I 7 Migliori Binocoli per Osservare il Mondo da Lontano

C’è un oggetto che viene spesso sottovalutato per motivi pratici ed economici. Parliamo del miglior binocolo, uno strumento che per i bambini può essere un gioco per scoprire il mondo nascosto, mentre per gli adulti si rivela uno strumento di osservazione per lavoro e svago.

Tuttavia scegliere quello adatto alle proprie esigenze non è una cosa semplice, perché in considerazione del suo utilizzo immediato e della moltitudine di modelli che si trovano in commercio è importante focalizzare l’attenzione su alcuni fattori di primaria importanza.
Con un buon binocolo puoi osservare la natura da lontano mentre fai trekking in montagna, puoi guardare le stelle o vivere uno spettacolo teatrale o un concerto  come se fossi sempre in prima fila.

I Migliori Binocoli

Qual è il miglior binocolo?

Scegliere un buon binocolo non è facile e a volte capita che il primo acquisto si riveli sbagliato. Del resto, è importante considerare tre aspetti tecnici fondamentali di cui non sempre si ha la perfetta conoscenza: gli ingrandimenti della lente, la regolazione e, non da ultimo, il peso.

L’ingrandimento è la funzionalità che aumenta le dimensioni dell’oggetto osservato da lontano. Maggiore è l’ingrandimento, migliore è la visibilità. La regolazione offre un’immagine più precisa e più nitida.

Questo sistema ti permette di impostare la messa a fuoco da vicino e da lontano.
Il peso infine gioca un ruolo fondamentale quando devi portare in giro il tuo strumento: tieni presente che un maggior ingrandimento influisce sul peso totale del binocolo.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori binocoli:

1. Steiner Safari Binocolo UltraSharp – Il migliore per nitidezza sorprendente

Contraddistinto da un design leggero e da uno stile contemporaneo, offre comfort e semplicità  di ogni utilizzo per cogliere i dettagli di ogni attività all’aria aperta. La chiarezza dell’immagine e la robustezza comprovata sul campo assicurano le massime prestazioni dell’ottica ad alto contrasto.

Quest’ultima sorprende per i colori naturali e l’elevata nitidezza. Permette di osservare così da vicino allo stesso modo di un binocolo molto più grande.

Caratteristiche chiave:

L’ottica ad alto contrasto offre un alto livello di dettaglio e colori naturali

Consente di osservare molto da vicini

La sua struttura è leggere e maneggevole

Specifiche:

Marchio: Steiner

Ingrandimento: 10x

2. Olympus WP II Binocolo Amatoriale

Il corpo riempito di azoto gassoso fornisce protezione da acqua, umidità e sporco, rendendolo impermeabile. I prismi High Index Bak-4 assicurano immagini luminose. È indicato in particolare agli appassionati di outdoor che amano osservare il paesaggio durante le attività come trekking, escursioni e nautica. La confezione include anche la custodia, la cinghia per portare il binocolo a tracolla e i tappi di protezione.

Caratteristiche chiave:

Grazie ai suoi prismi le immagini sono luminose

Viene fornito completo di accessori

Ideale per il trekking e la natica

Specifiche:

Marchio: Olympus

Ingrandimento: 8x

3. Bnise Binocolo Professionale – Il migliore per condivisione social

Particolarmente compatto, offre un ampio campo visuale ed è appositamente progettato per attività all’aperto come ad esempio alpinismo, escursionismo, caccia, osservazione della fauna selvatica e dei paesaggi.

Parti ottiche sono di alta qualità: l’obiettivo in pellicola di 42 mm completamente multistrato e l’oculare da 18 mm garantiscono un componente ottico essenziale.

La struttura è resistente con rivestimento in gomma. L’involucro antiurto in gomma assorbe le vibrazioni fornendo una presa salda che garantisce la massima protezione. Fra gli accessori in dotazione c’è un adattatore per lo smartphone, che garantisce l’allineamento rapido.

Caratteristiche chiave:

La robusta struttura è rivestita in gomma antiscivolo

Il campo visivo è particolarmente ampio

Le sue componenti ottiche sono di elevata qualità

Specifiche:

Marchio: Bnise

Ingrandimento: 10x

4. Bnise Binocolo professionale

Equipaggiato con prismi BAK-4 e un grande obiettivo da 42 millimetri offre dettagli chiari, una risoluzione elevata e colori  ben definiti.

Ha una struttura compatta che si fa apprezzare anche per la sua leggerezza (solo 0,65 kg), rivelandosi ideale per sessioni di osservazione prolungate, oltre che da portare nello zaino. La sua dotazione include due copriobiettivi, due tappi oculari, una custodia morbida e una tracolla.

Caratteristiche chiave:

La resa dei colori è ben definita

Molto leggero, è adatto a un utilizzo prolungato

Viene fornito completo di accessori

Specifiche:

Marchio: Bnise

Ingrandimento: 10x

5. Bfull Binocolo – Il migliore per possibilità di montaggio sul treppiedi

Si può montare su un treppiedi, rivelandosi molto comodo per lunghe osservazioni. Dispone di una ghiera centrale per la gestione della messa a fuoco, cosicché tu ti possa focalizzare su soggetti diversi posti alla stessa distanza.

Si rivela indicato per birdwatching, esplorazioni o per godere meglio di uno spettacolo sportivo o di un concerto. È impermeabile e viene fornito completo di un cinturino e di una borsa.

Caratteristiche chiave:

È comodo da utilizzare durante le lunghe osservazioni

Non teme l’umidità

La custodia in dotazione consente di proteggerlo durante il trasporto

Specifiche:

Marchio: Bfull

Ingrandimento: 12x

6. Apeman Binocolo – Il migliore per ultracompatto

Il suo mini formato lo rende tascabile, compatto e leggero per adulti, ragazzi e bambini. L’ottica con trattamento multistrato completo garantisce la migliore trasmissione della luce, e inoltre fornisce un buon controllo ottico di riflessione per ottenere immagini nitide e colorate. La messa a fuoco si rivela molto facile. Il corpo resistente con rivestimento in gomma è resistente agli urti e anti-scivolo, per offrire una presa salda. La sua dotazione include custodia, cinghia, panno per la pulizia e copri lenti.

Caratteristiche chiave:

Ha un formato tascabile che ne facilita il trasporto

Il rivestimento protettivo in gomma rende efficace la presa

È adatto per adulti e bambini

Specifiche:

Marchio: Apeman

Ingrandimento: 12x

7. Gyvazla Binocolo amatoriale – Il migliore per prezzo interessante

Proposto a un prezzo altamente competitivo, ha un obiettivo da 21 mm, mentre il diametro dell’oculare è di 15 mm. L’ottica completamente rivestita favorisce una maggiore luminosità, consentendo di effettuare l’osservazione anche in condizioni di scarsa luce . È adatto anche per i bambini. Si compatta facilmente per essere riposto nella sua custodia e traportato in tasca o in borsa. Rivestito in gomma si tiene facilmente in mano senza il rischio che scivoli.

Caratteristiche chiave:

Può essere utilizzato anche in condizioni di luce scarsa

Le sue dimensioni compatte consentono di portarlo anche in tasca

È completo di custodia

Specifiche:

Marchio: Gyvazla

Ingrandimento: 8x

Come scegliere il miglior binocolo?

binocolo

Un binocolo è lo strumento ideale quando si vogliono osservare oggetti lontani come se fossero a pochi passi da noi, effettuando un ingrandimento che consente di cogliere anche il più piccolo dettaglio. Nella scelta di un binocolo bisogna tenere in considerazione una serie di caratteristiche tecniche che risultano oscure a chi si affaccia per la prima volta sul vasto mondo delle apparecchiature ottiche.

La domanda fondamentale da porsi è sapere a che cosa ti serve un binocolo, se può andare bene un binocolo compatto o se hai necessità di un binocolo professionale. La risposta ti consente di determinare la combinazione di ingrandimenti e diametro dell’obiettivo e anche la dimensione e il peso: sarà così possibile determinare con facilità il modello che fa per te.

Durante l’escursionismo, una passeggiata o a caccia, il binocolo diventa pesante e ingombrante all’interno dello zaino o intorno al collo: per questo trovare il giusto equilibrio tra ottiche di alta qualità e il peso del corpo del binocolo durante le escursioni  può essere una vera sfida.

Da un lato, il miglior binocolo ha obiettivi molto grandi e di alta qualità che a volte possono essere delicati. Dall’altro, il tuo equipaggiamento deve essere resistente e leggero per affrontare con disinvoltura anche le sfide all’aperto più impegnative. Queste sono le difficoltà che ogni escursionista, osservatore di uccelli e viaggiatori devono affrontare quando scelgono il miglior binocolo compatto.

Comprendere i dati tecnici delle lenti binoculari, quali tipi di binocoli sono disponibili e in che modo ciò influisce sulla tua attrezzatura da trekking è fondamentale per prendere la decisione migliore nell’acquisto.
Diamo un’occhiata ai criteri che ti aiuteranno a farti un’opinione per decidere quale scegliere tra i binocoli compatti adatti alle tue esigenze.

Dimensionamento binoculare

In generale, ci sono tre dimensioni principali per il binocolo:
• dimensione intera (ad esempio 8 × 42)
• dimensione media (ad esempio 7 × 35)
• compatta (ad esempio 8 × 25)
I binocoli di medie e grandi dimensioni non sono la soluzione ideale da portare con sé  nella maggior parte delle escursioni, dal momento che sono ingombranti, pesanti e spesso delicati.

Il modello compatto si distingue per il fatto che offre una buona visione ravvicinata e dettagliata in una struttura dal formato ridotto. I suoi principali limiti sono la mancanza di funzionalità e il minor  comfort durante l’uso prolungato, che tuttavia si compensano di gran lunga con la dimensione e il peso dello strumento, che per questo risulta essere più maneggevole.

Potenza nominale di ingrandimento

Tutti i binocoli con zoom sono classificati con due numeri separati da una “x”. Ad esempio, se dai un’occhiata alle caratteristiche tecniche dello strumento puoi trovare la dicitura “8 × 25”. Non allarmarti: queste cifre in realtà sono più facili da decifrare di quanto si pensi.

Il primo numero rappresenta il potere d’ingrandimento complessivo. Nell’esempio appena citato, quindi, lo strumento ha un potere di ingrandimento di 8 volte.

Il secondo numero rappresenta il diametro dell’obiettivo (esterno) espresso in millimetri. Il binocolo preso in esame ha quindi un obiettivo di 25 mm di diametro. Tuttavia, il diametro dell’obiettivo è un fattore molto più critico di quanto si possa pensare inizialmente. Gli obiettivi più grandi sono in grado di raccogliere più facilmente maggiori  quantità di luce.

Ciò significa poter beneficiare di una visione più luminosa, più nitida e più vera dell’oggetto che si sta osservando, specialmente in condizioni di scarsa luminosità come alle prime ore del mattino e al tramonto.

Campo visivo

Nella maggior parte delle schede tecniche dei binocoli viene specificato un campo visivo. Tale dato viene sempre espresso in rapporto a mille metri. Ad esempio 56m/1000m,  significa che ad una distanza di mille metri si vede un campo di 56 metri. Questo a volte può essere espresso in modo diverso (in gradi), ma di solito i produttori seguono il primo standard.

Un campo visivo più ampio è ideale per il binocolo birdwatching e quando si desiderano osservare gli animali in movimento. Un campo visivo ristretto è in genere migliore per la visualizzazione di oggetti fissi con dettagli elevati.

Sfortunatamente, questo aspetto è sempre un compromesso. Il campo visivo ristretto è più nitido ma è più difficile trovare obiettivi adatti. Il campo visivo più ampio è meno focalizzato ma più idoneo a visualizzare i panorami ampi.

Rivestimenti per lenti

Oggi molti produttori di binocoli utilizzano obiettivi con rivestimento multistrato. Cosa significa questo? Al fine di massimizzare la quantità di luce che passa attraverso ciascuna lente, viene applicato uno speciale rivestimento per ridurre la riflessione.

Riducendo la quantità di luce che si riflette su ogni obiettivo del binocolo, è possibile beneficiare di un’immagine più chiara e luminosa.

Impermeabilizzazione

Durante l’escursionismo e le passeggiate con lo zaino in spalla, l’umidità rappresenta un problema serio. Soprattutto durante le giornate autunnali, capita di tornare a casa con tutti gli oggetti ricoperti di goccioline infinitesimali. Per questo motivo, ti consigliamo di assicurarti che il tuo binocolo sia progettato con una costruzione impermeabile.

Questo parametro è indicato come uno standard IPX e segue un criterio di classificazione universalmente riconosciuto. La sigla IPX0 significa che l’apparecchiatura non è affatto impermeabile, mentre se trovi indicato IPX8 vuol dire che puoi immergere la tua attrezzatura in un massimo di 1 metro circa di acqua.
Ci sono considerazioni da fare  per questi numeri ma in generale per gli usi più comuni durante le escursioni è sufficiente disporre di un binocolo con protezione IPX4+.

Chiarezza

Conchiarezza” viene definita la quantità di dettagli che si possono vedere attraverso gli obiettivi. Gli strumenti ad alta trasmissione forniscono immagini chiare e brillanti, mentre i prodotti economici appaiono offuscati e scuri. Il fattore determinante è quanta luce viene “inghiottita” dalle lenti e quindi non arriva all’occhio dell’osservatore.

Luminosità

Immagini più luminose rendono i colori più vivaci, dettagli migliori e affaticano meno gli occhi. I test di luminosità vengono eseguiti mettendo a confronto le immagini di ciascuna coppia tubolare che compone il binocolo, fianco a fianco: a luce intensa di mezzogiorno, condizioni di cielo coperto e illuminazione di prima dell’alba / tardo crepuscolo. In generale, maggiore è l’ottica dell’obiettivo, più luminosa sarà l’immagine.

Comfort

C’è un adagio che afferma che “il miglior binocolo è quello che usi”. Se il tuo strumenti non si rivela comodo da tenere in mano, da trasportare nello zaino e da utilizzare, non lo userai. Dettagli costruttivi come i rivestimenti gommati sulle canne, le rientranze per mani e pollici, un ponte aperto, una distanza interpupillare confortevole, cinturini imbottiti, oculari regolabili, peso, dimensioni e protezioni per gli occhi possono influire sul comfort di un binocolo.

Tutti questi aspetti sono molto soggettive e differiscono da individuo a individuo. Basta pensare, ad esempio, che non tutti gli occhi delle persone sono distanti allo stesso modo, quindi ci si può sentire a proprio agio con una distanza interpupillare leggermente diversa. Il livello di comfort per gli occhi può essere una fonte di notevole preoccupazione per coloro che portano gli occhiali da vista, mentre si rivela assolutamente irrilevante per altri.

Qualità costruttiva

Quando si tratta di qualità costruttiva, in genere la maggior parte dei modelli rientra in una gamma da buona a eccellente. Non è quindi un parametro da valutare con troppa attenzione. Al limite, accertati che il modello che stai per scegliere abbia delle lenti antigraffio e, se occorre, che siano state sottoposte a un trattamento antiriflesso.

Le cerniere e le parti mobili possono essere un po’ più robuste su alcuni modelli rispetto ad altri, e alcuni rivestimenti in gomma possono rivelarsi un po’ più aderenti e più durevoli di altri. In generale vale il concetto che “si ottiene quello per cui paghi” e i modelli più costosi sono in linea di massima meglio costruiti rispetto a quelli più economici.

Tuttavia, le differenze sono abbastanza lievi e non si può considerare la qualità costruttiva da sola come un motivo per non acquistare sul mercato un binocolo più economico e a basso prezzo.

Facilità di regolazione

La capacità di focalizzare rapidamente e accuratamente un oggetto può fare la differenza tra riuscire a vedere un raro volatile o sentirne parlare. Riesci a mantenere una messa a fuoco accurata o devi compensare continuamente la diottria per non avere un’immagine sfocata?

Per la valutazione del fattore di facilità di regolazione, occorre esaminare i seguenti elementi: quanto velocemente si può mettere a fuoco da uno spettro all’altro, quanto più è facile concentrarsi su un oggetto per ottenere il massimo dettaglio e quanto risulta facile regolare la diottria e fare il blocco diottrico.

Non dimenticare di valutare anche la regolazione della distanza interpupillare. Tuttavia fatta eccezione per la diottria di bloccaggio, i criteri sono spesso soggettivi e si basano esclusivamente sulle opinioni dei diversi tester.

Messa a fuoco ravvicinata

La messa a fuoco ravvicinata si riferisce alla distanza più vicina alla quale un binocolo può chiaramente concentrarsi su un oggetto. Questa è una considerazione meno importante poiché anche i binocoli di basso costo hanno una distanza di messa a fuoco ridotta di circa 5 metri e la stragrande maggioranza delle cose che vorrai osservare sarà più lontana.

Tuttavia, una gamma di messa a fuoco più stretta ti consente di vedere un dettaglio maggiore. Ad esempio, una gamma di messa a fuoco più ravvicinata ti permette di osservare in modo incredibilmente dettagliato una farfalla che si è posata su un fiore proprio di fronte a te. La migliore distanza di messa a fuoco ravvicinata che puoi trovare è di 1,5 metri, il che significa che la maggior parte dei modelli è in grado di visualizzare con un dettaglio soddisfacente un insetto che si è posato sul piede.

Domande frequenti sui binocoli

Qual è il miglior ingrandimento per un binocolo?

Se vuoi solo un binocolo per uso generale, piuttosto che per un hobby specifico, i binocoli con ingrandimento da 7x a 10x sono i migliori. Questi ti daranno un ingrandimento adeguato per la maggior parte delle attività e non saranno destabilizzati se la tua mano trema leggermente. Il binocolo è indicato con 2 numeri, come 7 x 35 o 10 x 50. 

Cosa significano i numeri sul binocolo?

Il binocolo è spesso specificato da un insieme di numeri come 7 × 35 o 8 × 40. Il primo numero indica l’intensità dell’ingrandimento (quante volte è più vicino il soggetto a te: 5 volte più vicino, 7 volte più vicino, 10 volte più vicino) e il secondo numero è la dimensione dell’obiettivo misurata in millimetri.

Quest’ultimo parametro indica la quantità di luce che il binocolo può ottenere per una visione efficace. Più alto è il numero, più grande è l’obiettivo: permette infatti a più luce di attraversarlo, proiettando così un’immagine più luminosa e ottimizzando l’esperienza visiva. Tieni però presente che il binocolo con obiettivi più piccoli è più compatto e più facile da portare nello zaino. 

Il binocolo 10×42 è migliore di 8×42?

L’ingrandimento ha in genere un scarso effetto sulla dimensione della maggior parte dei binocoli. Ad esempio, un modello 8×42 è più grande di un 8×28, ma un 8×42 può avere dimensioni molto simili a un 10×42 della stessa serie. 

Qual è il binocolo migliore, il 10×50 o il 10×42?

I 10×42 hanno una pupilla di uscita di 4,2 mm. Quindi, il 10×50 sarà più luminoso, specialmente in condizioni di luce più fioca. Costerà anche di più perché l’obiettivo anteriore è più grande, essendo cioè di 50 mm. I modelli 10×42 sono anche più popolari e si rivelano meno costosi.

Qual è la differenza tra il binocolo 10×50 e 12×50?

Gli obiettivi 10×50 e 12×50 hanno entrambi un diametro di 50 millimetri. Le lenti più grandi lasciano entrare più luce, il che ti consente di vedere meglio anche in condizioni di scarsa illuminazione. Le lenti più piccole sono migliori se nello zaino dovrai portare molte altre cose perché ovviamente sono meno ingombranti e pesanti. Sono anche la soluzione migliore se devi tenere fermo il binocolo senza far forza sulle braccia. 

Quanto costa un buon binocolo?

Quando si tratta di budget, la domanda che sorge spontanea è sempre: binocolo quale scegliere? Un modello dal prezzo medio può costare all’incirca 200 euro. Quelli meno professionali però possono essere acquistati anche per un prezzo inferiore, sotto i 100 euro e anche molto meno. I prodotti professionali possono tranquillamente superare i 300 euro. Non sempre però a un prezzo elevato corrisponde un binocolo di eccellenti prestazioni.

A quanti chilometri di distanza si può vedere con il binocolo?

Un binocolo aggiunge prospettiva e percezione della profondità alla vista, però se si vuole  ottenere degli ingrandimenti molto più elevati, sarebbe meglio optare un cannocchiale. I cannocchiali offrono generalmente ingrandimenti da 20x a 60x, che si possono regolare con l’aiuto di un oculare zoom. Ovviamente in questo caso è necessario disporre anche di un cavalletto (che viene spesso fornito insieme allo strumento).

Inoltre dipende molto dal punto di osservazione, perché più si è in alto e si guarda l’orizzonte maggiore è la distanza coperta. I binocoli super potenti sono in genere quelli nautici con bussola e le versioni di binocolo elettronico di tipo militare (esclusi quindi i cannocchiali) che coprono distanze molto elevate. In questo scenario entra in gioco anche la curvatura della terra per poter vedere entro un certo orizzonte. 

Qual è la differenza tra binocoli con prismi di Porro e binocoli con prismi a tetto?

La differenza è essenzialmente da ricercarsi nel fatto che vengono utilizzati sistemi diversi per raddrizzare le immagini. Per dirla con parole semplici, nei prismi di Porro il raggio di luce segue un percorso ad angoli retti, mentre nei prismi a tetto segue un percorso ad angoli acuti, che assomigliano al tetto di una casa.

I binocoli con prismi a tetto sono più diffusi rispetto ai binocoli con prismi di Porro. Anche dal punto di vista estetico i due tipi di binocolo si rivelano molto differenti. Nei binocoli con prismi di Porro gli obiettivi sono molto distanti dagli oculari. I binocoli con prismi a tetto sono molto più compatti e affusolati. Il motivo sta nella diversa progettazione dei prismi. Quelli di Porro presentano una struttura relativamente più grossa e hanno il vantaggio di riprodurre un’immagine più plastica.

Inoltre, i binocoli con prismi di Porro hanno una messa a fuoco esterna, mentre i prismi a tetto presentano una messa a fuoco elicoidale sul tubo. Questo tipo di messa a fuoco viene spesso preferito rispetto a quello dei prismi di Porro, in quanto è più stabile e meno soggetta ad infiltrazioni di umidità.

In linea di massima non è possibile dire quale dei due tipi di binocolo sia migliore dell’altro. In entrambi i casi ci sono esempi di binocoli buoni e binocoli meno buoni. Ad ogni modo realizzare un buon binocolo con prismi a tetto è più dispendioso, per cui occorre fare molta attenzione e farsi ben consigliare allo scopo di scegliere il modello più adatto senza dover spendere un capitale. Nella vendita online, tra l’altro, trovi un’ampia scelta di modelli anche di marca a un ottimo rapporto qualità prezzo.

Che manutenzione devo effettuare sul mio binocolo e come lo posso pulire?

Un binocolo è uno strumento d’uso pratico che non è stato concepito per fare la sua figura in una vetrina ma per essere piuttosto impiegato all’aria aperta e per consentirti di osservare nel dettaglio anche gli oggetti posti a una  erta distanza.

È pertanto inevitabile che prima o poi il binocolo si sporchi. La parte esterna può essere tranquillamente pulita con un panno, ma per la pulizia delle lenti occorre fare molta attenzione. Sulle lenti si trova infatti un rivestimento delicato, che rischia di essere intaccato da operazioni di pulizia troppo vigorose. Per questo motivo è necessario essere molto scrupolosi. La prima regola in fatto di pulizia è la seguente: falla solo quando è necessario.

Non c’è nessun problema a passare un pennello morbido sulle lenti per rimuovere con cautela granelli di polvere: puoi effettuare questa operazione con regolarità, tutte le volte che si presenta l’esigenza. Il discorso è diverso se invece sulle lenti si forma dello sporco più consistente. In questo caso non puoi evitare di fare una pulizia più approfondita.

A questo scopo è meglio utilizzare un panno in microfibra o in un altro tipo di tessuto molto morbido. Fai in modo che sul panno non si accumulino grossi granelli di polvere. Passa il panno con molta cautela sulle lenti, preferibilmente con movimenti circolari.

In caso di sporco particolarmente difficile è anche possibile che una pulizia a secco non sia sufficiente. In questo caso è utile impiegare un detergente fatto apposta, grazie al quale puoi ottenere un ottimo risultato. Si consiglia in ogni modo di coprire sempre le lenti con gli appositi tappini dopo aver utilizzato il binocolo.

Conclusioni

Un binocolo di buona qualità ti può offrire un modo completamente nuovo di esplorare il mondo e ti aiuta a creare un canale di connessione dedicato con tutto ciò che ti circonda. In questa guida abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza sui vari dettagli tecnici da valutare al momento di scegliere il modello che fa per te, in grado di supportarti al meglio nella tua prossima escursione, sia che si tratti di birdwatching o si safari africano.

Per osservare ogni dettaglio della natura abbiamo optato per il binocolo della Steiner. Questo modello si fa apprezzare per la sua notevole leggerezza e consente di beneficiare di colori altamente realistici e di una notevole nitidezza delle immagini.

Lascia un commento