolo di 45° in modo facile e confortevole, rendendolo ideale per le zone con spazi limitati.

  • Garantisce la massima stabilità durante il taglio
  • Offre un piacevole comfort di utilizzo
  • È ideale per affettare in ambienti con spazi limitati

7. Porta Prosciutto Sgabello-M Jamonprive – Il migliore per prezzo interessante

Questo portaprosciutto ha un design minimal, che si presta a integrarsi con qualsiasi stile di arredamento. È fabbricato in legno di pino, robusto ed esteticamente gradevole.

Le dimensioni della base sono pari a 39 x 16 x 1, 8 cm. Si monta in poche mosse e la sua pulizia è facile e veloce.

  • La struttura è in legni di pino
  • Il suo assemblaggio è particolarmente semplice
  • Molto facile da pulire

Come scegliere il miglior porta prosciutto?

porta-prosciutto

Servire in tavola un buon prosciutto presentandolo su un apposito tagliere, ovvero il porta prosciutto, rappresenta una scelta di stile ideale. Non è solo appannaggio dei ristoranti di fascia alta, ma può aiutare distinguerti nelle riunioni di famiglia o ad una festa tra amici. Se affettare un prosciutto è un’arte e richiede maestria, competenze e strumenti adeguati, tuttavia senza un supporto per il prosciutto non è possibile fare un buon taglio.

Esistono moltissimi porta prosciutto sul mercato, ma non sono tutti uguali. Non è sempre facile decidere quale è giusto per te, tanto più se lo acquisti tramite la vendita online. Diventa importante allora prima di decidere tra le diverse proposte, orientarsi sul tipo di tagliere porta prosciutto, a morsa o a spiedini, per affettare indistintamente un tipo italiano come il Parma e il San Daniele o un prosciutto spagnolo come il prosciutto serrano o il rinomato prosciutto Pata negra.

Si consiglia a riguardo di tenere in considerazione le opinioni e le recensioni dei diversi utenti e di valutare la qualità dei materiali in funzione del prezzo.

Quali sono le caratteristiche del porta prosciutto?

Anche se per questo tipo di accessorio esistono articoli a basso prezzo, è bene tenere presente che per avere un articolo massiccio i materiali sono importanti. Perciò è meglio mettere insieme un budget adeguato e spenderlo per acquistare un buon prodotto, piuttosto che pentirsi di avere speso male i propri soldi.

Considerando che le migliori scuole di prosciutto crudo sono quella italiana e quella iberica, molti dei prodotti in vendita sono fabbricati in Spagna.

Vediamo come scegliere il migliore porta prosciutto e quali sono i criteri più importanti da considerare perché una volta mostrato in tavola, faccia bella mostra di sé.

Stabilità

È fondamentale assicurarsi che la base del porta prosciutto non scivoli durante il taglio. Quindi considera il peso come primo criterio importante: se il prosciutto e il supporto insieme pesano già molti chili, la morsa porta prosciutto da sola manterrà il pezzo sempre nella posizione in cui lo hai cominciato a tagliare.

È anche fondamentale che la base del porta prosciutto abbia piedini in gomma antiscivolo, in modo che resti saldamente bloccata nella posizione, evitandoti movimenti imprevisti che potrebbero rovinare il taglio o, peggio, causare un incidente. Le basi migliori sono quelle in legno, come il legno di faggio o il legno di pino, ma non mancano moderni materiali in composito altrettanto validi.

Comfort di taglio

È necessario affettare il prosciutto dalla posizione più comoda, dato che man mano che procedi nei tagli la superficie del pezzo cambia forma: un buon porta prosciutto ti consente una certa facilità d’uso e ti dà la possibilità di stabilire l’angolo di taglio che preferisci, senza dover ogni volta spostare l’intera forma. Inoltre un modello di qualità può essere regolato in altezza, consentendo il sollevamento e l’abbassamento della coscia al livello più comodo. Non tutti i porta prosciutto hanno questa funzione, ma molti esperti la ritengono utile.

Esistono diversi sistemi di fissaggio e ci sono molti strumenti che presentano degli spuntoni o spiedini per tenere fermo il prosciutto; alcuni modelli ne hanno anche due o tre trasversali per favorire una maggiore stabilità.

Tuttavia molti tagliatori professionisti preferiscono optare per taglieri privi di spiedini che penetrano nella carne, in quanto le incisioni provocate dalle punte possano alterarne le qualità organolettiche. Una buona alternativa può essere un porta prosciutto dotato di un sistema di fissaggio a morsa.

Posizionamento e trasporto facilitati

Chi sceglie di acquistare un utensile di questo tipo e taglia spesso il prosciutto, sovente lo lascia installato fisso in cucina invece di spostarlo, per fare bella mostra di sé. Considerando però gli ingombri del prosciutto, questa pratica può occupare molto spazio e alcune persone preferiscono spostarlo in un ambiente diverso per conservarlo o utilizzarlo solo in occasioni speciali.

In questi casi, l’opzione migliore è acquistare un porta prosciutto con bracci ripiegabili e una borsa in dotazione che puoi usare per trasportarlo facilmente e conservarlo in dispensa quando non lo usi.

Materiali

Ovviamente, non tutti hanno le stesse esigenze. Chi taglia il prosciutto solo raramente può acquistare il modello a lui più consono pagandolo meno di quello che può usare un professionista o un amante del prosciutto che affetta il salume ogni giorno.

Se sei un appassionato di prosciutto occasionale, che esponi il tuo porta prosciutto solo in eventi particolari, potresti scegliere di acquistare l’attrezzo più conveniente. Ci sono anche alcuni modelli con parti in plastica di buona qualità che sono molto pratici e sembrano nuovi dopo la pulizia.

Però se tagli molto o spesso, dovrai cercare un porta prosciutto fatto e costruito con materiali che possano durare nel tempo. Cerca i modelli che utilizzano acciaio inossidabile e legno massiccio, in modo da evitare scheggiature, graffi e deterioramento prematuro.

Dimensione della base

Indubbiamente, questo aspetto è legato alla stabilità. In poche parole, un porta prosciutto con una base più ampia tenderà ad essere più stabile di uno con una base di appoggio limitata. Dovresti considerare questo aspetto in relazione alle dimensioni del prosciutto che prevedi di tagliare.

C’è da dire che se consumi questo salume solo occasionalmente, avrai maggiori probabilità di acquistare prosciutti e spalle stagionate più piccoli e quindi di essere meglio servito da un porta prosciutto più piccolo. Se mangi regolarmente il prosciutto o se gestisci un bar o un ristorante, potresti aver bisogno di qualcosa con una base lunga in modo da poterci mettere un prosciutto fino a 12 kg.

Dovresti anche tenere presente che con una base più corta sei costretto ad inclinare di più un prosciutto, in una posizione più verticale che è ritenuta dalla maggior parte dei tagliatori poco consona e pericolosa. La maggior parte dei tagliatori infatti, afferma che la posizione ideale per tagliare il prosciutto è quella in orizzontale e che la base della struttura dovrebbe essere più lunga per adattarla a questa posizione.

Spiedino o morsetto

miglior-porta-prosciutto

La maggior parte dei modelli ha almeno uno spiedino verticale per fissare il prosciutto in posizione, poiché il suo stesso peso aiuta a bloccarlo mentre viene tagliato. Troverai anche modelli con due spiedini o tre punte verticali, specialmente dove c’è anche un morsetto di bloccaggio per il gambetto.

Tuttavia, nonostante la loro popolarità (specie per i tipi di prosciutto spagnoli,) molti tagliatori preferiscono non usare i porta prosciutto con spiedini, perché ritengono che questi accessori favoriscono l’ingresso dell’aria, con il rischio di danneggiare le qualità organolettiche della carne.

Se scegli di non prendere modelli con gli spiedini, assicurati che il porta prosciutto abbia un sistema a morsa e con bloccaggio di alta qualità sul gambetto.

Pulizia

L’igiene è un fattore molto importante da considerare. Il tuo porta prosciutto è un investimento per tutta la vita. Allo scopo di prevenire l’ossidazione delle parti metalliche, tutte gli accessori di metallo dovrebbero essere realizzati in acciaio inossidabile.

Per quanto riguarda la base, sembra ovvio che i materiali plastici sarebbero i più igienici da pulire perché non sono porosi e non assorbono grasso, cosa che tende ad accadere con i supporti in legno. Questo è tuttavia un problema minore che è poco correlato alle prestazioni, dato che anche i legni in questo caso sono generalmente trattati perché la pulizia sia efficace e non rovini il materiale.

Qualunque sia il tipo di base scelta, è importante pulire accuratamente il porta prosciutto ogni volta che si cambia prosciutto, per evitare la crescita di batteri o muffe pericolose.

Prezzo

Il prezzo di un porta prosciutto dipende dai materiali con cui è realizzato e dalla lavorazione. È vero che puoi trovare un modello a poco anche a meno di 30 euro, che però potrebbe non durare a lungo anche se avrà un bell’aspetto.

Il prosciutto è un prodotto di alta qualità ed ha senso investire in una struttura che ti consenta da un lato usarlo a lungo, dall’altro di portarlo in tavola per mostrarlo ai tuoi commensali. Anche se questi articoli sono spesso di produzione artigianale non hanno però un costo proibitivo, anche se sul mercato ci sono molti modelli e può essere difficile decidere quale scegliere.

Conclusioni

Un porta prosciutto sembra a tutti gli effetti uno strumento semplice e in realtà lo è. Tuttavia non è sempre facile trovarne uno che soddisfi completamente le proprie esigenze di taglio.

È evidente che la qualità dei materiali fa la sua parte e quelli in acciaio inossidabile e legno massiccio adatti per i professionisti e per fare bella mostra di sé sono i migliori, ma come abbiamo visto in questo articolo ci sono anche modelli più economici e altrettanto validi per un uso domestico. Tutto sta nel capire che tipo di utilizzo intendi farne.

Per quanto ci riguarda, eravamo alla ricerca di una struttura massiccia, solida e fatta per durare nel tempo. Ecco perché abbiamo scelto il porta prosciutto Pata Negra Buarfe. Prodotto con legno di faggio bianco europeo (che tra l’altro proviene da foreste gestite in modo sostenibile) ha i raccordi e gli spiedi in acciaio cromato. Tiene salda la parte durante il taglio e consente di lavorare in modo confortevole anche in spazi ristretti.

Domande frequenti

🐖1. Per quanto tempo puoi tenere un prosciutto crudo?

Una volta che hai acquistato il tuo prosciutto lo puoi conservare senza tagliarlo per 3 mesi, ma è meglio tenerlo in un cantina non umida su un supporto oppure appenderlo. Una volta che inizi a consumarlo, durerà circa un mese. È meglio tagliarlo regolarmente, anche ogni giorno, per evitare che si secchi e conviene proteggerlo con un pratico copri prosciutto.

🐖2. È necessario refrigerare il prosciutto crudo?

Il prosciutto intero non ha bisogno di essere refrigerato. Lo si deve conservare in un ambiente idoneo o sul porta prosciutto coprendo con un panno la fetta esposta, lontano da una fonte di calore diretta e dalla luce solare. Se acquisti una confezione sigillata sotto vuoto di un pezzo di prosciutto crudo già pulito, la devi conservare in frigorifero.

Lascia un commento