Apriti Sesamo! I Migliori Apriscatole Elettrici

miglior-apriscatole-elettrico

Se si ha una limitata forza nelle mani o poca destrezza, il miglior apriscatole elettrico offre un aiuto prezioso.

Anche se molti prodotti in lattina sono oggi proposti in un packaging con apertura facilitata a strappo, vi sono ancora numerosi alimenti confezionati in latte a banda stagnata: e per aprirle occorre un apriscatole.

I modelli di tipo manuale, però, sono tutt’altro che pratici da utilizzare. Le loro lame, infatti, si usurano facilmente. Inoltre il taglio del coperchio non è mai lineare e si rivela spesso incompleto: costringono quindi l’utente a passare più volte sul bordo, impiegando molta forza e con il rischio di farsi male.

I migliori apriscatole elettrici sono veloci, semplici da utilizzare, stabili (cioè non si ribaltano quando si apre la lattina), non troppo ingombranti e consentono di rimuovere facilmente il coperchio dopo il taglio, in modo automatico.

Possono inoltre gestire con disinvoltura una grande varietà di lattine di forme e dimensioni diverse. E, cosa di primaria importanza, durante la fase di apertura permettono di agire nella più totale sicurezza: evitano infatti qualsiasi contatto con i bordi taglienti del metallo, scongiurando il pericolo di ferirsi le dita.




Sommario

Qual è il miglior apriscatole elettrico?

L’acquisto di un apriscatole elettrico richiede in linea di massima un investimento abbastanza contenuto, pari a qualche decina di euro.

Le versioni a pila sono generalmente più economiche rispetto a quelle da collegare alla rete. Queste ultime, però, sono progettate per garantire il massimo delle prestazioni anche in caso di un utilizzo quotidiano molto “intenso”.

Abbiamo analizzato l’offerta delle principali case costruttrici per trovare le migliori apparecchiature. Qui di seguito vi proponiamo la nostra selezione.

 

1. One Touch KC04

Il migliore per: si adatta in automatico al coperchio

Anche il coperchio più difficile da aprire cede sotto l’azione di questo robusto strumento. Compatibile con tutti i coperchi da 2,5 a 10,1 cm, si adatta automaticamente alle loro diverse dimensioni e li rimuove con rapidità.

Una volta posizionato sul coperchio, l’apparecchio fa tutto da solo in modo automatico, senza neanche doverlo tenere con le mani. Funziona con due pile LR6 AA (che vengono fornite in dotazione) e ha una dimensione di 186 x 91 x 68 centimetri (331 grammi di peso).

 

2. Severin DO 3854

Il migliore per: semplicità di pulizia

Offerta
Severin DO 3854 Apriscatole...
27 Voto

La sua pulizia è facile e molto pratica, dal momento che la parte superiore dell’apparecchio può essere rimossa. Compatto e maneggevole, ha una potenza di circa 25 W.

L’accensione avviene premendo la leva e il taglio viene effettuato in modo automatico. L’apriscatole è dotato di una calamita che, al termine dell’operazione, solleva il coperchio. Di colore bianco/grigio, pesa 494 grammi e misura 7,5 x 23,5 x 10,8 centimetri.

 

3. TV Das Original Touch and Go

Il migliore per: rapporto qualità/prezzo

Completamente automatico, è progettato con una calamita incorporata che al termine del taglio solleva il coperchio: in questo modo si evita di doverlo toccare con le dita.

Al momento dell’apertura, le parti tagliate del barattolo e del tappo vengono levigate, eliminando ogni rischio di tagliarsi accidentalmente. E il barattolo si può anche richiudere appoggiandoci sopra il coperchio. Funziona con quattro batterie AA, in dotazione.

 

4. Apriscatole Elettrico Bang Rui

Il migliore per: design

Ha un design elegante e dalle linee affusolate, concepito per garantire la massima maneggevolezza. L’apertura avviene in automatico, premendo l’apposito pulsante posto sulla parte superiore dell’apparecchio.

A questo punto, l’apriscatole ruota a 360° da solo, senza richiedere nessun ulteriore intervento. E grazie al magnete integrato, il coperchio non cade. Il bordo della lattina rimane liscio, non tagliente o frastagliato.

 

5. Moulinex DJJ152

Il migliore per: aggancio al muro

Compatto ed elegante, è studiato con un sistema di aggancio che consente di fissarlo alla parete. In questo modo l’apparecchio non occupa spazio ed è sempre pronto ad entrare in funzione.

È anche molto semplice da utilizzare, grazie anche alla sua potenza di 50 W. Una volta posizionato il barattolo in corrispondenza della rotella dentata di trascinamento, basta abbassare la leva, senza alcuno sforzo. Il magnete tiene sollevato il coperchio dopo l’apertura.

Le dimensioni dell’apparecchio sono pari a 28,4 x 15,6 x 14,8 centimetri. All’occorrenza è anche un pratico affilacoltelli.

 

6. Tefal 8535.31

Il migliore per: ergonomia

Il suo manico allungato e leggermente arcuato favorisce una presa sicura. Ogni operazione avviene in modo semplice, veloce e automatico.

Per aprire la lattina è sufficiente posizionare sul coperchio il braccio munito di rotella dentata ed esercitare una lieve pressione sul pulsante superiore dell’apparecchio. Questo apriscatole ha una potenza di 20 W, misura 14 x 13,7 x 23,5 centimetri e ha un peso di 667 grammi.

 

7. Kenwood Electric Can Opener

Il migliore per: lama estraibile

Ha una lama estraibile che facilita le operazioni di pulizia, garantendo un funzionamento igienico. Apre tutte le forme di lattine domestiche di piccole e grandi dimensioni fino 1,2 chilogrammi.

È progettato con avvolgicavo e impugnatura in gomma soft-touch, per offrire il massimo comfort. Ha una potenza di 40 W e, grazie al suo magnete, toglie il coperchio in modo pratico e completamente sicuro.

Che cos’è un apriscatole elettrico?

Un apriscatole elettrico è un apparecchio per la cucina che consente di rendere più facile il processo di apertura di lattine o coperchi, evitando ogni pericoloso contatto con le dita.

Oltre a questa operazione di base, tali apparecchi sono spesso accessoriati per garantire una funzionalità completa: hanno un magnete che attrae il coperchio per evitare che cada nella lattina; sono dotati di lame in acciaio inox molto robuste e durevoli; prevedono inoltre la possibilità di regolare l’altezza per adattarsi a tutti i tipi di packaging, dal più grande al più piccolo.

Questi tipi di apriscatole possono essere alimentati a pile, particolarmente indicati per un uso domestico, oppure a corrente elettrica. Le apparecchiature da collegare alla rete energetica hanno generalmente una potenza maggiore e si rivelano quindi più adatte a un utilizzo quotidiano.

Molto compatti, gli apriscatole elettrici sono a volte dotati di avvolgicavo, per consentire di riporli in un cassetto o in un armadio della cucina in modo ordinato.

Alcuni modelli sono anche predisposti per essere fissati al muro, sempre a portata di mano. Possono inoltre offrire altre funzionalità, trasformandosi all’occorrenza in apribottiglie o affilacoltelli.




Utilità dell’apriscatole elettrico?

L’apriscatole elettrico è un accessorio da cucina in grado di automatizzare il processo di apertura di coperchi e lattine. È importante che sia progettato con lame in acciaio inossidabile che siano resistenti e robuste.

I modelli di buona qualità sono dotati di un magnete che può attrarre il coperchio per evitare di farlo cadere all’interno della lattina. Hanno anche un’altezza sufficiente per adattarsi ai contenitori con un notevole sviluppo verticale.

 

Com’è nato l’apriscatole elettrico?

L’industria alimentare si è evoluta molto negli ultimi decenni. C’è più consumo di cibi in scatola in tutto il mondo. Del resto, questo genere di alimenti apporta notevoli benefici. Sono pratici, sono subito pronti da mangiare e offrono tutti i valori nutrizionali di cui il nostro corpo ha bisogno.

Lo svantaggio è che, a volte, il contenitore è molto difficili da aprire. Molte persone hanno subito lesioni durante l’apertura, dal momento che il bordo delle lattine è affilato ed è facile farsi male.

Ecco perché è nato l’apri lattine elettrico: consente di effettuare ogni operazione nella massima sicurezza.

 

Apriscatole alimentato a rete o a batteria?

Ma è meglio acquistare un modello con collegamento alla rete elettrica o uno con funzionamento a batteria? Davanti a questa domanda, il mercato si divide. C’è chi appezza i vantaggi di poter avere un dispositivo di una certa potenza, da tenere in cucina per aprire scatole e scatolette in ogni occasione.

C’è invece chi non rinuncia alla comodità di disporre di questo dispositivo nono solo a casa, ma anche quando è in trasferta, per un picnic o per il campeggio.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche di ciascuna di queste due tipologie.

 

Caratteristiche dell’apriscatole alimentato a rete?

Sul mercato sono disponibili diversi modelli di apriscatole con cavo elettrico. Sono molto apprezzati per via della facilità d’uso e per i minimi sforzi richiesti. Basta collegarli alla presa e premere un pulsante: il dispositivo fa il suo lavoro in totale autonomia.

Hanno diversi vantaggi. Innanzitutto sono in grado di aprire molte lattine in un solo giorno, cosa che una persona da sola non sarebbe in grado di fare senza stancarsi. E poi, non hanno bisogno di alcun tipo di ricarica: basta collegarli alla rete domestica e sono subito pronti ad entrare in funzione.

 

Svantaggi dell’apriscatole alimentato a rete?

Il funzionamento rete ha anche un lato negativo: in caso di blackout, il dispositivo non può più funzionare. E così, se stai preparando la cena, rimani con la scatoletta in mano sperando che la corrente torni al più presto.

Tuttavia, basta disporre di un alimentatore di scorta e la routine non subisce nessuna battuta d’arresto.

 

Caratteristiche dell’apriscatole a batteria?

Ci sono anche delle apparecchiature che funzionano a batterie. Le loro caratteristiche costruttive fanno sì che si rivelino leggeri e maneggevoli. E anche quando vengono inserite le pile, il peso non diviene mai eccessivo. Lo stesso vale per l’apriscatole elettrico ricaricabile.

Sono inoltre disponibili dei modelli di dimensioni molto contenute. La loro portabilità permette di tenerli sempre con te, pronti d entrare in funzione per qualsiasi necessità, ovunque ti trovi.

 

Svantaggi dell’apriscatole a batteria?

Il lato negativo di un apriscatole di questo tipo è il costo di gestione. Quando si esauriscono le batterie, dovrai cambiarle. E così, cambio dopo cambio, potresti spendere in un anno più di quanto hai investito per acquistare l’apparecchiatura.

Fino a quando la tecnologia non farà qualche passo in più, per incrementare la durata delle pile, dovrai sempre portarne con te una buona scorta.

 

Perché l’apriscatole elettrico non è un lusso?

Sia che tu usi solo un paio di volte all’anno, sia che lo impieghi quotidianamente, un apriscatole elettrico è uno dei gadget da cucina più utili. Solo per questa ragione ha senso usare un apriscatole elettrico anche se raramente apri le lattine.

E se apri regolarmente scatolette di alimenti, salsa, zuppa o brodo, ci sono una miriade di motivi per scegliere un apriscatole automatico. Uno per tutti? Il prezzo. Basta dare un’occhiata all’offerta per accorgersi che non è un lusso: anche i modelli di fascia alta costano solo qualche decina di euro.

 

A chi è necessario un apriscatole elettrico?

Per alcune persone, gli apriscatole elettrici di tipo professionale non sono solo utili, sono necessari. Se soffri di artrite, sindrome del tunnel carpale, o se hai i polsi o le mani indebolite a causa di infortuni, malattie o semplici limiti dell’età, un apriscatole elettrico affidabile è un must quando vuoi preparare un pasto nutriente.

E anche per chi ha semplicemente un deficit temporaneo alla mano, come ad esempio una ferita, un apriscatole elettrico è una scelta saggia da usare durante la convalescenza e oltre.

 

Utile anche a chi è in perfetta forma?

E anche coloro che hanno i polsi forti e flessibili, possono provare dolore e indolenzimento dopo aver aperto più lattine utilizzando un dispositivo di tipo manuale.

Se sei un amante della pasta con il sugo e magari condividi questa passione con una famiglia di più persone, sai bene cosa vuol dire aprire ogni giorno numerose lattine di conserve. Con un apriscatole elettrico, salvi i polsi e le mani da ogni sforzo.

 

Apriscatole elettrici o manuali?

Quando si tratta di un confronto testa a testa di base per quanto riguarda la facilità d’uso, gli apriscatole elettrici vincono praticamente ogni volta. Questo perché i modelli elettrici non ti chiedono di fare nulla: pensano loro a tutto.

I metodi operativi specifici possono essere diversi in base al modello, ma la maggior parte richiedono semplicemente di posizionare il barattolo di fronte all’apparecchio e di inserirlo nel meccanismo di blocco. Può essere necessario premere un pulsante o tenere premuta una leva, ma la macchina si occuperà di tenere il barattolo, girarlo e tagliare la parte superiore per te.

 

Facilità di utilizzo dell’apriscatole?

Ci sono alcuni modelli manuali che sono molto facili da usare, con ingranaggi speciali e diverse configurazioni della lama. Ciò significa che non devi fare fatica quando si tratta di aprire una lattina, come invece accadeva con i dispositivi di tanto tempo fa. E inoltre, si rivelano decisamente pratici anche per mancini.

È importante considerare quali tipi di lattine intendi utilizzare, dal momento che alcuni apriscatole elettrici non sono in grado di gestire scatolette pesanti o con forme fuori standard.

 

Robustezza dell’apriscatole?

Gli apriscatole manuali hanno sicuramente un piccolo vantaggio in termini di durata rispetto ai modelli che funzionano con la forza energetica. Avendo una struttura semplice, senza componenti elettriche, sono meno soggetti a rotture.

Entrambi sono realizzati con metalli robusti, che ne assicurano una buona resistenza alle sollecitazioni. Tutti e due i tipi possono però essere soggetti alla ruggine, il che significa che è necessario prestare particolare attenzione alla loro pulizia

 

Affidabilità dell’apriscatole elettrico?

Sulla base di quanto appena detto, i modelli elettrici possono essere un po’ più inclini a rompersi e ad essere soggetti a malfunzionamenti rispetto a quelli manuali. La cosa è anche ovvia: gli apriscatole elettrici hanno all’interno motori e altre parti meccaniche che sono per loro natura più delicati.

La maggior parte dei modelli manuali, specialmente quelli fatti di metalli solidi, sono in grado di affrontare un uso più impegnativo e sono meno propensi a rompersi mentre si è nel bel mezzo dell’apertura di una lattina.

 

Sicurezza dell’apriscatole elettrico?

Un apriscatole elettrico si rivela molto sicuro. Basta avvicinare la lattina alla macchina e il motore elettrico fa tutto per te usando la pressione per rimuovere il coperchio. In pochi secondi, la lattina viene aperta.

La cosa migliore degli apriscatole elettrici è che la maggior parte crea bordi smussati, che non possono provocare ferite.

 

Manutenzione dell’apriscatole elettrico?

Per quanto riguarda la pulizia, gli apriscatole manuali hanno sicuramente un punto a loro favore. Dopo aver utilizzato un comune apriscatole a farfalla, puoi metterlo nel lavandino, pulirlo con cura e metterlo ad asciugare senza particolare attenzione. Sfortunatamente, non è possibile fare altrettanto con un apriscatole elettrico.

Per pulire un dispositivo di questo tipo, devi detergere accuratamente le lame e la superficie. E magari, devi anche utilizzare un batuffolo di cotone per entrare nelle aree interne senza danneggiare i meccanismi.

 

Apriscatole elettrico con lame rimovibili?

È anche vero che ci sono alcuni apriscatole elettrici che sono molto più facili da pulire. Sono progettati con lame rimovibili che puoi tranquillamente togliere per effettuare le normali operazioni di manutenzione.

Puoi anche metterle tranquillamente sotto l’acqua per lavarle con acqua e detersivo, senza correre il rischio di provocare un cortocircuito.

 

Prezzo dell’apriscatole elettrico?

Dopo aver preso in considerazione tutto il resto, devi pensare alla differenza di prezzo tra gli apriscatole elettrici e manuali, che in alcuni casi può essere piuttosto notevole.

La maggior parte degli apriscatole elettrici costano più dei modelli manuali a causa della presenza del motore e delle componenti interne. Se ti concentri sul tuo budget, è possibile trovare alcuni apriscatole elettrici funzionali e convenienti, ma ti costano sempre di più rispetto alla maggior parte dei modelli manuali. Un altro fattore da considerare è che un apriscatole elettrico sarà più costoso da riparare o sostituire.

 

Ogni quanto usi l’apriscatole elettrico?

La frequenza d’uso avrà un impatto importante su tutte le tue decisioni relative a un apriscatole, in particolare sul prezzo.

Sei disposto a investire i tuoi soldi in un apriscatole se sei solito aprire delle lattine solo una o due volte al mese? Probabilmente no. Ma se usi il tuo apriscatole ogni giorno, dovresti cercare un modello durevole, pratico e maneggevole, a prescindere dal suo prezzo.

 

Potenza dell’apriscatole elettrico?

Mentre gli apriscatole elettrici sono, di default, più facili da usare rispetto a quelli manuali, ci sono modelli elettrici che sono più facili da usare rispetto ad altri. Più potente è il motore sull’apriporta elettrico e più affilata è la lama, più facile sarà tagliare la lattina.

Le lame in acciaio inossidabile ad alto tenore di carbonio si comportano molto bene e resistono a molti anni di utilizzo.

 

Quali tipi di apriscatole elettrici?

Esistono diversi tipi di apriscatole elettrici. Per rendere la tua decisione molto più semplice, ecco una una breve guida che li descrive brevemente.

Iniziamo con il modello classico di apriscatole elettrico one touch, che prevede di posizionare lattina davanti al dispositivo. Per aprirla, si preme un pulsante e la lama viene spinta contro il bordo, semplificando al massimo l’operazione.

Ci sono poi gli apriscatole elettrici cordless che come abbiamo già visto in precedenza sono anche portatili. Offrono la stessa portabilità di quelli manuali e li combinano con la semplicità di utilizzo di un modello elettrico.

 

Apriscatole elettrico sottopensile?

È un tipo di apriscatole elettrico che viene montato sotto un armadietto della cucina. Il loro vantaggio più interessante è che sono salva-spazio: non occupano infatti ulteriore spazio sul piano di lavoro e sono sempre a portata di mano quando ne hai bisogno.

Un modello particolarmente sicuro è indubbiamente l’apriscatole elettrico con taglio laterale: questo dispositivo taglia la lattina sotto il bordo del coperchio. Di conseguenza, il bordo è più liscio e le possibilità di lesioni sono minime.

 

Sicurezza dell’apriscatole elettrico?

Se ti è capitato di tagliarti qualche volta mentre apri una lattina, al momento della scelta porrai sicuramente in primo piato l’aspetto della sicurezza.

La cosa più importante da cercare è un apriscatole che non lascia bordi taglienti sulla lattina. Come appena detto, gli apriscatole con taglio laterale sono eccellenti in fatto di affidabilità. È un tipo particolarmente raccomandabile se hai bambini che si divertono ad aiutarti in cucina.

 

L’apriscatole elettrico come si lava?

La corretta pulizia dell’ apriscatole elettrico da banco è fondamentale perché prolunga la durata del dispositivo e previene la corrosione e la ruggine. Un apriscatole arrugginito può contaminare il cibo e di conseguenza essere dannoso per la salute.

È meglio cercare i modelli con lama removibile, per poter lavare questo componente a mano o in lavastoviglie.

 

Plus del miglior apriscatole elettrico?

Il modello più affidabile è progettato con lame in acciaio inossidabile. Le lame in acciaio inossidabile sono resistenti nel tempo e non favoriscono la formazione della ruggine.

Un altro aspetto importante da considerare è l’impugnatura. Controlla sempre che il tipo da te scelto abbia un’impugnatura antiscivolo o in gomma che lo rende più facili da usare.

Guarda anche le dimensioni. Gli apriscatole elettrici devono essere abbastanza alti da contenere le lattine più grandi che intendi aprire e i migliori modelli portatili devono essere facilmente inseriti in un cassetto della cucina. Considerare un apriscatole montato a parete o su armadio se hai problemi di spazio.

 

Prestazioni dell’apriscatole elettrico?

Gli apriscatole elettrici dovrebbero essere abbastanza pesanti da non ribaltarsi quando si devono aprire lattine di grandi dimensioni. Girano e tagliano in modo fluido anche dopo molti anni di utilizzo.

Non accontentarti di un apriscatole che è difficile da bloccare sulla lattina, che tende slittare mentre lo utilizzi, o che è difficile da girare.

 

Apriscatole elettrici con taglio superiore o laterale?

Entrambi hanno vantaggi e svantaggi che potrebbero rendere l’una o l’altra una scelta migliore.

Hai figli in casa? Se è così, la sicurezza extra fornita da un apriscatole che lascia i bordi lisci potrebbe trionfare su tutti gli altri problemi. Lo stesso vale se stai acquistando un apriscatole per una persona anziana.

Quanto sei diligente riguardo alla pulizia dell’apriscatole? Le lame di un apriscatole possono venire a contatto con il cibo all’interno della lattina, quindi è necessario lavarle a mano regolarmente (o trovarne uno lavabile in lavastoviglie). Gli apriscatole tagliati di lato non toccano affatto il cibo, quindi rimarranno puliti.

 

Preferisci non toccare il coperchio?

Per gli apriscatole con taglio superiore, un magnete a coperchio impedisce di farlo cadere all’interno della lattina durante l’apertura. Questo non è un problema quando si usano gli apriscatole con taglio laterale, dal momento che sono spesso dotati di pinzette metalliche per sollevare il coperchio.

Inoltre, se soffri di artrite o di qualsiasi altra condizione che possa influire sulla forza della tua mano, opta per un apripista elettrico o cerca un apribottiglie (o un barattolo) con manici più lunghi; forniscono una maggiore leva e in definitiva richiedono meno sforzo.

 

Quali lattine devi aprire?

Pensi di dover aprire un’ampia varietà di lattine? Se stai acquistando un apriscatole elettrico, assicurati che sia abbastanza alto per gestire le lattine più grandi che apri di solito (o in alternativa scegli un apriscatole sotto-pensile). La stessa considerazione va fatta se hai una cucina di dimensioni contenute.

La maggior parte degli apriscatole elettrici sono da posizionare sul piano di lavoro, quindi assicurati di avere abbastanza spazio per questo o scegli un apriscatole sotto-pensile. Anche perché alcuni modelli hanno una struttura sorprendentemente ingombranti: scegline uno che si adatterà facilmente alle tue esigenze, valutando se è il caso di acquistare un dispositivo portatile.

 

Come si aziona un apriscatole elettrico?

Il funzionamento di un apriscatole elettrico è un processo semplice e immediato.

Passaggio 1

Prima di tutto, posiziona l’apriscatole elettrico su una superficie solida e piana, come ad esempio un piano di lavoro da cucina o un tavolo. I modelli che si montano sotto gli armadi non richiedono ovviamente questo passaggio.

Passaggio 2

In base al modello, bisogna quindi sollevare o ruotare l’apposita manopola. Questa operazione separa i due componenti principali del dispositivo di apertura: un disco di metallo seghettato, che gira il barattolo, e un disco affilato che fora e taglia intorno al bordo del barattolo.

Passaggio 3

Posiziona la lattina contro il disco seghettato, che è montato orizzontalmente sul dispositivo di apertura. Il labbro inferiore del barattolo poggerà sulla parte superiore del disco, consentendo al disco di ruotare la lattina per l’apertura.

Passaggio 4

Abbassa il disco da taglio sul coperchio del barattolo ruotando o abbassando la maniglia del dispositivo di apertura. Questo processo farà sì che il disco da taglio fori il coperchio della lattina.

Passaggio 5

Premi completamente la maniglia per attivare l’apertura. Ciò farà sì che il disco seghettato ruoti la lattina, mentre il disco di taglio recida la lattina lungo il bordo metallico più spesso. Solleva o ruota la leva del dispositivo di apertura per disattivare il dispositivo. Togli quindi la lattina, che è così pronta per l’uso.

 

Perché acquistare un apriscatole elettrico?

Con questo dispositivo, il barattolo viene aperto in modo pulito e senza alcuno sforzo. L’apertura è precisa, il che elimina il pericolo di tagliarsi accidentalmente.

Oltre a questa, ogni operazione viene effettuata più velocemente, il che è un vantaggio soprattutto se fai un largo impiego di lattine e scatolette per preparare i tuoi pasti.

Il consumo elettrico è ridotto e non incide quindi sul tuo budget mensile.

 

L’apriscatole elettrico quanto può durare?

Una corretta manutenzione assicurerà una lunga vita al tuo apparecchio. Dopo l’uso, scollegare semplicemente il cavo e pulisci le parti lavabili con acqua tiepida e alcune gocce di detersivo per piatti.

Uno spazzolino da denti può rimuovere gli eventuali residui di cibo incastrati nella lama e nell’ingranaggio. Al termine, asciuga tutto con cura.

Di tanto in tanto, si consiglia di applicare qualche goccia di lubrificante sull’ingranaggio.