Proteggile dal Freddo con le 5 Migliori Serre da Giardino

Mi sto per trasferire in una casa con un giardino abbastanza grande e sto penando di mettere una piccola serra, magari non permanente.

Andrebbe bene anche un modello da montare, come quelle fai da te che si trovano al brico. Ho già visto che potrei posizionarla contro un muro che divide il mio giardino da quello di un vicino.

Potrei così piantare i miei fiori preferiti, fucsie, gerani e piante grasse, per ripararle in inverno dalle temperature rigide e dalle gelate. Mi hanno detto che una struttura di questo tipo, con una buona esposizione solare, è ideale anche per l’orto: permette infatti di anticipare la semina rispetto alla coltivazione in pieno campo.

La casa si trova in piccolo paesino ma pur sempre in centro: devo chiedere dei permessi al comune e al proprietario del giardino confinante?




Le migliori serre da giardino

Qual è la migliore serra da giardino?migliore-serra-da-giardino

Chi ha molte piante in giardino o sul balcone, ha spesso il problema si porle al riparo per superare l’inverno. Se si ha un po’ di spazio, una serra in alluminio o con struttura in legno è la soluzione migliore.

Si tratta generalmente di mini serre, anche da balcone, progettate per essere smontate nella bella stagione e riposte con limitato ingombro. Se ne possono acquistare di diverse misure con struttura autoportante a più ripiani, che possono ospitare piccoli e grandi vasi.

Se si vuole un tipo semipermanente, si può optare per serre da orto che possono anche essere concepite come vere e proprie entità autonome di serra per la coltivazione di piante, fiori, pomodori e altri tipi di verdura. Vanno poste in un luogo di buona esposizione solare per recuperare il calore del sole e con tetto spiovente per facilitare lo scorrimento dell’acqua e della neve.

La copertura in pvc, perfettamente trasparente, permette l’ingresso della luce e, allo stesso tempo, protegge le piante dal freddo. Nel caso si dovesse rompere, si può acquistare anche solo il telo di ricambio per serra.

Sul mercato ne esistono con protezioni di diverso tipo, di tutte le marche e di tutti i prezzi, tutte efficaci e facili da allestire, oltre che economiche. Se si vuole risparmiare, conviene acquistarle nella vendita online.

Non è difficile farsi un’opinione sui diversi tipi e materiali a disposizione, si possono persino trovare kit di assemblaggio fai da te a basso prezzo o più economico.

 

Serra Urania Betty Garden

La migliore per: addossare alla parete

La struttura resistente ma leggera rendono questa serra esteticamente accattivante, molto funzionale e fatta per durare nel tempo. È progettata per essere addossata alla parete di casa o alla recinzione. Si rivela facile e veloce da montare e smontare, senza l’uso di attrezzi. Ha una lunghezza di 200 cm, una profondità di 110 cm e un’altezza di 210 cm.

È costituita in acciaio verniciato di colore verde. Le sue pratiche finestre anteriori apribili con cerniera consentono di arieggiare l’interno. Può essere ancorata al terreno grazie agli appositi puntoni in dotazione e si mantiene stabile sul pavimento attraverso le relative basette (anch’esse fornite a corredo della struttura).

Nella confezione è presente sia il telo retinato robusto e resistente alle intemperie, sia il telo ombreggiante da applicare quando i raggi solari sono troppi forti.

  • Salva-spazio
  • Grande
  • Kit completo

 

Serra da giardino TecTake

La migliore per: dotata di scaffali

Ha una robusta struttura in acciaio verniciato a polvere (Ø 16 mm), che consente di proteggere le piante dalla pioggia intensa, dalla grandine, dal gelo e dal vento. La tenuta è incrementata dai 4 picchetti e tiranti.

Con la sua pellicola reticolata in PE si rivela resistente ai raggi UV. Le sue dimensioni sono pari a 186 x 120 x 190 cm (l x l x h) e l’altezza è sufficiente per molti tipi di piante di frutta e verdura.

Offre una maggiore superficie di utilizzo grazie allo scaffale con 4 mensole in metallo. L’ingresso misura 60 x 157 cm ed è arrotolabile e chiudibile. La superficie della base è di circa 2,2 mq.

  • Robusta
  • Spaziosa
  • Anti UV

 

Tunnel per piante Crocodile Trading

La migliore per: robustezza

Il punto di forza di questa serra è la sua struttura robusta, fatta per durare nel tempo. Tutte le sezioni tubolari del telaio sono state completamente galvanizzato per la massima resistenza alla corrosione.

Il telaio è realizzato in tubo da 25 mm con uno spessore di parete 0,9 millimetri. Ogni sezione è imbullonata in modo sicuro con bulloni ad alta tensione e dadi di bloccaggio in nylon. La copertura è costituita in pvc da 150 g/mq con cavo di rip-stop incassato che garantisce forza e flessibilità.

È presente una doppia porta con chiusura a zip, che può essere arrotolato e fissato con clip. Anche i pannelli in prossimità delle finestre a rete possono essere arrotolati, per consentire di arieggiare l’interno senza far entrare i parassiti. Ha una dimensione di 6 x 3 metri e l’altezza è di 2 metri.

  • Galvanizzata
  • Finestre a rete
  • Ampia

 

Serra da giardino Lifetime Garden

La migliore per: habitat ideale per la crescita

Questa serra non solo protegge le piante dagli agenti atmosferici e dagli insetti, ma crea un habitat ideale, facendole crescere in modo più rapido e sano.

Ha un telone robusto che difende dal gelo e dai raggi UV, favorendo una distribuzione uniforme del calore.

Per favorire il ricambio dell’aria sono presenti delle finestre laterali protette da una copertura avvolgibile: ogni apertura è protetta da una rete per impedire l’ingresso dei parassiti. Misura 83 x 142 x 180 cm e viene fornita completo di telaio e di istruzioni di montaggio.

  • Anti raggi UV
  • Finestre a rete
  • Robusta

 

Serra giardino e balcone Brixo

La migliore per: piante in vaso

È ideale per proteggere le piante in vaso durante la stagione più fredda. Grazie alle sue dimensioni contenute e allo sviluppo in verticale (misura 69 x 49 x 160 centimetri) trova facilmente posto in ogni angolo del giardino e anche sul balcone.

La struttura è in metallo tubolare e il montaggio è rapido, senza bisogno di utensili. La copertura è in PVC trasparente, che consente di visionare l’interno con un colpo d’occhio; la parte frontale ha una chiusura a cerniera ed è avvolgibile con cerniere.

  • Sviluppo verticale
  • Leggera
  • Rapido montaggio

 




È adatta per tutte le stagioni?

Montare una serra apre nuove possibilità per i giardinieri e per chi ha uno spazio verde a disposizione. Nei climi freddi, le serre da orto sono utili per la crescita e la propagazione delle piante perché consentono alla luce solare di entrare e di evitare la fuoriuscita di calore. Nei climi caldi, le serre favoriscono una crescita durante tutto l’anno nonostante i cambiamenti stagionali del clima.

Viene utilizzata in primavera per coltivare ortaggi e fiori. Nella calura estiva per la crescita di pomodori, melanzane e peperoni che risentirebbero troppo del caldo siccitoso. Quando piove, serve come sede o ripostiglio di attrezzature e strumenti. E quando la casa è troppo calda, può anche ospitare piante in vaso e ortaggi che crescono tutto l’anno.

I suoi 4 principali benefici

Queste strutture offrono numerosi vantaggi. Alcuni dei più comuni benefici delle serre per giardini d’inverno includono:

Beneficio n.1: migliore difesa dagli animali nocivi

A differenza dei campi aperti, le serre sono più efficaci per difendere le piante dai parassiti e dagli animali comuni che danneggiano la vegetazione. Per esempio, le serre aiutano a tenere lontani animali selvatici come le lepri che mangiano le insalate, i cinghiali in grado di devastare interi campi di patate ma anche cervi e caprioli o uccelli che si nutrono di semi. Per allontanare gli animali selvatici la cosa migliore è una recinzione o una serra, che deve essere robusta e parzialmente interrata, per evitare che gli animali riescano ad abbatterla o a passare sotto.

Beneficio n.2: controllo ambientale

Un altro vantaggio delle serre è la possibilità di controllare l’ambiente. A differenza delle aziende agricole aperte, puoi essere in grado di regolare la temperatura, l’umidità e l’acqua (precipitazioni) per aumentare i raccolti. Il controllo ambientale è un vantaggio molto superiore perché molte colture vengono perse a causa di condizioni meteorologiche accidentali e inaspettate.

Beneficio n.3: puoi coltivare tutto l’anno

Un altro vantaggio delle serre è che ti permettono di coltivare tutto l’anno. Senza una struttura di questo tipo, non puoi controllare l’ambiente in cui devono crescere le colture. Le serre aumentano quindi il reddito e la fonte di cibo incrementando i rendimenti durante l’anno.

Beneficio n.4: aumenta il valore della tua casa

Ebbene sì, le serre aumentano anche il valore della tua casa. Se ti piace la verdura fresca e vuoi aumentare il valore della tua casa, costruire la tua serra è una buona idea. Può essere costoso, ma in realtà è piuttosto semplice costruirne una da soli.

Come sono classificate le serre?

Le serre sono classificate in base a una serie di fattori, i più comuni sono la forma, la struttura e la tecnologia.

Le serre sono disponibili in una grande varietà di forme, come ad esempio le serre da giardino a casetta o quelle a tunnel. Non occorre che debbano essere sempre rettangolari. Ci sono anche serre a padiglione circolare, che sono particolarmente belle da vedere. E ci sono tipi di serre con una cupola ricoperta e una base rialzata. E che dire di quelle in ferro battuto che riecheggiano epoche antiche?

Quali strutture sono le più diffuse?

Le serre possono anche essere classificate in base alla struttura. Ecco alcuni esempi

Serre multi-span

Sono serre che coprono un’area equivalente a un impianto di produzione. Le serre a più campate hanno una minore dispersione di calore che equivale a significativi risparmi energetici perché sono abbastanza contenute. Sono anche più robuste e sono progettate per resistere alle condizioni atmosferiche avverse, consentendo di non subire danni.

Serre ombreggiate

Si tratta di modelli ricoperti di materiale intrecciato o qualsiasi altro tipo di materiale che consenta alla luce solare, all’aria e all’umidità di penetrare attraverso gli spazi vuoti. I materiali che coprono le serre ombreggiate forniscono alcune modifiche ambientali per proteggere le colture dalle intemperie e ridurre la luce. Le tipiche serre ombreggiate possono misurare fino a 8 m di altezza. L’altezza può tuttavia variare in base a fattori come il raccolto che viene prodotto.

Serre per schermo

Sono ricoperte di materiale schermato anziché essere fatte in vetro o la plastica. Queste serre offrono un’efficace protezione contro le intemperie, gli insetti e i parassiti.

Sceglila con attenzione

Cosa faresti se, alla prima nevicata, la serra che hai appena comprato non è stata in grado di proteggere i tuoi raccolti? Acquistare la serra sbagliata oltre che essere antieconomico è proprio uno spreco di denaro. Quando acquisti una serra devi stare attento a tutto. Il rivestimento è abbastanza spesso da fornire un isolamento adeguato? Che dire della struttura? È abbastanza robusta o si romperà dopo solo una stagione di utilizzo?

Inoltre, scegliere con attenzione la tua serra è di grande importanza se vuoi portare il giardinaggio a un livello professionale. Se anche vuoi far crescere delle patate, questo non richiederà troppo lavoro, a condizione che la serra sia adeguatamente isolata.

Non sprecare denaro

Se vuoi coltivare, ad esempio, le arance, dovresti prestare maggiore attenzione al sistema microclimatico. Queste piante che amano il caldo non possono essere protette con un foglio di plastica gettato su alcune strutture di legno. Lo stesso discorso è adatto per limoni.

Inoltre, cosa succede se la serra che hai scelto non è adatta allo spazio che hai? Avrai sprecato denaro e non avrai modo di ottenerne di più. La vita delle tue colture, così come la vita delle tue tasche, dipende dalla serra che acquisti. Di conseguenza, è necessario prestare la massima attenzione a questo particolare.

Aspetti da considerare al momento dell’acquisto

Ci sono molte cose che dovresti considerare quando stai prendendo in considerazione l’acquisto di una serra. Le cose più importanti, tuttavia, si riducono a quanto segue.

Dimensione

Come in tutte le cose, le dimensioni contano molto. Quanto spazio hai a disposizione? Vuoi una serra che copra tutto il tuo giardino, o vuoi qualcosa che occuperà solo un angolo? Potresti ritenere più utile costruire una serra di avviamento. Questi strutture che occupano poco spazio ti permetteranno di “avviare” le tue piante in modo che tu possa spostarle all’esterno una volta cresciute. Rappresentano la migliore opzione di serra se si ha a disposizione poco spazio e non si vuole coprire tutto il terreno.

Ventilazione

La maggior parte delle piante non cresce bene (o addirittura muore) semplicemente perché c’è troppo calore nella serra. Una struttura costruita con i giusti favorisce la circolazione di aria calda quando la temperatura esterna è fredda. Allo stesso modo, rilascia all’esterno l’aria calda in eccesso quando fuori fa caldo.

Assicurati che la tua serra abbia abbastanza “finestre” che puoi aprire o chiudere in base alle esigenze climatiche. I ventilatori di scarico sono anche un bel costo extra quando si tratta di serre.

Isolamento

Il tipo di clima in cui vivi determina esattamente il tipo di isolamento di cui hai bisogno. Ad esempio, se abiti in ​​una regione più fredda, avrai bisogno di un isolamento più spesso che manterrà il calore naturale, risparmiando quindi sul riscaldamento artificiale. Il tipo di rivestimento scelto determina anche il livello di isolamento che si ottiene.

Un polietilene a parete doppia, ad esempio, offrirà più isolamento di un film in polietilene a strato singolo. Allo stesso modo, la fibra di policarbonato fornirà più isolamento rispetto al vetro. Quest’ultimo manterrà il calore solo se è almeno a doppio strato.

La temperatura ideale

Come abbiamo visto, ci sono diversi tipi di serra. I modelli si differenziano anche in base al livello di temperatura ideale per far crescer le piante.

Serra calda

Queste serre hanno solitamente una temperatura che arriva fino a 20-21°C gradi o anche più. Sono di solito utilizzate per la coltivazione di piante tropicali ed esotiche, che hanno bisogno di molta luce per crescere e di riscaldatori per conservare il calore.

Serra calda-umida

Questo tipo di serra di solito ha una temperatura stabile di 10-12°C, che è lo standard per praticamente tutti i tipi di frutta e verdura all’aperto. Se vuoi coltivare pomodori, questa è la tua serra d’elezione.

Serra fresca

Chiamata anche serra senza ghiaccio, questo tipo di serra ha solitamente una temperatura stabile di 4-8°C. È la temperatura migliore se hai bisogno di una “serra da vivaio” per i germogli in crescita. Queste strutture sono le uniche che non hanno bisogno di luci progressive.

È importante che i pannelli siano trasparenti?

Alcune persone vogliono che le loro serre siano completamente trasparenti. Altri vogliono mantenere l’elemento di “mistero”. Rifletti attentamente su come vuoi che siano i tuoi pannelli.

Un pannello chiaro consentirà di far entrare più luce nella serra, favorendo una migliore fotosintesi. È la soluzione perfetta per le piante alte che cercano di “raggiungere la luce”.

La luce diffusa offre lo stesso tipo di luce necessaria per la fotosintesi. Le piante non si contenderanno la luce per crescere più velocemente, ma la quantità di luce che ricevono è più equilibrata e compatta, arrivando da ogni angolazione.

Che tipo di protezione UV?

Se la copertura che scegli non ha una protezione UV, puoi aspettarti che la serra non duri a lungo. Il sole può essere molto dannoso per la plastica, motivo per cui è meglio optare per un rivestimento protettivo. Ad esempio, mentre un normale pannello di plastica durerebbe un anno senza protezione, la serra migliore che è dotata di uno strato protettivo può durare fino a dieci anni.

Quanto dura una serra?

La struttura della tua serra determinerà anche la sua durata. Puoi scegliere tra materiali in legno, resina plastica, acciaio o alluminio – ognuno con i suoi vantaggi o svantaggi.

Ad esempio, mentre un telaio in legno potrebbe sembrare un’opzione “di classe”, può attirare l’umidità e rompersi più velocemente, soprattutto se non è rinforzato con un rivestimento protettivo. I telai in acciaio sono i più resistenti, ma sono abbastanza difficili da gestire perché più pesanti e di solito richiedono più attenzione.

Qui di seguito prendiamo in esame i diversi materiali che vengono generalmente utilizzati nella costruzione delle serre.

Di quale materiale sono fatte?

Le serre possono essere realizzate utilizzando molti materiali diversi. I più popolari sono realizzati in politene o vetro, ed è anche possibile trovare serre in pvc.

I materiali utilizzati per la copertura – o “vetratura” – possono anche avere un forte impatto sul modo in cui le vostre piante crescono – e non solo in termini di isolamento.

Ogni tipo di vetratura ha la sua durata e si distingue anche per il modo in cui fa passare la luce. Prima di iniziare a pensare alla migliore serra per l’inverno, ecco cosa devi considerare.

Vetro

I pannelli realizzati in vetro temperato sono altamente resistenti agli urti e sono in grado di gestire le contrazioni e le espansioni del telaio durante i cambiamenti stagionali. Più spesso è il vetro, maggiore sarà l’isolamento fornito. Ad esempio, un pannello in vetro temperato da 3 mm sarà perfetto per case esposte al sole o giardinaggio in un’area calda, ma uno da 4 mm fornirà un maggior isolamento per le posizioni sul lato più freddo. Può essere più costoso degli altri materiali, ma è anche resistente ai graffi e duraturo.

Policarbonato

Questa è un’opzione leggera e abbastanza duratura, una versione più economica del vetro temperato. Ha la chiarezza del vetro, ma non è così robusto e resistente ai graffi. Tuttavia, se mantenuta correttamente, la vetratura in policarbonato può durare fino a 15 anni o più.

Lana di vetro

È un’altra alternativa al vetro: è semi-trasparente e favorisce una buona diffusione della luce. Questo materiale è realizzato per essere rigido e resistente in termini di durata. Tuttavia, può essere ingiallito dal sole dopo qualche anno a causa del rivestimento in gel.

Polietilene

Il film in polietilene – o plastica – è molto comune quando si tratta di serre di dimensioni industriali poiché sono di facile manutenzione e relativamente poco costose. Come la fibra di vetro, questo materiale è traslucido e fornisce una luce diffusa. Mantiene anche il calore bene, rendendolo un’ottima opzione per coloro che vivono nelle zone fredde. Dal momento che è economico, tuttavia, questo non durerà a lungo quanto il vetro.

Acrilico

Dal punto di vista estetico, l’acrilico e il policarbonato non sono poi così diversi. L’unica differenza è che, rispetto alle serre da giardino in policarbonato, quelle in acrilico non sono resistenti ai graffi. È però un materiale abbastanza isolante e molto economico; quindi, se è abbastanza spesso, puoi utilizzarlo per costruire la migliore serra economica.

Vinile

Il vinile è l’opzione perfetta per coloro che vogliono ottenere quel look chiaro e di fantasia che si vede negli showroom. Tuttavia, poiché è altamente sensibile ai raggi solari, potresti non volerlo usare sul tetto. Per ottenere l’effetto desiderato basta posizionarlo sui vetri laterali: la struttura durerà sicuramente più a lungo.

  • Voto:
4.9