Per Uno Sprint Tekno, Ecco le 10 Migliori Scarpe da Running Brooks per Donna

Le migliori scarpe da running Brooks per donna sono un vero scarpe-da-running-brooks-per-donnemust per la runner che ricerca prestazioni, comfort e una progettazione di alta tecnologia.

Scarpe da running note oltreoceano, essendo un marchio made in USA, le Brooks hanno cominciato ad affermarsi anche sul mercato europeo, guadagnando una buona reputazione tra i corridori occasionali e gli atleti professionisti.

Brooks è uno dei produttori di calzature sportive molto apprezzato per le alte prestazioni tecniche e offre una vasta gamma di modelli da ginnastica per uomo e donna, abbigliamento e altri accessori per lo sport.

Il suo costante impegno nella ricerca mira a soddisfare le esigenze specifiche dei corridori e degli atleti professionisti. L’attenzione è concentrata sullo sviluppo tecnologico, la progettazione, le prestazioni e il comfort in ogni paio di scarpe realizzato.

Quali caratteristiche delle scarpe running Brooks?

Diversi modelli  Brooks hanno ottenuto riconoscimenti da riviste del settore tecnico. E le sue tecnologie applicate alle scarpe running migliorano di anno in anno.

I corridori con arcate plantari medio-alte possono utilizzare scarpe a pronazione neutra del marchio per migliorare la loro flessibilità e le prestazioni sulla pista o sui diversi percorsi.

Tuttavia, i runner che hanno basse arcate avrebbero bisogno di una corretta stabilità e di un controllo della pronazione per facilitare un ciclo del passo efficiente. Per questo, come tutti i produttori più evoluti, Brooks realizza scarpe di stabilità e scarpe di controllo del movimento per soddisfare le richieste di ciascun corridore.

Con prestazioni e comfort, il marchio produce modelli di scarpe che hanno un vantaggio competitivo. Che tu sia un principiante o un professionista, in esecuzione sarà un’esperienza piacevole portare le migliori scarpe Brooks.

Tra le altre cose, giusto per distinguersi, il marchio produce e sviluppa tecnologie brevettate che poi adatta alle proprie collezioni di calzatura proprio per migliorare il comfort, il sostegno e la protezione.




Che tipo di tecnologie nelle scarpe da running Brooks?

Nel campo dell’ammortizzazione Brooks ha applicato una tecnologia innovativa per migliorare le prestazioni delle sue scarpe.

Facciamo una breve parentesi per comprendere fino in fondo le sue prestazioni.

Com’è noto, le scarpe da running si classificano principalmente in base alle prestazioni che offrono e al sostegno che danno al piede: con A1 si identificano le scarpe da gara, con A2 le intermedie, con A3 le ammortizzate e con A4 le scarpe cosiddette stabili.

Nelle categorie dalla A2 alla A4 si va ad offrire delle calzature che possono gradualmente ammortizzare l’appoggio del tallone al suolo e la rotazione della pianta del piede verso il centro, garantendo un controllo ottimale della fisiologia del movimento che sta alla base della pronazione.

Poiché il piede sopporta un carico elevato, più il corpo è pesante e maggiore è la supinazione: maggiore deve essere quindi l’ammortizzazione per evitare sovraccarichi al fisico.

Tuttavia nel movimento della corsa, un corpo molto ammortizzato va più piano e sovraccarica tendini (tendine d’Achille) e muscoli, un esempio pratico è fornito dalla corsa sulla sabbia: l’ammortizzazione è altissima ma si va molto più lenti e si spendono maggiori energie.

L’innovazione di Brooks, conosciuta come Brooks DNA, consiste nell’applicazione di un principio noto, utilizzando un liquido non newtoniano inserito nell’intersuola, nel tallone e nell’avampiede.

Un fluido non newtoniano ha una viscosità che varia a seconda dello sforzo di taglio che viene applicato. Applicato ad una scarpa permette di assorbire l’impatto del tallone su terreno in modo ottimale, per poi diventar morbido nelle fasi successive di rilascio.

Uno degli aspetti più interessanti di questa tecnologia è che si sta progressivamente adottando un approccio “verde” per il design delle scarpe. Molti modelli sono in parte creati da materiale biodegradabile e eco-friendly, come i sistemi tecnologici da applicare alle intersuole, BioMoGo e BIOS-257.

Quali sono le scarpe da running Brooks più innovative?

L’applicazione delle tecnologie trova riscontro nella produzione di modelli che sono riconosciuti da tempo come molto competitivi nell’universo delle calzature sportive da corsa.

Le scarpe della linea Adrenaline GTS , regina della categoria Cushion che include i modelli Brooks protettivi e ammortizzati, sono dotate di un sistema chiamato Progressive Diagonal Rollbar.

Tale sistema prevede la distribuzione della mescola dell’intersuola in tre strati di densità crescente, in grado di stabilizzare la fase di atterraggio del piede. L’intersuola di questo modello è realizzata in BioMoGo DNA, un fluido non newtoniano che restituisce il 30% di ammortizzazione in più rispetto ai sistemi Eva o gel.

Le scarpe della linea Trascend sono ideali anche per chi ha una corporatura pesante.

Grazie infatti all’innovativo sistema Guide Rails, offrono un supporto costruito attorno alla scarpa che agisce come una sorta di binario. Permettono così al tallone, alla caviglia, alle ginocchia e alle anche di trovare e conservare la loro posizione regolare e naturale per tutta la durata della corsa, migliorando la stabilità al momento della spinta.

Anche le altre linee di Brooks (Glycerin, Ghost e Ravenna) sono molto interessanti dal punto di vista progettuale e a seconda delle categorie si può trovare la scarpa giusta che fa per voi, magari facendosi aiutare con un run test per valutare il livello di pronazione.

Nel complesso, le scarpe da corsa Brooks sono note per i loro modelli eleganti e confortevoli. Queste scarpe sono più comunemente consigliate a coloro che necessitano di controllo della stabilità. Però sono anche un’ottima scelta per il corridore più esperto che è alla ricerca di una scarpa morbida e leggera.

Da ultimo un particolare non meno importante riguarda la scadenza o meglio il termine di sostituzione delle scarpe (eh sì, anche le scarpe si consumano!). Le Brooks si collocano in una fascia di consumo ragionevolmente superiore alla media e al pari delle migliori per un utilizzo senza cedimenti fino a 800 km.




Le 10 migliori scarpe da running Brooks per donna

È vero, questo marchio in America gioca in casa. Le indagini di mercato evidenziano le entusiastiche opinioni dei runner lo indicano come la prima scelta in quel paese.

Il brand sta però iniziando ad affermarsi anche da noi, specie perché nelle fasce di prezzo entry-level e mid-level i suoi modelli sono decisamente accessibili. E, come si è visto, anche delle buone scarpe da running Brooks per donna economiche hanno un contenuto tecnico sempre decisamente elevato.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori scarpe da running Brooks per donna:

1. Brooks Launch 4

Le migliori per: altamente traspiranti

La tomaia in maglia traforata favorisce la massima traspirabilità e gestisce al meglio l’umidità. I piedi si mantengono così freschi e asciutti, con una sensazione di piacevole leggerezza.

La corsa reattiva riceve una spinta dalla riga di rimbalzo in gomma posta sotto l’avampiede. Inoltre, l’U-Groove ridisegnato al tallone consente ai corridori neutrali di seguire il proprio schema.

L’intersuola ammortizzante in BioMoGo DNA è realizzata con materiali eco-compatibili e biodegradabili,  per seguire in modo dinamico la falcata.

2. Brooks Ravenna 7

Le migliori per: molto flessibili

Con il loro look non convenzionale, queste scarpa da running si fanno apprezzare per il loro elevato livello di flessibilità.

Sono studiate per ottimizzare la naturale libertà di movimento del piede.

Estremamente confortevoli, hanno una tomaia in maglia traforata che favorisce la traspirabilità e un’intersuola in BioMoGo DNA che sia adatta a ogni passo.

3. Brooks Adrenaline Gts 17

Le migliori per: le runner che richiedono sostegno

Il suo bilanciato equilibrio di ammortizzazione, stabilità e calzata favorisce una corsa fluida a chi ha bisogno di sostegno.

Morbida sotto i piedi, offre una calzata sicura e confortevole. Ha un’intersuola ammortizzante in BioMoGo DNA.

Il Crash Pad segmentato, caratterizzato da speciali imbottiture situate tra l’intersuola e la suola esterna, offre morbide transizioni tacco-punta mentre gli Omega Flex Grooves ne migliorano la flessibilità.

4. Brooks Puregrit 5

Le migliori per: aderenza al terreno

Uniscono a una piacevole leggerezza la massima aderenze al terreno, consentendo alla runner di sentirsi in piena sintonia con la superficie su cui sta correndo.

Aiutano i piedi a guidare la corsa, offrendo loro un’ammortizzazione quanto mai efficace.

Li proteggono inoltre in modo adeguato dai terreni rocciosi, senza per questo sacrificare la piacevole sensazione della calzata.

5. Brooks Glycerin 14

Le migliori per: corsa morbida

Questo versatile modello è appositamente progettato per offrire un’esperienza atletica all’insegna della massima comodità.

Il DNA lungo tutta la lunghezza del piede garantisce un’ammortizzazione ultra morbida alle runner neutrali di tutte le taglie e tutte le velocità.

La scarpa è equipaggiata con tutto quello che serve per favorire una corsa fluida nel massimo comfort. Ideali per strada e pista, pesano 260,8 grammi.

6. Brooks Ghost 9

Le migliori per: versatilità

Sviluppate con un’ammortizzazione equilibrata, queste scarpe si fanno notare per la loro versatilità. Offrono una corsa molto fluida, grazie a un’ammortizzazione morbida e protettiva, bilanciata da una dose di reattività.

Sono progettate con intersuola ammortizzante in BioMoGo DNA, a cui si aggiunge una nuova imbottitura interna.

La tomaia in maglia traforata tecnica offre una calzata perfetta, di sostegno e adattiva, che dà una sensazione ancora più leggera.




7. Brooks Hyperion

Le migliori per: tomaia senza cuciture

Con il loro design esclusivo e accattivante, fanno vivere un’esperienza di corsa leggera e performante.

La tomaia è priva di cuciture e si rivela altamente traspirante: il questo modo il piede si mantiene sempre fresco e asciutto e non è soggetto a fastidiose irritazioni.

Completano le caratteristiche tecniche del modello l’intersuola ammortizzante e la suola in gomma.

8. Brooks Cascadia 11

Le migliori per: riedizione di una scarpa mito

Ecco la nuova edizione di una scarpa divenuta un vero e proprio “mito” nel mondo del trail.

Le innovazioni? Sono stati apportati dei miglioramenti in termini estetici e di design e questo modello risulta più affusolato. Il piede, inoltre, è accolto in una tomaia più morbida e traspirante.

Rimane invariata la tecnologia usata per l’intersuola, e la scolpitura da battistrada garantisce un’ottimale aderenza anche sul bagnato.

9. Brooks Pureflow 5

Le migliori per: falcata leggera e ben ammortizzata

Il marchio propone questo versatile modello a tutte le runner che desiderano una falcata leggera con tanta ammortizzazione.

Offre tutte le caratteristiche che si possono chiedere a una scarpa da corsa a elevate performance.

Il suo look fa intuire quella giusta dose di comfort sempre molto apprezzata. È disponibile in due varianti estetiche, per soddisfare ogni gusto.

10. Brooks Purecadence 5

Le migliori per: allenamenti intensivi

Si tratta di una riedizione di un modello “torico” del marchio, che in questa versione si rivela completamente rivoluzionato.

Fra le sue caratteristiche di spicco, il particolare disegno del battistrada per migliorare la spinta propulsiva ed il “Lightweight Guide Rails” che offre la giusta quantità di sostegno al piede.

È progettata per favorire il movimento naturale delle articolazioni del piede, garantendo una posizione biomeccanica ottimale.




Lascia un commento