Perchè il mio gatto fa la cacca sul pavimento?

Se il tuo gatto fa la cacca fuori dalla lettiera, un motivo c’è eccome. Anzi, ce ne sono più di uno.

A differenza dei cani, che necessitano di uscire fuori casa almeno due volte al giorno per i bisognini, un gatto sa perfettamente provvedere da sé alle sue esigenze naturali. Tutto ciò di cui ha bisogno è una lettiera dove per istinto espleterà le sue esigenze fisiologiche.

Sì, abbiamo detto “istinto”. L’uso della lettiera non riguarda solo la questione che il gatto sia notoriamente un animale pulito, ma riguarda la sua natura.

Tra poco scoprirai tutti i motivi per cui il gatto fa la cacca sul pavimento e ti aiuteremo a trovare una soluzione al problema.

 

Le ragioni che portano il gatto a fare la cacca per terra

Sapevi che il tuo gatto, sebbene appartenga ad una specie che convive il-gatto-a-fare-la-cacca-per-terrada millenni con l’essere umano, al contrario dei cani, preserva ancora un’indole selvatica?

Il gatto, così come tutti i grandi felini, con cui ha in comune una moltitudine di comportamenti, è un cacciatore territoriale che utilizza gli odori e l’olfatto per marcare il territorio e raccogliere le informazioni su quello che accade al suo interno.

Lo fa strusciandosi con il muso sugli alberi o, se vive in appartamento, contro mobili e muri e perfino su di te, dichiarandoti di sua proprietà. Lo fa quando si affila le unghie e, ovviamente, lo fa anche attraverso le feci.

A differenza dei cani, per i quali ci vuole molta pazienza affinché imparino che i bisognini non si fanno in casa, i gattini apprendono l’uso della lettiera dalla madre e sono guidati dagli odori. Al gattino servirà solo una manciata di giorni affinché impari, senza che tu debba fare molto.

Istinto, dicevamo. Si tratta dell’istinto della caccia precisamente. Il gatto copre le sue feci perché in questo modo nasconde i suoi odori, quindi la sua presenza alle prede e ad eventuali predatori naturali.

Se il gatto ha a disposizione una lettiera pulita con sabbietta abbondante, non ha nessun motivo per non usarla, anzi questa è esattamente ciò di cui ha bisogno. Dunque perché succede che a volte i gatti, a dispetto dell’istinto, non la usino? Vediamo le ragioni più frequenti.

Innanzitutto, togliti dalla testa che il tuo gatto non usi la lettiera solo per farti un dispetto. Mantenere pulito il suo territorio è una priorità per questo animale molto istintuale, alla quale non verrà meno a causa tua. Al massimo, se lo offendi, ti “terrà il muso” mostrandosi indifferente, ma non adotterà nessun comportamento che abbia a che fare con le sue esigenze fisiologiche.

Uno dei motivi più frequenti per cui il tuo gatto defeca fuori dalla lettiera è molto semplice: è troppo sporca. Ebbene sì, questi dolcissimi animali, come ben sai, hanno degli alti standard di pulizia. Non mangiano nelle ciotole troppo sporche e non usano le lettiere troppo maleodoranti. Se il motivo è questo, tutto ciò che devi fare è procurarti una palettina apposita e togliere la cacca dalla sabbietta almeno una volta al giorno. Inoltre, se il gatto è adulto, lo strato di sabbietta deve essere almeno di 5 cm per permettere al tuo micio di coprire le sue feci. Ciò porterà anche a te dei vantaggi perché questa non emanerà cattivo odore in casa.

Il gatto fa la cacca sul pavimento anche quando, semplicemente, manca la lettiera. Se accidentalmente resta chiuso in una stanza, sebbene proverà a trattenere quanto più possibile i suoi bisogni, se costretto dovrà per forza farla cacca nel posto in cui si trova. Se non pulisci quel punto come si deve, con molta probabilità ritornerà lì nuovamente.

Un altro motivo è che la lettiera gli provoca disagio. I gatti sono animali estremamente abitudinari, se tu lo hai preso da poco e ha una lettiera pulita a disposizione, magari di quelle chiuse, potrebbe non utilizzarla perché lì dentro si sente a disagio. Non conoscendo l’ambiente ogni elemento sconosciuto, come anche un rumore mai sentito, può provocare preoccupazione. Per questo motivo il suo stato d’allerta sarà molto più alto di quanto non sia già normalmente nei gatti. Magari nella lettiera chiusa non riesce a controllare l’ambiente. Prova perciò a sostituire questa con una lettiera aperta.

Se il tuo non rientra in nessuno dei casi qui citati, allora è probabile che il tuo gatto non stia bene. È difficile capire quando un gatto è malato perché, tendenzialmente, sono animali che soffrono in modo discreto. Tuttavia ci sono vari comportamenti che possono indicare un suo malessere, come irrequietezza, letargia, aggressività e anche fare la cacca sul pavimento.

È probabile che il tuo gatto soffra di qualche disturbo a livello intestinale e che non riesca a raggiungere in tempo la lettiera. Può capitare, anche, che associ la lettiera con il dolore e quindi preferisca stanne alla larga. Se ti rispecchi in questa casistica, ciò che devi fare è portare subito il tuo gatto dal veterinario e con lui anche un campione delle feci, in modo che vengano analizzate e si riesca a risalire alla causa.

Abbi un po’ di pazienza, poi, se il tuo gatto è troppo vecchio e, all’improvviso, dopo una vita di buone maniere, prende certe brutte abitudini. Non è colpa sua. Un gatto anziano può soffrire di artrite ma anche di malattie neurologiche degenerative, proprio come una specie di Alzheimer felino. Se è questo il caso allora puoi aiutarlo limitando il suo spazio e mettendogli a disposizione tutto ciò di cui ha bisogno: cibo e acqua, una cuccia e la lettiera.

I gatti sono degli animali fantastici che si adattano benissimo alla vita in appartamento. Magari a volte combinano qualche marachella, ma quando abbiamo deciso di adottarlo, dovevamo essere consapevoli di questo.

Se lui fa qualcosa che sia molto più grave del semplice smembrare la carta igienica o farsi le unghia ovunque, indaga a fondo le motivazioni che hanno provocato quel determinato comportamento e trova la soluzione più adatta, magari anche consultando il tuo veterinario.