I migliori piatti doccia: modelli e marche

Sto rifacendo il bagno e sono nella fase di scelta degli accessori. Mi sono un po’ bloccato sulla scelta del box doccia. Il venditore insiste nel propormi quello a filo pavimento, indubbiamente molto bello.

Temo però che, se si dovesse intasare lo scarico, mi troverei acqua dappertutto.

È che i designer non si curano abbastanza degli aspetti pratici: pulizia, “esondazione” dell’acqua ecc. Per loro è sufficiente che il prodotto sia esteticamente curato, fa niente se non hai un bagno grande come una boutique.

Io capisco che se le pendenze e quant’altro sono fatte a regola d’arte potrebbero non esserci grossi problemi, ma è proprio necessario, nel bagno di un comune mortale magari neppure troppo spazioso, rischiare di aver acqua dappertutto?




Qual è il miglior piatto doccia?

Con un’ampia gamma di dimensioni, forme e materiali offerti, è spesso migliore-piatto-docciadifficile trovare sul mercato il miglior piatto doccia per il tuo bagno.

Innanzitutto vanno valutate le misure disponibili, incluso lo spazio di fronte e ai lati della struttura. Per le forme puoi scegliere tra quadrate, rettangolari, angolari, pentagonali o anche semicircolari.

Le tipologie di installazione sono essenzialmente due: quello in appoggio e quello più funzionale e moderno a filo del pavimento.

Il primo crea un bordo alto ed è il più utilizzato dove si hanno problemi di pendenza per la piletta di scarico. Il secondo, obbligatorio nel caso di un bagno per disabili, è il preferito anche dai designer per la sua estetica pulita ed elegante.

Oltre alla classica ceramica vengono proposte numerose altre soluzioni, anche in colori diversi.

Il piatto in acrilico è la soluzione migliore in tutti i casi in cui si ha bisogno di un piatto doccia a misura in quanto può essere tagliato anche in opera. Quello in resina è molto robusto.

Vi è anche quello composto da una mescola di polveri di marmo o minerali naturali e resine (dette marmoresine): è antiscivolo e antimacchia.

È possibile personalizzare il tutto con altri materiali, specie nelle docce aperte dove si da risalto alla pietra naturale come l’ardesia, più delicata ma esteticamente bellissima.

Per un maggior orientamento puoi leggere commenti e consigli nei forum su internet. I canali di vendita online consentono di spuntare prezzi più favorevoli e più economici. Puoi trovare anche qualche interessante proposta nella fascia a basso prezzo.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori piatti doccia:

1. Piatto doccia effetto pietra Giorgy

Il migliore per: praticamente indistruttibile

È un robustissimo piatto doccia in smc (sheet moulding compound) con effetto “pietra stone ardesia”, disponibile nei colori bianco, antracite, grigio cemento e tortora. Viene fornito con cover copripiletta in tinta.

La superficie è antiscivolo, morbida al tatto e termica: mantiene il tepore e non si raffredda. Il prodotto è colorato in massa (no gel coat), in un impasto unico realizzato per compressione a stampo da pressa in acciaio inox, rinforzato con fibre di vetro e poliestere: un processo che lo rende stabile, indeformabile e indistruttibile.

Può essere richiesto in molteplici dimensioni: 70 x 90 cm, 70 x 100 cm, 70 x 120 cm, 80 x 100 cm, 80 x 120 cm, 80 x 140 cm e 80 x 160 cm. Ultraslim, ha uno spessore di 2,8 cm e si può montare sia a filo che in posa tradizionale. È possibile tagliarlo su misura e compensare gli eventuali fuori squadro.

  • Antiscivolo
  • Morbido
  • Termico

2. Piatto doccia in vetroresina Laneri

Il migliore per: dotazione completa

La dotazione di questo elegante piatto doccia è veramente completa. Nella confezione è infatti inclusa la piletta di scarico e la cover in tinta a copertura scarico.  La sua estetica si rivela così curata in ogni dettaglio.

Il piatto doccia è realizzato con un effetto pietra ardesia colorato in massa che è rifinito su tutti e quattro i lati. Si fa apprezzare anche per la sua estrema robustezza, dal momento che è indeformabile e praticamente indistruttibile. Il colore si mantiene inalterato nel tempo.

  • Indeformabile
  • Mantiene il colore
  • Reversibile

3. Piatto doccia in pietra SolidStone

Il migliore per: resistente agli sbalzi termici

Questo piatto doccia in SolidStone si caratterizza per un effetto pietra naturale ed è molto resistente ma allo stesso tempo leggero. Ad esempio, il modello da 70 x 90 cm pesa circa 20 kg, mentre quello da 70 x 170 cm pesa circa 36 kg (lo spessore è di soli 2,8 cm).

È realizzato in un materiale composto al 70% da carbonato di calcio e 30% da resina poliestere, mentre la superficie è rivestita da un film di GelCoat sanitario antibatterico. Si rivela anche antiscivolo, resistente agli sbalzi termici e ai raggi UV.

La piletta di scarico e la griglia in acciaio inox sono incluse nella confezione. Il piatto può anche essere tagliato su misura in fase di installazione.

  • Antiscivolo
  • Antibatterico
  • Leggero

4. Piatto doccia rettangolare in marmoresina ardesia antracite Yellowshop

Il migliore per: anallergico

Esteticamente molto curato, è un piatto doccia in marmoresina rettangolare con finitura ardesia colore antracite. Il marmoresina è un materiale rispettoso per l’ambiente e per la salute, non causa allergie e non provoca irritazione; ha inoltre una temperatura gradevole al tatto.

La superficie dei piatti è ricoperta da uno strato di Gelcoat (sostanza a base di una speciale resina poliestere) che conferisce impermeabilità, resistenza ai graffi, ai raggi UV, è inalterabile nel tempo e non ingiallisce.

Il piatto doccia può essere tagliato in corso d’opera con dischi diamantati o flex e fino a circa 5 cm per lato per una perfetta adattabilità al muro. Ha uno spessore di 3,5 cm e viene fornito completo di copripiletta quadrata in acciaio inox di 12 x 12 cm.

  • Ecologico
  • Confortevole
  • Anti-graffio

5. Piatto doccia rettangolare Idralite

Il migliore per: design minimal

Un unico design disponibile in varie forme e tantissime misure. Prodotto in Acrilico puro e abs rinforzato, questo piatto doccia rettangolare si fa apprezzare per il suo design minimal di impronta moderna.

Una caratteristica, questa, che consente di inserirlo in un contesto di arredobagno in linea con le tendenze più attuali. Garantisce la massima stabilità grazie all’estrema resistenza agli urti. È disponibile in molteplici misure, fra cui 70 x 170 cm, 70 x 140 cm e 70 x 90 cm.

Ha uno spessore di soli 4 cm e può essere installato a filo pavimento o con sistema tradizionale, per adattarlo a qualsiasi esigenza e gusto. Si pulisce con facilità.

  • Versatile
  • Installazione flessibile
  • Semplice manutenzione

6. Piatto doccia rettangolare Bagno Italia

Il migliore per: igienico e pratico da pulire

Costruito in materiale acrilico sanitario di qualità rinforzato in abs, favorisce il deflusso delle goccioline d’acqua verso lo scarico e si rivela molto igienico e facile da pulire.

La sua forma rettangolare con il bordo a forma di occhio ed il colore bianco accentuano lo stile moderno e minimalista che contraddistingue questo prodotto.

Il profilo regolare del piatto doccia ed il colore presente su tutti e quattro i lati ne consentono il montaggio da ogni angolazione con la possibilità di scegliere l’installazione sopra il pavimento oppure ad incasso.

  • Design
  • Installazione flessibile
  • Stile

Come scegliere il piatto doccia ideale

Opinioni sul piatto doccia

Il tuo bagno, a differenza di molti arredi della casa, è fatto per durare nel tempo. Difficilmente pensi di cambiare la disposizione dei sanitari come potresti fare con un armadio.

Per questo motivo è importante investire in qualcosa che resisterà alla prova del tempo, non solo per via della robustezza, ma anche perché devono adattarsi ai tuoi gusti e allo stile di casa tua.

Materiali del piatto doccia

Oltre alla classica ceramica, che viene proposta in molteplici colori, la maggior parte dei piatti doccia sono rifiniti con acrilico bianco liscio che li rende eleganti e contemporanei, confortevoli da usare e, naturalmente, facili da pulire.

È la soluzione migliore in quanto questo materiale può essere tagliato su misura, anche in corso d’opera, ed è quindi ideale per tutti gli spazi, anche quelli di dimensioni ridotte. Inoltre è un materiale che dura nel tempo.

In alternativa vengono proposti piatti in marmoresina, materiale altrettanto durevole;. Compositi in un mix di polveri di marmo o minerali naturali e resine, sono disponibili nelle più svariate finiture e colori. Hanno caratteristiche antiscivolo e antimacchia. I piatti creati con un mix di minerali, resine e gel sono facili da pulire perché non sono porosi.

Vi sono poi i modelli in resina trasparente con incastonati sassi o pietre, quelli realizzati con le piastrelle, quelli in acciaio smaltato… Tutte le proposte le trovi in forme e dimensioni diverse, lisci al tatto o zigrinati, oppure con effetto pietra naturale o effetto legno, rialzati o a filo pavimento, esteticamente molto belli.

Dimensione del piatto doccia

I piatti doccia variano in dimensioni e stile e sono progettati per soddisfare una miriade di esigenze d’arredamento. Del resto, i bagni della abitazioni di nuova costruzione tendono ad essere sempre più piccoli e tutti i componenti si devono adattare di conseguenza.

I piatti doccia con bordo rialzato vanno da 25 mm a circa 40 mm di altezza, ma puoi trovare elementi che possono essere posizionati a filo pavimento, per donare all’ambiente un tocco di raffinata eleganza. La larghezza e la profondità media di è in genere compresa tra 700 mm e 1700 mm.

Forme del piatto doccia

La forma del piatto doccia definirà anche quella del box doccia sovrastante, che deve essere posizionato correttamente e sigillato per evitare la fuoriuscita dell’acqua. Vale la pena pensare a quale forma si adatta meglio anche al tuo bagno, soprattutto considerando l’apertura della porta e della finestre.

Un piatto doccia quadrato è una scelta versatile, da abbinare a una varietà di stili di box doccia o da inserire in un vano in muratura. È ideale per i bagni più piccoli.

Dalla forma spaziosa, il piatto doccia rettangolare viene spesso utilizzato con porte scorrevoli per doccia, quindi può essere ancora poco ingombrante per le stanze più piccole. Tuttavia, ti offre un po’ più spazio interno rispetto, ad esempio, a una versione quadrata (si trova più facilmente nelle misure 80×100 o 80×120).

Un piatto doccia quadrante presenta un frontale curvo per una serie di porte scorrevoli o a battente, creando una cabina doccia di lusso che si inserisce perfettamente in uno spazio angolare. È disponibile anche un piatto doccia con quadrante sfalsato, che combina forme rettangolari e curve, per un design più spazioso e poco ingombrante.

I piatti doccia sagomati hanno le strutture più insolite: a forma di D, a forma di P, semicircolari in resina o pentagonali. Sono progettati per l’installazione di porte scorrevoli abbinate alla forma.

Installare il piatto doccia

Si può optare per il più tradizionale piatto in appoggio, che è rialzato rispetto al filo pavimento, quindi va a creare uno scalino. È il più utilizzato quando si hanno problemi di pendenza dello scarico perché si può sfruttare l’altezza del piatto per dare appunto più pendenza al tubo di scarico dell’acqua.

Il più funzionale e pratico è il piatto doccia a filo pavimento: tra il piatto e il pavimento non si crea nessuno scalino, ma è come se il piatto doccia fosse una continuazione del pavimento stesso. Questo tipo di piatto doccia è d’obbligo nel caso si debba predisporre un bagno per le persone disabili, in quanto è accessibile anche con la carrozzina, ma è il preferito anche dai designer per la sua estetica pulita ed elegante.

Esiste poi una soluzione intermedia: il piatto doccia a incasso. Questo viene parzialmente inserito nel massetto ma forma comunque con il pavimento un piccolo scalino.

Nel momento in cui decidi di acquistare un piatto doccia per ristrutturare o mettere in posa un bagno nuovo ti devi porre una serie di domande critiche per evitare che un cattivo consiglio ti faccia acquistare un piatto doccia a basso prezzo che potrebbe causarti guai in futuro (tipo perdite o riparazioni infinite).

E a meno che tu non sia un esperto del fai da te, è importante affidarsi a una impresa competente che sappia fare bene il suo lavoro.

Prezzo del piatto doccia

Quanto è importante il prezzo di acquisto iniziale? Dipende dal budget ovviamente ma se pensi che questo manufatto debba durare a lungo, cerca materiale di qualità. I piatti doccia migliori possono avere un costo che parte da circa 200 euro.

Oppure scegli un piatto doccia in sintonia con il tuo ambiente. Se acquisti sanitari di tipo più economico non devi per forza mettere un modello che si discosti per stile e colori dall’arredamento circostante.

A questo proposito è importante chiedersi: quanto è importante lo stile del piatto doccia? Se sei impegnato a rifare il tuo bagno e vuoi scegliere un modello delle misure e delle forme fuori standard per stare più comodo, devi mettere in conto un onere maggiore. Però, valutando bene le proposte in commercio scoprirai che la differenza di prezzo non è poi così elevata.

E se hai l’intenzione di rendere più personale il piatto doccia, è utile sapere che ci sono forme pre-assemblate che semplificano l’installazione: sono semplicemente da rivestire.

Piatto doccia rialzato o a filo?

Alcuni piatti doccia che poggiano sulla base del pavimento presentano un cordolo rialzato, altri che si installano a livello pavimento non creano barriere. Quando scegli un piatto doccia chiediti non solo chi la userà oggi ma anche chi la userà domani.

Se ad esempio hai dei genitori anziani che potrebbero vivere con te, scegli direttamente un piatto a filo pavimento senza barriere architettoniche.

Non ultimo, pensa a chi pulirà la doccia! È bello fare una doccia completamente piastrellata a tessere piccole, ma il rischio poi è che si rivelino difficili da pulire. Se non sei un amante dei lavori di casa (ma chi lo è?), forse le docce classiche in acrilico, bianche e con superficie solida… sono ancora le migliori. E anche i pannelli del box in unica lastra sono facili da pulire.




Lascia un commento