Fai Piazza Pulita con i 5 Migliori Rastrelli

Il miglior rastrello è uno strumento molto duttile per il lavoro dell’orto e del giardino. Sul mercato lo si può trovare in due differenti forme: una con denti a pettine in acciaio disposti in parallelo, l’altra più leggera costituito da denti lunghi fissati trasversalmente per ampliarne il raggio. La scelta va effettuata in base alle diverse esigenze di utilizzo.

Se serve per allentare il terreno dopo la vangatura, arieggiarlo e levigarlo prima della semina (anche per raccogliere ed eliminare i sassi, le radici, le piante infestanti deboli che affiorano dal terreno) è bene optare per un rastrello da orto per impieghi gravosi.

È costituito da una barra con numero variabile di rebbi, i denti che servono per trattenere il materiale da rastrellare, attaccata perpendicolarmente a un manico di lunghezza variabile. Il pettine è fatto in metallo (acciaio verniciato) o in plastica, mentre una versione con rebbi di legno veniva usata una volta per raccogliere il fieno dopo essicazione.

I modelli a denti più lungi e flessibili disposti a forma di ventaglio vengono invece utilizzati per raccogliere dai prati materiali leggeri come fogliame ed erba secca.




Qual è il miglior rastrello?

Anche se ti rivolgi a un negozio specializzato in fai da te o giardinaggio non trovi molti modelli. Nella vendite online invece, oltre all’ampia gamma di prodotti di marca, puoi approfittare delle numerose offerte più economiche, con articoli a basso prezzo.

Il prezzo sarà ovviamente in funzione della qualità dei materiali e del tipo di impiego del tuo attrezzo. Se hai ancora forti dubbi sull’acquisto si consiglia di prendere in valutare le opinioni d’acquisto leggendo le recensioni degli utenti e mettendo a confronto i diversi prodotti.

 

#1 Rastrello per foglie Gardena Combisystem – Il migliore per rispetta l’erba 

Offre la possibilità di regolare la larghezza di lavoro fra 30 e 50 cm, permettendo di raccogliere i residui di ogni dimensione, sia piccoli che grandi. I suoi denti elastici e zincati in acciaio per molle non danneggiano la cotica erbosa e permettono di lavorare in maniera efficiente e comoda.

È un prodotto pratico e di qualità: si può combinare con tutti i manici compatibili con il sistema cs. Il semplice ma efficace sistema ad innesto cs permette un collegamento stabile e saldo, per poter lavorare in maniera sicura e comoda. Così, con un unico sistema si possono svolgere differenti lavori in giardino. La lunghezza del manico raccomandata dall’azienda è di 130 cm.

  • Regolabile
  • Elasticità
  • Pratico

 

#2 Rastrello a doppio pettine Ribiland Foliop – Il migliore per elevata flessibilità 

È un modello a doppio pettine, ideale per rastrellare e raccogliere foglie e piccoli rami. Il manico scorrevole permette facilmente di chiudere i due pettini del rastrello e mantenere impigliate le foglie raccolte per poi rilasciarle nell’apposito sacco di raccolta.

I 2 pettini in polipropilene, caratterizzati da una grande flessibilità e un’elevata resistenza alla torsione, sono dotati di 28 denti. Il manico è in legno, mentre la manopola e le parti di collegamento sono in plastica per garantire una presa ottimale. Le molle e la base sono in acciaio. Ha una lunghezza di 165 cm e una larghezza di 56 cm.

  • Pratico
  • Resistente
  • Comodo

 

#3 Rastrello in alluminio Xclou Garden – Il migliore per: estendibile 

Particolarmente adatto per piccoli lavori da giardino, è progettato con manico telescopico che consente di raggiungere anche punti poco agevoli.

L’asta è in alluminio, mentre il rastrello è in metallo laccato in giallo: è così possibile trovarlo facilmente anche in mezzo all’erba. Alla massima estensione ha una dimensione di circa 123 x 4 x 15 cm.

  • Comfort
  • Versatile
  • Maneggevole

 

#4 Rastrello con manico telescopico Silverline Tools 228465 – Il migliore per larghezza regolabile 

È un rastrello telescopico in acciaio regolabile con 15 denti. Ha un manico telescopico in acciaio zincato con impugnatura comoda e foro per appendere. La larghezza del rastrello può essere regolata in base alle esigenze di lavoro.

Mantenendolo alla massima larghezza si possono così raccogliere le foglie con poche passate, e se si stringe si riesce ad operare anche nei cunicoli e nei fossati. Compatto e leggero, è estensibile da 800 a 1500 mm.

  • Compatto
  • Leggero
  • Estensibile

 

#5 Rastrello diserbante Maurer Papillon – Il migliore per estirpare le erbacce 

Si tratta di un sarchiatore a 32 denti in acciaio zincato, che consente di sradicare le erbe infestanti e di arieggiare il prato.

Inoltre, grazie alla doppia dentatura, è possibile effettuare dei piccoli solchi per preparare il terreno alla semina. La struttura è realizzata in acciaio verniciato, molto robusto.

  • Multiuso
  • Efficace
  • Robusto




miglior-rastrelloA cosa serve il rastrello?

Il rastrello è un utensile diffuso in tutto il mondo. Si rivela indispensabile nel lavoro rurale, e lo è stato ancora di più in passato, vista l’assenza di mezzi meccanizzati.

I rastrelli da orto e giardino hanno un uso multifunzionale, non solo limitato a preparare il terreno prima della semina.

Sono utili innanzitutto per arieggiare e livellare il terreno: il suolo può diventare duro e compatto nel tempo, o se contiene molta argilla o acqua. Per rendere la semina più facile e per fornire condizioni di crescita migliori, il terreno dovrebbe essere abbastanza fine. Un rastrello da orto e giardino di buona qualità dovrebbe essere abbastanza forte da spezzare le zolle del terreno ed estrarre pietre e altri detriti.

Dopo che si è provveduto a una vangatura profonda, anche con un motocoltivatore servito a un assolcatore, l’impiego del rastrello è utile per livellare e uniformare il terreno. I rastrelli da orto possono anche essere usati per mescolare fertilizzanti e compost o spargere pacciame sul terreno per trattenere l’umidità e migliorarne la qualità.

I rastrelli da orto con denti a lama sono abbastanza forti da poter estirpare le erbacce e livellare le coperture del terreno. I denti rigidi di un rastrello da giardino possono essere spinti nel terreno per estrarre le piante indesiderate che crescono superficialmente. Tuttavia, se non si fa attenzione le loro teste larghe possono anche sollevare le piante che si desidera mantenere (in questi casi meglio usare una zappa).

I rastrelli da giardino possono essere usati come raccogli rami e altri materiali leggeri, ma non saranno efficaci per questo lavoro come i rastrelli da giardino a denti lunghi. Di solito hanno un ampio spazio tra i denti, il che significa che i detriti più piccoli possono scivolare e i denti rigidi possono danneggiare i prati. Sono però abbastanza efficaci per raccogliere e spostare i detriti più pesanti, come radici, pietre, piante morte o marcescenti.

Questi utensili sono perfetti per nocciole e altra frutta a guscio che cade a terra.

Rastrello per preparare il terreno?

Questi utensili possono essere utilizzati per distribuire i concimi integrandoli nel terreno e per livellare le superfici. Sono ideali per distribuire sulla superficie in modo uniforme dei prodotti pacciamanti, come cortecce e lapilli vulcanici. Possono anche essere usati per spargere materiali piuttosto pesanti come ghiaia e ciottoli.

Un rastrello da orto può essere tenuto verticalmente per tamponare o compattare il terreno. Questo è utile per rassodare le zolle in un letto dopo che i semi sono stati piantati o per creare una superficie solida in vista della stesura del tappeto erboso.

Infine, i rastrelli da giardino possono essere usati per rimuovere l’erba dello stagno, insieme ad altre piante infestanti. I denti possono raccogliere materiali vegetali man mano che la testa viene mossa attraverso l’acqua. Si rivelano più efficaci rispetto al lavoro puramente manuale, anche se è difficile muoverli in acque profonde.

I rastrelli del tipo a denti lunghi e a ventaglio vengono utilizzati prevalentemente per la rimozione di detriti leggeri dal manto erboso e dai selciati. I materiali utilizzati influenzano notevolmente le prestazioni e la durata del rastrello a ventaglio.

Di che cosa è fatto il rastrello?

I rastrelli da giardino in plastica sono i più economici disponibili. Molti li amano per questo. Ma con il basso prezzo si riduce anche la qualità e la durata. Tendono a spezzarsi e rompersi mentre sono sotto forte pressione e dopo un’esposizione prolungata al freddo o alla luce del sole. Poiché possono essere fabbricati in larghezze di dimensioni maggiori, sono più adatti per le foglie che sono state depositate di recente.

Ci sono anche i rastrelli di bambù. Si rivelano altamente flessibili e il loro uso è in aumento rispetto al passato. Tuttavia sono i più delicati. Sono adatti per raccogliere il fogliame caduto a patto che non sia bagnato. In aggiunta a questo, il bambù è un prodotto ecologico. Quando viene lasciato all’esterno, tende a deteriorarsi rapidamente. Ma quando ci si prende cura di questo attrezzo, può durare per diversi anni.

I tipi in metallo sono più adatti per rastrellare in primavera, quando i detriti sono spesso bagnati o marciti. Sono progettati per essere resistenti e durevoli e possono durare per anni con una corretta manutenzione. La testa della maggior parte dei rastrelli fogliari in metallo è realizzata in acciaio che aumenta la durata dell’unità. La maggior parte degli utensili in metallo sono dotati di una molla per aiutarle a scavare ancora più in profondità nelle foglie. Inutile dire che i rastrelli con denti metallici sono i più costosi sul mercato.

Il manico del rastrello può essere in fibra di vetro, legno o alluminio. Quello in acciaio è fatto per durare e se è ricoperto con uno strato di zinco aiuta a prevenire la ruggine. Quelli in plastica e in legno sono valide alternative a quelli in acciaio.

Indipendentemente dalla scelta, è importante che sia maneggevole e leggero. Se è progettato in modo ergonomico contribuisce ad aumentare la presa, aiutando nello stesso tempo a prevenire la formazione di vesciche.

Quali tipi di rastrello?

I modelli con pettini a denti fissi possono avere un larghezza del pettine che varia da 45 a 60 cm; ne esistono anche di grandi dimensioni che arrivano fino a 75 cm di larghezza. La larghezza del pettine e il tipo di manico richiesti dipendono dal terreno su cui si sta lavorando.

I tipi con la testa regolabile e denti lunghi possono aprirsi a ventaglio con un’ampiezza da 17 a 55 cm circa. La possibilità di ampliare la testa a ventaglio a denti stretti o larghi permette di lavorare anche in spazi ristretti non convenzionali: ciò ti permette un’ampia varietà di apertura a seconda delle condizioni in cui ti trovi ad operare.

Un rastrello a ventaglio con denti lunghi è normalmente più leggero di un modello da orto con il pettine in acciaio pieno. La cosa è anche comprensibile in funzione del diverso carico di lavoro che hanno i due tipi di rastrelli.

I rastrelli a ventaglio sono anche più facili da riporre e occupano meno spazio quando vengono serrati all’ampiezza minima.

Offerte rastrelli




  • Voto
4.9