I 5 Migliori Occhiali da Sole per Bambini: all’Aperto in Sicurezza

Gli occhi dei bambini devono essere protetti dal sole, più di quelli degli adulti, perché fino ai 7-8 anni sono ancora in fase di sviluppo.

È giusta la preoccupazione di difendere gli occhi dei più piccoli con i migliori occhiali da sole per bambini, ma gli oculisti raccomandano di farlo a piccoli passi.

I migliori occhiali da sole per bambini

I 5 migliori occhiali da sole per bambini

Gli occhiali da sole sono tra i regali più ambiti dai più piccoli, che amano indossarli in ogni occasione, non necessariamente all’aperto. La proposta che si trova sul mercato è praticamente sconfinata e a volte è molto difficile scegliere.

In questa guida all’acquisto, abbiamo selezionato i cinque modelli più richiesti nella vendita online, generalmente offerti al prezzo più basso. Può essere utile leggere anche i test e le opinioni di coloro che hanno già comprato questi modelli.

Una cosa è però fondamentale: anche se si sceglie un buon occhiale da sole per bambini, accertarsi sempre che sia realizzato all’insegna della massima sicurezza.




Kiddus Occhiali da sole per bambini

I migliori per: massima protezione ai raggi UV

Sono occhiali in gomma per bambini tra i 6 mesi e i 2 anni, leggerissimi da portare e molto flessibili: si adattano bene al viso del bambino.

La fascia elastica è regolabile ma non strige; se lo si desidera la si può staccare. Certificati CE, garantiscono la massima protezione contro i raggi UV con indice a 400 nm (UV-A e UV-B).

Le lenti sono in materiale plastico di buona qualità. Sono disponibili in disegno e colore per maschi e femmine. Le lenti sono in categoria di protezione 3.

  • Leggeri
  • Confortevoli
  • Flessibili

 

Baby Banz Occhiali da sole bimbo

I migliori per: montatura resistente

Questi occhiali per bimbi fino a 2 anni, non polarizzati, offrono protezione dai raggi UV in categoria 3 riparando al 100% gli occhi.

La montatura e le lenti sono estremamente resistenti: infrangibili in policarbonato di buona qualità.

È presente un cinturino in neoprene con velcro regolabile ed un appoggia naso in silicone che li rendono estremamente comodi. Sono disponibili in diversi colori.

  • Protezione
  • Flessibili
  • Resistent

 

Dice Occhiali da sole per bambini

I migliori per: design classico

Hanno un look classico, proprio come quelli degli adulti. Sono realizzati in fogli di policarbonato infrangibile.

La taglia è unica ed è adatta indicativamente per bambini dai 4 anni in su. Il marchiato CE garantisce il 100% di protezione UV in categoria 3.

Sono disponibile nel colore viola (Shiny Crystal Purple) e in altre tinte molto di tendenza.

  • Trendy
  • Infrangibili
  • Leggeri

 

Cerda Occhiali sole Spiderman

I migliori per: i piccoli fan dell’Uomo Ragno

Sono dedicati a tutti i bambini che amano in modo particolare le avventure di Spiderman. E indossando questi occhiali, è ancora più facile impersonare il proprio beniamino e lanciarsi in mille sfide avvincenti!

Questi occhiali da sole per bambino sono dotati di lenti protezione UV, con loghetto Uomo Ragno e disegno sulle bacchette. Sono adatti per una fascia d’età da 4 a 6 anni.

  • Avvolgenti
  • Leggeri
  • Comodi

 

Shadez SHZ 16

I migliori per: montatura ultra flessibile

Il design tiene conto dell’esigenza dei bambini di avere occhiali di moda e tendenza, con protezione, resistenza agli urti, montatura ultra flessibile e di durata ottimale. Si possono piegare, torcere, tirare ma ritornano sempre alla posizione originale.

Le lenti Revo bloccano i riflessi di luce e consentono una visione più nitida. Ottimo il rapporto qualità e prezzo a cui vengono proposti.

  • Visibilità
  • Trendy
  • Anti urto

 




Bambini al sole?

Prima dei 6 mesi i bimbi non dovrebbero essere migliori-occhiali-da-sole-per-bambinimai esposti alla luce diretta del sole. Nei mesi successivi, dovrebbero sempre indossare un cappellino leggero con visiera nelle ore maggiormente calde e non essere nemmeno troppo svestiti.

Allo stesso modo essendo lo sviluppo dei meccanismi di visione in piena evoluzione, al piccolo dovrebbe essere data la possibilità di vedere tutto liberamente senza distorsioni e attenuazioni, comprese le sfumature di luce e i tanti colori.

Gli occhiali da sole, per i bimbi entro il primo anno e mezzo di vita, andrebbero usati con molta moderazione e solo se necessario.

Per difendere gli occhietti del bambino, fino ai 18 mesi circa è opportuno fargli indossare un cappellino con visiera molto larga. E dopo i 18 mesi, scegliere sempre occhiali da sole di qualità.

 

Sviluppo e gli occhiali sole bambini?

Cornea, cristallino, film lacrimale e tutte le varie strutture sono in una fase di sviluppo e per questo sono più vulnerabili all’azione dei raggi solari; non solo di quelli ultravioletti, ma anche di quelli con frequenza compresa tra il visibile e l’ultravioletto, che si definisce luce blu e che può creare danno a livello del cristallino e della retina.

La luce blu è presente soprattutto in montagna, ma, sia pure con minore intensità, arriva anche al livello del mare.

È importante che gli occhiali abbiano una qualità ottica perfetta e abbiamo una certificazione fatta presso un negozio di ottica, che garantisca il livello qualitativo sia della montatura che della lente.

 

Scelta occhiali sole bambino?

Gli occhiali per i più piccoli devono essere robusti, ma leggeri; comodi da indossare e non troppo costrittivi. Le lenti devono essere di qualità, non essere soggette ai graffi ed assicurare un campo visivo ampio e regolare, in modo da coprire sufficientemente l’occhio (il bambino è obbligato ad alzare il viso per vedere il mondo degli adulti).

La scelta della montatura è altrettanto importante. Il materiale deve essere morbido, indeformabile e biocompatibile (i bambini spesso hanno l’abitudine di portare tutto alla bocca).

Non devono esserci spigoli o sporgenze, le aste devono essere elastiche ed aderenti e in alcuni modelli semplicemente sostituite da fasce in neoprene che si regolano in ampiezza con il velcro.




Montatura occhiali sole bimbi?

La scelta deve ricadere su una montatura resistente a traumi e urti e fatta con materiali che non procurino allergie da contatto.

Gli occhiali da sole offrono ai bimbi anche una difesa efficace nel caso siano presenti forme allergiche, non solo perché un occhio arrossato per l’allergia ha una maggiore sensibilità alla luce, ma anche perché una montatura un po’ più avvolgente protegge dall’impatto diretto del polline o degli allergeni sulla superficie oculare.

 

Lenti occhiali sole bimbo?

La forma e le dimensioni delle lenti sono particolarmente importanti: occhiali troppo piccoli o troppo avvolgenti permettono a grandi quantità di luce riflessa di raggiungere l’occhio, vanificando l’effetto protettivo.

La lente deve assicurare una protezione del 100% contro gli ultravioletti e non deve avere aberrazioni, cioè deformazione dell’immagine e che denota scarsa qualità della lente.

Per assicurarsi un’efficace protezione durante una vacanza al mare, basta acquistare un buon prodotto con protezione UV certificata. Se invece si trascorrono vacanze in luoghi specifici, meglio chiedere consiglio all’ottico.

Per una vacanza in montagna, ad esempio, servono lenti che alla protezione anti UV abbinano filtri contro la luce blu; se si va in barca è meglio una lente polarizzata, che elimina l’abbagliamento dovuto al riflesso dell’acqua.

Per quanto riguarda il colore della lente, si può scegliere quella che si preferisce, purché scura.

Diverso il discorso nel caso il bambino abbia un difetto visivo: se miope, meglio la frequenza del marrone, se ipermetrope meglio il verde-grigio.

E se il bambino portasse già occhiali per la vista si può optare per lenti accessorie da montare sui suoi occhiali che siano fotosensibili, cioè che si scuriscono quando vengono colpite dalla luce. In questo modo permettono agli occhi del bambino di continuare a vedere bene senza sforzo per mettere a fuoco l’oggetto.

 

Gli occhiali sole bambini sono sicuri?

L’acquisto di un paio di occhiali per i bambini deve tenere in considerazione soprattutto i requisiti di sicurezza legati alla protezione contro i raggi UV, che possono danneggiare tutto l’apparato oculare.

Per questo bisogna evitare di acquistare occhiali solo per gioco, le cui lenti sono solo colorate ma non proteggono e potrebbero esporre i bambini a rischi inutili.

I raggi solari possono penetrare nella retina dei bambini se le lenti sono trasparenti o non dispongono di filtri. Dei buoni occhiali da sole per bambini dotati di un efficace filtro contro le radiazioni ultraviolette e di protezione ad ampio spettro contro le radiazioni diffuse impediscono dei danni che in età adulta potrebbero avere serie conseguenze.

 

Marchio CE occhiali sole bimbi?

Si consiglia di acquistare soltanto gli occhiali dotati del marchio CE, possibilmente con certificato o garanzia che lo attesti, che sta a significare che gli occhiali garantiscono una sufficiente protezione dai raggi ultravioletti e che rispondono alle normative dell’Unione Europea.

Un adesivo ben evidente che decanta un assorbimento al 100% delle radiazioni ultraviolette non è sufficiente per garantire la buona qualità.

 

Protezione UV occhiali sole bambini?

La cosa più importante è la protezione dai raggi UV. È fondamentale ricordarsi che non sempre una lente scura protegge completamente! Bisogna verificare la qualità e la provenienza dell’occhiale che si utilizza per essere sicuri di avere una giusta protezione.

Sono state definite 5 categorie (dalla 0 alla 4), relative alle lenti colorate, fotocromatiche e solari. Ogni categoria di trasmissione nel visibile corrisponde ad un livello minimo di protezione UV.

Le lenti più adatte per i bambini, che filtrano le radiazioni UV-A e UV-B fino a 400 nanometri, sono quelle di categoria 3, adatte per essere usate al mare o in presenza di riflessi dalla sabbia; in montagna in presenza di luce molto intensa e sulla neve – ma è sconsigliato portare i bambini troppo in alto! – possono essere usate anche quelle di categoria 4.

Concludiamo con un piccolo suggerimento. Gli occhiali vanno mantenuti con cura e se serve è bene lavarli in acqua fredda e con un minimo di detergente delicato.