7 Soluzioni ai Problemi della Fotocamera da Caccia

Quando parliamo di fotocamere da caccia (in inglese, trail camera) intendiamo quelle particolari apparecchiature, dotate di sensore, che permettono di fotografare automaticamente un soggetto senza la presenza del fotografo, di giorno come di notte. Note anche come trappole fotografiche o fototrappole, consentono a volte di effettuare riprese video. Alcuni modelli sono in grado di inviare la foto a uno o più cellulari, via email o mms.

Alle volte, però, qualcosa va storto. Può succedere ad esempio che a causa di qualche regolazione impostata non correttamente o di istruzioni insufficienti per la programmazione dell’apparecchio, la fotocamera non funzioni. Vediamo allora quali possono essere i principali problemi che possono essere risolti senza l’intervento di un tecnico specializzato.



1. Il display non si attiva correttamente

Alcune volte ti rendi conti che il display non si è attivato correttamente,fotocamera-da-cacciaè rimasto spento o non ha scattato. Altre volte, quando riaccendi la fotocamera l’immagine rimane sfuocata. Può essere colpa della scheda di memoria che ha bloccato l’intera fotocamera (quindi il display non ha funzionato) oppure avevi una carica insufficiente delle batterie.

Cosa fare

Ripristina la telecamera formattando la scheda di memoria e reinserendola.

Controlla la carica della batteria, sostituiscila ma non utilizzare la batteria ricaricabile per errore (talvolta la fotocamera rimane accesa ma non ha sufficiente energia per attivarsi correttamente).

 

2. Le foto non vengono salvate

Hai programmato la fotocamera in modo corretto e sei sicuro di aver scattato le foto in modo impeccabile. Tuttavia, scopri tuo malgrado di non aver salvato alcuna immagine.

Cosa fare

Controlla se la tua scheda SD ha spazio sufficiente o no. Le immagini non verranno salvate se non c’è spazio.

Verifica se la scheda SD è compatibile con la fotocamera che stai utilizzando. Guarda se la card SD è inserita correttamente nello slot. Una volta fatto prova a formattarla.

Controlla che la scheda non sia in modalità “proteggi” (o bloccata). Se la scheda è in modalità bloccata, non sarà in grado di registrare immagini. Disattiva questa modalità e il disco sarà in grado di registrare nuovamente le immagini.

 

3. Le foto sono di cattiva qualità

Una volta che le visualizzi, ti rendi conto che le tue foto non sono perfettamentefotocamera-da-caccia nitide e si presentano sfuocate. Stai tranquillo: non è un difetto della fotocamera ma piuttosto un problema di impostazioni.

Cosa fare

Controlla i parametri di esposizione della fotocamera: regola i vantaggi su un lato e meno sull’altro lato. Verifica se l’indicatore di scala è nella posizione corretta di esposizione.

Imposta la fotocamera sulla modalità “Multi-Shot”. Ruota il quadrante principale su “Setup” e premi uno dei pulsanti direzionali finché lo schermo non legge “Multi-Shot”. Premi “Cambia” per selezionare la modalità. Imposta quanti scatti verranno effettuati consecutivamente in questa modalità. Quindi premi “Seleziona”, poi riporta la fotocamera in modalità “Auto” in modo che riprenda a funzionare.

 

4. C’è un campo visivo ridotto

Può sembrare impossibile, ma a volte guardando le foto ci si rende conto che non sono state scattate con un campo visivo completamente libero. Che cosa sono quegli ostacoli che prima non c‘erano? Spesso non è altro che il fogliame di un albero che si sposta con il vento, o fili d’erba che ondeggiano all’aria.

Cosa fare

Quando posizioni la tua fotocamera, massimizza la linea visiva spostando eventuali rami, erba o altri oggetti indesiderati che potrebbero ostacolare l’obiettivo. Spostando questi oggetti si massimizza lo spazio nel riquadro della telecamera in cui può apparire il soggetto. Se non è possibile spostare gli oggetti, riposiziona la fotocamera in un altro punto più aperto.

 

5. La schermata di visualizzazione lampeggia

Tutte le fotocamere trail richiedono una scheda SD in quanto non vi è memoria interna. Se, una volta installata la scheda, accendi la videocamera e il display si illumina e inizia a lampeggiare, allora significa che c’è un problema con la scheda SD installata.

Cosa fare

Il primo passo nella risoluzione dei problemi è quello di spegnere la fotocamera e rimuovere la scheda SD. Riaccendete la fotocamera e sul display dovrebbe leggere “Please Insert SD Card” o “No SD Card” a seconda del modello. Se viene visualizzato uno dei due messaggi, questa operazione è normale e indica che il problema è relativo alla scheda SD.

Il secondo passo nella risoluzione dei problemi è provare un’altra scheda SD compatibile con l’apparecchiatura. Se un’altra scheda SD non è disponibile, puoi provare a formattare la scheda SD. Tuttavia, se c’è un difetto nella formattazione della scheda SD è possibile che non si risolva il problema. Si consiglia quindi di provare ad inserire un’altra scheda SD compatibile con l’apparecchio.

 

6. Non funziona bene nelle stagioni fredde

Se si utilizza la fotocamera in condizioni di freddo (temperature giornaliere costantemente inferiori a 0°C), ci si può aspettarsi una durata della batteria significativamente inferiore rispetto a quella che si ottiene normalmente a temperature miti.

Di conseguenza la fotocamera potrebbe subire una riduzione della qualità dell’immagine IR e potrebbe presentare prestazioni intermittenti quando le batterie sono scariche.

Cosa fare

È una buona pratica quella di cambiare le batterie all’inizio della stagione fredda per assicurare che la tua fotocamera sia correttamente alimentata durante le imminenti condizioni di freddo. Inoltre, le batterie al litio resistono meglio al freddo rispetto a quelle di tipo alcalino.

L’utilizzo di un’impostazione di Ritardo immagine più lungo, pari a 1 minuto o più, consente alle batterie di “recuperare” un po’ di energia, il che ne prolunga la durata e ottimizza le prestazioni della fotocamera.

 

7. Vorrei evitare che me la rubassero

Anche se la maggior parte delle trail cam oggi sul mercato può essere facilmente mimetizzata nell’ambiente naturale, nulla sfugge a un occhio esperto. E come qualsiasi altro dispositivo elettronico, queste apparecchiature sono facile preda dei malintenzionati.

Cosa fare

Il tuo compito è quello di rendere più difficile l’individuazione della tua videocamera, mimetizzandola con cura. Inoltre, fissala saldamente ad un albero o un sostegno adeguato per evitare che, se un ladro la trova, te la possa rubare.

Molti modelli che trovi sul mercato possono essere equipaggiati con una custodia di sicurezza, venduta spesso separatamente come accessorio opzionale. Una buona custodia di sicurezza è in acciaio, ha un foro per lucchetto e impedisce agli animali di distruggere il tuo dispositivo e di scoraggiare i furti. È anche predisposta per avvolgere una cintura o un cavo attorno ad un albero per un ulteriore livello di sicurezza.

 

Cosa fa e cosa non fa una trail camera

Questa apparecchiature vengono ampiamente utilizzate nella fotografia naturalistica e nella gestione faunistica (censimenti, monitoraggi, ecc.), ma anche per sorveglianza e vigilanza o applicazioni nella ricerca scientifica e in criptozoologia.

Occorre fare chiarezza sulle potenzialità delle trail camera, perché spesso e volentieri vengono confuse con le (più costose) videocamere di sorveglianza.

Le fotocamere da caccia rilevano movimenti entro date distanze e scattano fotografie oppure riprendono video, informando gli utenti su quanto è accaduto in un determinato punto solo in un secondo momento.

 

Campi di utilizzo?

I loro principali ambiti di utilizzo includono lo studio del comportamento di animali selvatici, anche a scopo di caccia, le azioni di contrasto al bracconaggio il monitoraggio degli animali domestici e/o da cortile, il controllo di individui sospetti in prossimità di proprietà private, la sorveglianza dello scarico abusivo di rifiuti e dei parcheggi in sosta vietata.

Per la visione notturna questo tipo di fotocamere non utilizzano il classico flash o l’illuminatore, ma sono dotate di un led a raggi infrarossi che consente la visione notturna e la cattura di immagini senza emettere luce visibile. È per questo motivo che una trail camera fa fotografie a colori se scattate di giorno e in bianco e nero se scattate di notte.

Dato che sono collocate all’aperto è importante che sia fornita di un’adeguata protezione alle polveri e all’umidità. Controlla anche che abbia un’idonea classificazione IP.

 

Ma è così difficile da utilizzare?

Tutte le fototrappole prima dell’utilizzo hanno bisogno di una programmazione. Il livello di programmazione varia a seconda del modello e del tipo di apparecchiatura. Si ha la possibilità di scegliere se effettuare video o foto a proprio piacimento impostando la qualità dell’immagine, i minuti di registrazione per un singolo video o quante foto deve scattare nel tempo stabilito. Si può inoltre impostare il tempo di attivazione in funzione dei movimenti di un corpo regolando anche la sensibilità sia in condizioni diurne che notturne, e molto altro ancora.

Se non si ha una certa manualità con questo tipo di apparecchi, può capitare di tornare il giorno dopo e accorgersi che la fotocamera non ha acquisito nessuna immagine. Talvolta i problemi sono così banali da farti mangiare le unghie: in fondo, basta un po’ di attenzione per controllare tutto prima di impostarla.