Come si usa il cuscino per la cervicale

Un cuscino per la cervicale è un accessorio fondamentale nella dotazione di chi viaggia più o meno spesso. Se la trasferta viene effettuata in aereo, in treno o in autobus, sai bene che trascorrerai diverse ore ore in uno spazio angusto, dove è difficile sentirsi a proprio agio.

E se sei costretto a lunghi viaggi seduto sul sedile posteriore dell’auto?

Meglio non parlarne.

Ma lo sapevi che questo efficace supporto può essere utilizzato anche a casa, per rendere la tua routine di sonno più confortevole?

Scopri con noi come si usa il cuscino per la cervicale e qual è il tipo più adatto a soddisfare le tue esigenze.

Come si usa il cuscino per la cervicale

Se ti è mai capitato di fare un lungo viaggio in aereo sai bene quanto possa essere scomodo. Hai già uno spazio per le gambe stretto e il fatto di essere per la maggior parte del tempo sempre seduti riduce al minimo il numero di posizioni per dormire.

Magari sei anche abituato a dormire su un fianco o sullo stomaco e quindi dormire in posizione eretta è ancora più difficile.

Ma anche se abitualmente si corichi sulla schiena sai a cosa può portare a uno scomodo poggiatesta: un TERRIBILE DOLORE AL COLLO!

Un cuscino cervicale offre più sostegno al capo e previene il fastidioso mal di collo e il mal di testa. E una volta a casa, potrai continuare a dormire con il tuo prezioso cuscino a U, traendone notte dopo notte il massimo beneficio. Ecco come.

Qui di seguito ti presentiamo come si usa il cuscino per la cervicale:

1. Cuscino per cervicale in viaggio

cuscino-cervicale-in-viaggio

I cuscini per cervicale che trovi oggi sul mercato non hanno più nulla a che vedere con quelli del passato. Non solo sono EXTRA-COMODI, ma offrono anche un supporto mirato esattamente nei punti i cui serve:

  • se vuoi un’opzione pratica e salva spazio, puoi optare per un modello gonfiabile, che puoi anche mettere in tasca quando non lo usi
  • se cerchi una soluzione che ti dia una sufficiente mobilità, quella in gel è fatta apposta per te
  • se soffri di dolori cervicali, cerca un cuscino che ti mantenga il capo in posizione dritta, sia in caso di dolore al collo lato destro che di dolore al collo parte sinistra

Per utilizzare il tuo cuscino in viaggio, segui questi passi.

  • Gonfia il tuo cuscino

La maggior parte dei cuscini da viaggio dev’essere gonfiata. Stai tranquillo: il quantitativo d’aria che possono contenere è piuttosto ridotto, quindi puoi farlo tranquillamente a bocca.

Una volta che è pieno, prova a posizionarlo sul collo per verificare il livello di comfort. Se è troppo rigido, sgonfialo leggermente.

  • Mettilo al contrario

Anche se la cosa più ovvia sarebbe quella di mettere la parte aperta davanti a te, prova a girarlo. Con questo semplice accorgimento ottieni due vantaggi:

  • non hai uno scomodo rigonfiamento dietro la testa
  • hai un efficace sostegno nel caso in cui, addormentandoti, il capo si ripiega in avanti

Tra l’altro in questo modo favorisci il corretto allineamento del collo.

  • Fissa l’imbottitura

Nel caso in cui tu abbia scelto un cuscino con imbottitura extra in gel o altro materiale, prova a posizionarla sul lato che ti è più comodo.

Con l’aiuto di un elastico, lega il cuscino in quel punto per mantenerla bloccata dove desideri. nel punto desiderato

  • Posiziona il cuscino

Se accanto a te non è seduto nessuno, puoi posizionare il cuscino nello spazio tra i sedili. In alternativa, appoggialo al finestrino e… buon riposo!

2. Cuscino per cervicale a casa

Non sai cosa fare per la cervicale? Il cuscino a U è ideale anche per dormire in modo rilassato anche sul letto di casa.

Vediamo come utilizzarlo al meglio, soprattutto se hai qualche piccolo dolore cervicale e alle spalle.

  • Indossalo

Per prima cosa, infila la testa nel cuscino per dormire. Posizionalo in modo da sentirlo confortevole e avvolgente, senza che ti dia fastidio in nessun punto del tratto cervicale.

  • Sdraiati

Adagiati lentamente sul materasso e facendo in modo che le spalle e la nuca siano a contatto con la superficie.

Trova la posizione supina più comoda. In questo modo eviterai di doverti spostare in un secondo tempo, alla ricerca della posizione corretta per dormire.

Ai primi sintomi ernia cervicale, evita in ogni caso di sdraiarti a pancia in giù, per non sollecitare eccessivamente la spina dorsale e acuire i dolori al collo.

  • Verifica il corretto allineamento

Una volta che hai trovato la giusta posizione, verifica che la colonna vertebrale sia correttamente allineata con il rachide cervicale.

La testa dev’essere efficacemente sostenuta dal collo, senza piegarsi da un lato o dall’altro.

  • Attendi un quarto d’ora

Se non ti senti a tuo agio, aspetta a cambiare immediatamente posizione. Tieni presente che i muscoli del collo hanno bisogno di un quarto d’ora circa per rilassarsi completamente.

Se, trascorso questo tempo, ti senti ancora a disagio, trova un’altra posizione.

Allo stesso modo, il tuo corpo impiega una settimana per entrare in sintonia con un nuovo cuscino. Un po’ di pazienza e poi potrai finalmente dormire sonni beati.

  • Mantieni il cuscino sempre in forma

È una buona abitudine rigirare il cuscino ogni due o tre settimane, per consentire alla struttura di mantenersi in perfetto stato, senza il rischio di deformarsi.

Allo stesso modo, se hai dolore al collo e nuca o soffri di collo rigido non dimenticarti di mantenerti in forma, ogni giorno, con i tuoi esercizi per la cervicale!

3. Come scegliere il cuscino cervicale

Come-scegliere-il-cuscino-cervicale

In base alle posizioni per dormire, puoi trovare il cuscino giusto per te:

  • se ti corichi su un lato, è indicato un cuscino per letto rigido alto una decina di centimetri
  • sceglilo di media consistenza se dormi solitamente sulla schiena
  • se ti addormenti a pancia in giù il cuscino ortopedico dev’essere basso e morbido

Il materiale più indicato per un cuscino da viaggio è il memory foam o il gel.
Non dimenticare di verificare anche le corrette dimensioni cuscino letto in base alle tue necessità.

Conclusioni

Un cuscino per la cervicale è un compagno di viaggio irrinunciabile in caso di trasferte a lunga percorrenza. Ti sostiene il collo, ti aiuta a rilassarti e ti fa trovare la posizione giusta per schiacciare un pisolino anche se sei seduto in uno dei posti più angusti.

La vera sorpresa è che lo puoi utilizzare anche a casa in caso di cervicale infiammata, per trascorrere finalmente notti serene e dire addio al fastidioso mal di collo.


Fonti:

Lascia un commento