Con le 8 Migliori Amache Ti Senti proprio in Paradiso

Vi sono innumerevoli luoghi dove rilassarsi, ma per chi è appassionato di avventura e ama stare all’aria aperta non c’è niente di meglio della migliore amaca.

Un’amaca dà infatti l’impressione di vivere nel paradiso allo stato puro: la si può montare in un giardino, in riva al mare, al lago, in un bosco, tra gli alberi di un parco, in montagna, o anche semplicemente sul terrazzo di casa.

Dormire in un’amaca è anche salutare. La sua oscillazione lenta, paragonabile a quella della culla dei neonati, facilita la transizione dallo stato di veglia allo stato di sonno, sincronizzando il ritmo dettato dal nostro cervello.

È perfetta per un pisolino, mentre ci si lascia cullare dal suo piacevole dondolio. La si può appendere facilmente tra due alberi, due colonne o in mancanza di questi tra due sostegni o piedistalli, o in qualunque altro posto vi sia sufficiente spazio per montarla.

L’amaca è universalmente considerata il miglior supporto per il riposo e il relax all’aperto: questa è infatti la sua funzione principale al giorno d’oggi, ma oltre a questo ci sono diversi aspetti pratici che la fanno preferire rispetto ad altri sistemi, sia in luoghi aperti che chiusi.

È poco ingombrante ed è utilizzabile in diversi modi, visto che si monta e smonta in poco tempo, anche in situazioni estreme. Non a caso è anche indicata come il letto dell’avventuriero per eccellenza.

La sua struttura è leggera, comprimibile, fatta di materiali resistenti e sottili che possono anche fare da protezione contro gli elementi come vento e pioggia.




Qual è la migliore amaca?

Un’amaca di buona qualità può diventare la compagna ideale del proprio riposo per molti anni. Sono molte le marche che propongono modelli per ogni esigenza estetica e di montaggio. È possibile trovare il tipo più economico, ideale per un impiego spartano, sia quello più elegante e sofisticato, che si integra perfettamente in ogni ambiente.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori amache:

1. Amaca La Siesta Colibri

La migliore per: rapido montaggio

Coloratissima ed estremamente leggera (860 grammi inclusi i ganci), è realizzata in nylon traspirante, cioè in morbida seta paracadute (Trilobal) molto confortevole a contatto con la pelle.

Si monta e si ripone con facilità, grazie alla soluzione di montaggio integrato EasyAdjust. Tale sistema consiste di due corde in poliestere di 3 metri e due ganci ultraleggeri in fibra di vetro rinforzata in poliammide.

Ha una lunghezza totale di tre metri, una capacità di carico di 180 chilogrammi e può ospitate due persone.

2. Amaca Larima 10T Double

La migliore per: in cotone

È una robusta amaca realizzata in cotone di prima qualità di 320 g/mq di peso. Il piano letto extra-largo misura 150 centimetri ed è ideale per due persone (ha una capacità di carico di 180 chilogrammi).

Viene fornita completa di kit di fissaggio che comprende 2 funi lunghe 160 cm con chiusura a bavaglio di metallo.

Nella confezione c’è anche un pratica borsa per il trasporto.

3. Amaca Songmics GDC22W

La migliore per: completa di due cuscini

Assicura il massimo relax a due persone anche robuste, grazie alla sua elevata capacità di carico di 300 chilogrammi.

Le dimensioni della superficie sono pari a 240 x 150 centimetri. Realizzata al 70% in cotone e al 30% in poliestere, è fresca e confortevole sulla pelle.

Molto pratici e confortevoli i due cuscini forniti in dotazione, che si possono riporre comodamente insieme all’amaca nell’apposita borsa in stoffa

4. Amaca Outad 210t

La migliore per: elevata portata

La custodia per il trasporto è integrata nella struttura dell’amaca: una volta che quest’ultima viene aperta e posizionata, si trasforma in un pratico contenitore porta-oggetti.

Grazie alla sua elevata capacità di carico di 350 chilogrammi, è progettata per due persone anche di robusta corporatura.

È realizzata in tessuto nylon intrecciato molto leggero e traspirante, ha una dimensione di 270 x 135 centimetri ed è completa di corda e moschettoni.

5. Amaca a trama fittissima La Rete

La migliore per: si asciuga in fretta

Con il suo design elegante e raffinato, questa amaca bianca con frange si integra perfettamente in ogni ambiente, nella natura o sul terrazzo.

È realizzata con una trama fittissima, a garanzia della massima resistenza. Molto leggera, asciuga rapidamente in caso di pioggia.

Garantisce un adeguato sostegno: efficace, confortevole ma non eccessivamente rigido.

6. Nature Fun NF-T-0002

La migliore per: cinghie di fissaggio ultra-resistenti

Al posto delle funi tradizionali, questa amaca adotta delle cinghie dal design speciale ultra-resistenti, progettate per sostenere il peso di quattro adulti di taglia media (fino a un massimo di 300 chilogrammi).

Vengono forniti anche i moschettoni. Prodotta in nylon da paracadute 210T, pesa soltanto 520 grammi e si riduce alle dimensioni di una piccola palla chiusa nella sacca incorporata.

Consapevole dell’elevata qualità del prodotto, l’azienda offre una garanzia a vita.

7. Oliver James Hammock

La migliore per: traspirante

Resistente, molto leggera e compatta, è realizzata in tessuto nylon usato nei paracaduti militari.

Si rivela quindi altamente traspirante e di asciugatura rapida. È progettata per sostenere fino a 300 chilogrammi e si trasporta facilmente nel suo marsupio in dotazione.

Fornita completa di due moschettoni, ha una dimensione indicativa di 275 x 135 centimetri.

8. Eyepower Amaca & sostegno a semiluna

La migliore per: completa di supporto

Essendo completa di supporto in acciaio, può essere utilizzata ovunque, senza la necessità di trovare dei punti di fissaggio.

L’assemblaggio del telaio, da effettuarsi con l’apposito kit di montaggio in dotazione, richiede solo pochi minuti.

La struttura nera e l’amaca di color beige hanno un design classico, che si armonizza con qualsiasi ambiente. Il telo, completamente in cotone, è facilmente sganciabile dalla struttura per riporlo all’interno.



Dov’è nata l’amaca?

Le sue origini sono antichissime se è vero che Cristoforo Colombo la scoprì già migliori-amachenel suo primo viaggio, quando vide gli indios dormire in reti tra gli alberi.

Introdotta in Europa, veniva utilizzata sulle navi per far riposare i marinaia all’asciutto, anziché lasciarli sdraiati a terra, proprio come un dondolo. Ancora oggi nei paesi caraibici e tropicali sudamericani non si vive senza amaca: è ritenuta indispensabile per il relax.

E alcuni, in quei paesi, la usano oggi come giaciglio al posto di un letto tradizionale. Il suo impiego più diffuso, in tutto il mondo, è quello di offrire un posto per rilassarsi di tanto in tanto, specie d’estate, magari dopo una giornata di lavoro o quando si è in vacanza.

Quali sono le caratteristiche di un’amaca?

Il comfort è la qualità più importante da prendere in considerazione, perché per rilassarsi nel migliore dei modi occorre stare comodi, sia che ci si trovi in giardino, in terrazzo o in campeggio, oppure mentre si fa trekking.

Altri fattori importanti sono sicuramente la capacità di carico, vale a dire quanti chilogrammi è in grado di sostenere. Vi sono modelli singoli, doppi di tipo matrimoniale e oversize che possono supportare anche pesi importanti.

Chi dispone di poco spazio può optare per un’amaca a poltrona. È una sorta di sedia sospesa in cui l’aggancio avviene in un solo punto al soffitto, una trave o un ramo molto resistente.

Un buon modello dovrebbe essere abbastanza versatile per soddisfare le esigenze di tutti gli utenti. Nei vari test perciò è utile valutare se è comoda per rilassarsi, leggere o stare seduti nel più totale relax. Anche l’opinione di chi le ha provate si rivela utile per orientarsi in una scelta azzeccata.

Come si monta un’amaca?

Per effettuare il montaggio basta disporre di due punti fissi. Il modello di tipo tradizionale si aggancia a due punti di sostegno da trovare sul posto, come alberi, pali o ganci da muro.

Le amache autoportanti sono invece già dotate di una struttura a cui vengono agganciate e si possono posizionare quindi in qualsiasi luogo, senza alcun vincolo. Queste ultime sono ovviamente un po’ più costose di quelle tradizionali ma sono utili nel caso non si voglia mantenere l’amaca sempre nello stesso posto.

Se la si vuole installare in modo permanente o si è sicuri di trovare sempre due alberi alla giusta distanza tra loro, allora conviene scegliere una buona amaca economica.

Tra le caratteristiche accessorie da prendere in considerazione prima dell’acquisto occorre valutare la dotazione di corde, ganci e moschettoni, che altrimenti devono essere acquistati a parte.

 Amaca con bastone o senza?

Se parliamo di modelli, le amache possono essere a bastone o senza. La differenza sta nella posizione di giacimento e nel modo in cui si presentano dopo aver teso le corde di sostegno a due punti fissi e opposti.

Nelle prime il bastone funge da divaricatore e impedisce che il tessuto avvolga completamente il corpo. Nelle seconde invece, quando ci si stende la curvatura della stoffa avviluppa totalmente il corpo.

Nel tipo senza divaricatore la posizione ideale di giacimento è in diagonale rispetto all’asse: in questo modo si distende la stoffa, senza che si avvolga intorno al corpo e ci si può rilassare guardando l’ambiente intorno a noi.

Anche oscillare risulta più gradevole perché ci si culla avanti e indietro e non a destra e sinistra, con il rischio di trovarsi rovesciati sul prato se non si ha un po’ di malizia nel salirci. Quando l’amaca ha trovato il suo posto ideale bisogna stare attenti che si fletta bene, in modo che si crei proprio una conca.

Per valutare se l’amaca è appesa in modo corretto, basta darle un’occhiata appena montata: se assume una forma di banana, va bene.

L’amaca con legno divaricatore sostiene e stende completamente il tessuto in modo da lasciarlo aperto e più teso. Ciò impedisce al telo di avvolgersi sul corpo: è l’ideale per coloro che oltre a rilassarsi vogliono prendere un po’ di sole.

Questo tipo di amaca è apprezzata anche come elemento di arredo, soprattutto se i legni e i tessuti sono particolarmente ricercati. In questo modo, diventa un vero e proprio accessorio da giardino o da terrazzo.

La posizione ideale di giacimento, a differenza dall’amaca senza divaricatore, è lungo l’asse dell’amaca. Dato che il rollio è più accentuato, anche il fissaggio deve tenere conto di questo movimento, perciò è consigliabile avere più spazio per il montaggio, in modo che resti più tesa senza fare un eccessivo avvallamento.

Amaca in tessuto naturale o sintetico?

In questa guida all’acquisto potete trovare modelli di varia tipologia, realizzati in tessuti sia naturali sia sintetici.

Nel gruppo dei naturali ci sono il cotone e la canapa, il primo intrecciato a maglia di rete e il secondo tessuto come una stuoia. Entrambi i materiali tendono ad assorbire il bagnato se rimangono esposti per molto tempo alle intemperie. È meglio quindi installare questo tipo di amache al riparo dalla pioggia, meglio ancora se protette anche dal sole diretto, per evitare che scoloriscano.

I materiali sintetici più utilizzati sono il poliestere e il tessuto nylon usato nei paracaduti. Il primo si fa apprezzare per la sua leggerezza, il secondo perché è molto resistente allo strappo. Sono entrambi altamente traspiranti e ad asciugatura rapida.

Pertanto in base ai gusti personali e alle occasioni di utilizzo si può disporre di una scelta completa di soluzioni, generalmente disponibili in un’ampia gamma di colori per inserirsi in modo armonioso nella natura o nell’arredamento circostante.

Alcuni brand propongono anche l’amaca con cuscini, per dare un tocco di classe all’ambiente e, soprattutto, per garantire un riposo ancora più confortevole.

L’amaca si può lavare?

I modelli classici possono essere generalmente lavati anche in lavatrice. In inverno, quando non la si usa, l’amaca va smontata e riposta in luogo fresco e asciutto. In questo modo si mantiene in perfetto stato anche per molti anni.

Un accessorio particolarmente utile è la sacca dove riporla per il trasporto o quando non viene utilizzata.

I modelli con divaricatore in legno devono essere trattati con sostanze protettive, quelle in cotone e in tessuti naturali devono essere fatte asciugare per bene per evitare che siano attaccate dalle muffe.

Lascia un commento