Le 7 Migliori Salviettine Disinfettanti Ti Garantiscono un’Igiene Totale

Le migliori salviettine disinfettanti per le mani rappresentano un aiuto prezioso quando l’acqua e il sapone non sono facilmente accessibili. Le puoi portare ovunque con te, dal momento che sono disponibili in una grande varietà di formati che entrano comodamente in tasche, borse, borsette e zaini.

L’aspetto interessante è che sono particolarmente efficaci per eliminare i germi e o batteri, oltre a mantenere le mani pulite più a lungo. Alcuni prodotti contengono anche emollienti che mantengono la pelle ben idratata e morbida.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori salviettine disinfettanti:

1. Sanytol Salviette multiuso disinfettanti – Le migliori per alto potere disinfettante

Queste salviettine per le mani igienizzano ed eliminano il 99,9% di batteri, virus e microbi, compreso il virus dell’influenza A (H1N1) e dell’herpes. Impregnati di gel idroalcolico e arricchiti con agenti idratanti, lasciano la pelle pulita, morbida e leggermente profumata all’eucalipto. Hanno una piacevole azione idratante. Sono ipoallergeniche e testate dermatologicamente.

Non contengono parabeni e sono biodegradabili. Con il loro formato compatto, sono pratiche e facili da portare sempre con te, garantiscono un’igiene perfetta in ogni momento della giornata e in ogni occasione. Ogni confezione contiene 48 salviettine.

  • Ipoallergeniche
  • Dermatologicamente testate
  • Idratanti

2. Medibase Salviettine disinfettanti – Le migliori per notevole spessore e resistenza

Il barattolo contiene 100 fazzoletti disinfettanti, sviluppati per applicazioni mediche: sono infatti ideali per la pulizia e la disinfezione delle superfici e degli attrezzi sanitari da utilizzare tra un paziente e l’altro.

La soluzione impregnante ha proprietà battericida (in conformità alle norme EN 1276 e EN 1040), fungicida (in conformità alle norme EN 1650 su Candida Albicans, EN 1275), virucida su ceppo herpes virus 3, attivo sul ceppo influenza virus tipo A/H1N1. I fazzoletti sono spessi e resistenti e sono senza formaldeidi.

Il contenitore consente una distribuzione facile fazzoletto per fazzoletto ed è dotato di cappuccio di protezione.

  • Pratiche
  • No formaldeidi
  • Cappuccio di protezione

3. PDI Sani-Cloth Active – Le migliori per assenza di alcol

È un disinfettante privo di alcol per l’uso su dispositivi medici come incubatrici, sonde a ultrasuoni e dispositivi in materiale plastico. Offre un alto livello di disinfezione. Grazie al pratico dispenser, le salviettine sono veloci e facili da usare e il dosaggio controllato garantisce la disinfezione con ogni utilizzo.

Il prodotto soddisfa gli standard di test europei per quanto segue: battericida (EN1040, EN1276 e EN13697), fungicida ( EN1275 e EN1650), virali (EN 14476, poliomielite, Hep B, Herpes, Norwalk, Adenovirus e TB). È stato anche dimostrato di essere efficace contro l’influenza aviaria. Il barattolo contiene 200 pezzi.

  • Facile da usare
  • Dosaggio controllato
  • Grande scorta

4. Gima Germoxid – Le migliori per delicate sulla cute

Si tratta di fazzoletti disinfettanti alla clorexidina, una sostanza particolarmente indicata per la disinfezione della cute poiché riduce la flora batterica ed ha un’azione prolungata nel tempo.

È particolarmente sicura per gli operatori in quanto presenta massima compatibilità con l’epidermide, non irrita la cute e non macchia. In ogni scatoletta sono presenti 10 salviettine pronte all’uso, confezionate singolarmente.

  • Non macchia
  • Azione prolungata
  • Confezionate singolarmente

5. Napisan Salviette Igienizzanti – Le migliori per maxi formato

Sono salviette disinfettanti e igienizzanti con essenza di eucalipto, ideali per la pulizia delle superfici domestiche. Svolgono un’azione sgrassante e sono in grado di rimuovere germi e batteri, grasso e residui di cibo bruciato da qualsiasi tipo di struttura fuori e dentro casa.

La formula è studiata appositamente per rimuovere germi e batteri in profondità e con il minimo sforzo. Sono consigliate per trattare le superfici della cucina, del bagno, i tavoli e le sedie in plastica.

  • Sgrassanti
  • Rinfrescanti
  • Agiscono in profondità

6. NRS Healthcare Clinell Salviette Antibatteriche per Mani – Le migliori per contenuto di aloe vera

Grazie a queste salviettine dermatologicamente testate, si può effettuare la pulizia e la sanificazione delle mani con una sola mossa. Antibatteriche, sono sviluppate con una formula brevettata che contiene aloe vera e idratanti.

Sono prive di alcol. In soli 10 secondi, uccidono il 99,999% dei germi e possono essere utilizzate frequentemente in molte situazioni diverse. La confezione contiene 100 salviettine confezionate singolarmente in comode bustine. Perfette per il viaggio o da tenere a portata di mano in borsa o nello zaino.

  • Dermatologicamente testate
  • Formula brevettata
  • Idratanti

7. Scottex Pulito Completo – Le migliori per l’igiene intima

Si tratta di carta igienica umidificata a pH neutro sulla pelle e prodotta con fibre 100% naturali. È dermatologicamente testata ed arricchita con estratti naturali di camomilla e aloe vera e con fibre di cotone. Certificata FSC, è prodotta con carta proviene da fonti gestite in maniera responsabile.

La fornitura contiene 12 confezioni, 42 salviette per confezione, per un totale di 504 salviette per la tua igiene intima.

  • pH neutro
  • Fibre naturali
  • Certificata

Come scegliere le salviettine disinfettanti?

Sono così numerosi tipi sul mercato che sorge spontanea la domanda: quali sono le migliori salviettine disinfettanti?migliori-salviettine-disinfettantiIn effetti, l’acquisto di salviette disinfettanti lo si fa di solito senza pensarci troppo. Dopo tutto, che cosa ci sarà mai di così tanto difficile?

In realtà, si tratta di un mondo in piena evoluzione, che in questi ultimi anni si è notevolmente evoluto. Puoi optare per le tradizionali salviettine disinfettanti che sono studiate per eliminare la maggior parte dei gemi e dei batteri. Ci sono poi le versioni ecologiche che non solo garantiscono una pulizia efficace, ma sono anche sicure per l’ambiente.

Con questa guida ti offriamo tutti gli elementi per effettuare una scelta consapevole, in base alle tue specifiche esigenze di utilizzo.

Umidità

Queste salviette sono pensate per rimuovere la polvere e lo sporco. Per far questo devono essere sufficientemente inumidite. Tuttavia, in commercio ci sono anche dei tipi che lo sono eccessivamente, rivelandosi scomode da usare.

Confezione

Oltre ad essere protette dall’ambiente esterno, le salviettine imbustate singolarmente mantengono a lungo l’umidità. Quelle confezionate in barattolo sono però più pratiche, dal momento che le puoi estrarre con facilità.

Portabilità

Le salviettine antibatteriche sigillate in busta singola sono facili da infilare in tasca o in borsetta. Se te ne occorrono di più, scegli un pacchetto compatto, da inserire facilmente nella borsa da viaggio. Un barattolo pop-up è pratico per l’uso quotidiano, anche quando stai camminando per la strada.

Fragranza

Puoi scegliere un tipo neutro, senza alcun tipo di profumo. Oppure puoi acquistare le salviettine che hanno la fragranza che preferisci, dalla freschissima menta all’intenso eucalipto.

Prezzo

Il prezzo del prodotto è strettamente legato alla sua formulazione e al numero di pezzi contenuti nella confezione. Se ti rivolgi a una farmacia familiare, lo pagherai sicuramente di più. Ecco perché la vendita online è il canale più economico, dove trovi sempre tante proposte interessanti a basso prezzo. Il costo medio di una confezione singola è di circa 5 euro.

Come disinfettare le superfici?

Puoi impiegare le salviettine per disinfettare materiali rigidi e non porosi. Utilizzane un numero sufficiente in modo che la superficie da trattatare rimanga visibilmente bagnata per 10 secondi. Lascia asciugare la superficie.

Il panno disinfettante potrebbe non funzionare bene su determinate superfici, quindi controlla le informazioni riportate sulla confezione.

Su cosa si possono utilizzare?

Le salviette disinfettanti sono ideali per bagni, cucine, pavimenti, interni di automobili, pomelli per porte, interruttori della luce, mobili, elettronica e altro ancora.

Sono sicure acciaio inossidabile, acrilico, vetroresina sigillata, ceramica e plastica. Possono essere impiegate per i telefoni cellulari e i telecomandi TV che, come è noto, possono ospitare una grande quantità di germi e raramente vengono puliti.

Su cosa invece non vanno utilizzate?

Sebbene le salviette disinfettanti non sono sviluppate con sostanze chimiche estremamente aggressive, come quelle alla clorexidina, possono contenere tensioattivi che hanno proprietà sgrassanti e possono danneggiare alcune finiture. Non usarli su legno non verniciato e superfici non finite.

Evita l’uso di salviette disinfettanti su stoviglie, bicchieri e altri utensili da cucina. Non danneggiano vetri, specchi e schermi tv o di computer, ma lasciano degli aloni.

Quali tipi di germi eliminano?

Potrebbe essere necessario esaminare attentamente le diverse salviettine disinfettanti per trovare quella che è salviettine-disinfettantipiù efficace contro determinati batteri, virus e germi. Se sei soggetto a malattie, fai attenzione alle descrizioni sul pacchetto per evitare i prodotti che contengono determinate sostanze chimiche che causano irritazione della pelle e degli occhi, respiratorie e altre complicazioni di salute.

La maggior parte delle salviettine disinfettanti sono in grado di uccidere i seguenti virus e batteri in un tempo compreso tra qualche secondo e qualche minuto. Verifica sempre, prima dell’utilizzo, che siano dermatologicamente testate ed evita il contatto con il viso e le ferite.

Virus

Coronavirus umano, Virus dell’influenza A2 e Rhinovirus, Herpes simplex virus di tipo 1, umano coronavirus, virus dell’influenza A e virus respiratorio sinciziale.

Batteri

Staph, E. coli, MRSA, Salmonella, Strep e Kleb, Streptococcus pyogenes (Strep), Staphylococcus aureus (Staph), Escherichia coli O157: H7 (E. coli) e Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA).

Sono sicure per i bambini?

Anche se è una buona abitudine dare un pacchetto di salviettine disinfettanti al tuo piccolo, tieni presente che non tutte sono sicure per i bambini, in particolare per i neonati. È quindi importante, prima dell’acquisto, leggere con attenzione la l’etichettai: l’ideale è che le salviettine siano realizzate con ingredienti origine naturale, oltre ad essere senza profumo e senza parabeni.

Sono ecologiche?

Le salviettine disinfettanti non devono essere sicure per i bambini, ma anche per l’ambiente. Una buona marca di prodotti disinfettanti utilizza materiali biodegradabili che possono essere facilmente smaltite nella raccolta differenziata dell’umido.

Quindi, è possibile ottenere una potente azione detergente senza avere residui chimici tossici o irritanti.

Quanto tempo impiegano per asciugare?

I disinfettanti umidi rimuovono lo sporco, i germi e altri contaminanti dalle mani e da qualsiasi superficie a cui vengono applicati. Ma la superficie dovrebbe essere asciutta entro 90 secondi.

Il tempo di asciugatura dipende dall’azione che devono svolgere. Alcuni prodotti sono sviluppati per eliminare batteri e germi particolarmente resistenti, quindi il loro tempo di asciugatura potrebbe essere diverso da quello di altri tipi.

Inoltre, l’efficacia dei loro principi attivi nei confronti di alcuni organismi è indicata dalla percentuale di batteri, virus e germi nocivi che la salvietta è in grado di eliminare.

Benefici delle salviettine disinfettanti nelle strutture sanitarie?

Gli ospedali e le strutture di assistenza si stanno allontanando dai metodi tradizionali di pulizia ambientale. Le salviette pre-impregnate, pronte all’utilizzo e monouso sono sempre oggi ampiamente utilizzate per la disinfezione di superfici in stretto contatto con il paziente, allo scopo di prevenire la diffusione di microrganismi e l’insorgere di infezioni.

I problemi tipici che derivano dall’uso di metodi tradizionali (asciugamani multiuso, dosaggio errato o immersione ripetuta) possono essere evitati usando le salviettine usa e getta. È stato dimostrato che le salviettine disinfettanti e igienizzanti favoriscono un processo di pulizia e disinfezione più rapido e potenziali risparmi sui costi.

Cosa fare e cosa non fare?

Le salviettine disinfettanti sono di valido supporto in ambito ospedaliero e quando si ha a che fare con un paziente fra le mura domestiche. Di facile utilizzo, sono ideali per le persone che hanno un contatto diretto con l’ammalato, il letto e gli articoli sanitari.

L’uso di salviette disinfettanti da parte di personale non addetto alle pulizie è inteso a mantenere l’ambiente sicuro, pulito e igienizzato anche per un’intera giornata.

Vanno però seguiti alcuni accorgimenti. Ad esempio, non deve essere utilizzata una stessa salvietta per trattare differenti superfici. L’uso di una sola salvietta per risparmiare denaro è il metodo più sicuro per favorire la diffusione di organismi piuttosto che eliminarli.

Qual è il design ideale del contenitore?

Un contenitore ben progettato è dotato di uno spazi sotto la capottina per nascondere la parte superiore della salvietta quando il coperchio è chiuso. In caso contrario, la successiva salvietta tende ad asciugarsi prima di essere utilizzata.

È necessario risciacquare?

Un lettore scrive: “Uso salviettine disinfettanti su quasi tutte le superfici tra cui telefono, tastiere, interruttori della luce, sedili del water, ecc. L’etichetta dice che non devo risciacquare, ma ho ricevuto lamentele riguardo ai cattivi odori e ai sedili del water. Che cosa sto facendo di sbagliato?”

In linea di massima si tratta di un sacco di cose “giuste”, tuttavia è bene prendere in considerazione l’uso di un panno pulito inumidito solo con acqua da passare sulle superficie a contatto con la pelle, come i sedili del water.

Anche se è consigliabile l’utilizzo di un coprivaso (o un fazzoletto di carta igienica), non sempre questo viene fatto. Ciò significa che una persona può venire a contatto con una superficie che ha un residuo chimico. Alcuni potrebbero essere sensibili a questo particolare prodotto o una sostanza contenuta nella sua formulazione.

Il prodotto generalmente non è solo un disinfettante, ma è anche un detergente delicato che può contenere anche profumi e altri prodotti chimici che possono essere o meno sicuri per un contatto prolungato. Si consiglia di indossare i guanti quando si utilizzano le salviettine per proteggere la pelle dall’esposizione continua alle sostanze chimiche presenti.

Conclusioni

Le salviettine disinfettanti pronte all’uso possono essere incorporate nel programma generale di igiene domestica e delle strutture sanitarie. Una delle domande più frequenti sulla disinfezione con questi prodotti riguarda le superfici su cui possono essere utilizzati.

Prima dell’impiego, è necessario leggere con cura l’etichetta per verificare la lista degli ingredienti, soprattutto se il prodotto è destinato a bambini o a persone con allergie o problemi di salute.

Lascia un commento