Le 7 Migliori Lettiere Per Gatti Puliti e Contenti

State cercando la miglior lettiera per gatti?

Non dovete far altro che effettuare una rapida ricerca online per scoprire che ci sono moltissimi modelli, per tutte le esigenze e per tutti i gusti.

In effetti, le tipologie proposte sono innumerevoli e sono adatte ai mici di tutte le taglie, con pelo lungo o corto. Vi sono modelli chiusi, aperti, con pareti alte o basse, con griglia autopulente e filtro anti-odore…

Il perché di questo proliferare di lettiere è presto detto: quasi la metà delle famiglie italiane ha un gatto. E ai nostri amici di casa a quattro zampe è indispensabile offrire la soluzione migliore per soddisfare le rispettive esigenze fisiologiche e… di privacy.

A proposito di privacy, è fondamenta porre la cassettina in un luogo tranquillo della casa, un po’ isolato, in modo da non arrecare alcun disturbo al gatto.

Da evitare punti di frequente passaggio, come pure quelli in cui sono presenti diffusori di profumazioni intense. Anche rumori improvvisi come quelli della centrifuga della lavatrice e della caldaia possono rivelarsi molesti.



Le migliori lettiere per gatti

Qual è la migliore lettiera per gatti?

Il prezzo di una lettiera riflette spesso fattori come la qualità costruttiva, la praticità d’uso e di pulizia, la capacità di trattenere meglio gli odori… Non è detto però che un tipo più costoso sia anche quello più gradito al vostro gatto!

Occorre cercare un giusto compromesso, e una volta che l’avete trovato, non lo abbandonate: il micio è un animale molto abitudinario, e potrebbe non gradire troppi cambiamenti.

Letteria coperta MPS

La migliore per: rapporto qualità/prezzo

Questa toilette igienica in plastica bicolore dispone di una porta frontale basculante; nella parte superiore vi è una griglia con filtro al carbone anti-odore e una palettina estraibile per la raccolta della lettiera.

Le operazioni di pulizia sono semplificate al massimo dalle aperture laterali che ottimizzano lo smontaggio. È disponibile nei colori verde, azzurro e rosso e misura 54 x 39 x 40 centimetri.

Bama Privè

La migliore per: privacy

Come suggerisce il suo nome, è un box lettiera elegante, progettato per la privacy dei mici e per garantire il più totale ordine in casa.

È dotato di porta basculante per facilitare il passaggio del gatto e di vano porta-sacchetti completo di filtro a carboni attivi per catturare, imprigionare e contenere ogni cattivo odore.

Il sistema rapido di aggancio e sgancio consente di effettuare un’accurata pulizia. Viene fornito con una paletta raccogli-sporco che, una volta inserita nel suo alloggiamento, si trasforma in una comoda maniglia per il trasporto.

Lettiera Easy Cat Imac

La migliore per: solidità

Si fa subito apprezzare per la robustezza dei materiali con cui è costruita. Molto semplice da pulire, è fornita di una vaschetta, una porta basculante e dei filtri al carbone attivo.

La vaschetta del wc per gatti è rialzata e si trova nella parte posteriore, ostacolando la fuoriuscita dei liquidi dalla toilette.

La porta che bascula e il carbone attivo impediscono il diffondersi di cattivi odori. Ha una grandezza di 50 x 40 x 40 centimetri.

Petlife Litter Box Curver

La migliore per: cassetta estraibile

Le operazioni di pulizia sono ottimizzate dalla comoda cassetta porta-lettiera estraibile, che si toglie proprio come se fosse un normale cassetto.

Sulla parte superiore è previsto un alloggiamento a scomparsa che accoglie la paletta, insieme a un filtro ai carboni attivi per trattenere gli odori.

In dotazione con il box viene fornita una griglia da posizionare a piacere all’interno o all’esterno, per aiutare il micio a rimuovere la sabbia dalle zampine. Le dimensioni della struttura sono pari a 51 x 38,5 x 39,5 centimetri.

VanRiel Romeo

La migliore per: capienza

Come le sue generose dimensioni (misura 54 x 34 x 42 centimetri) è adatta anche ai gatti grandi. È realizzata con materiale robusto e nello stesso tempo leggero, consentendo così di spostare la struttura con facilità.

Si rivela anche molto pratica da pulire. Grazie alla sua porta basculante che si chiude lentamente, non c’è il rischio che la coda del gatto rimanga schiacciata. La struttura viene fornita completa di paletta e filtro per gli odori.

Savic

La migliore per: vivace design

Allegra e dal look moderno, si contraddistingue per la varietà di freschissimi colori in cui è disponibile: bianco e verde chiaro, bianco e grigio, bianco e nero, bianco e rosa.

È progettata con coperchio ribaltabile che consente di pulire agilmente in ogni punto senza dover effettuare lo smontaggio.

Il coperchio bicolore presenta una maniglia per il trasporto integrata. Il box è particolarmente indicato per abituare i gatti paurosi o i gattini all’uso di una toilette. Nella confezione è incluso un filtro al carbone attivo.

Stefanplast Furba

La migliore per: è autopulente

È un’innovativa lettiera autopulente che non richiede l’impiego di una paletta. Si compone di due cassette e di un setaccio per pulire velocemente e facilmente la vaschetta.

La cassetta con cornice impedisce la fuoriuscita della sabbia e delle urine. Cassetta e cornice si fissano con le chiusure Easy-Click, che ottimizzano l’impiego della lettiera consentendo di consumarne di meno. La struttura ha una dimensione di 39 x 59 x 22 centimetri.

 




Che cos’è esattamente una lettiera per gatti?

miglior-lettiera-per-gatti-prezzo

È un contenitore per la raccolta di feci e urina per tutti quei gatti che non hanno la possibilità di trascorrere del tempo fuori di casa. Molti proprietari di questi animali preferiscono non lasciarli vagare all’aperto per paura che possano soccombere a pericoli esterni, come le cattive condizioni atmosferiche, la fauna selvatica o il traffico.

Una lettiera consente di tutelare gli animali da tutti questi rischi. Si stima che i gatti ben protetti fra le mura domestiche vivano in media dieci anni in più rispetto a quelli che si avventurano all’esterno.

Importanza di una lettiera per gatti?

Proprio come te, il tuo gatto ha bisogno di un posto sicuro, affidabile e relativamente comodo per andare in bagno. Se non hai previsto da nessuna parte un luogo di questo tipo, è probabile che il tuo micio ci pensi da solo e crei da sé la propria area toilette all’interno della casa. E magari, questa potrebbe non essere la scelta che tu ritieni migliore per entrambi.

Una lettiera da interno o da esterno è la soluzione di toilette ideale perché offre uno spazio specifico per il tuo gatto. Anche se il tuo gatto ha la possibilità di passare del tempo fuori di casa, dovresti comunque fornirgli un contenitore idoneo in casa. In questo modo può disporre di un posto dove andare se non ha voglia di uscire, magari se il tempo è inclemente, o se si sta riprendendo da una malattia o da un infortunio.

Com’è fatta la lettiera per gatti?

In natura, i gatti espellono naturalmente nel terreno soffice o sabbioso per poter seppellire con facilità i loro escrementi. Fanno con le loro zampe un movimento deciso all’indietro per coprire le feci.

Per stimolare questo movimento istintivo, il fondo di una lettiera viene riempito di solito con 2,5 cm o più di lettiere per gatti. Il riempitivo della lettiera è un materiale granulare che assorbe umidità e odori.

La lettiera è solo per i gatti?

Puoi usare questo contenitore non solo per i gatti, ma anche per tutti gli animali di piccole dimensioni che possono girare in libertà nella casa e che in modo istintivo o attraverso l’addestramento possono imparare a utilizzare tale deposito.

Fra questi ricordiamo non solo i cani di piccola taglia come i Beagle e i Chihuahua, ma anche i conigli, i furetti e i porcellini d’India.

Come scegliere la prima lettiera per il tuo gatto?

Se è la prima volta che scegli di adottare un gatto, è essenziale disporre di una lettiera prima di portarlo a casa. In questo modo hai la certezza che il tuo micio sappia subito dove andae in caso di necessità.

Inoltre, così facendo eviti di far nascere cattive abitudini che difficilmente sarai in grado di togliere.

Devi sostituire la lettiera per gatti?

Se sei in procinto di sostituire la lettiera esistente, prenditi un po’ di tempo per riflettere su ciò che tu e il tuo gatto avete apprezzato nella struttura e se c’è qualcosa he sarebbe invece meglio cambiare.

Questo ti aiuta ad avere un’idea concreta del tipo di struttura più adatta alla tua casa e alle esigenze del tuo micio.

Spazio per la lettiera dei gatti?

Puoi trovare le lettiere in un’ampia varietà di forme e dimensioni. È importante considerare dove posizionerai la struttura e di quanto spazio avrai bisogno per poterla ospitare.

Anche se hai un solo gatto, la maggior parte degli esperti suggerisce di acquistare più di una lettiera per assicurarsi che il micio abbia sempre un posto pulito dove andare, indipendentemente da dove si trovi nella casa. Alla luce di questo, è essenziale considerare dove verrà messo il secondo contenitore, insieme alla quantità di spazio per la sua collocazione.

Numero di gatti per ogni lettiera?

Ci sono diverse scuole di pensiero quando si tratta del numero di lettiere necessario quando si hanno più gatti. Mentre alcuni suggeriscono che non dovresti avere più di due gatti per lettiera, altri credono che tu abbia bisogno di una lettiera per ciascun gatto.

Altri suggeriscono che dovresti averne una per gatto, più una lettiera aggiuntiva per assicurarti che ci sia sempre uno spazio pulito per i tuoi gatti. Indipendentemente dal numero di contenitori che decidi di posizionare in casa tua, è sempre consigliabile scegliere strutture più grandi se hai più gatti. Le lettiere piccole si sporcano troppo rapidamente e aumentano le possibilità che i rifiuti vengano sparsi all’interno della casa.

Dimensione della lettiera?

È importante che il tuo gatto possa facilmente entrare e uscire dalla lettiera. Se hai un piccolo gattino, un modello molto profondo potrebbe essere difficile da raggiungere, aumentando il rischio di incidenti. Tuttavia, se hai un gatto grande e la lettiera è troppo piccola, potrebbero sentirsi a disagio e cercare luoghi alternativi per completare la sua attività.

Mantenere efficiente la lettiera?

Mantenere pulita la lettiera è essenziale se vuoi incoraggiare il tuo gatto a usarla sistematicamente, senza correre il rischio che scambi qualsiasi altra parte della tua casa come toilette. Alcune cassette per i rifiuti includono un vassoio su cui viene versata la lettiera su cui si depositano i rifiuti.

I sistemi alternativi includono uno scopino per la rimozione dei rifiuti solidi.

Materiali utilizzati nella lettiera per gatti?

Per soddisfare l’istinto del gatto viene utilizzato un materiale facilmente scavabile, come ad esempio l’argilla.  Un altro materiale diffuso è il “pellet” di carta riciclata e varianti “crystal” a base di silice.

Fra le sostanze utilizzate per assorbire gli odori vi è l’ammoniaca e il bicarbonato di sodio.

Quale lettiera preferisce il tuo gatto?

Alcuni gatti hanno preferenze per alcuni tipi di lettiera. Se il tuo micio sta evitando il vassoio, prova a passare a una nuova lettiera. Il tipo in pellet di legno riscuote spesso un notevole successo; tuttavia, alcuni gatti potrebbero preferire una lettiera di sabbia fine o silicio.

Se cambi la lettiera del tuo gatto, è bene mescolarla alla precedente per introdurla gradualmente. Oppure, mettila in una lettiera separata in modo che il tuo gatto possa scegliere. il profumo familiare li incoraggia ad usarlo fino a quando non sono completamente preparati al cambio.

Quali tipi di lettiere ci sono sul mercato?

In commercio puoi trovare una grande varietà di lettiere per soddisfare le esigenze del tuo gattino. Alcune delle opzioni tra cui è possibile scegliere includono la lettiera scoperta, lettiera con coperchio superiore, lettiera autopulente, fino alla lettiera… mimetica!

Lettiera per gatti aperta?

La lettiera aperta è il modello tradizionale, costituito da una sorta di vassoio rettangolare, senza particolari fronzoli o accessori. È solitamente l’opzione meno costosa.

Puoi trovare la stessa versione con l’aggiunta di una copertura che dà al tuo micio una maggiore privacy. Può anche ridurre gli odori.

Lettiera per gatti chiusa?

Alcuni gatti preferiscono poter disporre di una lettiera per gatti chiusa a cui possono accede attraverso una porticina basculante. Con un modello di questo tipo, la privacy per il tuo micio è veramente completa.

Di che cos’è fatta una lettiera per gatti?

La composizione delle lettiere può essere minerale, vegetale o al silicio. Le più diffuse sul mercato sono quelle minerali di tipo agglomerante: sono costituite da granuli di bentonite che si sciolgono a contatto con i liquidi, formando delle palline.

Queste ultime possono essere rimosse con facilità senza buttare tutto il resto della sabbia, consentendo un bel risparmio di tempo e denaro. Ne esistono a grana grossa (tipo ghiaietta) e a grana fine.

Le lettiere a base di sostanze vegetali sono ricavate da scarti di lavorazione a base di orzo, mais e anche carta pressata. Sono le più economiche ma hanno lo svantaggio di essere un po’ pesanti e di conseguenza non molto comode da trasportare.

I tipi al silicio hanno un aspetto simile al sale grosso, assorbono liquidi e odori assicurando buona igiene. Di struttura leggera, hanno anche il vantaggio di mostrare il colore dell’urina, dando un segnale di allarme quando esso diventa anomalo.

Di contro, però non sono sabbie agglomeranti, quindi è necessario eliminare con la palettina solo le deiezioni solide, e quando iniziano a essere troppo utilizzate vanno cambiate completamente.

Qualunque sia la tipologia preferita da voi e dal vostro gatto, è importare sostituire integralmente la lettiera almeno ogni dieci giorni.

Per quanto riguarda lo smaltimento, vanno seguite delle regole precise. Innanzitutto non si può buttare la lettiera nel wc, altrimenti si inquina l’ambiente e si può rischiare di intasare le tubature.

Lettiere minerali e al silicio possono essere gettate nella spazzatura indifferenziata. Quella vegetale, se sulla confezione c’è la scritta “compostabile”, può essere inserita nella raccolta differenziata dell’organico o nel compostaggio domestico dell’umido.

Quale lettiera scegliere?

Al di là del suo design, la vaschetta dev’essere prima di tutto gradita al suo utilizzatore, proprio come la stazione di cibo per gatti.

Sono molto importanti le dimensioni: il micio deve avere abbastanza spazio per poter scavare, girarsi e assumere una posizione comoda. Si suggerisce anche di orientarsi verso modelli che abbiano i bordi alti oppure che siano chiusi per evitare che la sabbia fuoriesca, spargendosi sul pavimento.

Nelle vaschette chiuse sono spesso presenti filtri a carboni attivi per eliminare i cattivi odori, da sostituire periodicamente. Vi sono anche modelli con griglie autopulenti che permettono di rimuovere gli aggregati che si formano.

È bene ricordarsi che la vaschetta va pulita a fondo con acqua e aceto o un prodotto sgrassante; va ben anche un detersivo per pavimenti. Lasciar agire per mezz’ora e, quindi, risciacquarla con cura.

Se avete più gatti, la formula ideale è disporre di un numero di cassettine pari al loro numero, più una.

Lettiera autopulente o mimetica?

Anche se è più costosa di altri modelli, la lettiera autopulente offre un importante vantaggio: riduce i tempi di pulizia. È infatti dotata di un rastrello elettrico che passa attraverso la lettiera del gattino e rimuove tutte le impurità.

C’è poi il modello mimetico, con un design pensato per “scomparire” nell’ambiente circostante. Le opzioni più comuni includono la lettiera fatte per sembrare una pianta o un mobiletto. Solo tu e il tuo gatto sapete che in realtà è un bagno.

Si può portare la lettiera in viaggio?

Se vuoi portare il tuo gatto con te anche in vacanza, puoi optare per una lettiera per gatti portatile.

Un modello da viaggio ti aiuta a mantenere almeno in parte le sue abitudini, facendolo sentire più a casa,

 

Polvere della lettiera per gatti?

La polvere è un punto di riferimento per ogni marchio e può variare anche da una una busta all’altra. È presente nella maggior parte dei tipi di lettiere per gatti, comprese le varietà di cristallo a grana più fine. Cerca un tipo che produca poca polvere.

Tieni anche presente che le migliori lettiere restano all’interno del contenitore, non sulle zampe del tuo gatto, dove possono essere ridistribuite all’esterno.

 

Quale profumo per la lettiera?

È vero, il tuo naso potrebbe non essere d’accordo. Tuttavia gli studi dimostrano che quando viene data una scelta, i gatti selezionano quasi sempre quella inodore.

Se ritieni che sia d’obbligo un certo tipo di controllo degli odori, una lettiera con carbone o carbone attivo è l’opzione migliore.

 

Comfort della lettiera per gatti?

La sensazione della lettiera sotto le zampe del tuo gatto può giocare un ruolo importante: se si trova bene e si rende conto che è antiodore, la utilizzerà senza indugio. Gli esperti dicono che i gatti preferiscono la sensazione di aggregazione della lettiera di argilla.

Alcuni mici potrebbero abituarsi anche ad altri tipi di lettier, ma altri potrebbero cercare luoghi diversi in cui svolgere la propria attività.

 

I gatti sono abitudinari con la lettiera?

Non cambiare marca a meno che non sia per una buona ragione. I gatti sono creature abitudinarie e, se si trovano bene ad usare una marca di lettiere per gatti, potrebbero non voler fare il passaggio, anche se potresti trovare quel tipo poco pratico o difficile da pulire.

 

Lettiera per gatti agglomeranti?

Le lettiere agglomeranti sono le preferite dai gatti… e dai loro padroni! L’agglomerazione delle lettiere, sia a base di argilla che biodegradabili, reagisce con l’urina per formare grumi duri che possono essere estratti. Ai gatti piace sentire la maggior parte delle lettiere agglomeranti e questo rende più facile mantenere la lettiera semp repulita.

 

Prezzo della lettiera?

Non giudicare la lettiera solo dal prezzo. Alcune lettiere di argilla sono relativamente economiche, ma possono essere sparpagliate in tutta la casa dalle zampe del tuo gatto. Resisti all’impulso di acquistare la lettiera meno costosa disponibile, almeno fino a quando non hai trovato la giusta combinazione tra le esigemze del tuo gatto e le tue.

 

Scegliere la lettiera giusta per il tuo gatto?

Le zampe feline sono molto sensibili, quindi un gatto può reagire più o meno bene alla sensazione di alcune lettiere, in particolare pellet o cristalli. Se ti accorgi che il tuo gatto sta esternandi molti segni di protesta (un sacco di miagolii e agitazione intorno alla struttura), forse è meglio passa a un tipo che è più consono alle sue zampe.

 

Lettiera per gatti a grana fine?

Ci sono dei piccoli gattini nella tua famiglia? La lettiera a grana fine potrebbe essere ciò che la maggior parte dei gatti preferisce, ma non è la scelta migliore per i cuccioli di età inferiore ai 3 mesi. Questo perché possono ingerire le piccole particelle, potenziali causa di malattie.

 

Tenere pulita la lettiera in 4 passi

Le lettiere richiedono una pulizia giornaliera con setaccio per rimuovere lo sporco. Dovrai anche pulirla a fondo regolarmente. Quando si effettua una pulizia accurata, evitare l’uso di prodotti molto profumati, come la candeggina. L’introduzione di odori sgradevoli può allontanare il tuo gattino che cercherà un posto diverso per i suoi bisognini.

Per pulire correttamente la lettiera, avrai bisogno di guanti di gomma, acqua calda, sapone, spugne o stracci e dell’aceto.

 

Passo 1: smaltisci la lettiera usata

Indossa i tuoi guanti di gomma. Versa la lettiera usata in un sacchetto della spazzatura e smaltiscila correttamente.

 

Passo 2: pulisci il contenitore

Aggiungi un po’ di sapone neutro all’acqua calda. Strofina il contenitore con la spugna o lo straccio. Fai attenzione a rimuovere completamente anche le impurità residue.

 

Passo 3: risciacqua bene

Dopo aver pulito a fondo il contenitore, risciacqua bene con acqua calda. Assicurati di sciacquare cn cura fino ad eliminare i profumi persistenti in modo che il gatto non li avverta. Così sei sicuro che continuerà a utilizzare la lettiera. Se la lettiera ha dei profumi persistenti, puoi versare l’aceto nella scatola e lasciarlo riposare per 30 minuti prima di sciacquare. Puoi anche provare a usare il bicarbonato come un altro trucco naturale e assorbente l’odore.

 

Passo 4: asciuga e riempi di nuovo

Asciuga il contenitore con uno straccio asciutto o con delle salviettine di carta. Puoi anche lasciarlo asciugare all’aria. Una volta che nuovamente pronto per l’utilizzo, riempilo con una nuova e fresca lettiera per gatti e riponila nel solito posto.

 

Il giudice migliore? Il tuo gatto!

Nonostante i migliori consigli di esperti e utenti che puoi trovare nei forum, il giudice finale della lettiera sarà il tuo amico felino. Se scegli una lettiera che il tuo gatto non sopporta, con tutta probabilità non la userà mai.

Se il tuo gatto è felice con la lettiera che sta usando, sii molto cauto nel cambiare le cose. I gatti sono creature abitudinarie e, se sono felici di usare una marca di lettiere per gatti, potrebbero non voler fare il passaggio, a prescindere dal motivo che ha spinto a cambiare.



  • Voto:
4.9