Diamoci un Taglio, con le 5 Migliori Falci!

Tagliare il prato per la manutenzione del giardino è un’operazione che si fa in mille modi. Puoi usare un tosaerba manuale, elettrico e a motore o un robot tagliaerba tuttofare che rasa in automatico. O ancora, puoi utilizzare la migliore falce.

La falce è uno strumento antico che rimanda alla notte dei tempi ma anche a quando non c’erano le macchine. Con questo utensile infatti puoi tagliare non solo l’erba del tuo prato ma anche un piccolo appezzamento di grano. Certo, poi l’erba sfalciata la devi raccogliere con un rastrello oppure se hai degli animali la lasci seccare per farla diventare fieno: è sicuramente un lavoro in più ma che ti gratifica per averlo fatto in modo più naturale.

Se preferisci lavorare in pace e serenità con uno strumento a mano piuttosto che con un rumoroso tagliaerba, puoi anche alzarti presto la mattina quando è ancora fresco e senza disturbare il tuo vicino fare il lavoro in tranquillità.




Le migliori falci

# Anteprima Prodotto Voto Prezzo
1 Falci Pietra Cote Originale... Falci Pietra Cote Originale... 2 Voto 4,88 EUR
2 Xclou 368802 - Falcetto... Xclou 368802 - Falcetto... Nessuna recensione 18,64 EUR
3 OUNONA Attrezzo durevole di... OUNONA Attrezzo durevole di... Nessuna recensione 10,59 EUR 6,59 EUR
4 Xclou 368840 - Manico... Xclou 368840 - Manico... 1 Voto 23,95 EUR
5 vidaXL Falce con Mola 140 cm vidaXL Falce con Mola 140 cm 3 Voto 19,79 EUR

Qual è la migliore falce?

Essendo un attrezzo che non si usa più tanto potresti fare fatica a trovarlo sul mercato. Si consiglia quindi di dare un’occhiata alla vendita online dove trovi offerte più economiche e magari anche prodotti a basso prezzo.

Si tratta di un attrezzo artigianale e quindi la marca di solito non è importante. Le opinioni che trovi nel web ti possono dare un’idea più precisa sulle caratteristiche del prodotto. Il prezzo non risulta essere eccessivo e puoi anche comprare separatamente manico e lama da assemblare.

 

#1 Leborgne Falce erba destra - La migliore per: molto maneggevole 

Offerta
Leborgne, 271450 Falce erba...
2 Voto

Questa falce erba destra ha una lunghezza di 45 centimetri pesa solo 0,24 chilogrammi: non stanca la mano, quindi, anche in caso di utilizzo prolungato e garantisce un’elevata capacità di taglio. Realizzata in acciaio di alta precisione, è forgiata e temprata per una migliore resistenza all’usura.

È anche rinforzata sul lato esterno. Il suo particolare design è progettato all’insegna della massima sicurezza. Il manico in legno assicura un comfort ottimale.

  • Confortevole
  • Precisione
  • Resistente

 

#2 Fiskars Falce - La migliore per design della lama 

Fiskars 274420 - Erbe falce...
1 Voto

Si tratta di un modello con lama molto affilata ma, nello stesso tempo, assolutamente sicura. La particolare curvatura della lama consente infatti di tagliare senza il rischio di tagliarsi le mani.

Ha una lunghezza di 42 centimetri e pesa 0,24 chilogrammi. Il manico in legno offre un buon livello di comfort anche nel caso di un utilizzo impegnativo. Grazie al foro sulla lama è possibile appenderla.

  • Affilata
  • Sicura
  • Comoda

 

#3 Hiyoko Falce per Erba Nejiri Kama - La migliore per utilizzo in spazi ristretti 

Si tratta di una falce tipica giapponese, ideale per diserbare in spazi ristretti. Molto robusta, la sua lama è in acciaio al carbonio temperata a 58 HRC, che garantisce un’elevata capacità di taglio

È particolarmente adatta ad essere impiegata in presenza di terreni duri per tagliare le radici delle erbacce. Il manico è in legno. L’utensile pesa 180 grammi ed è lungo 31 cm; la lunghezza della lama è di 9 cm. È un prodotto made in Japan.

 

#4 Falci Seghezzo - La migliore per prezzo interessante 

Ideale per chi ha un budget contenuto ma non vuole rinunciare alla qualità, questo utensile ha una lama in acciaio forgiato, battuto al maglio, con bordo. La lunghezza della lama è di 53 cm e la larghezza al centro è di 3,7 cm. Il manico è realizzato in legno accuratamente selezionato. È un prodotto made in Italy.

  • Pratico
  • Comodo
  • Made in Italy

 

#5 Sunflower Flor Falciola per Erba - La migliore per proteggi lama 

Con il suo design arrotondato ed ergonomico, questo strumento da giardino consente di effettuare ogni operazione in modo rapido, preciso e senza sforzo.

La larghezza di lavoro è di circa 20 centimetri. Viene fornito completo di proteggi lama, all’insegna della più totale sicurezza.

  • Ergonomia
  • Precisione
  • Comfort




Che cos’è la falce?

Si tratta di un attrezzo manuale dotato di lama ricurva e manico in legno, utilizzato in agricoltura e nel giardinaggio per tagliare l’erba. Con questo termine si possono intendere due attrezzi distinti: la falce fienaia (o frullana) e il falcetto.

Il primo è un attrezzo a due mani con una lama arcuata lunga da 60 a 90 cm, fissata perpendicolarmente ad un manico lungo da 140 a 160 cm. Quest’ultimo è dotato di due impugnature, una a mezza altezza e l’altra all’estremità opposta alla lama. È una falce per erba, che si usa appunto per tagliare l’erba del prato o per togliere le erbacce e infestanti da un campo;

Il falcetto si impugna invece a una mano per recidere gambi di cereali o erba alta per farne fascine (simboleggiato anche come simbolo celtico con cui i druidi raccoglievano il vischio)

È uno strumento agricolo antico. In passato la lama era di silice, poi di rame e bronzo, infine di ferro. È diventato persino uno strumento di guerra e arti marziali come la falce giapponese o kama. Rimanda a un tempo senza motori e richiede una tecnica specifica che si impara con la pratica.

Perché usare la falce?

In epoca moderna riscoprire la falce è un modo per vivere la natura a ritmi lenti, quelli dei nostri nonni e bisnonni: per questo se hai ancora in buono stato uno dei loro attrezzi ne fai pure un oggetto vintage da esporre in modo appropriato.

Ma è soprattutto un modo per stare tranquilli e sereni senza rumori.

Una semplice falce è un aiuto efficace contro ortiche e altre erbacce che invadono la natura. Al giorno d’oggi è uno strumento sottovalutato. In realtà se hai l’erba alta perché hai degli animali e vuoi fare fieno è uno dei migliori utensili per il giardinaggio e merita un posto nel tuo capanno degli attrezzi.

L’uso di un falciatore a mano ha tantissimi vantaggi anche per i nostri tempi moderni fatti di inquinamento, impoverimento del suolo, perdita di contatto dell’essere umano con la natura, mentre ha il solo svantaggio di non essere abbastanza veloce e redditizia per la nostra società, che corre e vuole produrre tanto e subito.

Lama della falce?

Il taglio dell’erba con la falce si effettua con un bilanciamento regolare delle due braccia che si fanno oscillare in orizzontale dirigendo la lama all’altezza voluta. La lama deve essere frequentemente affilata usando la pietra cote lubrificata con un po’ d’acqua (il contadino portava la cote alla cintura con un corno d’acqua, bagnava la cote e la usava per affilare lama). Di tanto in tanto il filo deve essere rifatto battendolo con un apposito martello su una piccola incudine.

Se desiderate ottenere ottimi risultati finali nella falciatura a mano dell’erba, dovrete mantenere la lama della falce costantemente affilata e imparare a dosare i colpi: devono essere decisi e regolari, in modo da tagliare bene l’erbaccia e non ripetere il passaggio dell’attrezzo manuale.

Quando è nata la falce?

Questo strumento esiste da millenni. Lo sviluppo della falce ha svolto un ruolo chiave nella rivoluzione agricola dei tempi neolitici quando le erbe come il grano e l’orzo sono diventati alimenti base e tagliarli con la falce facilitava il compito di raccolta.

La meccanizzazione ha sostituito l’uso della falce e del falcetto e da un paio di generazioni a questa parte nessuno, o quasi, ha più preso una falce in mano; ormai ai giorni nostri diamo per scontato che ci voglia un trattore, o comunque un motore, per tagliare un prato e che non ci siano vantaggi nell’imparare a falciare a mano.

Quando usare la falce?

In primavera erbe ed erbacce crescono a dismisura e se le lasci andare diventeranno abbastanza alte da fare sembrare il tuo giardino o prato un luogo selvaggio. Se vivi in campagna la crescita incontrollata ti può dare problemi: ecco perciò che una sorta di controllo della natura ti aiuta a mantenere pulite le aree vicino alla tua casa, evitando di avere in giro bisce e altri animali infestanti.

Offerte falci

Offerta Leborgne, 273.550 Falce...
Offerta KORMAX 164006-Falce tagliaerba...

Vantaggi della falce?

Innanzitutto la falce è uno strumento fatto solo di ferro forgiato, materiale totalmente riciclabile e riproducibile all’infinito. In pratica è solo un grande coltello progettato, grazie alla lunghissima esperienza umana, per tagliare l’erba nel modo più efficiente possibile. Il costo, sia di produzione che di acquisto è quindi ridicolo rispetto alla sua durata, che può tranquillamente superare una ventina di anni.

Per il suo utilizzo non necessita d’altro che di un paio di braccia volenterose. Niente inquinamento.

È uno strumento piacevolmente poco rumoroso, al contrario di ogni altra tecnica di sfalcio a motore, e produce un suono armonioso e ritmico.

Si può usare la falce senza indossare indumenti protettivi; questo utensile infatti taglia l’erba ma non produce residui pericolosi come sassi che possono ferire la pelle schizzando in aria (come accade invece con gli altri metodi). Dimenticatevi la maglia a maniche lunghe, pantaloni da lavoro, scarpe chiuse, guanti, mascherina, paraorecchie, occhiali protettivi, miscela per il motore, ricambi. Quando dovete tagliare l’erba tutto quello che vi serve è quello che avete addosso, la vostra falce ben molata e la pietra per affilare.

Inoltre se si usa la falce nel modo corretto non è possibile ferirsi perché la lama passa sempre distante dai piedi.

Benefici della falce per la natura?

Anche il terreno ha dei vantaggi nell’essere falciato a mano.  Innanzitutto, nessun trattore o mezzo meccanico calpesta quel terreno; questo vuol dire che non viene compattato da quintali di peso e non vengono rilasciati sul terreno, e sull’erba tagliata, o sulla frutta, per non parlare dei fumi tossici del motore.

L’erba tagliata con la falce non viene tritata e rimane integra: può quindi essere utilizzata come nutrimento per gli animali.

Usando la falce si salvaguardano tutte le specie di insetti, rettili, anfibi, ragni e così via che vivono nell’erba e che vengono in gran parte uccisi con le tecniche di falciatura a motore.

Con la falce si può operare un taglio selettivo delle erbe e si evita di danneggiare piante o alberi da frutto in crescita.

A livello generale la falciatura manuale favorisce la biodiversità dell’ambiente in cui viene utilizzata e garantisce un prodotto della terra migliore, meno inquinato e più sano (che sia per il fieno, per un cereale, per la frutta ecc.).

Infine vi offre anche vantaggi fisici e spirituali perché quando siete nel silenzio della natura vi invoglia a stare in pace con voi stessi.

Come usare la falce?

Al momento della falciatura, il vostro baricentro del corpo va spostato in avanti rispetto alla lama della falce, in modo da permettere la sua massima spinta ed evitare il rischio di colpirvi.

Cominciate a lavorare tenendo la mano destra davanti alla gamba destra e la lama quasi alla base del terreno, e a muovere la falce mantenendo la lama sempre alla medesima altezza, finché la vostra mano destra in movimento non venga a trovarsi di fronte all’arto inferiore sinistro.

Proseguite portando l’utensile nuovamente indietro e ripetete le operazioni descritte in precedenza, avanzando lentamente nel lavoro di taglio a mano dell’erba.

Il falcetto a mano può essere utilizzato liberamente: con una mano si tiene la pianta o le piante in un mazzo, con l’altra le si falcia alla base oscillando l’utensile verso di sé. Esistono diversi tipi di falci: gancio per l’erba, gancio di scambio, gancio di strappo, gancio di taglio, gancio per la raccolta, gancio per la pesca e gancio per l’insacco.

Un particolare tipo di falce da giardino è la falce pieghevole, in cui la lama si piega per essere riposta nel modo più sicuro. La falce può essere usata per diserbo.

Tagliare con la falce è faticoso?

Se si usa la falce con il movimento giusto, falciare è un’attività piacevolmente faticosa. È una fatica regolare e ritmica che con l’esperienza diventa sempre meno gravosa.

Si compie una rotazione del bacino e delle braccia, un movimento che ricorda gli esercizi da fare in palestra per sciogliere i muscoli. È una fatica che non logora ma anzi diventa meditativa.

Falciare tiene in forma il fisico ma anche la mente. Tagliare l’erba in silenzio, sentendo il profumo dell’erba che cade circondato dai suoni del prato; poi fermarsi ogni tanto per molare il filo della falce e guardarsi intorno, poter parlare e cantare liberamente.

È un’attività che rende autonomi e sviluppa la propria capacità manuale, una facoltà troppo spesso bistrattata ai giorni nostri.

La falciatura è perfetta come attività ricreativa, come attività per un equilibrio psico-fisico, come attività meditativa, per tornare a fare da sé, come scelta etica, come riscoperta di antichi saperi, come scelta ecologica, come strumento per lo sviluppo della biodiversità, come scelta di produzione a inquinanti zero e per del cibo di migliore qualità…. E molto altro ancora!

Ma in realtà basta guardare su youtube, per scoprire che la falce viene ancora usata in gran parte del mondo, dove il motore costa troppo.