Perchè i gatti fanno la cacca sul tappeto?

Perché, nonostante abbia a disposizione la lettiera, i gatti a volte usano il tappeto come toilette? Di certo di tratta di un comportamento fastidioso, ma se succede questo non allarmarti. In questo articolo ti aiuteremo a capire cosa porta il gatto a non usare la lettiera ma il tuo tappeto per la cacca e cosa puoi fare.

Vedrai che, una volta comprese le ragioni di questo sconveniente e capito come agire per riabituarlo all’uso della lettiera, la tua convivenza con lui migliorerà di molto.

Perché il gatto fa la cacca sul tappeto?

I gatti imparano ben presto a usare la lettiera non tanto per ragioni di mera pulizia, quanto per motivi di controllo del territorio. L’atto di coprire le feci è una conseguenza del fatto che si tratti di un predatore territoriale, proprio come le tigri o i leoni. Coprendo le feci nascondono la loro presenza a prede e predatori, permettendogli di avere maggior controllo del loro ambiente.

Se il tuo gatto non usa la lettiera, possono esserci diverse ragioni. La sabbietta non c’è o è troppo sporca, non è in una posizione ideale per il gatto o gli provoca disagio, oppure il tuo micio è malato o troppo anziano.

La causa del comportamento può essere determinata in base a un fattore molto importante: il tuo gatto espleta i suoi bisogni in punti diversi oppure lo fa sempre e solo sul tappeto?

Se ti è capitato di trovare feci anche sul divano o sul pavimento, è molto probabile che il problema dipenda dalla condizione di salute del gatto. Se è malato e se soffre di problemi all’intestino, probabilmente non usa la lettiera perché l’associa al dolore o non fa in tempo a raggiungerla, ed è purtroppo costretto a farla esattamente nel punto in cui si trova.

Se lui, invece, la fa solo sul tappeto, magari sempre nello stesso punto, è possibile che il problema sia la lettiera stessa. Molto probabilmente, essa è troppo sporca per il tuo gatto e quindi il povero animale è costretto a trovarsi un altro luogo per la defecare. E quale posto meglio di un tappeto, la cui consistenza è simile a quella della sabbietta e, in qualche modo, permette di tenere le feci più nascoste rispetto al pavimento?

Magari è successo un’unica volta che il tuo gatto abbia trovato la lettiera sporca e che abbia preferito il tuo tappeto preferito per i suoi bisognini, ma quell’unica volta è bastata per fargli capire che, effettivamente, il tappeto è un luogo migliore per farla.

Molti gatti, in effetti, preferiscono defecare in un posto diverso rispetto a quello che usano per la pipì. Quest’ultima, soprattutto per i maschi, ma anche per le femmine, è il marcatore del territorio per eccellenza ed è probabile che per il tuo gatto, soprattutto se ci sono altri gatti in casa, preferisca tenere il “marcatore” ben distinto dall’escremento.

Se la lettiera è di quelle chiuse, allora è probabile che il gatto preferisca il tappeto semplicemente perché gli permette di avere sotto controllo tutto l’ambiente circostante. Fare la cacca, in effetti, richiede ai gatti molto più tempo rispetto alla pipì e, in quel momento, sono più vulnerabili. Nell’istinto del gatto c’è la propensione a tenere sempre tutto sotto controllo, soprattutto nei momenti in cui non è in grado di difendersi perfettamente.

Il fatto che lui la faccia sempre sul tappeto, potrebbe non escludere, comunque, un problema di salute. I gatti, in fondo, tendono a fare i bisognini sempre nello stesso punto, anche se non godono di ottima salute. Se sospetti che il tuo gatto soffra di qualcosa, portalo dal veterinario insieme ad un campione di feci.

Come riabituare il gatto alla lettiera

gatti-fanno-la-cacca-sul-tappeto

Se il tuo gattino è un cucciolo o è molto giovane e fa la cacca fuori dalla lettiera, allora cerca informazioni riguardo alla sua prima infanzia. Infatti, è la madre a insegnare l’uso della lettiera ai cuccioli e lo fa senza alcuno sforzo, dato che sarà l’istinto del territorio a fare da potente coadiuvante.

Se il gattino però non ha avuto modo di restare con la madre per i tre mesi necessari a ricevere l’educazione adeguata e la giusta socializzazione, è possibile che da adulto assuma certi comportamenti “asociali” e poco adatti alla convivenza con l’uomo. Il gatto, allora, potrebbe essere aggressivo, ansioso e perfino “maleducato”.

Se questo è il caso del tuo gatto, allora pulirgli regolarmente la lettiera o portarlo dal veterinario aiuterà poco. Lui avrà bisogno di essere rieducato. Si dice che sia difficile addestrare un gatto, ma non è questo che dobbiamo fare. Il nostro compito è semplicemente insegnargli a fare quello che in natura farebbe naturalmente. Ma come fare?

Se il tuo gatto ha preso il brutto vizio di lasciarti regalini poco simpatici sul tappeto, qualunque sia la ragione, che non abbia a che fare con motivi di salute, ciò che devi fare è mettere a sua disposizione una lettiera spaziosa, pulita, possibilmente aperta, in un punto dove lui possa osservare tutto l’ambiente circostante.

In questa lettiera, linda e profumata, posiziona i suoi escrementi, in modo che il loro odore possa guidarlo a farli nella sabbietta la prossima volta.

Come terzo passo, elimina tutti gli odori di escrementi presenti nella casa che non siano, appunto, la sua sabbietta. Lava accuratamente il pavimento che precedentemente lui ha utilizzato per la cacca, possibilmente con prodotti potenti come l’ammoniaca. Allo stesso modo lava il tappeto, la fodera del divano e il divano stesso, e qualsiasi altra cosa lui abbia già utilizzato come sua personale toilette.

In poco tempo, vedrai che il tuo gatto sarà perfettamente rieducato. Hai bisogno di pazienza, ma un piccolo sforzo vale sempre la pena per i nostri piccoli amici felini.