Vuoi un Suono Superiore? Ecco i 5 Migliori Microfoni a Condensatore

miglior-microfono-a-condensatoreMentre i microfoni dinamici sono popolari per l’uso su palco, a causa della loro struttura robusta, il miglior microfono a condensatore è sempre stato il ​​tipo preferito per la registrazione professionale da studio.

Si tratta di un dispositivo di alta qualità che sfrutta l’effetto capacitivo. Se si deve registrare una traccia musicale o vocale, questo dispositivo è in grado di garantire un’uscita audio limpida e senza distorsioni.

Questo tipo di microfono sfrutta la sollecitazione di due lamine metalliche che compongono la capsula e che catturano la variazione di pressione generata dal suono nel mezzo di propagazione (vibrazione nell’aria).

Il microfono a condensatore può essere ritenuto qualitativamente migliore perché più sensibile alle sollecitazioni, tuttavia la capsula non ha un grande rendimento. Per questo viene aggiunto nel corpo del dispositivo un preamplificatore destinato ad alzare il livello del segnale generato, il quale però necessita di una alimentazione diretta.

I microfoni a condensatore si alimentano a batteria, ma possiamo collegarli anche a un mixer che miscela i segnali acustici, una scheda audio o un amplificatore che aumenta i segnali e li espande.




I migliori microfoni a condensatore

Qual è il miglior microfono a condensatore?

Per l’acquisto si consiglia di rivolgersi ai negozi di vendita online dove si possono trovare microfoni per registrare più economici e a basso prezzo.

E se non sai ancora quale sia il tipo adatto a soddisfare le tue esigenze musicali, puoi valutare le opinioni e i commenti degli utenti che trovi recensiti nel web.

 

#1 Rode NT-USB Microfono a Condensatore – Il migliore per: cuffie collegabili al microfono

Offerta
Rode NT-USB Microfono a...
76 Voto

Consente di realizzare in modo semplice delle registrazioni con un suono brillante, corposo e ricco di dettagli. Viene fornito completo di un filtro anti pop integrato, un supporto da tavolo ed un lungo cavo usb da 6 metri.

È sufficiente collegare il cavo usb al computer (anche Mac) ed iniziare a registrare. Non sono necessari driver. Le cuffie possono essere comodamente collegate al microfono per ascoltare direttamente l’audio.

Dispone anche del controllo di volume, e visto che il collegamento è diretto, non vi è nessun ritardo udibile. Con un kit usb camera connection, disponibile a parte, è possibile registrare con app come Garageband.

  • Compatibile Mac e iPad
  • Suono ricco
  • Accessoriato

 

#2 Auna MIC-900B microfono a condensatore – Il migliore per: struttura robusta

È un microfono a condensatore intercomunicativo usb con caratteristica cardioide, per una registrazione vocale di qualità. Di tipo plug & play, si collega tramite cavo usb a pc, Mac o laptop.

Ha un look nero opacizzato è si compone di un telaio metallico in acciaio robusto che consente di utilizzarlo anche in trasferta, garantendo molteplici sessioni di registrazione.

Le sue caratteristiche tecniche includono: risposta in frequenza 10Hz – 20KHz, velocità di campionamento 16 bit 48 kHz, sensibilità -32dB, SPL 136dB. La confezione include una staffa ragno, un adattatore da 3/8” a 5/8”, una borsa di protezione e il cavo usb di circa 3 metri.

  • Plug & play
  • Supporto anti-vibrazione
  • Accessoriato

 

#3 Samson C01U Pro Microfono professionale supercardioide – Il migliore per: rapporto segnale/rumore ottimizzato

Con un’uscita cuffie per il monitoraggio a latenza zero e un rapporto segnale-rumore ottimizzato, il microfono garantisce una resa naturale delle registrazioni vocali e strumentali.

È la soluzione ideale per musicisti, produttori, emittenti televisive e audio di registrazione per video, voiceover e podcast di YouTube. Un grande diaframma da 19 mm cattura tutte le sfumature della voce. Inoltre, l’elemento microfonico è montato all’interno di una solida costruzione in metallo pressofuso per ridurre al minimo il rumore e le vibrazioni indesiderati sulle registrazioni.

Catturando l’audio a una risoluzione di 44.1 / 48 kHz a 16 bit con una risposta in frequenza regolare e piatta di 20Hz-20kHz, il dispositivo assicura la riproduzione fedele delle alte e basse frequenze. Non è necessaria l’installazione del driver. È compatibile con Mac, pc, iPad e iPhone.

  • Compatibile iPad e iPhone
  • Grande diaframma
  • Versatile

 

#4 Behringer C-1U Microfono professionale a condensatore cardiode – Il migliore per: dimensioni compatte

Ha una lunghezza di soli 17 centimetri, un dettaglio tecnico che lo rende ideale per l’impiego in trasferta. Si tratta di un microfono professionale a condensatore con diaframma largo.

È fornito di interfaccia usb 48kHz integrata. Offre una risposta in frequenza piatta, con una risoluzione particolarmente alta. Il pickup cardioide assicura un’accurata separazione delle sorgenti sonore e rigetto del feedback.

La dotazione include anche il connettore USB e il supporto girevole, oltre ai software Audacity, Kristal , Podifier, Juice e Podnova.

  • Compatibile Mac e pc
  • Elevata risoluzione
  • Accessoriato

 

#5 Marantz Professional PodPack, Microfono a Condensatore USB – Il migliore per: dotazione completa

Il microfono può essere posizionato nel modo più comodo, in alto o verso il basso. Addirittura, se la sedia è reclinabile, si può portare il microfono in basso con sé.

Il braccio dell’asta è completamente realizzato in acciaio ed è dotato di due molle di sospensione che forniscono un orientamento stabile durante le sessioni di lavoro con i podcast. Offre un ampio raggio d’azione e libera dello spazio prezioso sul piano d’appoggio.

La configurazione polare di tipo cardioide preserva l’isolamento e previene il feedback indesiderato, rendendolo un prodotto ideale per registrare soggetti a distanza ravvicinata. Si rivela inoltre una scelta adatta per l’impiego in piccoli ambienti con eco o rumore di fondo. Stand e cavo inclusi.

  • Orientabile
  • Ampio raggio d’azione
  • Robusto




Perché acquistare un microfono a condensatore?

Grazie alla sua massa estremamente bassa, il diaframma di un microfono a condensatore è in grado di seguire le onde sonore di tutte le frequenze in modo più preciso rispetto ad altri tipi di microfoni più diffusi. I microfoni a condensatore, quindi, offrono una qualità del suono superiore, con una resa più naturale, trasparente e chiara.

I migliori microfoni a condensatore generalmente hanno una risposta in frequenza più ampia, un output più caldo e una risposta transitoria più veloce rispetto ad altri. Inoltre, hanno in genere una sensibilità molto più elevata (ad esempio in uscita) e un rumore più basso rispetto ai microfoni dinamici.

Sensibilità del microfono a condensatore?

La sensibilità è una caratteristica speciale del microfono a condensatore e questo è il motivo per cui sono più spesso utilizzati in scenari di studio di registrazione professionale e domestico. Offrono i migliori risultati per voce e per canto, per chitarra elettrica, per chitarra acustica, tamburo, tom, batteria, rullanti, pianoforte a coda, pianoforte verticale, basso elettrico, contrabbasso, ottoni, fiati e archi.

Tuttavia il preamplificatore che serve per alimentare il segnale della capsula del microfono a condensatore rappresenta anche il punto debole perché se di bassa qualità può indurre saturazioni, distorsioni e introdurre rumore (di solito è il preamplificatore a determinare il massimo e il minimo livello sopportabile dal microfono).

Per evitare i rischi di saturazione dell’elettronica il produttore inserisce un “pad”, vale a dire una sorta di attenuatore. Questo accorgimento viene introdotto soprattutto nei microfoni di miglior qualità che, disponendo di un’elevata sensibilità e di un’alta dinamica sono soggetti a tale problema.

Offerte microfoni a condensatore

Potenza del microfono a condensatore?

Rispetto ai modelli dinamici, i microfoni a condensatore richiedono maggiore potenza, ecco perché è necessaria un’alimentazione esterna per il preamplificatore.

In passato questa potenza veniva fornita da un’elettronica a valvole che però necessitava di un alimentatore PSU ingombrante e specifico per ogni microfono. Ma oggi, grazie all’impiego dei transistor, l’alimentazione dei microfoni a condensatore avviene direttamente dal banco mixer, senza la necessità di scatole PSU esterne e cavi multipolari.

L’alimentazione è fornita tramite il solito cavo microfono a 3 pin direttamente al microfono ed è detta phantom P48 perché funziona a 48 volt. Grazie alla sua praticità, l’alimentazione di questo tipo è divenuta uno standard mondiale.

L’alimentatore phantom spesso è integrato nei mixer o nelle schede audio. In alternativa esistono i microfoni a condensatore usb che si alimentano tramite computer desktop o portatili, tablet e in alcuni casi tramite smartphone, che però hanno un rendimento inferiore.

Tipi di microfoni a condensatore?

Come con la maggior parte dei microfoni, quelli a condensatore sono disponibili in un’ampia varietà di forme, dimensioni e persino durabilità. Chi desidera acquistare questo tipo di microfono per un’applicazione professionale o domestica mediante PC, può scegliere tra i due principali tipi: a diaframma largo o a diaframma di piccole dimensioni.

Come anticipato, il fattore predominante in un microfono a condensatore è il diaframma, che produce la chiarezza del suono per cui questi microfoni sono apprezzati. Al momento di decidere quale tipo di microfono ad alte prestazioni acquistare, è importante considerare la marca e la dimensione del diaframma. Gli acquirenti possono scegliere microfoni a condensatore con diaframmi larghi o con diaframmi di piccole dimensioni.



Microfoni a condensatore a diaframma largo?

Un microfono a condensatore a diaframma largo di grandi dimensioni produce toni più caldi grazie alla maggior quantità di suono che può passare attraverso il suo diametro di quasi 1 pollice.

Perché richiede più suono per funzionare, il suo tempo di risposta è leggermente più lento di un piccolo microfono a diaframma. Questo può essere un ottimo effetto per coloro che desiderano attenuare lo sfondo o il rumore transitorio. Per questo motivo, i grandi microfoni a diaframma vengono generalmente utilizzati per registrare voci ricche.

 

Microfoni a condensatore a diaframma piccolo?

Un microfono a condensatore a diaframma stretto, d’altra parte, ha una risposta rapida poiché le onde sonore hanno uno spazio ridotto in cui viaggiare. Questo lo rende più sensibile e capace di generare un suono meno caldo ma molto più dettagliato rispetto a un diaframma largo.

I professionisti e gli appassionati del suono usano spesso un microfono a diaframma piccolo quando registrano uno strumento complesso o una melodia che richiede dettagli precisi per un’esperienza di ascolto di qualità.

 

Microfono a condensatore o microfono dinamico?

I microfoni dinamici sono considerati i cavalli da battaglia del mondo del suono. Resistenti, sono in grado di sopportare alti livelli di pressione sonora, rendendoli ideali per applicazioni di produzione dal vivo come concerti o presentazioni. I microfoni dinamici hanno una costruzione semplice che li rende generalmente meno costosi rispetto ai microfoni a condensatore, ma ch crea anche una ridotta frequenza e risposte transitorie.

I microfoni a condensatore sono noti per essere molto più fragili di quelli dinamici, motivo per cui quest’ultimo è spesso utilizzato in un’ampia varietà di applicazioni audio. Tuttavia, l’incapacità di un microfono a condensatore di resistere a una pressione sonora intensa è l’elemento che consente di raccogliere con precisione i piccoli dettagli.

Inoltre, un microfono a condensatore ha una risposta in frequenza estesa e una risposta ai transienti di alta qualità che i microfoni dinamici non riescono a raggiungere. Ciò consente di registrare note musicali dettagliate con una chiarezza molto più nitida di quella che può fornire un microfono dinamico, rivelandosi ideale per le sessioni di registrazione in studio.

Un microfono a condensatore richiede anche una fonte di alimentazione phantom. La maggior parte dei preamplificatori e mixer la fornisce, ma è bene verificalo prima dell’acquisto di un microfono a condensatore.

Prezzo del microfono a condensatore?

A parte i dettagli tecnici nella scelta dei microfoni a condensatore non si deve tralasciare anche l’aspetto relativo alla fascia di prezzo. In commercio la gamma è particolarmente ampia, quindi il budget a disposizione è fondamentale. Più alto è il prezzo, migliore sarà la qualità.

Tuttavia, considera sempre l’utilizzo a cui è destinato il dispositivo: se il tuo studio è casalingo sarà sufficiente un microfono a condensatore più economico.

Connettere il microfono a condensatore?

In termini di connettività le scelte principali sono il tradizionale XLR o USB. Se prendi un microfono XLR (che la maggior parte dei microfoni a condensatore popolari e professionali hanno), avrai bisogno di una fonte di alimentazione esterna phantom, oltre al tuo computer, data dal mixer o dalla scheda audio.

I microfoni USB sono alimentati solo dal computer e non richiedono una fonte esterna (anche se alcuni lo usano comunque) e possono funzionare wireless. Tuttavia, il rendimento sarà inferiore.

 

Accessori del microfono a condensatore?

E gli accessori del microfono a condensatore? Anche per questo tipo di prodotto non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Interfacce audio (per alimentazione phantom e ingressi aggiuntivi per altri strumenti), supporti microfonici da tavolo, treppiedi con asta, supporti anti-shock, filtro antipop e altro ancora, sono tutte cose da tenere a mente quando si dispone un budget per l’acquisto.

Alcuni modelli offrono versioni combo con integrato qualche accessorio: anche questa soluzione va valutata con cura in base alle diverse esigenze personali.