Le 12 Migliori Scope Elettriche Che Puliranno La Tua Casa Per Te

scopa-economicaAvere la migliore scopa elettrica in casa è come dichiarare guerra alla polvere e ai batteri. Una volta comprata il giusto aspirapolvere verticale non avrai nessun problema a fare una pulizia profonda  in casa: io, per esempio, ho sempre detestato tornare a casa e trovare il pavimento sporco con tutte le zampate del mio amico a quattro zampe che, rientrando a casa dal mio piccolo giardino, si porta con se terra e batteri.

Per questo ho sempre tentato, testardamente, di eliminare le tracce di terriccio caduto e, addirittura, rimuovere peli insistenti del mio animale da compagnia dai letti e dai tappeti con il mio aspirapolvere a traino. E, qualora tu stessi pensando che con i pavimenti più duri non sia necessario un apparecchio di buona qualità, posso assicurarti che ti sbagli: Parquet, linoleum e piastrelle non sono un’eccezione.

Per questa ragione, volendoti evitare lo stresso strazio che ho vissuto nella mia crociata per tappeti puliti e freschi, ecco una lista dei migliori apparecchi per la pulizia disponibili nel mercato.




Qual è la migliore scopa elettrica?

Per chi non bada a spese ci sono degli aspirapolvere e delle scope elettriche (o aspirapolvere verticali) che, praticamente, faranno il lavoro per te e che hanno caratteristiche tipiche di una fascia alta.

Nonostante sembri una spesa abbastanza elevata queste scoper ti permetteranno di distruggere tutti gli allergeni e assicurarti che i pavimenti di casa saranno puliti tutti i giorni.

Sono normalmente scope che puoi far scivolare sotto al divano o che riescono a darti migliori risultati anche con pavimenti duri e molte scale da aspirare.

Il mio consiglio è sempre lo stesso: in una casa grande o con una forma non abituale ti consiglio di puntare su una scopa elettrica più potente. Inoltre, ricorda questo consiglio: investi in pulisci tappeti. Una delle parti più difficili da pulire in casa sono proprio i tessuti leggeri e avrai bisogno di una scopa elettrica apposita o, addirittura, una scopa a vapore.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori scope elettriche:

1. Rowenta RH8871 Air Force Extreme

La scopa per le scale

Iniziamo subito con i dati tecnici di questo gioiello: Voltaggio 25.2 V, autonomia di 55m, senza filo, senza sacco e con delle batterie ricaricabili al litio.

Normalmente consigliato per case di taglia media (80-100 metri) questo gioiellino ha un voltaggio invidiabile per la categoria.
La mancanza di un sacco renderà le pulizie estremamente più facile e rapido. Per la sua forma la consiglio particolarmente a chi ha bisogno di pulire molte scale, specialmente quelle a chiocciola, vista la sua mancanza di filo e la sua forma apposita. Una nota positiva che riconoscerai subito: ha un bellissimo design quasi futuristico.

2. Dyson DC62

La scopa elettrica leggera

Questa Dyson  è un aspirapolvere ciclonico di grandissima qualità e dalla leggerezza incontestabile: tecnologia Ciclonica Radial Root Cyclone per un motore (Il Dyson V6) ridotto.

Questa scopa elettrica è perfetta per le persone più anziane: composta praticamente solo dal tubo, dalla spazzola e dal piccolo motore, chiunque può sollevarla per pulire anche i pavimenti e il soffitto.

La sua autonomia è di 20 minuti, più che sufficienti per pulire le parti più impervie della vostra casa o la vostra macchina, facendola diventare un aspirapolvere da auto.

3. Miele Swing H1 Ecoline

La scopa elettrica per le pareti

Il Miele Swing H1 è un aspirapolvere a mano con filo: nonostante vi abbia invogliato, fino adesso, con scope elettriche completamente wireless, vi assicuro che questo gioiellino è molto buono: ha infatti bisogno di energia per alimentare la sua potenza di 1400 W che permette di aspirare fino a 9 metri di “radius”.

È inoltre molto maneggevole da utilizzare soprattutto per pulire le pareti ed il soffitto delle case, oltre che le piastrelle della cucina e il parquet della camera da letto. Consigliato per delle pulizie importanti e profonde e per chi ha una famiglia molto larga.

4. Colombina De’Longhi XLR32LMD.BK

La scopa elettrica a ricarica rapida

Avreste mai chiamato un aspirapolvere elegante?

Io mi permetto di farlo con questa Colombina: il design nero e fino con effetto di plastica trasparente la rende quasi un oggetto di design. Questa scopa a 3 livelli di potenza, con esayclean system e con molti angoli di rotazione,ha una durata di 50 minuti e una  velocità di ricarca invidiabile.

Ve la consiglio se avete bisogno di pulire la vostra casa a più riprese e avete bisogno di un aspirapolvere senza fili sempre al massimo.

Piccolo consiglio: come tutti gli aspirapolvere può essere rumorosa, ma impostando la velocità più bassa otterrete una scopa elettrica che, nonostante faccia ancora un discreto lavoro, è molto più silenziosa.

5. Hoover Ly71 Ly11011

La scopa elettrica equilibrata

La Hoover è una marca affidabile: il prezzo è molto buono per la qualità del prodotto e questa scopa elettrica è particolarmente resistente.

È un aspirapolvere per chi cerca un equilibrio tra potenza, maneggevolezza e rumore della macchina. Se bisogna trovare un difetto, le bocchette che mandano fuori l’aria sono poste in una posizione molto bassa sulla scopa e, in alcuni casi, non permettono  di raccogliere accuratamente la polvere.

Per il resto, resta una scopa elettrica per chi non ha esigenze specifiche ma che vuole una buona potenza.

Consigliata inoltre per tappeti pesanti.

6. Bosch BBH21622

La scopa elettrica per gli animali

La Bosch è una scopa elettrica fantastica: la sua forma e la sua potenza sono perfette sui pavimenti e su altre superfici (tavoli e divani).

Con una buona autonomia di 35 minuti e la possibilità di rimuovere le batterie e quindi rendere questa scopa elettrica wireless virtualmente immortale.

Consigliata specialmente per chi ha gatti e cani, vista la sua capacità di prendere praticamente il pelo dappertutto evitando allergie anche ai più delicati.

7. Black & Decker SVFV3250LR-QW

La scopa elettrica multiuso

La Black & Decker non fa solamente trapani ma anche dei buonissimi aspirapolvere: questa scopa elettrica ricaricabile con contenitore rimovibile di 450ml, una potenza di 32.4 V, manico maneggevole e peso leggerissimo è perfetta per la casa e non solo: questa macchina è una perfetta aspira briciole grazie alla sua taglia ridotta e al suo peso, e la si può utilizzare per la macchina, il sofà o qualsiasi altra superficie più “porosa”.

Scope elettriche a meno di 100 euro

Per chi vuole ripulire la casa ma non il portafoglio: questa selezione ridotta di aspirapolvere ti aiuterà a pulire da cima a fondo la tua casa senza farti preoccupare del prezzo eccessivo.

Ecco quindi una selezione di aspirapolvere che troverai al miglior prezzo sul mercato.

8. Rowenta RH7921WF

La scopa economica potente

Ho fatto i compiti a casa e ho letto bene le istruzioni della Powerline RH7921WF: Di classe A, con tecnologia ciclonica brevettata Air Force e una forza di 1800W e una spazzola combinata.

Tutto questo per dire che questa scopa elettrica è veramente molto potente per il prezzo dell’apparecchio.

Chiaramente la sua potenza mostra il suo lato migliore sui pavimenti duri (come il parquet o le piastrine della cucina) mentre potrebbe dare alcune delle difficoltà con i tappeti leggeri risucchiandoli facilmente con la sua potenza.

Un’altra nota riguarda il montaggio: non è particolarmente difficile da montare, ma consiglio di leggere bene le istruzioni.

9. Duronic VC7

La scopa economica multiuso

Abbiamo già parlato di una “Top di categoria” che aveva capacità multiuso: la Duronic ha delle funzioni similari.

Questo aspirapolvere di categoria energetica B con un motore da 800W ed un filtro HEPA lavabile che permette di catturare ed immagazzinare anche piccole particelle di polvere, questa scopa elettrica è perfetta come aspirapolvere o come aspira briciole.

Una delle cose che amo di più di questo prodotto  è il contenitore della polvere in plastica trasparente, che ti permette di vedere quando è il momento di svuotarlo. In più si rimuove con un semplice clic su un pulsante. Una nota positiva anche alla sua forma compatta e leggera.

10. Imetec Piuma Force

La scopa economica per i tappeti

Amo recensire i prodotti Imetec: non voglio fare pubblicità ma tendo sempre ad amare il design delle loro creazioni.

Questo aspirapolvere verticale  di classe energetica A, oltre ad avere un design snello ed elegante, ha un consumo d’energia bassissimo di 26,8 KWh/anno. Q

uesta Piuma Force è perfetta per tutte le superficie grazie al regolatore di potenza che, per una volta, funziona: la potenza minima ti permetterà di pulire anche i tappeti leggeri.

L’aspirapolvere arriva con una spazzola combinata apposita per i tappeti ed il pavimento veramente utile. Una piccola nota negativa è il rumore: sicuramente non è l’aspirapolvere più silenzioso della lista.

11. Ariete Evolution 00P277400AR0

La scopa economica che si stacca in due

Abbiamo parlato di aspirapolvere che diventano aspira briciole: in questo caso il prodotto dell’Ariete ha tutte due le possibilità potendo, infatti, staccare l’aspira briciole dalla stessa scopa elettrica per poter pulire dove un apparecchio normale non potrebbe.

Una nota sulla scopa: l’aspirapolvere vero e proprio non è molto maneggevole: non v’impedirà di certo di pulire la casa ma potreste aver bisogno di un periodo per abituartici. In definitiva è un buon aspirapolvere, comodissimo sicuramente in cucina, in garage o nello sgabuzzino ma non adatta per una casa grande che può risultare “impegnativa” per un aspirapolvere di questa taglia.

12. Vileda – Scopa, Elettrica, 2 in 1

La scopa economica per le scale

Questa Vileda quasi non sembra una scopa elettrica: fine, leggera e dalla spazzola piatta, sembra quasi uno dei loro prodotti non elettronici. Senza sacco e senza filtri e con una funzione SvuotaFacile, la spazzola risulta molto facile da pulire.

Quest’aspirapolvere, esattamente per questa forma compatta, è perfetto per le scale (anche quelle a chiocciola) e per raccogliere il pelo del gatto e del cane dai mobili. Fantastico il fatto che si possa utilizzare sia con panno, sia senza.

Più che un aspirapolvere vero e proprio per la casa, la Vileda ha creato una vera e propria scopa di seconda generazione che è perfetta per piccoli e velocissimi lavori in casa ma non per una pulizia da cima a fondo.

Guida all’acquisto Scope Elettriche

Cosa fa una scopa elettrica?

La scopa elettrica fa parte degli elettrodomestici leggeri e maneggevoli (raramente supera i 3 kg) e può essere una valida alternativa all’aspirapolvere. È un apparecchio pratico che può diventare il tuo strumento di pulizia principale se comprendi i suoi reali vantaggi e sei in grado di ottimizzare le sue capacità.

È importante ricordare che non esiste una scopa elettrica migliore in assoluto, bisogna sempre tener conto delle proprie esigenze e dell’utilizzo che se ne vuole fare e soprattutto del tipo di pavimento che si vuole pulire.  È facile intuire ad esempio che ci sono scope elettriche che puliscono meglio di altre un pavimento in parquet o altri modelli che offrono prestazioni eccellenti sui tappeti perché dotati di una speciale spazzola a rullo.

Esistono anche scope elettriche a vapore e modelli lava e asciuga per chi vuole fare pulizie più approfondite. Sono sicuramente avvantaggiati quei modelli che a parità di prestazione possono montare una specifica bocca di aspirazione per ogni diverso tipo di pavimento.

Chi ha bisogno di una scopa elettrica?

Il primo passo è capire se una scopa elettrica è il giusto strumento di pulizia per la tua casa. Sapere se i tuoi pavimenti sono principalmente in legno, vinile o piastrelle è fondamentale per scegliere l’apparecchio migliore. Se hai a disposizione pavimenti di ogni tipo devi valutare cosa ti conviene usare di più per pulirli e se un elettrodomestico da solo ti può essere sufficiente.

Se hai molte aree rivestite di moquette, una scopa elettrica non potrà sostituire il tuo aspirapolvere che in grado di lavorare con una potenza di aspirazione maggiore. Una scopa elettrica può ancora funzionare bene per la pulizia dei tappeti a pelo corto, ma sui tappeti soffici e con ampio vello non sono proprio adatti.

Se stai cercando una scopa elettrica che può essere utilizzata anche sul tappeto, cercane una che abbia una spazzola di aspirazione con uno speciale pettine che puoi estrarre a seconda dell’utilizzo e ti permetta di raccogliere fili e sporco che si annidano nelle trame della tessitura.

Come sceglierla?

Prima di procedere all’acquisto fai sempre una lista dei punti forza che stai cercando, se ad esempio abiti in un condominio potresti cercare una scopa elettrica silenziosa, ma per chi abita da solo e fuori da un contesto condominiale questa caratteristica potrebbe non avere alcuna priorità.

Valuta se ti può essere più utile una scopa con sacco raccoglitore usa e getta per non sporcarti le mani quando si riempie di polvere (ma poi dovrai acquistare i ricambi) oppure se preferisci avere un serbatoio di raccolta incorporato che dovrai però svuotare più spesso se ha una capacità di raccolta limitata.

Talvolta possono essere del tutto sufficienti modelli di base, specie se hai a disposizione altri elettrodomestici per usi più specifici, come gli aspirapolvere classici che possono aspirare in punti più complessi con tubi accessori telescopici. Oppure puoi preferire un unico apparecchio più facile da trasportare e che potete personalizzare con numerosi altri accessori ma in questo caso potrete pagarlo di più.

Insomma avete a disposizione una vasta gamma di opzioni da valutare in base alle vostre specifiche esigenze.

Con o senza filo?

In commercio trovi una vasta gamma di modelli che ti permettono di pulire tutta la casa e che, sostanzialmente, si contraddistinguono per la presenza o meno del filo. Discutere se è meglio un elettrodomestico con filo piuttosto che un aspirapolvere senza fili è un dibattito senza fine nel mondo così variegato degli aspirapolvere e delle scope elettriche perché entrambi hanno vantaggi e svantaggi distinti, ma soprattutto mettono in moto il meccanismo del tutto personale del piace o non piace di più.

Con una scopa tradizionale progettata con filo ottieni un potere di pulizia illimitato perché non c’è batteria da ricaricare; inoltre hai a disposizione macchine con potenza del motore che ti garantiscono la massima potenza aspirante per modularla a tuo piacimento. Tuttavia, sei limitato alla lunghezza del cavo e ogni volta devi affrontare la seccatura di avvolgere e svolgere il cavo per attaccarlo in una presa diversa.

D’altra parte, puoi usare una scopa elettrica ricaricabile senza fili ovunque. Non è necessario cercare una presa elettrica e non c’è il rischio di inciampare su un cavo di alimentazione. Anche così, c’è ancora il problema della batteria che alimenta la scopa elettrica. Una volta che la batteria è scarica, devi ricaricarla. Se non hai finito di pulire quando è il momento di collegarlo all’adattatore del caricatore, dovrai mettere le faccende domestiche in attesa oppure usare un detergente per pavimenti diverso per completare il lavoro.

Qual è l’autonomia?

Le scope elettriche a batteria o cordless sono in assoluto le più comode perché è possibile portarle veramente ovunque, ma bisogna fare attenzione alla loro autonomia. Nelle scope elettriche a batteria generalmente non supera mai i 30 minuti di tempo se usate in modo continuato.

Le scope elettriche con filo ovviamente non hanno questo problema e considerando che il filo è sempre molto lungo ti permettono di spostarsi ugualmente e in modo abbastanza comodo per tutta la casa.

Che tipo di batterie ci sono nelle scope elettriche?

Quando si tratta di batterie ricaricabili, gli elettrodomestici cordless oggi montano per lo più i tipi agli ioni di litio, che sono la prima scelta più apprezzata tra i consumatori. Le batterie agli ioni di litio sono più leggere rispetto a quelle di vecchio tipo al nichel-metallo idruro, hanno cicli di vita più lunghi e rientrano in classi energetiche migliori che possono contribuire a darti un certo risparmio energetico. Inoltre, caricano più velocemente e non soffrono dell’effetto memoria che affligge le batterie al nichel-cadmio.

Nonostante i chiari vantaggi delle batterie agli ioni di litio rispetto alle batterie a base di nichel, i produttori continuano a utilizzare – nei modelli più economici – batterie al nickel-metallo idruro a causa del loro basso costo.

Pro e contro dei modelli con cavo

Le scope elettriche hanno le loro inefficienze, ma quale apparecchio elettrico per la pulizia non ha qualche difetto? Il vantaggio di una scopa elettrica con filo è che non ha batterie che devono essere caricate, offrono una potenza di pulizia più sostenuta con una maggiore forza aspirante.

Per quanto riguarda i modelli con filo, gli utenti lamentano a volte che sono progettati con cavi troppo corti che li obbligano a continui spostamenti della presa di servizio. Una macchina con filo in qualche modo limita la tua mobilità.

Non puoi muoverti facilmente perché sei legato a una presa e hai il cavo di cui preoccuparti. Questo tipo di apparecchio non è molto versatile quando devi aspirare le scale.

Pro e contro dei modelli cordless

Le scope elettriche cordless non hanno cavi di cui preoccuparsi e sono più facili da usare per girare intorno agli ostacoli. Tuttavia, il fatto di avere una batteria che una volta completamente carica ti libererà dalla presa di corrente e ti permetterà di usare l’aspirapolvere anche su e giù per le scale facile, non è esente da difetti.

La maggior parte, se non tutti, i modelli non offrono la stessa capacità di aspirazione sostenuta di una macchina con filo. I modelli cordless necessitano di batterie cariche per funzionare, alcuni modelli non sono in grado di effettuare alcuna pulizia accurata quando la carica scende al di sotto di una certa percentuale.

Hanno anche bisogno di batterie di ricambio se non fosse che nella maggior parte dei modelli presenti sul mercato le batterie sono incorporate e fisse: se dovessi lavorare in continuo il tempo di esecuzione potrebbe essere piuttosto breve, spesso 20 minuti o meno. Inoltre se devi ricaricare devi tenere conto che ti serviranno parecchie ore di accumulo dell’energia, ti potrà andare bene se potrai sfruttare le ore notturne per ricaricare il tuo elettrodomestico senza fili, però valuta in ogni caso il consumo energetico.

Prestazioni della scopa elettrica

Ci sono alcuni aspetti tecnici che è importante prendere in considerazione al momento dell’acquisto. Vediamo brevemente di che cosa si tratta.

Potenza di aspirazione

Se la tua scopa elettrica non può aspirare completamente lo sporco più grossolano, allora è sostanzialmente inutile. Anche se è vero che queste unità non hanno la stessa potenza di un aspirapolvere, una buona scopa elettrica dovrebbe comunque essere in grado di aspirare piccoli pezzi di detriti senza troppi problemi.

Assicurati che il prodotto che scegli sia in grado di aspirare sporco e detriti dagli angoli e dagli spazi ristretti. Non ti servirà a molto se solo raccogli i pezzi che si trovano nel mezzo del pavimento. Se sei particolarmente allergico alle polveri tieni conto anche di scegliere quegli elettrodomestici che hanno filtri hepa ipoallergenici.

Manovrabilità

Un altro fattore chiave che influisce sull’efficacia delle scope elettriche è la loro manovrabilità. I migliori modelli consentono di piegare il maniglione verso il basso finché non è quasi parallelo al pavimento in modo da poter raggiungere i punti più nascosti sotto i mobili.

Alcuni apparecchi ruotano anche la testina di aspirazione per pulire quei luoghi difficili da raggiungere. Considera anche la dimensione della spazzola aspirante. Mentre è possibile coprire un’area più velocemente con una spazzola più grande, la stessa bocca potrebbe essere troppo grande per adattarsi a spazi ristretti.

Versatilità

Se stai cercando una scopa elettrica che puoi usare anche per ripulire le superfici dei tappeti, ti serve un’unità che abbia la spazzola con uno speciale pettine estraibile. Questo accessorio ti consente di pulire più a fondo passando tra le trame dei fili piuttosto che agire in superficie.

Alcune unità si convertono anche in un aspirapolvere portatile che puoi usare facilmente per pulirei mobili imbottiti e le aree difficili da raggiungere.

Contenitore della polvere

La maggior parte delle scope elettriche non usa più sacchetti per raccogliere la polvere. Hanno invece un contenitore raccoglipolvere incorporato senza sacchetto. Più grande è il contenitore, meno frequentemente lo si deve svuotare, ma questo aumenterà anche le dimensioni e il peso della macchina. Svuotare il contenitore della polvere una volta pieno è semplice: basta asportare il serbatoio e senza sporcarsi le mani premere un pulsante per scaricare in pattumiera lo sporco raccolto.

Fai attenzione però ai diversi modelli che potrebbero essere più macchinosi da svuotare con il rischio di combinare un disastro.

Tieni conto anche che ci sono modelli senza sacchetto più potenti che funzionano con tecnologia ciclonica più efficiente nella pulizia, con particolari sistemi di filtraggio delle polveri sottili, dotati di filtri hepa.

Dimensioni

Per la maggior parte delle persone, una delle cose più interessanti delle scope elettriche è che questi dispositivi sono compatti e leggeri. Sono una buona alternativa agli aspirapolvere pesanti quando è necessario pulire rapidamente una piccola area, senza stare a montare sul corpo macchina tutti i tubi e le prolunghe. Questo è particolarmente importante per chiunque abbia difficoltà a spingere un aspirapolvere di grandi dimensioni.

Considera il peso dell’unità che stai pensando di acquistare e quanto spazio occuperà nell’armadio. Nella maggior parte dei casi, questo non dovrebbe essere un problema dato che i dispositivi di questo tipo sono portatili verticali. Tuttavia, non trascurare questo spetto: non vorrai riportare il prodotto a casa e renderti conto che non hai un posto dove tenerlo senza che ti dia fastidio. Sono un’alternativa agli aspirapolvere anche nel rapporto qualità prezzo dell’elettrodomestico.

Accessori

Le scope elettriche di base potrebbero non essere dotate di alcun accessorio, ma ci sono opzioni per le persone che desiderano aumentare la funzionalità della loro macchina. La maggior parte delle unità dispone di tubi flessibili per affrontare aree difficili da raggiungere e possono avere altri accessori come strumenti per fessure o strumenti per tappezzeria e da utilizzare sui mobili.

Puoi averne una con le spazzole intercambiabili da usare sui diversi tipi di pavimento e anche montare turbo spazzole. Pensa a dove intendi usare la tua scopa elettrica e assicurati di sceglierne una con tutti gli accessori necessari.

Scegli un manico ergonomico

In una scopa elettrica il corpo macchina di aspirazione è collocato interamente nel manico. Il modo in cui il manico è raccordato alla spazzola di aspirazione e come è realizzato determina la facilità con cui puoi pulire gli angoli e le nicchie sotto i tuoi mobili e altrove.

Un manico che si piega all’indietro, fino a toccare quasi il pavimento, grazie a uno snodo flessibile nel punto di connessione dell’aspirazione con la spazzola ti consentirà di raggiungere facilmente aree sotto il divano, il letto, i tavolini, risparmiandoti la fatica di spostare i mobili per la pulizia. I manici più sottili sono quelli che ti permettono una maggiore accessibilità ai punti più nascosti.

Non è detto però che questi apparecchi siano più comodi da usare se sacrificano il volume del contenitore di raccolta della polvere.



Lascia un commento