Migliori Sali per Lavastoviglie (Guida all’acquisto) del 2019

Il miglior sale per lavastoviglie ti aiuta ad eliminare il calcare dall’acqua, per evitare che si formino delle macchie sui piatti al termine del ciclo di lavaggio. L’acqua dura di solito è ricca di calcio e magnesio, due elementi che solitamente provocano una reazione con il detersivo, con conseguente formazione di grumi di sapone. In questo modo si creano dei residui che fanno sì che le stoviglie sembrino meno pulite anche se sono state sottoposte a un accurato lavaggio.

Il sale della lavastoviglie forma dei legami con il calcio e il magnesio, eliminandoli dall’acqua che viene così resa più “dolce”. Per questo motivo, i piatti diventano più puliti. Anche la lavastoviglie trae beneficio da questo intervento, poiché prolunga la sua durata nel tempo.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori sali per lavastoviglie:

Il  Miglior Sale per Lavastoviglie

1. Finish Cristalli di Sale Lavastoviglie – Il migliore per alta protezione contro il calcare

Offerta
Finish Cristalli di Sale Lavastoviglie,  1 kg
48 Voto

I depositi di acqua possono ridurre rapidamente l’efficacia della lavastoviglie e anche quando sembra pulita, lavaggio dopo lavaggio, può accumulare calcare nelle parti nascoste. Questi cristalli di sale sono sviluppati con formulazione 5x Action Powers.

Con la loro purezza, favoriscono una manutenzione e una cura della macchina ottimale. Nello stesso tempo, permettono di ottenere stoviglie più pulite e brillanti.
Questi cristalli aiutano anche a prevenire la formazione di macchie e aloni. Ideati specificamente per la lavastoviglie con una purezza del 99%, sono proposti in una confezione da 1 chilogrammo.

  • Elevata purezza
  • Azione pulente
  • No aloni

2. Electrolux 9029792265 sale per lavastoviglie – Il migliore per alta solubilità

Questo prodotto impedisce il depositarsi di calcare e calcio, che influiscono negativamente sui tuoi elettrodomestici. È destinato all’impiego specifico nelle lavastoviglie e, lavaggio dopo lavaggio, ti consente di togliere dal cestello piatti sempre splendenti.

Il sale si scioglie completamente nell’acqua che viene messa in circolo all’interno dell’apparecchiatura, attivando un’azione di rimozione profonda dei minerali. La riserva di prodotto dovrebbe essere ripristinata a ogni ciclo, in particolare in zone di acqua dura. La confezione accoglie 1 chilogrammo di prodotto.

  • Azione profonda
  • Pratico
  • Comodo

3. Sale per Lavastoviglie Miele – Il migliore per struttura particolare dei granelli

È un prodotto di rigenerazione specifico per lavastoviglie che presenta un bassissimo livello di impurità. La particolare struttura dei suoi granelli svolge un ruolo chiave nella rimozione del calcare presente nell’acqua, garantendoti stoviglie perfettamente pulite e senza aloni.

La lavastoviglie, inoltre, viene protetta dall’azione corrosiva dei minerali presenti naturalmente nella risorsa idrica, senza subire danni nel corso del tempo. Completamente solubile, il prodotto è proposto in una confezione da 1,5 chilogrammi.

  • Si scioglie facilmente
  • Azione protettiva
  • Basse impurità

4. Madel Sale Purissimo – Il migliore per azione igienizzante

Si tratta di sale purissimo e salgemma in cristalli accuratamente selezionati. Le particolari dimensioni dei cristalli consentono una dissoluzione lenta e costante. Usato con regolarità nella macchina, il prodotto è in grado di ridurre la durezza dell’acqua evitando la formazione di calcare e il deposito di sali minerali. Inoltre, svolge un’azione igienizzante, donando alle stoviglie una piacevole brillantezza.

Previene la formazione di incrostazioni prolungando la vita della lavastoviglie e consente un maggior risparmio energetico e di detersivo. Nella confezione è contenuto 1 chilogrammo di prodotto.

  • Purissimo
  • Dissoluzione lenta e costante
  • Risparmio detersivo

5. Finish Sale per lavastoviglie – Il migliore per confezione scorta

Per non rimanere mai senza, ecco una maxi confezione di sale per lavastoviglie da 4 kg. Il prodotto consente di evitare depositi di calcare nell’acqua, mantenendo le stoviglie e le posate sempre brillanti. Utilizzato regolarmente, protegge l’elettrodomestico e lo fa durare più a lungo.

  • Azione protettiva
  • Brillantezza delle stoviglie
  • Pratico

6. Winni’s Sale lavastoviglie – Il migliore per basso impatto ambientale

Questo sale marino purissimo fa parte della linea Winni’s di prodotti per la pulizia rispettosi per l’ambiente. Ipoallergenico, è testato nichel – cromo – cobalto. Specifico per la rigenerazione delle resine a scambio ionico utilizzate dalle lavastoviglie, aiuta a contrastare il deposito dei sali minerali su piatti, bicchieri e pentole. Ha una piacevole profumo.

  • Testato
  • Ipoallergenico
  • Piacevole profumo

Per quale motivo ci vuole il sale?

Già, perché si mette il sale nella lavastoviglie? Il sale per lavastoviglie a cosa serve? Questo prodotto è un ingrediente miglior-sale-per-lavastoviglieessenziale dell’arte culinaria, il suo contenuto di sodio rende davvero appetitose le preparazioni e può fare la differenza tra un gusto scialbo e uno irresistibile. L’idea di metterlo in un elettrodomestico potrebbe sembrare un po’ bizzarra.

Eppure, ha un suo perché. Aiuta infatti a combattere uno dei peggiori nemici delle tubature e di tutto ciò che viene a contatto con l’acqua. Stiamo parlando del calcare.

Questa sostanza è presente naturalmente nell’acqua e il suo accumulo può causare il malfunzionamento delle apparecchiature di uso domestico come la lavastoviglie, la lavatrice e lo scaldabagno. È anche il motivo per cui i piatti e i bicchieri che vengono puliti con acqua dura possono coprirsi di macchie e striature.

Quindi, il sale per lavastoviglie non pulisce le macchie che si formerebbero altrimenti. Il suo ruolo è quello di eliminare quelle sostanze che le provocano la formazione delle macchie, facilitando l’azione pulente del detersivo. Questi composti sono ioni di calcio e il magnesio.

Che cos’è il sale per lavastoviglie?

Il prodotto che viene utilizzato nell’elettrodomestico è il cloruro di sodio, la stessa sostanza che costituisce li comune sale da cucina. Non dovresti usare il sale marino da cucina perché la sua grana è molto più fine e può bloccare e danneggiare la lavastoviglie.

La dimensione del granello destinato ad essere inserito nell’apparecchiatura è più grande e garantisce che il prodotto si dissolva più lentamente, senza il rischio che possa intasare la macchina.

Come agisce?

Il prodotto non entra direttamente nella lavastoviglie, ma scorre attraverso l’unità addolcitore prima di essere convogliato nell’acqua di scarico. Il suo compito è quello di fornire un adeguato apporto di sodio per le “resine a scambio ionico” della lavastoviglie che si trovano nell’addolcitore.

Il tipo di alta qualità è puro cloruro di sodio e, quindi, ha una carica atomica positiva. Poiché le sfere di resina hanno una carica atomica negativa, attraggono gli ioni di sodio carichi positivamente, rendendo le sfere di resina più efficaci nel liberare l’acqua dura dagli ioni di calcio e magnesio, in un processo noto come scambio ionico.

Il prodotto va usato solo nei casi in cui nella lavastoviglie sia presente un apposito scomparto dedicato. Quando questa funzione è presente, si ha la certezza che l’apparecchio abbia un sistema integrato per addolcire l’acqua. Lo scomparto deve essere riempito di sale e quindi chiuso. A questo punto, la macchina è pronta per l’uso. Si consiglia di evitare di versare il detersivo per lavastoviglie nel comparto del sale, dal momento che si possono causare danni permanenti al sistema di addolcimento dell’acqua.

Perché non utilizzare il normale sale da cucina?

Sale per lavastoviglie o sale da cucina? Anche il sale grosso e il sale fino che utilizzi per cucinare sono lavastoviglieprincipalmente composti da cloruro di sodio: perché dunque non lo si può utilizzare nella lavastoviglie? Il problema principale non è la composizione chimica della sostanza, ma la sua struttura.

Il sale per lavastoviglie ha granuli molto più grossi del normale sale per aiutarli a dissolversi senza il rischio di creare un blocco che causerebbe il malfunzionamento dell’addolcitore. Se utilizzi un sale più fine, il rischio è reale!

Inoltre, il sale da cucina contiene solitamente elementi aggiuntivi, come ad esempio sali di magnesio. E dal momento che il compito del sale da lavastoviglie è quello di eliminare il magnesio e gli ioni di calcio dall’acqua, l’uso di sale da cucina vanifica lo scopo.

Come verificare la durezza dell’acqua?

Una volta installata la lavastoviglie, prima di attivarla è buona norma verificare il livello di durezza dell’acqua locale. Per fare il test, puoi utilizzare delle apposite strisce che si acquistano anche nella vendita online.

Una volta che hai terminato, confronta i risultati con i dati riportati nel manuale di istruzioni dell’apparecchiatura, per vedere se e quanto sale è necessario.

Come sono fatte le pastiglie per lavastoviglie?

Le tab di buona marca per lavastoviglie sono costituite da due enzimi: le proteasi, che attaccano proteine ​​come latte, formaggio, tuorli e carne, e le amilasi, che abbattono i carboidrati. Questi sono associati ad altri ingredienti chimici, come candeggina, addolcitori e prodotti chimici anti-corrosivi per fermare la ruggine della macchina e se la formulazione è ben equilibrata, allora una buona pastiglia per lavastoviglie dovrebbe eliminare efficacemente il grasso e le impurità da piatti, posate e bicchieri, mantenendo l’elettrodomestico nella sua massima efficienza.

Secondo le aziende di prodotti per la cura lavastoviglie, i prodotti all-in-one rendono superfluo l’impiego di additivi per lavastoviglie come il sale rigenerante e il brillantante. Le funzioni del brillantante per lavastoviglie e del sale sono incluse nel tablet, insieme ad altre prestazioni. Di conseguenza, l’utente non deve più aggiungere sale e brillantante. Tuttavia, il dosaggio nel sale per lavastoviglie in pastiglie è sempre sufficiente? Grazie a lunghi test in laboratorio e sul campo, ora possiamo darti la risposta.

Nelle aree con acqua dura, è necessario rigenerare il sale nelle lavastoviglie per ammorbidire l’acqua nello scambiatore di ioni, evitando così la formazione di calcare. Secondo le informazioni riportate sulla confezione, è possibile ottenere un risultato di pulizia profonda fino ad una durezza dell’acqua di 35°FH. Test effettuati in laboratorio hanno dimostrato che, in alcuni casi, non è più possibile garantire un risciacquo soddisfacente con sporcizia aggiuntiva con una durezza dell’acqua superiore a 20°FH.

Per garantire un risultato di risciacquo perfetto, è necessario aggiungere ancora sale rigenerante e brillantante quando si utilizzano prodotti all-in-one.

Come ricaricare il sale per lavastoviglie?

Prima di iniziare, è importante dotarsi di un misurino e di un imbuto. L’imbuto viene spesso fornito in dotazione dell’apparecchiatura, per semplificare le operazioni di riempimento del vano del sale.

Passo 1

Prima di tutto, identifica il punto in cui trova lo scomparto del sale nella tua lavastoviglie. Generalmente è collocato nella parte interna, sul fondo; in alcuni modelli lo trovi nella porta. Se hai problemi a localizzarlo, basta sfogliare rapidamente il manuale dell’apparecchio. Svita il tappo che richiude il vano

Passo 2

Sull’etichetta del tuo sale lavastoviglie, controlla due volte quanto devi versarne. Apri il tappo e inizia a introdurre la quantità raccomandata di prodotto. Utilizza il misurino per misurare e versare attraverso l’imbuto per evitare di rovesciarlo all’interno della macchina.

Passo 3

Una volta riempito lo scomparto, richiudilo con il suo tappo. A questo punto, esegui un prelavaggio con la lavastoviglie vuota allo scopo di eliminare qualsiasi residuo di sale. La sola acqua è più che sufficiente, puoi anche evitare di aggiungere un disincrostante classico con bicarbonato.

Il sale lavastoviglie ogni quanto va aggiunto? È una buona pratica mantenere il vano sempre pieno. La maggior parte delle lavastoviglie ha un indicatore che ti avvisa quando si sta esaurendo.

Conclusioni

Il compito chiave del sale per lavastoviglie è quello di far brillare i tuoi piatti. Lo fa prevenendo l’accumulo di fastidiosi depositi di calcare nel tuo apparecchio. Il prodotto si fa strada attraverso l’unità addolcitore prima di essere eliminato insieme all’acqua di scarico. Non preoccuparti, in realtà non entra nella lavastoviglie, quindi non mangerai piatti salati!

Se vivi in ​​una zona in cui l’acqua dura è un problema, dovresti sempre usare il sale per lavastoviglie per garantire la corretta manutenzione della lavastoviglie. Questo prodotto evita che si formino delle antiestetiche macchie e striature sulle stoviglie. Inoltre, ti consente di prolungare la vita della lavastoviglie in quanto evita che il calcare si accumuli all’interno dell’apparecchio.

Se abiti in un’area in cui l’acqua dura è un problema, non dovresti mai utilizzare la tua lavastoviglie senza sale. Anche se risparmi nell’acquisto del prodotto, paghi un prezzo molto più alto: quello di una lavastoviglie nuova!


Lascia un commento