Crepes, che passione: 6 migliori crepiere elettriche per rendere speciale la tua tavola

Come forse molti sanno, nel mondo le crepes vengono cucinate quasi esclusivamente per la prima colazione.

In Italia, invece, esistono molte preparazioni a base di crepes, alcune sdoganate dalla Francia, altre completamente nostrane, che si possono preparare con questi elettrodomestici di semplice utilizzo.

 

Ma qual è la migliore crepiera elettrica in commercio?

# Anteprima Prodotto Voto Prezzo
1 Ariete  183 Crepes Maker Party... Ariete 183 Crepes Maker Party... 91 Voto 35,00 EUR 27,89 EUR
2 G3 Ferrari G10306 CREPPE... G3 Ferrari G10306 CREPPE... 89 Voto 34,90 EUR 24,29 EUR
3 Severin SEV2198 Crepiera Severin SEV2198 Crepiera 156 Voto 38,94 EUR
4 PEDRAS - Padella Doppia... PEDRAS - Padella Doppia... 44 Voto 32,00 EUR
5 Ballarini Cookin' Italy... Ballarini Cookin' Italy... 18 Voto 23,90 EUR 22,61 EUR
6 Melissa 16310146 Piastra per... Melissa 16310146 Piastra per... 2 Voto Attualmente esaurito

Crepes salate con verdure, salmone, prosciutto e formaggio, besciamella, gratinate.

Crepes dolci a metà pomeriggio come spuntino o dopo cena come dessert: con crema di nocciole, marmellata, gelato, frutta.

Crepes cucinate nei chioschi di street food nelle grandi città o nelle fiere da mangiare passeggiando.

I bambini ne vanno matti e preparare le crepes è un’attività semplice e divertente da svolgere insieme a loro.

Queste deliziose frittelline hanno mille utilizzi e la tua fantasia potrà scatenarsi!

Le prime volte forse non sarà semplice: dovrai imparare a preparare un’ottima pastella e a capire quale sia la temperatura giusta.

Ma una volta che ci avrai preso la mano…nulla ti fermerà!

La tavola sarà arricchita dalla tua fantasia e da tutti i piatti dolci e salati che potrai creare a base di crepes.

Abbiamo selezionato per te le 6 migliori piastre per crepes sul mercato; qui troverai quella più adatta alle tue esigenze: cucinare a casa per la famiglia e gli amici oppure utilizzare la piastra in un esercizio commerciale.

In ogni caso, vista la versatilità delle crepes in cucina, questo non potrà che essere un ottimo investimento!

E tu cosa ne pensi? Qual è la più adatta alle tue esigenze?

 

1. Piastra electtrica Ariete Crepes Maker

La migliore per: cucinare crepes classiche

Offerta
Ariete  183 Crepes Maker Party...
91 Voto

La “classica” piastra elettrica automatica per crepes, dall’accattivante design retrò.

Questo tipo di piastra può essere utilizzata, oltre che per cucinare le crepes, anche per preparare deliziosi piadine e pane pita.

Puoi utilizzarla anche come piastra per waffle!

La piastra occupa pochissimo spazio nella tua cucina ed è di semplice utilizzo: prepara la pastella, versala sulla superficie della piastra, aspetta che la crepes sia pronta e…farcisci a piacere!

Troverai inclusi 2 spatole in legno e il pratico ricettario.

La piastra è antiaderente, dotata di termostato e avvolgicavo, ha una potenza di 1000 Watt e pesa 1,7 Kg.

 

2. Crepiera elettrica Beper

La migliore per: scegliere la temperatura di cottura più adatta al tuo tipo di cucina e ai tuoi gusti

Offerta
G3 Ferrari G10306 CREPPE...
89 Voto

Una padella per crepes dalle dimensioni contenute ma perfetta per cucinare le tue crepes o per scaldare le piadine, anche già con la farcitura.

La piastra ha un diametro di 30 cm e la superficie è completamente antiaderente: potrai cucinare senza aggiungere ulteriori grassi, se sei attento alla linea!

Nella confezione troverai la comoda paletta di legno per stendere uniformemente la pastella.

La particolarità di questa piastra per crepes è la funzione “5 temperature” che potrai monitorare grazie alla spia dedicata.

La piastra ha una potenza di 900 Watt, è alimentata a 220-240V – 50Hz e pesa 1,2 Kg.

 

3. Crepiera G3 Ferrari

La migliore per: creare crepes di piccola dimensione

Offerta
G3 Ferrari G10306 CREPPE...
89 Voto

Compatta piastra per crepes elettrica dal diametro di 20 cm, ideale per preparare piccole porzioni da combinare nel piatto di portata. Nella confezione troverai la pratica spatola per stendere uniformemente l’impasto e la ciotola per preparare la pastella.

Particolarità di questa piastra per crepes: puoi versare la pastella direttamente sulla piastra e stenderla con la spatola, oppure immergere delicatamente la superficie antiaderente in un piatto piano con poca pastella.

L’impasto aderirà perfettamente alla superficie e non avrai bisogno di stenderlo!
La piastra ha una potenza di 800 Watt è alimentata a 230V e pesa 748 gr.

 

4. Duo de crêpes Lagrange

La migliore per: scatenare la tua fantasia!

Puoi cucinare sia crepes grandi che molto piccole.Una crepiera elettrica davvero speciale!
Nella confezione troverai due diverse piastre in alluminio intercambiabili: una classica crepiera automatica dal diametro di 35 cm e l’altra suddivisa in 7 piccoli spazi tondi per cucinare crepes più piccole o pancakes.

E’ dotata di termostato regolabile per scegliere il grado di cottura in base ai tuoi gusti!
Insieme alla piastra troverai 7 mini spatole in legno, 1 spatola grande in legno, 1 spatola per distribuire uniformemente la pastella e 1 mestolo dosatore.
La piastra ha una potenza di 1400 Watt, è alimentata a 230V e pesa 5 Kg.

 

5. Piadineria Princess

La migliore per: essere ancora più sicuro di non scottarti grazie al rivestimento in ceramica

Offerta
Princess 492227 Piadineria
64 Voto

Padella per crepes e piadine con rivestimento in ceramica a due strati per la maggiore garanzia della tua sicurezza (non ti scotti!).

La piastra ha una superficie antiaderente del diametro di 30 cm.

Nella confezione troverai 1 spatola per distribuire uniformemente la pastella e 1 spatola per aiutarti a sollevare e girare la crepe.

Particolarità di questa piastra per crepes? Molto semplice da pulire!
La piastra ha una potenza di 1100 Watt, è alimentata a 230V e pesa 1,9 Kg.

 

6. Macchina per crepes Russell Hobbs

La migliore per: creare crepes classiche e occupare poco spazio in cucina

Offerta
Russell Hobbs 20920-56 Fiesta...
1 Voto

Crepiera antiaderente dal classico diametro di 30 cm, dotata di termostato regolabile per ottenere il grado di cottura e brunitura che preferite.

La piastra ha due indicatori: funzionamento (acceso/spento) e “pronta temperatura”.
Nella confezione troverai anche 1 spatola per distribuire uniformemente la pastella e 1 spatola per aiutarti a sollevare e girare la crepe.

L’apparecchio ha una dimensione contenuta per non occupare troppo spazio nella tua cucina ed è un complemento necessario per rendere ancora più fantasiose le tue tavole in famiglia o con gli amici!
La piastra ha una potenza di 1000 Watt e pesa 2,5 Kg.




Che cos’è esattamente una crepiera?

Una crepiera è un apparecchio di cottura usato per fare crepes, frittelle o tortillas. Non va confusa con una normale padella. In origine venivano utilizzate grandi piastre di ghisa scaldate sul fuoco.

 

Perché acquistare una crepiera?

Alcune persone sono intimidite dalla prospettiva di creare da sole le crepes. Da una parte, sono attratte dall’estrema versatilità di queste appetitose specialità culinarie: si possono farcire in mille modi diversi. Ma hanno anche un’apparenza così fragile che sembra impossibile non frantumarle in mille pezzi durante la preparazione.

Con una crepiera tutto diventa estremamente facile e, dopo pochi tentativi, acquisirai una tecnica assolutamente perfetta: ti sembrerà di aver fatto crepe da una vita!

 

Crepiera o padella elettrica?

Quando ti senti pronto a intraprendere gusta gustosa e appagante avventura, ti trovi subito di fronte a un dilemma: è meglio acquistare una crepiera elettrica professionale o una padella elettrica?

Entrambi questi utensili da cucina sono concepiti per riscaldare una semplice superficie di cottura, ghisa o alluminio antiaderente, alla temperatura desiderata.

L’unica vera differenza è la profondità della superficie di cottura. Le padelle elettriche tendono ad essere profonde, mentre le crepiere sono praticamente piatte. Questa caratteristica costruttiva rende possibile realizzare delle crepe sottili come in foglio di carta.

 

Quale crepiera scegliere?

Prima di iniziare la tua avventura nel mondo delle crepe, devi prima fare un passo indietro e decidere quale crepiera ti si addice meglio. Non hai bisogno di fare un mutuo per comprare un dispositivo di questo tipo. Hai solo bisogno di prendere in considerazione alcuni fattori.

 

Dimensione piastra della crepiera?

La prima e più importante domanda da porsi è: quanto ti piacciono le tue crepes? Più grande èmigliore-Crepiera-elettrica la piastra calda, maggiore sarà la versatilità in termini di dimensioni.

Alcuni modelli sono in grado di produrre crepes fino a 30 centimetri di diametro! Come si può facilmente immaginare, il lato negativo dei modelli più grandi è che occupano molto spazio, il che non è ideale per un dispositivo di cottura che può essere utilizzato solo occasionalmente.

Ci sono apparecchiature che presentano la piastra divisa in piccole sezioni, che consentono così di produrre più mini crepes allo stesso tempo. Alcuni modelli sono a 6 stampi, per ottimizzare il taglio della preparazione.

La tua decisione qui alla fine si ridurrà a quanto spazio cucina hai e quanto regolarmente intendi servire crepes nel menu.

 

Facilità d’uso di una crepiera?

I dispositivi in commercio sono generalmente facili da usare. Tutto quello che devi fare è collegare l’unità e sei pronto per usare il prodotto. Non è necessario diventare un esperto prima di poter iniziare a preparare crepes e omelette per la tua famiglia. Tutto quello che devi avere è un apparecchio di qualità.

 

Durata di una crepiera?

Le crepiere hanno generalmente una struttura robusta e sono progettate per durare nel tempo. La scelta va fatta in base al tipo di utilizzo che se ne vuole fare. Se hai intenzione di preparare ogni giorno per la tua famiglia crepe, omelette e frittelle devi solo cercare il modello giusto per te.

 

Usare la crepiera è divertente?

Chi non vorrebbe sperimentare la preparazione di crepes francesi nel comfort della propria cucina? Non è necessario girare da un ristorante all’altro per gustare mille prelibatezze quando puoi prepararle da solo.

Le crepiere sono anche ottimi strumenti per fare pratica e migliorare il tuo metodo di cottura. Non solo la troverai un’esperienza divertente, in men che non si dica preparerai tanti pranzi e cene senza neanche accorgertene.

 

Crepiera a gas o elettrica?

Quindi, sei pronto per intraprendere la tua avventura nella creazione di crêpe. La prima cosa che devi decidere è se hai bisogno di un modello a gas o elettrico. La scelta è tua: ognuno ha i suoi vantaggi, quindi si tratta di una questione di preferenze personali, in base anche esigenze della tua cucina.

I dispositivi elettrici possono essere più efficienti a lungo termine. Inoltre sono molto pratici: basta collegarli alla rete elettrica. Sono ideali per un impiego casalingo o anche professionale, come ad esempio quello di un ristorante, un bar o una pasticceria.

Le piastre a gas sono di solito più adatte per i catering all’aperto e per eventi. Tendono a scaldarsi più velocemente, il che può aumentare la produttività e la redditività della tua cucina.

 

Struttura rotonda o quadrata della crepiera?

La funzionalità e le prestazioni di entrambe le opzioni sono le stesse. Anche se leggermente più costosi, i modelli a struttura quadrata sono più facili da pulire e mantenere e rappresentano una scelta elegante e compatta. Di solito sono ideali per i ristoratori che operano con furgoni e rimorchi su misura, dove lo spazio è ristretto e ristretto.

Se lo spazio non è un problema, allora un modello rotondo sarà perfetto per te.

 

Crepiera singola o doppia?

Le strutture circolari accolgono piastre singole. Se hai necessità di produrre numerose crepes in poco tempo, meglio scegliere una crepiera doppia su una struttura rettangolare.

Tuttavia, valuta con attenzione quest’ultima scelta. Infatti, se per una qualsiasi ragione una delle due piastre smette di funzionare e devi mandare la crepiera al centro di assistenza, per un po’ di tempo non avresti disponibile nessuna delle due piastre.

 

Accensione piezo della crepiera?

Nei modelli a gas, hai la possibilità di optare come optional per l’accensione piezoelettrica integrata nella crepiera. Tuttavia, un’accensione incorporata è una caratteristica aggiunta. La scelta dipende in realtà dalle preferenze personali e dal budget, poiché esiste una differenza di prezzo per poter disporre di questa caratteristica.

 

Distribuzione del calore nella crepiera?

Ciò che rende veramente unica la crepiera rispetto a una padella elettrica è la sua capacità di distribuire il calore in modo più uniforme attraverso la sua piastra di cottura. Dopo tutto, questo è il vero motivo chiave per investire in un dispositivo di questo tipo!

Alcuni modelli offrono un’evoluta funzione di controllo della temperatura, in cui la piastra riscaldante si raffredda si raffredda in modalità automatica per evitare bruciature. Se sei un vero buongustaio e vuoi cuocere le tue crepe alla giusta temperatura, questo aspetto può essere un valido motivo per scegliere un dispositivo più costoso.

 

Intervallo di temperatura della crepiera?

Per lo meno, dovresti prendere in considerazione un modello che ha un range nel suo indicatore di temperatura per consentire un’adeguata regolazione del calore.

Tieni presente che molte crepiere di tipo professionale offrono un intervallo di temperatura di circa 50-300°C. Poiché alcune ricette possono richiedere un calore più alto o più basso rispetto ad altre, un intervallo di temperatura così ampio significa che questi apparecchi possono essere utilizzati per realizzare una notevole varietà di prelibatezze.

 

Velocità di cottura della crepiera?

Come puoi facilmente immaginare, quando si tratta di velocità di cottura non tutti le crepiere offrono le stesse prestazioni! Se acquisti online, leggi le recensioni per vedere quanto velocemente le piastre sono in grado di raggiungere il calore richiesto.

I modelli ti consentono di cuocere le tue crepes in circa 3 minuti – il che è perfetto se stai cucinando per molte bocche affamate! Una piastra a riscaldamento rapido dovrebbe anche consentire di ottenere una cottura più uniforme, evitando rotture quando si capovolge la crepe.

Tieni presente che sono disponibili anche versioni di crepiera elettrica con coperchio che consentono di velocizzare e uniformare la cottura.

 

Materiale della crepiera?

Se vuoi che la tua apparecchiatura duri a lungo, occorre valutare con cura i suoi materiali costruttivi. La maggior parte dei modelli di fascia medio-alta che sono progettati con una struttura in acciaio inox, che è robusta, antiruggine e facile da pulire. In caso di utilizzo saltuario, si può optare anche per una struttura in materiale plastico, più legger ed economica.

La piastra in ghisa è concepita per resistere alla prova del tempo. Quelle antiaderenti sono pratiche e maggiormente adatte all’uso domestico.

 

Piastra della crepiera in ghisa o antiaderente?

Perché scegliere la ghisa? Contrariamente all’acciaio o alle leghe di alluminio, la ghisa si riscalda in modo uniforme, rendendola una scelta perfetta per la cottura di crepes speciali! Inoltre, durerà a lungo se viene trattata con la dovuta cura.

Le piastre antiaderenti, molto diffuse in ambito domestico, hanno un indubbio vantaggio: non richiedono alcun condimento e, nonostante questo, consentono di girare e rimuovere facilmente le crepes. Tuttavia, hanno maggiori probabilità di degradarsi nel tempo.

In ambito della ristorazione è sicuramente più indicata una piastra di ghisa, che resiste meglio all’utilizzo intenso e può durare molto più a lungo, consentendo di risparmiare tempo e costi di manutenzione. Se ci si prende cura della piastra in ghisa (è sufficiente strofinarla periodicamente con olio) potrebbe durare tutta la vita.

 

Crepiera per principianti?

Se è la prima volta che ti cimenti nella creazione delle crepe, dovresti cercare un modello che ti semplifichi al massimo i processi di preparazione e di cottura di queste specialità culinarie.

Ad esempio, ci sono alcuni apparecchi che si rivelano estremamente facili da pulire: il che significa che la miscela della crepe ha meno probabilità di attaccarsi alla piastra riscaldante. Molti modelli vengono forniti con strumenti e spatole aggiuntivi per distribuire uniformemente la pastella.

Una caratteristica di grande importanza è la presenza di un “labbro” attorno alla piastra calda, che impedirà fuoriuscite dell’impasto sui lati in fase di cottura.

 

Prezzo della crepiera?

Prima di concludere, vale la pena soffermarsi su alcune considerazioni di massima. Quanto spendere per l’acquisto di una crepiera? A questa domanda, si può rispondere con un’altra domanda: quanto spesso pensi che utilizzerai la tua apparecchiatura?

Se pensi di farne un impiego occasionale, un modello di fascia media può essere il più adatto a te. Tuttavia, vale la pena ricordare che le crepes sono un preparato molto versatile che può essere consumato sia come un piatto salato sia come un dolce. E così, alla fine, potresti utilizzare il tuo dispositivo molto più spesso di quanto pensavi in un primo tempo, al momento della scelta.

 

Considerazioni sulla crepiera?

Qualunque modello tu scelga, devi considera che il vero scopo di un apparecchio di questo tipo è quello di semplificarti la vita! Dovresti quindi cercare modelli che aiutino il processo di cottura e offrano vantaggi rispetto alla tradizionale padella.

Ad esempio, chiediti quanto piacciono a te e alla tua famiglia le crepe. Siete dei grandi consumatori di queste squisitezze? Allora punta a un modello con una grande piastra. Di contro, però, un prodotto di questo tipo occuperà più spazio in cucina.

Quindi, la tua decisione alla fine si ridurrà a quanto spazio hai in cucina e quanto spesso utilizzerai l’apparecchio.

 

Accessori della crepiera?

Quando acquisti una crepiera, è importante considerare di quali accessori potresti aver bisogno per ottenere i risultati desiderati. Se stai cercando di creare autentiche crepes, potresti aver bisogno di una spatola per distribuire correttamente la pastella sulla piastra e fare così crepes il più sottile possibile.

E una volta che la crepe è cotta da un lato, la spatola può aiutarti a girarla senza il rischio di romperla.

Questo può essere fornito in dotazione con l’apparecchiatura e, in caso contrario, può essere utile valutarne l’acquisto. E se nella confezione trovi un modello con piatto potrai portare in tavola le tue prelibatezze nella massima comodità.

 

Dove trovare la ricetta della crepe?

Un sacco di persone adora le crepe, farcite in mille modi diversi. Ma per prepararle occorre seguire con attenzione la ricetta. Nel caso in cui non conosci nessuno che ti possa aiutare, potresti accendere il pc ed esplorare il cyberspazio. Nel web trovi moltissime ricette, oltre a consigli utili sul modo di preparare la crepe perfetta.

Considera anche che spesso, insieme all’apparecchio, viene fornita la ricetta di base con alcune varianti, se non addirittura un ricettario completo per preparare specialità dolci e salate.

 

Ricetta base della crepe?

Ecco un esempio di ricetta di base. Per preparare una crepe dolce occorrono: quattro uova, una tazza di farina 00, una tazza e mezza di latte, un quarto di cucchiaino di sale, un cucchiaio da tavola di zucchero (da omettere in caso di crepes salate), tre cucchiai di burro.

Versare gli ingredienti in un frullatore e mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo.

 

Ingredienti della crepe perfetta?

Per preparare delle crepe sottili e gustose sono necessari tre ingredienti: la giusta ricetta, una crepiera e… la pratica. L’esperienza potrebbe venire subito dopo diversi tentativi e per questo motivo capirai presto che cucinare crepe non è una sfida come potrebbe sembrare in un primo tempo.

Troverai varie ricette di qualità per creare miscele. La verità è che ogni chef ha i suoi consigli per prepararla a regola d’arte. Il resto viene da sé, col tempo.

 

Origini della crepe?

Quando la farina di grano saraceno arrivò in Europa da oriente nel dodicesimo secolo, nacque la crepe. Il grano saraceno stesso è stato coltivato con grande successo nella regione nord-occidentale della Francia, conosciuta come la Bretagna.

Le crepes a quei tempi erano più dure e generalmente meno comuni, e venivano cucinate su grandi piatti di ferro sopra i fuochi a legna. Quando il prezzo della farina bianca crollò all’inizio del XX secolo, la crepe ottenne un’enorme popolarità in tutte le classi, sebbene i metodi di cottura rimasero più o meno gli stessi.

 

La nascita della crepiera

Con lo sviluppo delle pentole elettriche nella metà del XX secolo, la preparazione delle crepe è diventata ancora più facile e ha conosciuto una maggiore diffusione. Negli ultimi decenni si è assistito ad un notevole aumento del consumo di crepe in tutto il mondo. E poiché queste prelibatezze nei ristoranti sono tutt’altro che a buon mercato, chi le apprezza veramente ha iniziato a prepararle da sé.