Tipi di extension che non rovinano i capelli

Chiariamo subito una cosa: le extension, se sono fatte a regola d’arte, non provocano prurito e non fanno cadere i capelli. È però importante capire come scegliere i tipi di extension che non rovinano i capelli, identificare qual è quello più adatto alla tua chioma e applicarlo in modo corretto.

Vuoi sapere quali sono i passi da seguire?

Iniziamo allora!

Le extension amiche dei capelli

Per molte donne (e anche uomini) i capelli sono qualcosa di sacro. Non c’è quasi niente di cui si discute così spesso. Anche perché, ci prendiamo cura di loro ogni giorno.

Quindi non c’è da meravigliarsi se a volte la situazione si fa complicata quando la chioma non appare come dovrebbe, in particolare per quanto riguarda la pienezza.

Perché purtroppo non tutti siamo così fortunati da avere capelli lunghi, sani e, soprattutto, FOLTI.

E che dire di come li maltrattiamo con styling inadeguati e tinte troppo aggressive?

Ecco allora che ci vengono in aiuto le extension. Non temere: se scegli il tipo giusto, i tuoi amati capelli non corrono alcun rischio e non darai la sensazione di avere dei capelli posticci!

  • Extension a clip

È una tipologia di extension economica che si fissa ai capelli con l’aiuto di fermagli o clip. È delicata, in quanto non richiede l’impiego di calore per essere attaccata. E poiché la qualità dei fili è generalmente molto buona, la differenza con i capelli veri è appena percettibile. È importante solo che tu trovi l’esatto colore in base alla tua chioma.

Ti consente di cambiare pettinatura a tuo piacimento senza particolare sforzo. Con buona cura, puoi conservarle e indossarle per anni. Ricordati però di toglierle prima di andare a dormire per non rischiare di rovinarle.

  • Extension a nastro

Anche le extension adesive a nastro rientrano nella categoria economica e vengono attaccate all’attaccatura dei capelli naturali con strisce adesive. Puoi fare questa operazione da sola, dopo aver lavato e asciugato la tua chioma come di consueto (evita però l’utilizzo di prodotti per lo styling, altrimenti puoi compromettere la tenuta).

Se ti prendi cura di loro, le extension capelli veri a nastro possono essere applicate più volte e durano in genere un mese o un mese e mezzo. Trascorso questo tempo dovrai sostituire il nastro.

  • Extension a coda di cavallo

Il principio alla base della sua applicazione è simile a quello delle extension con clip. Viene fissata ai capelli con delle forcine ai lati opposti del capo e la si nasconde avvolgendo l’extension con una ciocca naturale.
Il procedimento è molto semplice e non invasivo, e ti consente di acconciare una coda fluente e dal look fresco.

  • Extension halo

Richiede un po’ più di tempo per l’applicazione delle extension, ma, visto il risultato finale, ne vale la pena. Non richiede colla, clip o fermagli: viene incuneata delicatamente fra i capelli con un filo invisibile.

È una sorta di fascia che offre uno strato aggiuntivo di capelli da sogno, senza alcuno stress.

Le extension più dannose per i capelli

Le-extension-piu-dannose-per-i-capelli

Come abbiamo già accennato, non tutte le extension sono sicure pe i capelli. L’uso di collanti e l’impiego di calore per il fissaggio le rendono particolarmente aggressive.

Continua a leggere qui per scoprire quali tipologie è meglio evitare, se vuoi andare sul sicuro.

  • Extension con micro perline

Il concetto alla base delle extension microring ricorda da vicino quello della extension a nastro: si applica infatti a singole porzioni di capelli.

Il nastro adesivo, però, in questo caso viene sostituito da micro perline di alluminio che vengono fissate ai capelli naturali, fondendoli insieme.

Questa tecnica può soffocare le fibre dei capelli e schiacciare le cuticole, causandone la rottura. Il rischio, a lungo andare, è che i capelli si indeboliscano e inizino a cadere, diradandosi.

  • Extension alla cheratina

Queste estensioni vengono lavorate sui capelli utilizzando pinze termiche o un connettore ad ultrasuoni. Un piccolo anello di plastica viene attaccato all’inizio della ciocca, che si fonde e collega ai capelli naturali. Il punto di connessione è appena visibile.

Se questa operazione viene fatta da un professionista, non devi preoccuparti: sa esattamente quanto calore possono sopportare i tuoi capelli senza rompersi. La procedura ha una durata di qualche ora.

Se adeguatamente coccolata, un’extention cheratina si può mantenere per circa sei mesi. La rimozione richiede speciali pinze multifunzionali con le quali rompere con la massima cura l’area incollata per evitare di rovinare i capelli.

  • Extension a tessitura

Questo tipo è stato un po’ il precursore delle extension che vengono applicate oggi. Anziché ciocce singole di capelli, utilizza una trama.

Il tuo parrucchiere inizia a intrecciare i tuoi capelli sulla parte posteriore del capo. In questa fase, l’unica tensione sul cuoio capelluto è data solo dalle ciocche naturali che vengono “tirate” per formare la treccia.

Quando la treccia è ultimata, si procede a fissare l’extension su di essa. A questo punto, la tensione aumenta notevolmente. Nel tempo questa tensione rischia di creare dei punti calvi che sarà difficile riempire nuovamente.

Suggerimenti per la cura delle extension

Suggerimenti-per-la-cura-delle-extension

Dal momento che le extension non sono generate dalla radice dei capelli, dovresti prestare massima attenzione. In particolare:

  • Shampoo e balsami specifici aiutano a mantenere le tue extension in buona salute
  • Per evitare nodi e grovigli, le extension dovrebbero essere pettinate di frequente con una spazzola morbida o con le dita

Extension e capelli sottili

  • Se hai i capelli sottili dovresti prenderti una particolare cura delle tue extension. Questo tipo di capello è particolarmente fragile e se applichi delle extension troppo pesanti, queste ultime potrebbero rompersi o cadere.
  • Per evitare questo inconveniente, si consiglia di iniziare con un numero di extension piuttosto contenuto (il che, tra l’altro, le rende anche meno evidenti).
  • Chi ha i capelli sottili si trova spesso a dover affrontare il problema di nascondere i punti di connessione delle extension e tendono a usarle solo sulla parte posteriore della testa, poiché di solito ci sono abbastanza capelli in alto.
  • Per un aspetto naturale, tuttavia, l’estensione dei capelli dovrebbe essere distribuita uniformemente su tutta la testa, soprattutto se vuoi effettuare l’allungamento capelli molto sottili. Sono quindi particolarmente adatti metodi i cui punti di connessione sono particolarmente piatti, come le tecniche a laser.

Tutto quello che devi sapere prima di mettere le extension per capelli

Conclusioni

L’utilizzo delle extension è una tecnica consolidata per rendere i capelli più lunghi e voluminosi. In questo modo è possibile creare delle acconciature di notevole bellezza.

Ma che effetto possono avere sui capelli naturali? Li possono davvero danneggiare? In realtà dipende dal tipo che viene applicato e da come viene applicato.

Ci sono alcune tipologie di extension che sono veramente amiche dei tuoi capelli. Ti consentono anche di allentare in qualsiasi momento i punti di connessione e di far tornare rapidamente i tuoi capelli al loro look originale.

Lascia un commento