Come pulire la piastra per capelli

La pulizia dei pennelli per il trucco fa senza dubbio parte della tua routine di bellezza. Ma lo sapevi che anche la tua piastra ha bisogno di essere pulita almeno una volta alla settimana?

I prodotti che usi per la cura della tua chioma finiscono inevitabilmente sulla piastra, e lentamente si accumulano.

E sai qual è il risultato?

Viene ridotta la capacità di riscaldamento del tuo strumento, con possibilità di danni ai diversi componenti.

Ops!

Ecco perché è importante sapere come pulire la piastra per capelli.

Pulizia della piastra per capelli in 5 mosse

Pulizia-della-piastra-per-capelli

Innanzitutto togliamo ogni dubbio: sì, è proprio necessario pulire la piastra in ceramica di tanto in tanto, soprattutto se la usi regolarmente. I prodotti per la cura delle ciocche come la mousse volumizzante o la lacca possono lasciare dei residui che finiscono sulla superficie della piastra.

Queste particelle si accumulano e formano uno strato invisibile sulla piastra, il che potrebbe rendere i capelli un po’ meno facili da acconciare.

Lo stesso vale per il tuo ferro arricciacapelli. Puoi pulire la piastra elettrica e il ferro arricciacapelli nello stesso modo. È anche un po’ come lavare le spazzole liscianti.

Ecco i quattro passaggi per pulire correttamente la piastra per capelli.

1. Lascia intiepidire la piastra

Dopo aver utilizzato la piastra per lo styling, lasciala intiepidire: il trucco è non farla raffreddare completamente.

Se sei impegnata a fare altro e pensi di dimenticartene, imposta un timer o l’allarme dello smartphone per alcuni minuti.

2. Togli il cavo

Scollega il cavo di alimentazione dalla presa di corrente per essere sicura di non accendere inavvertitamente la piastra.

3. Passa un panno umido

Passa le piastre riscaldanti con un panno inumidito con acqua tiepida. Accertati che il panno sia solo appena umido, per evitare che l’acqua possa penetrare sotto le piastre.

Come sai bene, acqua ed elettricità non vanno d’accordo…

ATTENZIONE!

Strofina sempre con delicatezza le piastre riscaldanti, per evitare di danneggiarle.

4. Entra nelle fessure

È importante non dimenticare anche le fessure della piastra, perché lì si possono annidare le impurità più difficili da pulire.

Versa qualche goccia di alcol denaturato su un cotton fioc e con la dovuta cautela entra in ogni piccolo spazio. Si sconsiglia di usare acqua e alcool per non ostacolare la quasi immediata evaporazione del liquido.

Fai dei piccoli movimenti rotatori per consentire al cotone di raccogliere tutte le impurità.

Passa poi un panno umido per il tocco finale di pulizia della piastra.

5. Pulisci l’impugnatura

Non dimenticare di passare anche l’impugnatura con il panno umido ben strizzato per togliere le impurità che si accumulano sul rivestimento.

Una volta ultimato questo passaggio, la tua piastra è come nuova: la puoi anche ammirare!

SUGGERIMENTO

Se vuoi pulire la piastra in ceramica ancora più a fondo, puoi strofinarle con un batuffolo di cotone e una piccolissima quantità di alcol denaturato (attenzione: non direttamente sulle piastre).

Pulire una piastra capelli molto sporca

Hai trascurato la pulizia della tua piastra per un po’ di tempo?

Ti sei accorta che c’è dello sporco difficile da eliminare?

L’accumulo delle impurità sta mettendo a dura prova le tue abilità di hair stylist?

Allora è arrivato il momento di agire con decisione. Se non vuoi acquistare un costoso detergente professionale, prova a usare questo metodo per eliminare anche lo sporco resistente al calore:

  • miscela tre cucchiaini di bicarbonato di sodio con un po’ d’acqua ossigenata, fino ad ottenere un impasto consistente e omogeneo (attenzione a non fare grumi!)
  • con l’aiuto di una spatola, stendi il composto su tutta la lunghezza degli elementi riscaldanti
  • lascia agire per un quarto d’ora
  • rimuovi il composto con una spugnetta
  • asciuga ogni parte dello strumento con un panno

Ogni quanto pulire la piastra per capelli

La manutenzione è strettamente legata alla frequenza di utilizzo della piastra in ceramica. Tieni presente che man mano che le impurità si accumulano sulla piastra diventa sempre più difficile fare lo styling e dare ai tuoi capelli curati la piega desiderata.

Se fai di questi passaggi un’abitudine ogni volta che usi la piastra per capelli lisci, sembrerà sempre nuova di zecca. Ma se non hai tempo per strizzare bene il panno e fare con cura l’intera procedura, è meglio farlo solo di tanto in tanto e comunque almeno una volta al mese.

Fai solo attenzione a intervenire per tempo se ti accorgi che la tua piastra per capelli puzza o non fa bene il suo lavoro.

Come riporre la piastra per capelli

Per mantenere la piastra ceramica per capelli in perfette condizioni, oltre a pulirla con regolarità è di fondamentale importanza riporla in modo corretto.

Quindi, al termine dell’utilizzo, procedi in questo modo:

  • aspetta che si raffreddi completamente prima di riporla
  • non avvolgere il filo intorno alla piastra, perché si potrebbe danneggiare
  • scegli un luogo asciutto per riporla. Evita quindi di lasciarla in bagno, per non danneggiare i circuiti elettrici nel tempo.

Conclusioni

Quando acquisti una piastra per capelli di buona qualità, vuoi ovviamente che duri a lungo in modo da non doverne ricomprare una dopo qualche mese.

Dovresti quindi prenderti il ​​tempo per pulirla bene di tanto in tanto in modo da mantenere la qualità del prodotto e avere quella fantastica sensazione di una piastra per capelli nuova fiammante ogni volta che la usi.

C’è da dire che la piastra rimane nelle migliori condizioni se la pulisci dopo ogni utilizzo perché così facendo rimuovi ogni impurità che, depositandosi, rendono più difficile ottenere la piega desiderata e, alla lunga, rischiano di danneggiare gli elementi riscaldanti.

Lascia un commento