Ma Che Bello Sferruzzare con i 5 Migliori Ferri da Maglia

Lavorare a maglia è un hobby rilassante e creativo. Tuttavia, la scelta dei migliori ferri da maglia può fare la differenza tra un piacevole passatempo o una grande frustrazione.

Se l’espressione “lavorare a maglia”, ti fa venire in mente la classica figura della nonnina che sferruzza accanto al camino per trasformare i gomitoli di lana in un bel maglione caldo e confortevole… bhè, sappi che quest’immagine è ben lontana dalla realtà. Lavorare a maglia può essere considerato oggi un vero e proprio fenomeno sociale dal quale trarre grandi benefici per la nostra salute fisica e mentale.

I che si possono trovare in commercio sono fatti di diverso materiale e la scelta dipende principalmente dal gusto personale e dall’attitudine a lavorare con determinati tipi. In questa breve guida, cerchiamo di scoprire quali sono i modelli che meglio si prestano a soddisfare il tuo stile.




Quali sono i migliori ferri da maglia?

La disponibilità di questi articoli sul mercato è ampia. Una grande opportunità di scelta si trova nei canali di vendita online, dove non mancano offerte più economiche e a basso prezzo sempre interessanti.

La marca non è così importante quanto la qualità nel suo insieme, il prezzo è generalmente accessibile. Data l’ampia possibilità di scelta di un set, si consiglia di consultare le tabelle delle misure che trovi sugli stessi siti, tenendo conto che la numerazione è spesso diversa tra Europa e Paesi anglosassoni. Puoi poi orientarti leggendo le opinioni espresse nel web da chi pratica, con vera passione, questo hobby così creativo e appagante.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori ferri da maglia:

1. Addi 650-2 Set base di punte per ferri da maglia

Questo sistema ad innesto con ferri da maglia sottili offre il piacere di lavorare a maglia ovunque ci si trovi, senza alcun limite. Il set è accolto in un’elegante custodia in similpelle nera.

Il set è composto da 10 paia di ferri (3,5-10 mm), 3 fili (60 cm, 80 cm e 100 cm), 1 giunto, 1 spilla. Le punte sono piacevolmente morbide e garantiscono un elevato comfort di utilizzo. È un prodotto made in Germany.

  • Completo
  • Pratico
  • Made in Germany

2. HiyaHiya Set di ferri per lavoro a maglia

È un set di ferri intercambiabili proposti in un’elegante custodia di broccato cinese, dotata di due comode tasche con cerniere. Include sette aghi (da 2.75 a 5 mm), 4 cavi ago e un set di manopole da utilizzare per stringere la connessione tra la punta dell’ ago e cavo.

Realizzati in acciaio inox, gli aghi sono dotati di una chiave a vite che semplificano la connessione ai cavi. Riportano entrambe le misure statunitensi e metriche. Le punte affilate sono affusolate, il che le rende perfette per il lavoro a maglia più intricato.

La connessione tra l’ago e la punta è molto liscia ed progettata per evitare l’aggrovigliamento mentre si lavora.

  • Leggeri
  • Maneggevoli
  • Punte affusolate

3. Prym Set di punte di ferri da maglia

La forma di questi ferri circolari componibili offre un’impugnatura comoda e maneggevole. Si rivelano lisci al tatto. Sono in legno lavorato e trattato per non sfogliarsi tirando il filato.

Per quanto riguarda il sistema di aggancio delle punte al cavetto, si impiega una chiavetta apposita per il fissaggio, allo scopo di evitare che si sfili durante l’utilizzo. Se si desidera interrompere il lavoro, basta inserire sul punto di aggancio del cavetto un tappo terminale in plastica che dà la possibilità di lasciarlo a metà e riprenderlo in seguito senza preoccuparsi di perdere i punti. Il set comprende otto coppie (da 4 a 10 mm) e quattro corde.

  • Facile da usare
  • Confortevoli
  • In legno

4. Denise Nedles Love2Knit Set ferri da maglia intercambiabili

Sono realizzati con un pratico attacco ad incastro, che garantisce la massima tenuta anche durante le lavorazioni impegnative. Il set comprende: 5 coppie di punte standard (misure 3,75 mm – 4,0 mm – 4,5 mm – 5,0 mm –  5,5 mm), tre cavetti, due terminali e un connettore, il tutto custodito in un pratico astuccio in plastica trasparente.

Questi ferri da maglia si rivelano ideali per realizzare qualsiasi tipo di progetto, piccolo o grande.

  • Efficienti
  • Pratici
  • Vivaci

5. Knit Pro Deluxe Set Spectra Trendz

Questo set di ferri intercambiabili da maglia in acrilico viene confezionato in un astuccio di plastica rosa e tessuto. Contiene 8 coppie delle seguenti dimensioni: 3,5 mm – 4 mm – 4,5 mm – 5 mm – 5,5 mm – 6 mm – 7 mm e 8 mm.

La lunghezza dei cavi è pari a 60 cm, 80 cm e 100 cm. Completano il set 8 tappi terminali per i cavi di aghi e 4 tasti per fissare le corde fino alla punta dell’ago.

  • Completo
  • Pratico
  • Versatile




Lavorare a maglia quali benefici?

Il lavoro a maglia può favorire uno stato di rilassamento simile a quello migliori-ferri-da-magliasperimentato attraverso la meditazione e lo yoga. Abbassa infatti la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna e può persino ridurre i livelli dell’ormone dello stress.

Sia la meditazione che la pratica con i ferri da maglia richiedono di concentrarsi solo su una o due parti del corpo. In meditazione, la mente si focalizza sul petto e sullo stomaco mentre si eseguono gli esercizi di respirazione. Nel lavoro a maglia, ci si concentra sulle dita.

Questo vero e proprio training mentale distende la mente e rilassa il corpo. Gli effetti calmanti del lavoro a maglia sono diventati così diffusi che molte organizzazioni terapeutiche utilizzano questo tipo di pratica nei loro programmi riabilitativi, indifferentemente per maschi e femmine.

Il lavoro a maglia è anche molto utile per lo sviluppo e il mantenimento di un cervello sano. Ma come si fa per imparare a sferruzzare? In effetti non è semplice e non si diventa maestri in pochi secondi.

Questa pratica richiede ritmo, agilità mentale e un’attività costante delle mani. È stato dimostrato che aiuta i bambini a migliorare in matematica e a prevenire un declino della funzione cerebrale tra le persone anziane. Soggetti con problemi comportamentali o motori o afflitti dallo stress, beneficiano tutti della lanoterapia.

Questa è ovviamente una scoperta degli ultimi anni ma il lavoro a maglia è un’arte antichissima praticata da sempre con strumenti chiamati ferri o aghi.

Caratteristiche dei ferri da maglia?

Visto che i ferri per lavorare a maglia esistono di molti diametri e lunghezze differenti, prima di acquistare un qualunque ago devi tenere conto di alcuni fattori di base, in modo da scegliere i ferri più opportuni per lavorare ad un progetto.

Diametro

Lo spessore dei ferri determina l’aspetto e la dimensione del lavoro finito. Più spessi sono i ferri, più larghi saranno i punti e più elastici e sciolto il risultato finale. Con un ago da maglieria di diametro minore, i punti risultanti saranno più piccoli e il tessuto sarà solitamente più stretto e più spesso.

Lunghezza

Nonostante i punti possano essere compressi in quasi tutte le lunghezze di ferri, è importante scegliere una lunghezza che permetta di lavorare facilmente tra una riga e un’altra. Un progetto molto grande come una coperta o un maglione di solito richiederà dei ferri o un cavo molto lungo. Un piccolo e piatto progetto come una sciarpa può essere lavorato su ferri di qualsiasi lunghezza.

Per piccoli lavori tubolari ti potranno essere utili ferri da calza che richiederanno l’uso di piccoli aghi circolari o di aghi a doppia punta. La maggior parte dei ferri dritti sono lunghi tra i 25 e i 40 cm, mentre i cavi dei fili circolari hanno misure che variano tra i 30 e i 150 cm.

La lunghezza dell’ago di maglieria è comunque una scelta personale: se userete molti punti avrete sicuramente bisogno di grossi lunghi aghi, ma un ago di maglieria più corto può essere più comodo.

Filato

Un altro fattore di scelta di quello che sarà l’ago per maglieria più grande è il tipo di filo che si usa per il progetto: un filato più spesso significa che si possono mettere sull’ago un numero inferiore di punti.

Offerte ferri da maglia

Quali tipi di aghi?

Tutti gli aghi sono misurati per circonferenza e lunghezza e alcuni aghi di determinate dimensioni sono progettati per saldare specifici pesi di filato.

In genere puoi acquistare un paio di dimensioni particolari o un set che contiene una varietà di dimensioni (e lunghezze per gli aghi circolari) per poter eseguire la maggior parte dei progetti.

Esistono tre tipi di aghi per maglieria standard e ognuno di questi viene utilizzato per lavorare in modi diversi. Gli aghi singoli o dritti sono quelli tradizionali che associ al lavoro a maglia. Sono in legno massello, metallo o plastica e hanno una punta a un’estremità e un tappo o fermo all’altra.

Gli aghi a doppia punta consentono di lavorare a maglia per manufatti circolari. Questi tipi sono più comunemente associati a calze, dove vengono utilizzati cinque aghi per lavorare a cerchio, lavorando a maglia da un ago all’altro. Puoi anche usare gli aghi a doppia punta per lavorare a maglia le maniche in un unico pezzo senza cucitura, e puoi acquistarli in diverse taglie, dalla circonferenza di 2 mm fino a 12 mm.

Gli aghi circolari hanno punte corte collegate a diverse lunghezze di corda (o cavo) permettono di utilizzare lana gigante per lavorare grandi volumi di punti (anche utilizzando aghi intercambiabili) o di lavorare a “tondo” per fare ad esempio un maglione senza parti da cucire. La maglieria a tutto tondo è molto apprezzata, in primo luogo perché richiede un intervento minimo di cucitura. Inoltre ha un effetto salutare per chi ha problemi di artrite o sindrome del tunnel carpale: la brevità della punta dell’ago fa sì che il peso della maglia si trovi sulla corda e può riposare sul giro, piuttosto che sugli aghi nelle tue mani.



Materiale dei ferri da maglia?

Gli aghi sono realizzati con materiali diversi per due motivi: per assisterti nella lavorazione a maglia di diversi tipi di filato e per favorire il comfort delle tue mani mentre lavori.

Le superfici del filato sono diverse: la seta può essere scivolosa, il mohair può essere appiccicoso, quindi i diversi materiali dell’ago possono aiutare a stabilizzare il filo sugli aghi, se si desidera lavorare più velocemente o rallentare. Ogni materiale ha i suoi vantaggi.

Metallo

È il tipo di ago tradizionale. Si rivela veloce e perfetto per i filati che possono essere appiccicosi e fibrosi. È probabile che gli aghi in metallo (acciaio, alluminio, altre leghe) e fibra di carbonio abbiano le punte più sottili, e questo può aiutare con determinati filati e pesi; ad esempio il filato molto fine ha bisogno di una punta affilata per raccogliere i punti.

Legno e bambù

Gli aghi in legno e bambù sono perfetti per i filati scivolosi, dal momento che aiutano a fermare i punti che tendono a scivolare via. Sono caldi nelle mani, con una certa flessibilità e possono aiutare a ridurre il dolore per chi lavora a maglia e soffre di problemi alla mano come il tunnel carpale o l’artrite.

Gli aghi da maglia in legno sono generalmente ammessi per il trasporto aereo dalla maggior parte degli aeroporti e delle compagnie, ma la decisione finale è a discrezione del personale di sicurezza.

Fibra di carbonio

È un materiale super leggero, con una superficie antiscivolo. La fibra di carbonio è abbastanza forte da consentire di realizzare piccoli aghi che non si piegano e sono perfetti per chi lavora a maglia con sensibilità al nichel. La finitura superficiale degli aghi in fibra di carbonio funziona bene con i filati scivolosi.

Plastica

Si tratta di un materiale caldo nelle mani e comodo da lavorare, soprattutto per coloro che hanno problemi con la sindrome del tunnel carpale o l’artrite. Gli aghi in plastica hanno un nucleo flessibile per impedirne la rottura e possono essere disponibili in un arcobaleno di colori.

I ferri per lavorare a maglia sono un ottimo investimento. Possono durare molto a lungo e possono essere tramandati per generazioni. Non buttare mai i ferri per lavorare a maglia, a meno che non siano danneggiati o piegati così tanto da non poter essere usati.




Lascia un commento