Le 7 migliori vaporiere elettriche per un cibo gustoso, sano, nutriente

Cuocere con la migliore vaporiera elettrica significa utilizzare uno dei metodi più sani di preparazione del cibo. Non sono infatti richiesti né olio né grassi e gli alimenti mantengono intatte tutte le loro proprietà nutritive.

Gli chef sono soliti cucinare a vapore il pesce e i frutti di mare, perché il calore indiretto aiuta a preservare la naturale umidità del cibo. Il vapore aiuta anche a conservare il colore delle verdure, esaltando nello stesso tempo il loro sapore più autentico.

Le migliori vaporiere elettriche in acciaio hanno una capacità generosa, così da poter preparare un pasto completo tutto in una volta. Quelle che sono dotate di più vassoi permettono di separare la carne dalla verdura. È anche possibile, in alcuni casi, aggiungere le spezie desiderate, mantenendo ben distinti gli aromi dei cibi presenti su ogni ripiano.

Questi piccoli apparecchi possono essere utilizzati anche come cuociriso. Numerosi modelli sono dotati di ciotole fatte apposta per cuocere a vapore il riso e altri cereali.

A volte vengono anche forniti specifici ricettari per la vaporiera che consentono di sbizzarrirsi nella preparazione di piatti inediti altamente salutari.

Qual’è la migliore vaporiera elettrica?

I modelli che presentiamo in questa guida sono tutti elettrici: è così possibile

risparmiare spazio sul piano di cottura. È anche possibile utilizzare una vaporiera per cucinare l’intero pasto, senza bisogno di utilizzare altra attrezzatura.

Molti modelli sono dotati di timer e di funzione di riscaldamento per mantenere il cibo alla giusta temperatura mentre si prepara la tavola.

È possibile alimentare il vapore in molti modi diversi. Un metodo tradizionale è con un vaporizzatore di bambù, mentre un altro sistema particolarmente diffuso prevede l’utilizzo di un contenitore di plastica che si utilizza nel microonde.

Vaporiera Russell Hobbs 19270-56

La migliore per: una famiglia media

Le sue tre vaschette offrono una capacità totale di 9 litri e consentono di cuocere contemporaneamente cibi differenti.

Quella da un litro è specifica per la cottura del riso e delle uova. Grazie a un apposito indicatore, è possibile tenere costantemente sotto controllo il livello dell’acqua, da aggiungere eventualmente attraverso le due aperture laterali. È dotata di timer di 60 minuti con spegnimento automatico e segnale acustico di fine cottura.

Ha una base in acciaio inox facile da pulire e le tre vaschette sono impilabili, per poterle riporle nel minimo spazio.

 

Philips HD9116/00

La migliore per: aromatizzare i cibi

L’esclusivo infusore di aromi consente di dare quel tocco in più ad ogni ricetta, aggiungendo gli aromi e le spezie desiderate.

L’apparecchio ha una capacità di 5 litri ed è fornito di due cestelli per cuocere a vapore ingredienti diversi in una volta sola.

È dotato di timer e ha un recipiente per la cottura a vapore di zuppe, spezzatini, riso; il suo coperchio è anti-gocciolamento.

 

Tefal Vitacuisine Compact

La migliore per: mantiene intatte le vitamine

La funzione Vitamin Plus (alta velocità di cottura) consente di mantenere intatte più vitamine, per preparare un cibo all’insegna del benessere.

Questa vaporiera cuoce nello stesso tempo tre tipi di cibi senza mescolare i sapori, mantenendoli in caldo a cottura ultimata.

Completano le sue prestazioni il display digitale con timer e quattro bicchieri in vetro per la preparazione dei dolci. Nella confezione è incluso un pratico ricettario.

 

Braun MultiGourmet FS20

La migliore per: cuocere cibi dai colori intensi

Ha un esclusivo cestello scuro progettato per cuocere cibi dai colori intensi, come ad esempio le carote. Dispone di due vaschette con una capacità di 3,1 litri.

Grazie all’elemento riscaldante da 850 Watt e all’esclusivo acceleratore di vapore, i cibi iniziano a cuocere solo dopo pochi secondi. Una volta scaduto il tempo impostato, l’apparecchio si spegne automaticamente. Le vaschette, il coperchio e gli elementi possono essere lavati in lavastoviglie.

 

Morphy Richards Intellisteam

La migliore per: tenere separati i sapori

È progettata con tre generatori di vapore istantaneo controllati indipendentemente, una soluzione che permette di mantenere ben separati i sapori.

L’apparecchio memorizza i tempi di cottura per diversi tipi di cibo. È progettato con visualizzatore a cristalli liquidi retroilluminato e ha una capacità totale di 8,5 litri. I componenti possono essere lavati in lavastoviglie.

 

Kenwood FS 620

La migliore per: capienza

Soddisfa anche le elevate esigenze di preparazione, grazie alla capienza complessiva dei suoi tre cestelli, pari a ben 12 litri, e a un’elevata potenza di 2000 W.

L’apparecchio è anche di utilizzo molto intuitivo, dal momento che si attiva con la semplice rotazione del timer.

Molto robusto, ha il fondo delle vaschette in acciaio inox. Il serbatoio è rimovibile per consentire una pulizia totale. In dotazione, la ciotola per il riso da 1,2 litri.

 

Beper 90501

La migliore per: piccole quantità

Il suo contenitore ha una capacità di 2,5 litri, a cui si affianca una potenza di 400 W, rivelandosi l’ideale per nuclei familiari non particolarmente numerosi.

I suoi contenitori trasparenti consentono di tenere sotto controllo lo stato della cottura. Dotata di timer, la vaporiera si spegne automaticamente una volta che si esaurisce l’acqua. Ha il corpo in abs ed è molto semplice da pulire.

 




Perché acquistare una vaporiera elettrica?

La cultura gastronomica è un mondo in continua evoluzione ma spesso e volentieri per la cottura delle pietanze può essere importante adoperare tecnologie semplici e naturali. Per questo uno strumento molto richiesto dal mercato in questi ultimi tempi è la vaporiera elettrica.

 

Che cos’è una vaporiera elettrica?

Una vaporiera elettrica è un tipo di elettrodomestico da cucina che può essere utilizzato migliore-vaporiera-elettricaper cucinare un’ampia varietà di diversi tipi di alimenti. Questo utile elettrodomestico è una fantastica opzione per le persone che hanno l’intenzione di creare piatti sani e nutrienti.

Consente infatti di cuocere le verdure e ad altri alimenti conservando la maggior parte delle loro sostanze nutritive e le vitamine, nonché il loro sapore naturale, qualcosa che di solito andrebbe distrutto e perso con apparecchi moderni o attraverso l’ebollizione in acqua.

 

Come funziona la vaporiera elettrica?

Il modo in cui il cibo viene cotto nella vaporiera è unico per la delicatezza del processo. Utilizza l’acqua come mezzo per cuocere, senza che venga a contatto con il cibo, come avviene invece per la bollitura.

In questo modo le pareti cellulari dell’alimento non vengono aggredite dal liquido ad alte temperature e si evita la dispersione del contenuto di vitamine e sali minerali oltre che delle proprietà salutari. Cuocendo a vapore, infatti, il cibo si ammorbidisce a poco a poco, trattenendo tutte le qualità presenti.

 

Cuocere con la vaporiera elettrica?

Devi semplicemente riempire l’apposito serbatoio con acqua fresca, mettere il cibo nei cestelli per la cottura a vapore e attivare il dispositivo.

Una volta accesa la vaporiera, inizierai a notare che l’acqua nel serbatoio d’acqua bolle nello stesso modo in cui lo farebbe un bollitore. Questo processo è completamente normale e significa che il tuo cibo sta cuocendo correttamente. È necessario assicurarsi di aver riempito il serbatoio d’acqua fino alla linea massima perché non sarebbe sicuro che l’acqua si esaurisca.

Se ciò dovesse accadere, potrebbe danneggiare elettrodomestico o costituire un pericolo di incendio. In ogni caso le vaporiere moderne sono dotate di sensori di sicurezza che spengono automaticamente il dispositivo nel momento in cui non c’è più acqua nella base.

 

Cibo nella vaporiera elettrica?

Il processo di ebollizione non dovrebbe fermarsi perché viene effettivamente utilizzato per generare vapore all’interno del fondo della tua vaporiera.

Questo è importante perché il vapore inizierà gradualmente a risalire verso l’alto e a permeare fino a saturare tutti i cestelli separati per la cottura a vapore, in questo modo circondando il cibo che hai messo al loro interno il vapore a contatto inizierà rapidamente a cuocerlo.

 

Tempo di cottura con la vaporiera elettrica?

La quantità di tempo che ci vorrà per cucinare il tuo cibo dipende da due fattori diversi: il tipo di cibo che stai cucinando, se si tratta di verdure a pezzi interi o sminuzzati, e il modello di vaporiera che stai usando.

È necessario controllare sempre le linee guida del produttore prima di impostare il timer in modo da poter assicurarsi che il cibo sia completamente cotto. Per attivare una pentola a vapore elettrica, basta una semplice connessione alla rete domestica.

 

Quali alimenti con la vaporiera elettrica?

Con la vaporiera si possono cuocere tantissimi alimenti. Tuttavia quelli più indicati sono sicuramente le verdure che grazie a questo tipo di cottura ci garantiscono un pieno di vitamine e nutrienti salutari. Anche la carne può dare buoni risultati di sapore, specialmente quella bianca, oppure il pesce che può essere cotto sia intero che a tranci, rimanendo morbido e pieno di gusto.

Inoltre è possibile cuocere a vapore anche i frutti di mare ed i molluschi e perfino le uova. Per finire tutti i cereali vengono molto bene se cotti a vapore, soprattutto il riso che mantiene tutte le sue preziose qualità nutritive eil suo gusto aromatico. Trovare lo strumento giusto può farti risparmiare molto tempo in cucina. Si va dai semplici cestelli a vapore alla vaporiere elettriche a quelle di cottura multiuso. Vediamone insieme i tipi.

 

Cestello a vapore o vaporiera elettrica?

Se in casa manca la vaporiera il metodo più semplice è utilizzare un cestello a vapore, ovvero un cesto per cuocere le pietanze che può essere in acciaio inox oppure in altro materiale come bambù o silicone. I cestelli a vapore si trovano in vari formati, alcuni universali che si adattano alle normali pentole di casa, altri invece vengono venduti in coordinato alla pentola della dimensione esatta per il cesto.

Per cuocere a vapore vi basterà mettere l’acqua nella pentola, a seconda del tipo di ricetta che state preparando e sovrapporre il cestello, chiudendolo con il proprio contenitore e facendo attenzione che l’acqua non venga a contatto diretto con l’alimento.

 

Svantaggi del cestello a vapore

Anche se si tratta di un accessorio di utilizzo versatile e molto semplice, presenta un limite non indifferente: è possibile cuocere una pietanza alla volta.

Inoltre per controllare la cottura o che ci sia ancora acqua si deve per forza aprire il coperchio, abbassando così la temperatura e aumentando i tempi necessari alla cottura. Un’alternativa ulteriore è quella di usare il cestello a vapore con una pentola a pressione.

 

Cestelli di cottura a vapore in pozzetto?

Un’alternativa al cestello a vapore da inserire all’interno di una pentola, è dato da pentole i cui cestelli in acciaio o in vetro possono essere impilati uno sopra l’altro. Il principio di cottura è lo stesso dei cestelli a vapore: l’acqua viene inserita nella pentola di base e il vapore salendo cuoce gli alimenti sovrastanti.

I vantaggi sono il poter cuocere più alimenti insieme, controllando visivamente la cottura se disponi di cestelli in vetro. Sfruttano il calore generato nella pentola sottostante per scaldare o cuocere pietanze diverse nei livelli superiori.

 

Slow cooker o vaporiera elettrica?

È possibile cucinare a vapore anche con una pentola a cottura lenta, cosiddetta “slow cocker”. È una tipologia di cottura di origine americana che sta prendendo piede anche da noi. Si tratta di pentole elettriche multiuso che consentono di cucinare le pietanze anche lasciandole incustodite, quando non si è a casa, o mentre si sta facendo altro, senza il rischio di bruciare la cena.

In altre parole la slow cooker richiede solo la preparazione degli ingredienti e un’oculata impostazione del programma più adatto alla ricetta che si intende preparare. Poi con la “pentola elettrica” non dovrete preoccuparvi di controllare costantemente il grado di cottura, come è invece necessario fare utilizzando le modalità di cottura più tradizionali, quali la cottura in padella o al forno. Si possono usare per cuocere a vapore le verdure, cereali delicati e legumi piccoli, fagioli e alcuni cereali, e per cucinare lentamente zuppe e stufati.

 

Com’è fatta una vaporiera elettrica?

La vaporiera elettrica si può considerare un vero e proprio elettrodomestico a sé stante. Si tratta di un apparecchio formato da una base serbatoio in cui mettere l’acqua e da una serie di cestelli che si possono impilare, riuscendo così a cuocere più alimenti contemporaneamente, risparmiando tempo.

 

Cestelli della vaporiera elettrica?

Esistono diversi modelli di vaporiera elettrica composti da un numero variabile di cestelli con diverse capienze, pertanto è opportuno scegliere l’elettrodomestico in base alle esigenze della vostra cucina. Un grande vantaggio di questa vaporiera è dato dal fatto che i cestelli sono trasparenti e ci permettono di controllare la cottura più facilmente, in più le varie parti dell’elettrodomestico possono essere lavate in lavastoviglie.

Alcuni modelli prevedono una vaschetta dove inserire spezie ed aromi per insaporire i vostri piatti. Sono spesso dotate di timer e funzioni ausiliarie di sicurezza, che puoi semplicemente regolare e non curartene finché il timer non si spegne. Taluni modelli possono avere i cestelli in acciaio inossidabile.

 

Prezzo della vaporiera elettrica?

Il prezzo di una vaporiera elettrica è generalmente accessibile, soprattutto se viene acquistata nel canale di vendita online dove si trovano sempre tante offerte interessanti.

Si paga un po’ di più qualora si vogliono maggiori capacità e funzionalità aggiuntive come un timer digitale, un’opzione di avvio ritardato o una funzione di cuociriso a incasso.

 

Dimensione della vaporiera elettrica?

La maggior parte delle vaporiere elettriche ha tre contenitori a più livelli con fori sul fondo per il passaggio del vapore. Possono essere usati separatamente o in combinazione per fornire una capacità sufficiente per cucinare un intero pasto in famiglia e possono anche essere riorganizzati durante la cottura per variare la temperatura, facendo attenzione a usare un panno o guanti da forno quando si tolgono i cestelli per evitare ustioni da vapore.

Alcune vaporiere hanno cestelli con scomparti e con basi rimovibili per creare un’area a vapore più alta per la cottura di pietanze più grandi come i polli interi. Ci sono anche modelli di vaporiera elettrica contenitori vetro di dimensioni diverse che si adattano l’uno dentro l’altro. Ciò rende questi apparecchi compatti quando si tratta di riporli nell’armadio.

 

Timer della vaporiera elettrica?

Molte vaporiere elettriche hanno un timer analogico di 60 minuti che è possibile attivare per impostare il tempo di cottura. I modelli più costosi hanno timer digitali e funzioni di avvio ritardato, che consentono di impostare la vaporiera per iniziare a lavorare in un momento prestabilito nel corso della giornata.

 

Livelli d’acqua nella vaporiera elettrica?

Si consiglia di scegliere una vaporiera elettrica con un indicatore dell’acqua visibile all’esterno, così puoi essere sicuro di averlo riempito completamente. Le vaporiere elettriche raramente esauriscono l’acqua e molte emettono un segnale sonoro se lo fanno, così puoi ricaricare l’acqua mentre sono ancora in funzione.

Alcune pentole a vapore dispongono di un ingresso esterno in modo da rabboccare l’acqua durante la cottura senza dover rimuovere i contenitori di cottura e rischiare di ustionarsi.

 

Mantenimento del calore nella vaporiera elettrica?

È bene optare per una pentola a vapore con una funzione di mantenimento-caldo in quanto tiene il cibo a una temperatura sicura per un massimo di un’ora o due dopo la cottura fino a quando non sei pronto per mangiare.

Alcuni modelli passano automaticamente al modo caldo al termine della cottura, mentre con altri è necessario impostare questa funzione durante la cottura. Ovviamente, dovrai assicurarti che rimanga abbastanza acqua nella vaporiera per sfruttare questa funzione.

 

Pulizia della vaporiera elettrica?

Molti utensili da cucina sono poco pratici da pulire e ma le vaporiere elettriche fanno eccezione. Le migliori apparecchiature elettriche a vapore non solo sono perfette per la cottura a vapore, ma rendono la pulizia una priorità. Cerca un modello con scomparti e coperchi lavabili in lavastoviglie e un vassoio raccogligocce rimovibile per una pulizia più semplice.

 

Bollitore elettrico per il riso della vaporiera?

Le apparecchiature più costose sono dotate di un contenitore apposito che le trasforma in una vaporiera elettrica per riso. Si tratta di un piccolo accessorio a vapore che si inserisce all’interno di uno dei cestelli in modo da poter cuocere a vapore il riso. Può richiedere più tempo per cuocere il riso in questo modo, ma i risultati finali sono apprezzabilissimi.

 

Livello di acqua di una vaporiera?

Ora che conosci il tipo di vaporiera che potrai utilizzare, ecco alcuni suggerimenti generali per aiutarti a imparare a usare la vaporiera e per preparare i migliori piatti da degustare.

Innanzitutto, non aggiungere troppa acqua. Il componente più importante della cottura a vapore è l’acqua. Naturalmente, aggiungere la giusta quantità di acqua è la chiave per una buona cottura. Quando si utilizza un cestello a vapore sul fornello, si vorrà iniziare aggiungendo circa 2-5 cm di acqua alla base.

Si deve evitare che il livello dell’acqua superi il cestello del vapore una volta posizionato nella pentola, poiché questo è uno dei modi più veloci per rovinare il pasto perdendo i nutrienti più preziosi. Tuttavia, non si vuole nemmeno mettere troppo poca acqua, in quanto ciò potrebbe portare a bruciare la padella se l’acqua evapora completamente prima di aver finito di cucinare il cibo.

 

Bollire prima l’acqua della vaporiera?

Quando inizi a imparare a cuocere le verdure, è abbastanza comune voler semplicemente preparare tutto nei cestelli contemporaneamente e accendere la macchina. Tuttavia, potreste scoprire che il piatto finale è migliore quando portate prima a ebollizione l’acqua, quindi aggiungete le verdure o altre pietanze da cuocere.

Una volta che l’acqua bolle, aggiungi semplicemente tutte le verdure, chiudi il coperchio e avvia il processo di cottura a vapore. Potresti anche voler sperimentare la rotazione del calore verso l’alto o verso il basso mentre il cibo sta cuocendo a vapore.

 

Tempo di utilizzo del vapore?

Uno dei compiti più difficili che uno chef di casa deve affrontare è quello di portare tutto in tavola nello stesso tempo, mantenendo ogni piatto caldo e gustoso. Le verdure al vapore impiegano solo pochi minuti per essere cucinare. Tuttavia, a volte puoi scoprire che le tue verdure o altri alimenti hanno completato la cottura a vapore mentre altri non sono ancora pronti.

Piuttosto che lasciare nella pentola quelle già pronte, che continuerebbero a cuocere fino a diventare molli, mettile in una ciotola piena di acqua ghiacciata. Ciò contribuirà a mantenere le verdure croccanti.

 

Alternative all’acqua per cuocere a vapore?

Anche se il modo più comune per cuocere a vapore è di usare l’acqua, puoi non limitarti a questo. Diventa creativo e dai al tuo cibo un sapore leggermente diverso. Invece di usare solo acqua normale, prova a usare il brodo di pollo o vegetale.

Magari aggiungi del sale o del limone all’acqua prima che inizi a bollire. Se ti piace sperimentare in cucina, aggiungi alcune erbe all’acqua, come rametti di rosmarino, aglio a fette, rametti di aneto o citronella. Avrai un gradevole di sapore, meno intenso di quello che si ottiene mettendo le erbe direttamente sul cibo. Mentre si sperimenta, bisogna però considerare il fatto che questi interventi possono cambiare la quantità di tempo necessario per arrivare a ebollizione, il che potrebbe influire sul tempo di cottura complessivo.

 

Guarnizione della vaporiera elettrica?

Perché il tuo cibo possa cuocere correttamente nella vaporiera, il vapore deve effettivamente permeare completamente il cibo senza disperdersi. Se hai un coperchio largo, una piccola quantità di vapore si disperderà e troverai più difficile cucinare il tuo cibo. Nella maggior parte dei casi, questo potrebbe essere solo un inconveniente che allunga il processo o altera leggermente il modo in cui il cibo ha un sapore.

Tuttavia, nei casi più gravi, ad esempio se stai cucinando pollo, potresti finire con cibo non cotto a puntino. Un termometro per carne è il modo migliore per impedirti di servire cibo preparato male.

Se stai usando un cestello per il vapore sul fornello, a volte si verifica un allentamento della tenuta del coperchio. Quando lo vedi, prova ad aggiungere un canovaccio tra la parte superiore della vaporiera e il coperchio. Se la tua vaporiera elettrica ha un coperchio la cui guarnizione non tiene, non dovresti usarlo affatto.

 

Preparare il cibo prima di cuocere a vapore?

Un altro modo per creare un pasto delizioso con la cottura a vapore è quello di preparare il cibo prima di iniziare il processo di cottura. Per le verdure, potresti voler aggiungere alcune erbe, spezie o aglio al mix. Invece di cospargere le erbe nella pentola, fai rotolare le verdure in una ciotola con olio d’oliva ed erbe mescolate insieme.

Puoi anche soffriggere l’aglio e l’olio d’oliva e aggiungere le verdure alla fine. Puoi anche fare lo stesso quando cucini pesce o pollo. Si potrebbe anche voler considerare di permettere alla carne di marinare per un breve periodo di tempo. I dispositivi forniti con ricettario ti consentiranno di sbizzarrirti in cucina!