I 13 Migliori Caricabatterie Wireless Per Una Vita Senza Fili

caricabatterie-wireless

Addio cavi: oggi con il miglior caricabatterie wireless è possibile ricaricare i dispositivi mobili senza alcun filo.

Con questi dispositivi sembra proprio di fare un salto nel futuro. I caricabatterie wireless sfruttano infatti l’induzione elettromagnetica per trasferire l’energia semplicemente per contatto tra un corpo e l’altro.

Per fare questo però occorre che l’apparato sia compatibile con il caricabatterie e che supporti l’induzione magnetica. Alcuni smartphone sono già dotati di circuiti integrati per trasformare l’energia elettromagnetica in elettrica, altri devono ricorrere ad accessori o cover apposite, che ne aumentano le dimensioni e il peso in modo più o meno rilevante.

Inoltre c’è un secondo aspetto da tenere in considerazione e cioè che non esiste al momento un unico standard tecnologico in grado di ricaricare per induzione. Gli attuali protocolli sono infatti due: lo standard “Qi” sviluppato dal Wireless Power Consortium (formato da società operanti nel settore della telefonia) e lo standard Powermat messo a punto da AirFuel Alliance (un consorzio non profit di industrie leader in diversi comparti, tra cui molte di elettronica).

Il sistema Qi è il più diffuso ma sembra che le aziende produttrici stiano puntando per il futuro al sistema Powermat, per sviluppare applicazioni anche al di fuori della telefonia e dei dispositivi mobili.




Come funziona un caricabatterie wireless?

Nell’induzione elettromagnetica come-funziona (scoperta nel 1831 da Michael Faraday) l’energia elettrica viene creata facendo passare un magnete in una bobina di fili di rame.

Questo fenomeno viene oggi utilizzato in una vasta gamma di applicazioni inclusi trasformatori, motori elettrici, generatori e, appunto, accumulatori wireless.

Un caricatore wireless utilizza due bobine di materiale conduttore: la stazione di ricarica contiene un induttore che genera un campo magnetico oscillante e un trasmettitore che trasferisce l’energia; a sua volta il dispositivo ricevente attraverso la propria bobina produce l’energia elettrica che viene immagazzinata nel proprio accumulatore.

A causa della natura dell’induzione magnetica che tende a disperdersi, il caricabatterie e il telefono devono essere molto vicini l’uno all’altro. Lo smartphone va appoggiato sull’apposita basetta del caricatore che a sua volta, per poter funzionare, deve essere collegato a una fonte energetica.

La forza di un caricabatterie USB portatile senza fili dipende dal numero di bobine che possono essere attorcigliate intorno al magnete e dalla potenza del magnete stesso. Il ciclo di ricarica avviene come nelle normali batterie, il dispositivo viene caricato subito al 70-80%, poi lentamente la potenza si riduce fino a raggiungere la completa saturazione.




Le ragioni dell’acquisto

Anche se la ricarica wireless è un po’ più lenta rispetto all’impiego del cavetto adattatore, vi sono alcune situazioni che la rendono particolarmente vantaggiosa.

Il caricabatterie senza fili, innanzitutto, consente di avere più ordine sul piano di appoggio. È quindi ideale per chi svolge la maggior parte del suo lavoro alla scrivania, come avvocati, notai, web designer, architetti, ma anche segretari, blogger e studenti lo possono utilizzare per la sua estrema praticità.

Questo accessorio evita inoltre che il continuo utilizzo dei cavi possa logorare o rompere l’ingresso USB posto sul dispositivo elettronico.

I caricabatterie wireless sono disponibili in forme, dimensioni e colori diversi che consentono di scegliere quello che si combina di più non solo al telefono, ma anche alla personalità del singolo utente. Chi possiede tanti dispositivi elettronici può contare sull’universalità del caricatore wireless per mantenere tutti i suoi terminali sempre alla massima efficienza.

 

Caratteristiche irrinunciabili

Nonostante i grandi produttori abbiano iniziato solo da poco a integrare nei propri dispositivi le bobine per captare l’energia con l’induzione elettromagnetica, sono già alcuni anni che si trovano in commercio dei caricabatterie wireless.

Come in tutte le cose occorre però fare attenzione ad alcuni particolari e, tenendo conto che il dispositivo per poter funzionare va collegato a una presa a muro, bisogna assicurarsi che le connessioni siano di una certa qualità.

Cavi di scarsa fattura trasferiscono l’energia elettrica con poca potenza che rallenta di molto la capacità di ricarica degli accumulatori, che devono avere sempre un amperaggio in entrata pari a 2A per trasferire energia all’intensità di 1A in tempi ragionevoli.

Sapendo che l’induzione magnetica è soggetta a una maggiore dispersione occorre poi che il contatto tra i dispositivi avvenga in modo adeguato: anche pochi centimetri o addirittura millimetri di spostamento possono far aumentare i tempi di ricarica.

Per molti smartphone (tra cui gli iPhone e i Samsung di vecchia generazione) non è possibile effettuare la ricarica wireless senza l’utilizzo di uno speciale accessorio, detto cover, da fissare al telefono. Tuttavia una cover troppo invasiva o spessa può influenzare le modalità di ricarica, rallentandola o addirittura impedendola.




Qual è il miglior caricabatterie wireless’

Quando sono stati introdotti sul mercato i caricabatterie a energia solare, hanno destato un grande stupore. Ma chi avrebbe mai pensato, fino a poco tempo fa, di poter acquistare il miglior caricabatterie portatile wireless?

Eppure oggi, con l’evoluzionedella tecnologia e l’uso di componenti sempre più miniaturizzati, è finalmente possibile.
Per essere sempre in piena efficienza, questa batteria portatile del cellulare va mantenuta connessa alla presa elettrica: essendo ad alta potenza energetica non è infatti soggetta ad alcuna dispersione. In questo modo si evita di avere sulla scrivania un bel po’ di fili o di cercare affannosamente una presa dove collegare il cellulare
quando è prossimo a esaurire la carica.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori caricabatterie wireless:

1. Vinsic Qi wireless

È universalmente compatibile con tutti gli smartphone e i tablet abilitati allo standard Qi.

Alcuni modelli, come gli iPhone, richiedono l’impiego di un modulo ricevitore supplementare.

Per avviare il trasferimento energetico, è sufficiente appoggiare il telefono Qi nella zona del caricabatterie evidenziata graficamente. Lo standard in uscita è di 5V/1A e la trasmissione di potenza è tarata su 5W, a garanzia di un’efficienza maggiore al 78%.

Al fine di velocizzare le operazioni, l’azienda produttrice consiglia di utilizzare un adattatore da parete in grado di garantire una tensione di ingresso al caricabatterie di 2 A.

Il dispositivo sostiene gli sbalzi di tensione e di corrente senza limitare la ricarica, che perciò avviene in modo del tutto sicura. Ha un formato compatto e leggero per una facile trasportabilità e per ottimizzare l’impiego quotidiano.

La confezione comprende, oltre al caricabatterie, un cavo con presa USB / micro USB per il collegamento all’adattatore a presa di corrente e il manuale utente.

Ci piace:
  • Ampia superficie di ricarica su cui appoggiare lo smartphone
  • I led segnalano chiaramente se il dispositivo è posizionato correttamente
  • Il cerchio centrale in silicone antiscivolo assicura la massima stabilità
Non ci piace:
  • I led di stato hanno una luminosità un po’ eccessiva, soprattutto al buio

2. Choetec T511

Sviluppato con protocollo standard Qi, è compatibile con numerosi smartphone tra cu ii Samsung Galaxy 6 e il Note 5, diversi Nexus e i Nokia Lumia della serie 9. Tra i telefoni che richiedono l’inserimento di un ricevitore cover vi sono i Galaxy della serie 5 e gli iPhone.

L’alimentazione del caricabatterie con micro USB collegato all’adattatore ha un’entrata di 5V/2A, mentre il rilascio dell’energia mediante l’induzione magnetica avviene alla tensione massima di 5V/1A.

Il caricabatterie ha forma quadrata 10×10 ed è sottile e maneggevole, con gomma in rilievo anti-scivolo che evita lo spostamento del telefono. Ha quattro piccoli gommini di sostegno per mantenerlo stabile su qualunque superficie liscia di appoggio.

Il sistema è dotato di protezione da sovraccarica per la sua batteria, senza perdere l’energia accumulata. In funzione di ricarica del dispositivo la luce led lampeggia e si spegne quando la carica raggiunge la saturazione al 100%.

Ci piace:
  • Ottima aderenza tra smartphone e base
  • Poco ingombrante
  • Prezzo molto interessante
Non ci piace:
  • La luce blu è molto intensa, soprattutto in ambienti scarsamente illuminati

3. Gmyle

Il suo design avveniristico fa subito pensare a un oggetto che viene dal futuro. Ha una forma circolare e piatta (diametro 98 mm, spessore 8 mm), è costruito completamente in acrilico trasparente e si illumina con una luce a led blu quando viene appoggiato il dispositivo per la ricarica.

Questo caricabatteria wireless è in standard Qi ed è compatibile con i dispositivi mobili dotati di analogo circuito integrato o eventualmente con cover di ricarica. Dispone di un ingresso micro USB per la propria ricarica con tensione di 5V/2A, per velocizzare l’immagazzinamento e per sostenere l’energia ceduta al telefono a una tensione di uscita di 5V/1A.

Costruito per gestire condizioni di sovra e sotto tensione e protezione da corto circuito, offre la massima sicurezza per lo smartphone; è stato inoltre progettato per controllare la temperatura e mantenerla bassa.

La base di appoggio è antiscivolo e sia il bordo superiore che quello inferiore sono gommati per mantenere stabile il dispositivo che viene appoggiato.

La confezione contiene oltre alla base caricabatterie, un cavetto con terminale micro USB da utilizzare per la connessione a un adattatore a muro e il manuale di istruzioni.

Ci piace:
  • Molto bello il design trasparente
  • Luce a led che si spegne quando saturo
  • Ottimo anche con le cover sul telefono 
Non ci piace:
  • Non c’è indicazione di corretto posizionamento del dispositivo

4. Fantasy

È un caricabatterie wireless sviluppato con lo standard Qi, idoneo al trasferimento diretto di carica ai dispositivi più aggiornati tipo i Samsung Galaxy della serie 6, i Nokia Lumia della serie 9, gli Htc; per gli altri smartphone, compresi gli iPhone, è necessario disporre di un ricevitore di ricarica speciale compatibile con lo standard di riferimento.

Dal design molto curato, ha una forma circolare, con una struttura esterna in acrilico trasparente e una base di appoggio nera con profili rossi. Dispone di 3 bobine ad induzione per una ricarica più veloce ed economica.

È progettato con un ingresso micro USB per la sua ricarica, che deve essere alimentata da una tensione di corrente di 5V/2A  per la massima velocità; cede l’energia in modalità wireless mediante induzione magnetica a una tensione in uscita di 5V/1A.

Una luce a led alla base del caricabatterie si accende quando è in funzione: la spia blu indica che la base è attiva, la spia verde si illumina quando viene appoggiato lo smartphone o il tablet.

La base è antiscivolo, grazie al bordo rosso gommato che circonda l’area nera, e ha cinque piedini gommati che la mantengono stabile anche su superfici lisce.

La confezione contiene, oltre alla base caricabatteria, un cavetto con terminale micro USB da utilizzare per la connessione a un adattatore a muro e il manuale di istruzioni.

Ci piace:
  • Bello anche come oggetto di arredamento
  • Dispone di una funzione di risparmio energetico integrata, che evita dispersioni
  • Buon rapporto qualità / prezzo
Non ci piace:
  • Non ci sono le istruzioni in italiano

5. Samsung Fast Charge

Il pad di ricarica wireless originale di Samsung, studiato per ricaricare velocemente i Galaxy S7 e S7 Edge e in generale i dispositivi Qi, assomiglia a un disco volante. Il design e la struttura ne mettono in evidenza la particolarità: forma circolare, colore nero, posizione inclinata in grado di rendere più agevole la rigenerazione dello smartphone.

La funzione di ricarica veloce con cessione di energia a poco meno di 2A lo distingue in qualità e funzionalità. È disponibile nel nuovo standard di potenza da 15 W che garantisce una rapidità di carica elevata, comparabile a quella che si ottiene con l’adattatore a filo di dotazione originale.

È dotato di una fascia circolare di gomma per evitare che il telefono scivoli dal bordo superiore; è inoltre presente un piede sul fondo per consentirne il posizionamento in piedi o di lato. La sua spia a led si illumina di blu durante la carica e di verde quando è completamente carico.

Poiché questa base wireless carica lo smartphone in funzione fast charge, per abbattere la temperatura entra in funzione una ventola silenziosa posta all’interno. In dotazione, manuale di istruzioni e cavetto micro USB.

Ci piace:
  • Comodo il posizionamento dello smartphone sulla base, sia in verticale sia in orizzontale
  • Elevata velocità di ricarica
  • Molto utile il led che cambia colore in funzione dei tempi di ricarica 
Non ci piace:
  • Un po’ ingombrante in viaggio, perché l’inclinazione rimane fissa

6. Aukey wireless Qi

Ha una piacevole forma circolare, di soli 6 mm di spessore. Occupa pochissimo spazio ed è molto comodo da portare in viaggio.

Progettato con superficie antiscivolo, offre un’ampia compatibilità con gli smartphone Android conformi allo standard Qi e con tutti i dispositivi che possono dotarsi dell’apposito ricevitore cover. Si ricarica collegandolo con cavetto micro USB in dotazione con l’adattatore alla presa a muro.

Riceve a una tensione in ingresso di 5V/2A, mentre trasferisce l’energia senza cavi mediante induzione magnetica a una tensione elettrica di 5V/1A. Il tasso di conversione della potenza raggiunge un’efficienza del 75%.

Un indicatore a led segnala lo stato di ricarica: luce bianca piena quando è collegato alla sorgente di elettricità, luce verde lampeggiante quando sta ricaricando il dispositivo e che rimane accesa quando si raggiunge la saturazione.

La confezione contiene anche un cavetto con terminale micro USB di lunghezza di 1,2 m da utilizzare per la connessione con l’adattatore a muro, oltre al manuale di istruzioni.

Ci piace:
  • Basta appoggiare il telefono e parte subito la ricarica
  • Buona qualità dei materiali
  • Istruzioni anche in italiano
Non ci piace:
  • I piedini in gomma sotto la base non offrono la massima presa

7. NokiTek MC-02A

Proposto a un prezzo decisamente contenuto, è di forma rettangolare di 156 x 85 mm di lato e spessore di soli 9 mm. È costruito in ABS ed è realizzato in elegante colore nero.

È ideale per accogliere, in modo stabile, anche dispositivi mobili di ampia superficie. Dispone dello standard Qi ed è compatibile con i modelli Samsung Galaxy S4 e S3, Nokia Lumia 920, alcuni Nexus, Lg e altri.

Quando è collegato alla presa a muro, riceve una tensione in entrata di 5V/2A, mentre rilascia energia per induzione alla tensione di 5V/1A. La distanza di trasmissione dell’energia deve essere al massimo di 4-8 mm.

Un led verde segnala l’alimentazione del caricabatteria; quando si posiziona lo smartphone nella zona sensibile di ricarica il led si illumina di blu.

Ci piace:
  • Rapporto qualità/prezzo insuperabile
  • Tempi di ricarica soddisfacenti
  • Perfettamente antiscivolo
Non ci piace:
  • Area di induzione un po’ piccola

8. Aukey LC-C1-TYIT

La sua base di ricarica è piatta e inclinata per accogliere lo smartphone e il tablet in posizione verticale o orizzontale su entrambi i lati: in questo modo viene agevolata la visuale dello schermo quando si è al lavoro. Una volta incastrato il supporto di metallo sul piatto di induzione è garantita la stabilità e la dispersione della temperatura.

All’interno del caricabatteria sono presenti ben 3 bobine per garantire una maggiore velocità di ricarica e di trasferimento dell’energia. Dispone di una potenza di 5W; riceve una carica esterna quando collegato alla presa a muro con tensione di corrente di 5V/2A e cede l’energia mediante induzione alla tensione di 5V/1A.

Un indicatore led incorporato alla base permette di monitorare lo stato di ricarica, il corretto posizionamento del dispositivo e la carica quando lo si appoggia a contatto.

Supporta tutti i dispositivi certificati Qi come i Samsung Galaxy della serie 6, i Nokia Lumia 920, i Nexus 5/6/7, e molti smartphone all’avanguardia. Per altri dispositivi è necessario acquistare a parte la cover.

La confezione include il caricabatteria wireless, un cavo micro USB / USB lungo 1 m da collegare all’alimentatore e il manuale di istruzione anche italiano.

Ci piace:
  • Smontabile e quindi facile da trasportare
  • Svolge anche la funzione di supporto porta-telefono e tablet per migliorare la visuale dello schermo
  • Le tre bobine garantiscono una ricarica veloce
Non ci piace:
  • Un po’ ingombrante sul piano

9. Gmyle NPL730083

Il “disco” ha un diametro di 98 mm (13 mm di spessore) e fornisce un’ampia area di appoggio; un anello centrale in gomma previene lo scivolamento dei dispositivi quando li si mette a contatto. Sono previsti quattro gommini antiscivolo che mantengono la stabilità del caricabatteria sul piano.

Questo apparecchio è costruito in materiale plastico bianco opaco e translucido che si illumina completamente di blu quando vi è appoggiato il dispositivo per la ricarica, per diventare poi verde quando la carica si è saturata.

Quando è collegato a uno specifico alimentatore di pari potenza, riceve un’alimentazione in ingresso con tensione di 5V/2A e rilascia l’energia per induzione magnetica alla tensione di 5V/1A.

È compatibile con i più evoluti smartphone che dispongono dello standard Qi tra cu i Samsung Galaxy della serie 7 e 6, i Nokia Lumia 920 e successivi e qualsiasi altro tipo di smartphone all’avanguardia.

Ci piace:
  • Funzionamento ineccepibile a un costo vantaggioso
  • Molto compatto
  • Forma a disco piacevole da tenere sul tavolo 
Non ci piace:
  • Luce blu molto intensa, può dare fastidio al buio

10. Spigen SGP11480

Lo smartphone o il tablet possono essere appoggiati al pad di ricarica in qualunque posizione, sia verticale sia orizzontale su entrambi i lati o anche messi in diagonale rispetto alla base stessa. Due comode strisce di gomma laterali assicurano un’ottima presa antiscivolo.

All’interno del caricabatteria sono posizionate in serie 3 bobine che garantiscono una maggiore velocità di ricarica e di trasferimento dell’energia.

L’angolo di visuale dello schermo dei dispositivi è molto buona. La posizione di appoggio garantisce la stabilità e la dispersione della temperatura. L’ingresso dell’alimentazione del caricabatteria con terminale micro USB è ben nascosta alla base del piede di supporto.

Dispone di una potenza di 5W, necessita di essere alimentato con idoneo adattatore a muro con tensione di corrente in ingresso di 5V/2A e cede l’energia mediante induzione alla tensione di 5V/1A. Un indicatore led incorporato alla base permette di tenere sotto controllo le varie fasi di ricarica e lo stato della batteria.

Supporta tutti i dispositivi certificati Qi: può caricare direttamente un’ampia gamma di smartphone, fra cui i Samsung Galaxy della serie 7 e 6, i Nokia Lumia 920, i Nexus 5/6/7.

Viene fornito in dotazione un cavo micro USB / USB lungo 1 m da collegare all’alimentatore e il manuale di istruzioni.

Ci piace:
  • Il posizionamento del dispositivo ottimizza l’angolo di visualizzazione dello schermo
  • Tre bobine per una maggiore velocità di trasferimento
  • Posizione ben nascosta del cavo di alimentazione
Non ci piace:
  • Non molto pratico da trasportare

11. JETech Ultra-Slim

È un piccolo oggetto di grande design, che si integra con eleganza in ogni ambiente di lavoro o domestico. Ha una forma circolare, con struttura esterna in acrilico trasparente e base di appoggio nera con profili rossi.

Si rivela idoneo al trasferimento diretto di carica ai dispositivi più evoluti tipo i Samsung Galaxy della serie 6, i Nokia Lumia della serie 9, gli Htc. Va alimentato attraverso un adattatore compatibile che garantisce una tensione di corrente di 5V/2A e cede l’energia senza cavi mediante induzione magnetica a una tensione in uscita di 5V/1A.

Un’illuminazione a led segnala il funzionamento del caricabatteria: la spia blu indica che la base è attiva, quella verde si accende appoggiando lo smartphone o il tablet. La base è antiscivolo e cinque piedini gommati ne assicurano la massima stabilità sul piano.

Insieme alla base caricabatteria viene fornito un cavetto con terminale micro USB da utilizzare per la connessione a un adattatore a muro, oltre al manuale di istruzioni.

Ci piace:
  • Bello anche come oggetto di arredamento
  • La parte superiore antiscivolo mantiene ben saldi i dispositivi
  • Rapporto qualità/prezzo competitivo
Non ci piace:
  • Istruzioni non in italiano

12. Samsung EP-PG920I

Vanta un design curato fin nei minimi dettagli, che si integra con eleganza in ogni ambiente interno, dal salotto all’ufficio, sia in stile classico che moderno. È realizzato con materiali a finitura lucida e opaca che aggiungono un tocco di eleganza ed è disponibile in colore bianco o nero.

Messo a punto da Samsung per i suoi modelli di punta dotati della tecnologia standard Qi, come i Galaxy della serie 6, è idoneo a ricaricare anche modelli della serie 7 oltre a numerosi smartphone di altre marche dotati di questo standard.

Fornisce una corrente in uscita con tensione di 5V/1A, mentre in ingresso per ricaricarsi ha bisogno di essere collegato a un alimentatore con presa a muro compatibile con il voltaggio 5V/2A. Ha un diametro di 97 mm e uno spessore di quasi 17 mm, che danno l’idea di un apparecchio ben assemblato e solido.

Per evitare il surriscaldamento dei dispositivi, è equipaggiato con un dissipatore attivo: si tratta di una sorta di ventola in grado di disperdere il calore in modo uniforme facendolo evaporare attraverso delle griglie di aerazione.

I led presenti nella parte inferiore si illuminano di blu o verde a seconda che il processo di ricarica della batteria sia in corso oppure completato.

Ci piace:
  • Facile da usare
  • Estetica e funzionalità al top
  • Ottima qualità a un prezzo accessibile
Non ci piace:
  • Nessun accessorio in dotazione

13. VicTsing PPA004WVT-vit

È un apparecchio 2 in 1 che funziona sia come power bank con una capacità di 7000 mAh, per trasferire l’energia accumulata mediante porte USB, sia come caricatore wireless per trasferire energia mediante l’induzione magnetica.

Frontalmente presenta due porte USB in uscita per la ricarica di dispositivi e una porta micro USB in ingresso per la ricarica del power bank stesso. È dotato di circuito di protezione da sovraccarichi di tensione e cortocircuiti.

Può caricare due volte un iPhone 6. E poiché le porte USB in uscita erogano una tensione rispettivamente di 1A e 2A, con quest’ultima si può rigenerare un tablet. Quattro piccoli led posti lateralmente segnalano sia la carica accumulata sia quella residua.

Per caricare in modalità wireless i dispositivi in standard Qi, l’apparecchio deve essere collegato alla presa di corrente. Un grande segno “+” gommato con funzione antiscivolo indica la corretta posizione per il contatto.

La modalità di cessione della carica mediante induzione magnetica avviene alla tensione di 5V/1A. L’efficienza nella ricarica wireless è maggiore del 73%.

I dispositivi che si possono ricaricare wireless con questo caricabatteria Qi sono sia quelli dotati di ricevitore interno built-in, sia quelli che è possibile interfacciare con una cover ricevente compatibile.

In dotazione è previsto un cavo micro USB/USB e il manuale di istruzioni.

Ci piace:
  • Consuma pochissimo
  • Compatto e maneggevole
  • Realizzato in materiale ecologico
Non ci piace:
  • Un po’ leggero

 




Lascia un commento