Gli 11 Migliori Zaini Fotografici: Ogni Cosa Al Suo Posto

prezzo-ed-offerte

Il miglior zaino per fotocamera è il compagno di mille avventure di tutti i veri appassionati di fotografia. Coloro che prediligono l’utilizzo di un’apparecchiatura reflex, corredata dei suoi numerosi accessori, hanno bisogno di una borsa che consenta un agile trasporto e che protegga adeguatamente la preziosa attrezzatura.

Chi usa una reflex è alla costante ricerca dei particolari: vuole poter zoomare con obiettivi intercambiabili a diversa focale, usare i migliori filtri per le lenti, fissare il treppiede per pose statiche e creative, fare autoscatti con l’inquadratura più ricercata. È per questo motivo che gli zaini specifici per fotocamera, per loro natura molto pratici e spaziosi, sono diventati un accessorio a dir poco irrinunciabile.

Uno zaino per macchina fotografica che permetta di portare con sé tutta l’attrezzatura, cavalletto compreso, è l’ideale complemento per immortalare i ricordi più belli e per rendere le escursioni al mare, in montagna o in qualunque città d’arte un’occasione veramente gratificante.




Qual è il miglior zaino fotografico?

Gli appassionati del photoshooting che amano trasferirsi da un luogo all’altro con tutta l’attrezzatura fotografica, hanno la necessità di trasportare l’equipaggiamento senza fatica e con adeguata comodità: uno zaino per fotocamera è quindi l’accessorio ideale.

Se è ben progettato è rigido nei punti giusti ed è in grado di distribuire il carico in modo uniforme: solo così il trasporto si rivela agevole, comodo e completamente sicuro.

È l’ideale quando si devono avere a portata di mano più fotocamere, numerosi accessori e anche il treppiede, tenendoli adeguatamente protetti. Dovrà anche consentire di estrarre con facilità tutta l’attrezzatura. E se si ama fare lunghi viaggi, bisogna fare particolare attenzione alle dimensioni: molti modelli possono essere portati in aereo come bagaglio a mano.

La proposta è veramente ampia e completa, dal modello più economico, ma pur sempre pratico e funzionale, a quello top di gamma, che saprà stupire per la sua versatilità.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori zaini fotografici:

1. Zaino fotografico K&F Concept KF13.036

Molto compatto (33,5 x 25 x 14 cm), presenta al suo interno dei cinturini di sicurezza allineati ai divisori: si previene così la caduta delle attrezzature quando si apre lo zaino in verticale. Gli otto divisori sono staccabili per collocare liberamente la fotocamera e i suoi accessori.

Nella configurazione di base iniziale è ideale per accogliere un corpo macchina con teleobiettivo di ripresa completo, otto lenti addizionali o altri accessori come ad esempio caricabatterie, batterie e flash.

Sul lato esterno è possibile posizionare un treppiede, fissandolo con le apposite cinghie. È presente una tasca interna imbottita per contenere un tablet o un laptop fino a 10”, a cui si affiancano delle tasche esterne per smartphone e altri accessori.

È prodotto in nylon, materiale leggero ma impermeabile e resistente all’usura, ed è di colore nero con finiture interne ed esterne arancioni. Il rivestimento interno è molto morbido e ben imbottito. Lo schienale consente un appoggio saldo e confortevole anche se indossato nelle lunghe percorrenze.

Ci piace:
  • Materiale e struttura resistenti
  • Nella tasca esterna vi è una cuffia di protezione per la pioggia
  • Peso dello zaino ben bilanciato, si trasporta bene anche a mano 
Non ci piace:
  • Manca una tasca di estrazione veloce della fotocamera

2. Zaino fotografico AmazonBasics

Il miglior rapporto qualità/prezzo
Ha un prezzo accessibile e grazie al suo ampio spazio interno (25,4 x 12,7 x 37,4 cm) riesce a contenere due fotocamere, 3-4 obiettivi di piccole dimensioni e vari accessori.

L’interno, ben imbottito, dispone di nove scomparti per riporre e proteggere l’attrezzatura. Ci sono anche dei divisori in velcro che permettono di aggiungere e togliere gli scomparti in base alle necessità.

Le imbottiture esterne rendono questo zaino confortevole da indossare, anche quando contiene l’intero equipaggiamento; gli spallacci sono disegnati per distribuire bene il peso, mentre le cinghie al petto e in vita danno stabilità durante gli spostamenti.

Il poliestere/nylon usato per rivestire la superficie esterna è molto resistente e protegge le apparecchiature da agenti atmosferici. Il treppiede può essere comodamente alloggiato su un lato esterno e tenuto fermo mediante strap in velcro.

Completano la dotazione taschini laterali di buona capacità (ideali per cavetteria) chiusi con velcro e tre tasche con cerniera. Nella tasca esterna può essere riposto un tablet da 10” e in quella interna trova posto un piccolo notebook.

Ci piace:
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Buona capienza
  • Divisori staccabili per distribuire gli spazi a piacere 
Non ci piace:
  • Base poco imbottita e non gommata

3. Zaino fotografico Dura Gadget

Il più economico
Zaino di piccole dimensioni (31 x 25 x 10,5 cm) dotato di divisori regolabili in velcro. Nella configurazione base iniziale ha sei scomparti: il più grande è ideale per collocare un corpo macchina con teleobiettivo di ripresa completo, gli altri accolgono agevolmente obiettivi addizionali o altri accessori.

È presente una tasca interna a rete elastica dove è possibile riporre altro materiale come manuali, libri o un piccolo tablet. Ampie tasche esterne con zip possono contenere altri accessori e oggetti personali. Il treppiede può essere fissato esternamente a un lato mediante cinghie regolabili.

Il rivestimento esterno è in materiale sintetico di colore nero, leggero e resistente ma non impermeabile; il rivestimento interno è ben imbottito a garanzia della massima protezione. Gli spallacci sono comodi e adeguatamente imbottiti, regolabili in lunghezza. In dotazione è inclusa una custodia impermeabile per la pioggia.

 

Ci piace:
  • Ampio spazio interno suddivisibile e personalizzabile a piacimento
  • Prezzo molto competitivo
  • Comodo da portare in spalla
Non ci piace:
  • Separatori non troppo rigidi

4. Zaino fotografico Mantona Azurit

È progettato con un sistema di trasporto innovativo che consente un accesso rapido alla fotocamera. Può accogliere una digitale con teleobiettivo pronto per la ripresa e numerosi obiettivi, lenti, flash e accessori di ogni genere.

Ha una dimensione interna di 35 x 26 x 11 cm e consente di ripartire gli spazi secondo le esigenze. Comodi velcri garantiscono stabilità e rigidità ai comparti. Il materiale strutturale è in tessuto misto di poliestere, in colore nero, di ottima fattura generale con cuciture e cinghie resistenti.

La protezione della fotocamera e dei suoi accessori è garantita da imbottiture in gommapiuma in grado di assorbire gli urti. Lo schienale è in tessuto traspirante e le imbottiture – comprese quelle degli spallacci – sono in morbida schiuma. Gli spallacci sono dotati di cinghie pettorali e ventrali con agganci rapidi per garantire massima portabilità e comodità, anche se il peso del contenuto è rilevante.

Nelle due tasche laterali è possibile trasportare bottiglie, smartphone e ogni effetto di personale; il treppiede può essere comodamente fissato all’esterno, su uno dei due lati dello zaino. Sulla parte frontale vi sono altre due tasche con cerniera, dove è possibile riporre tablet, piccoli notebook e blocknotes A4.

Ci piace:
  • Rapporto qualità/prezzo veramente ottimo
  • Molto robusto e ben fatto
  • Buona stabilità 
Non ci piace:
  • Non è impermeabile

5. Zaino fotografico USA Gear

Il migliore

È uno zaino ergonomico che si presta anche a un impiego professionale. Da una tasca laterale si può accedere alla fotocamera digitale con obiettivo montato, senza dover aprire tutta la sacca.

Costruito con un fondo rinforzato, può essere portato in vari modi: monospalla e imbracato in diagonale con cinghia regolabile o indossato come uno zaino con girovita regolabile e cinghie di sicurezza pettorali; oppure si può anche posizionare sul petto come una tracolla fissando il girovita per una migliore distribuzione dei pesi.

L’interno è costruito con una struttura in nylon resistente ai graffi che mantiene il dispositivo e gli accessori ben protetti. L’esterno è in nylon e non teme le intemperie e gli urti. E se il tempo volge al brutto, ecco pronta una cover per la pioggia che protegge l’intero equipaggiamento.

Tantissimo è lo spazio a disposizione, con otto tasche per accessori e un divisore personalizzabile in velcro progettato per qualunque esigenza. Le dimensioni sono particolarmente generose: 45,7 x 30,5 x 20,3 mm.

Il vano in cui sono alloggiate fotocamera e accessori si apre sul davanti in modo molto comodo, essendo la bandella fissata sul lato e non sul fondo (come nella maggior parte degli zaini); la bandella ha due tasche interne per conservare schede di memoria, cavi e altro.

Sul fondo ha un’ampia tasca disegnata apposta per i portatili di grandi dimensioni, sono presenti tasche su entrambi i lati e anche degli strap per attaccare altri strumenti come mini-treppiedi o custodie per fotocamere. Ha anche uno slot a maniglia che consente di portarlo come una borsa da viaggio.

Ci piace:
  • Molto capiente e comodo da indossare
  • Perfetto anche per un utilizzo professionale
  • Tre anni di garanzia
Non ci piace:
  • Organizzazione degli spazi migliorabile

6. Koolertron

Con il suo aspetto retrò che farebbe invidia a Indiana Jones, questo zaino è molto pratico da portare ovunque. E, visto il suo look, nessun malintenzionato può immaginare quale sia in realtà il suo prezioso contenuto.

Vi trova facilmente posto una reflex con ottica standard, con grandangolo e teleobiettivo, insieme a numerosi accessori da posizionare nelle tasche esterne. E rimane ancora posto per inserire, ad esempio, un binocolo.

Lo spazio interno è suddiviso in due vani, quello inferiore è chiuso con un velcro. Particolarmente comoda la copertura impermeabile, che garantisce una protezione totale in caso di maltempo.

Rifinito in ogni dettaglio, è realizzato in tela di puro cotone e ha delle cuciture robuste e antistrappo. La chiusura avviene tramite cinghie. La dimensione esterna è di 45 x 30 x 20 cm.

Ci piace:
  • Tessuto robusto e antistrappo
  • Design molto discreto, che cela il prezioso contenuto
  • Protezione antipioggia
Non ci piace:
  • Un po’ grande

7. Riva Case

Ha uno design discreto e nello stesso tempo elegante, che si fa apprezzare anche nei più piccoli dettagli. Ed è grande quanto basta per contenere un intero equipaggiamento senza essere sovradimensionato: le sue misure esterne sono 33 x 12,5 x 26,5 cm, quelle interne 30 x 23 x 11 cm e il peso è di 540 grammi.

Rifinito con cura, favorisce un’organizzazione dello spazio versatile e funzionale, consentendo di alloggiare un equipaggiamento completo. Il morbido rivestimento interno a prova di urti protegge l’apparecchio e la sua dotazione durante il trasporto. In particolare il divisorio regolabile e imbottito consente di personalizzare il vano della fotocamera. Gli scomparti sono richiudibili con il velcro.

È compatibile con la maggior parte delle macchine reflex, ed è studiato per contenere la fotocamera con obiettivi annessi e 1 o 2 obiettivi addizionali, insieme a tutti gli accessori. Sono presenti quattro tasche, due interne e due esterne, insieme a un sistema di fissaggio per il treppiede.

Resistente alla pioggia, ha una maniglia imbottita e comoda; le sue spalline con bande assicurano il massimo comfort anche durante il viaggio più lungo. Si richiude con una doppia cerniera per consentire un accesso facile e rapido.

Ci piace:
  • Ci sta proprio tutto
  • Ben rifinito ed esteticamente piacevole
  • Non teme la pioggia
Non ci piace:
  • Può essere agganciato solo un treppiede di ridotte dimensioni

8. Zaino fotografico Manfrotto

Fra i punti di forza di questo zaino vi è senza dubbio la versatilità. Innanzitutto, può essere utilizzato come zaino oppure come monospalla, anche per mancini. Offre inoltre la massima libertà di organizzare lo spazio interno attraverso i pratici divisori.

È in grado di contenere, ad esempio, una reflex con obiettivo montato, tre obiettivi aggiuntivi, un flash ed eventuali accessori come caricabatterie, cavi e schede di memoria. E, ancora, un tablet da 11” da collocare nell’apposito vano imbottito, oltre ai vari effetti personali. Dispone inoltre della connessione opzionale per attaccare esternamente un treppiedi.

Idrorepellente, ha un rivestimento speciale applicato al tessuto che lo mantiene resistente all’umidità. La copertura antipioggia inclusa lo protegge dagli agenti atmosferici avversi. È trasportabile come bagaglio a mano in aereo, misura infatti 25 x 25 x 43 cm e pesa un chilogrammo. 

Ci piace:
  • Lo zaino si trasforma in monospalla, anche per mancini
  • Suddivisione interna altamente customizzabile
  • Ha una pratica copertura antipioggia 
Non ci piace:
  • Non c’è una tasca a reticella esterna

9. Lowepro

È molto robusto, resiste alle abrasioni e, nello stesso tempo, è decisamente maneggevole. Oltre ad essere idrorepellenti, i materiali con cui è realizzato (210D nylon e poliestere 600D) lo rendono idoneo a un utilizzo intensivo quotidiano, garantendo un’adeguata protezione a tutta l’attrezzatura. Tutto questo, in dimensioni compatte: 40 x 28 x 41 cm.

Il suo evoluto design offre la possibilità di ripartire lo spazio interno in base alle singole esigenze. Sono presenti molteplici divisori imbottiti (removibili), per riporre i vari oggetti in modo razionale e ben protetto. L’esclusivo pannello UltraFlex posto nel vano principale può essere all’occorrenza ripiegato verso il basso, consentendo di creare più spazio.

Ma non è solo l’equipaggiamento fotografico a viaggiare in totale sicurezza. È infatti prevista una speciale protezione che permette di alloggiare un tablet da 10″ nell’apposito scomparto CradleFit. È montato sopra lo strato inferiore dello zaino e protegge quindi l’hardware dagli urti provenienti dal basso.

La capiente tasca esterna richiudibile con cerniera può contenere tutto ciò che serve avere in ogni momento a portata di mano.

Ci piace:
  • Assolutamente capiente
  • Possibilità di suddividere lo spazio interno in base alle esigenze
  • Impermeabile
Non ci piace:
  • Non è previsto l’aggancio per il treppiede

10. Cullmann Panama

Piccolo, discreto ma capiente, consente di collocare agevolmente tutto ciò che serve al fotografo amatoriale. Le dimensioni particolarmente contenute (22 x 12,5 x 30 cm, peso 499 grammi), lo rendono adatto anche al trasporto in aereo, senza dare troppo nell’occhio.

L’interno è morbido e favorisce un comodo alloggiamento della fotocamera con i relativi accessori. All’esterno, su entrambi i lati, sono previste due tasche in maglia, in cui è possibile collocare una bottiglia d’acqua o uno snack. Il treppiede può invece essere fissato, sempre lateralmente, utilizzando l’apposita cinghia.

Per offrire il massimo comfort, è imbottito proprio dove serve, vale a dire nello schienale e nell’impugnatura. La tracolla regolabile permette di posizionarlo in base alla propria altezza. Idrorepellente, può essere utilizzato con qualsiasi condizione atmosferica.

Ci piace:
  • Decisamente compatto
  • Trova posto un equipaggiamento di base completo
  • C’è anche l’alloggiamento per il treppiede (e la bottiglia d’acqua) 
Non ci piace:
  • Non è prevista una copertura anti-pioggia

11. Case Logic

Offerta
Case Logic  SLR Camera Sling
67 Voto

Con una semplice mossa, consente di avere tutto sotto mano. Dall’apposito scomparto laterale si estrae infatti la macchina fotografica e gli accessori senza dover di sfilare lo zaino. L’apertura si mantiene verso l’alto, senza il rischio di provocare la fuoriuscita degli oggetti contenuti.

Grazie al suo sistema di divisori regolabili, si possono organizzare gli spazi in base alle più diverse esigenze, collocando in modo razionale gli obiettivi aggiuntivi, i flash e ogni tipo di dispositivo. Il peso, in questo modo, risulta sempre correttamente distribuito, facilitando il trasporto.

A tale proposito si segnala che il lato posteriore è accuratamente imbottito, rivelandosi molto confortevole anche nelle lunghe percorrenze. È inoltre presente una fascia per consentire il fissaggio laterale.

Nello zaino trova facilmente posto una fotocamera reflex (anche con obiettivo montato) insieme a due ulteriori ottiche. Sono previste numerose tasche appositamente studiate per accogliere oggetti delle più diverse dimensioni.

In particolare, sul lato posteriore vi sono due alloggiamenti, uno è ideale per collocare documenti o fogli per gli appunti, e l’altro è imbottito per trasportare nella massima sicurezza dispositivi elettronici come tablet o e-reader. Se si dispone di un piccolo cavalletto, lo si può inserire nell’alloggiamento laterale.

Ogni oggetto viene mantenuto saldamente fissato attraverso un sistema di cinghie, riavvolgibili in caso di non utilizzo. Inoltre, per proteggere lo zaino e il suo prezioso contenuto dalle intemperie, è presente una speciale copertura a prova di pioggia, alloggiata in un apposito sacco salva-spazio.

Il monospalla ha una dimensione di 25,5 x 22 x 43 cm e pesa 386 grammi.

Ci piace:
  • Si può estrarre la fotocamera senza sfilare lo zaino
  • Molto pratica la copertura antipioggia
  • Lo schienale è ben imbottito
Non ci piace:
  • Se viene indossato per molte ore, può accaldare un po’ la schiena

La scelta giusta

Considerando la grande varietà di prodotti disponibili, è importante focalizzare l’attenzione sui diversi fattori che possono rivelarsi determinanti nella scelta finale.

Uno zaino in genere offre un maggiore comfort rispetto a una borsa a tracolla. È comodo da indossare, perché protegge la schiena con i suoi cuscinetti, e consente di distribuire correttamente il peso su entrambe le spalle.

In base agli accessori di cui è equipaggiata la macchina, bisogna prendere in considerazione la capacità di carico (in genere espressa in litri), la qualità dei materiali (impermeabilità o dotazione di un cappuccio protettivo), numero di tasche imbottite e non imbottite. Da valutare anche la possibilità di inserire un notebook o un tablet in cui riversare le foto appena scattate e magari elaborarle immediatamente.

Non da ultimo va considerata la robustezza, la tenuta e l’usura nel tempo perché non c’è niente di peggio di trovare una cerniera che non tiene o una cucitura che si sfilaccia perché non resiste al peso dell’accessorio, con il rischio di far cadere tutta l’attrezzatura.




Lascia un commento