I 7 Migliori Solventi per Smalto Semipermanente

La rimozione dello smalto non è una parte particolarmente eccitante della tua routine di bellezza, ma è sicuramente importante. La qualità del miglior solvente per smalto semipermanente ha un impatto diretto sulla salute e sull’aspetto delle tue mani. È essenziale utilizzare una formula adatta al tipo di unghie, soprattutto se sono sottili, deboli, sensibili o fragili.

Anche se non devi togliere lo smalto a qualcosa di elaborato come una manicure in gel, alcuni strati di glitter o la massima espressione della nail art, il processo di strofinare via lo smalto di una settimana può essere alquanto noioso.

I Migliori Solventi per Smalto Semipermanente

Qual è il miglior solvente per smalto semipermanente?

In commercio ci sono due tipi di soventi per la rimozione smalto: acetone e non acetone. Il primo è il più comune (e funziona a meraviglia nella rimozione dello smalto per unghie più difficile), ma è anche piuttosto aggressivo sulle unghie e sulle cuticole, in quanto tende a rimuovere anche gli oli naturali della pelle.

I solventi per smalto non acetonici sono a base di ingredienti meno aggressivi come il propilene carbonato e l’etil acetato. Quindi, se vedi il tuo solvente per unghie etichettato come “naturale”, è bene sapere che anche la sua formulazione prevde un solvente, ma non l’acetone. Possono essere presenti anche degli agenti idratanti, come ad esempio la glicerina, per ridurre al minimo la secchezza della pelle.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori solventi per smalto semipermanente:

1. Solvente per smalto semipermanente Mylee

Si tratta di un acetone puro che elimina smalto, gel, varnish, glitter, adesivo, tip, acrilici, fibra di vetro e persino la colla per unghie. Forte e affidabile, è usato dai professionisti nei saloni di bellezza per una rimozione veloce ed efficace, senza danneggiare le unghie. Ha una gradevole profumazione.

Caratteristiche chiave:

  • Ha un’azione forte, senza danneggiare le unghie
  • Consente una rimozione rapida ed efficace
  • Si fa apprezzare per la piacevole profumazione

Specifiche:

  • Marchio: Mylee
  • Contenuto: 250 ml

2. Solvente per smalto semipermanente Aliver Magic Remover

Realizzato con ingredienti naturali, a un odore molto lieve. Rimuove lo smalto facilmente e non danneggia le unghie. È facile da usare: basta applicare leggermente e attendere 3-5 minuti: lo smalto si spezza e si rimuove in poche mosse. Si ha una leggera sensazione di fresco durante le operazioni di rimozione.

Caratteristiche chiave:

  • La rimozione dello smalto è semplice e veloce
  • Il suo odore è molto lieve
  • Dona una sensazione di gradevole freschezza

Specifiche:

  • Marchio: Aliver
  • Contenuto: 2 x 15 ml

3. Solvente per smalto semipermanente Masauda Soak Off

È una soluzione detergente da utilizzare per la rimozione di tutti i residui di acrilico, Gel Polish, Colla, Tip e smalti. Una volta fatta l’applicazione, lo smalto si stacca, sgretolandosi. Garantisce un’azione delicata, che non danneggia l’unghia. La confezione di dimensioni generose consente di avere una notevole scorta di prodotto.

Caratteristiche chiave:

  • Con la sua azione delicata non danneggia l’unghia
  • Si applica con facilità
  • Lo smalto viene rimosso facilmente

Specifiche:

  • Marchio: Masauda
  • Contenuto: 500 ml

4. Solvente per smalto semipermanente Nailfun

Il set è composto da un flacone di solvente per smalto semipermanente per unghie, di tipo soak-off e easy off, e di 100 tamponi detergenti. Si tratta di un metodo delicato e sicuro, poiché il solvente può essere posizionato in modo mirato sull’unghia senza entrare in contatto con la pelle. Completamente formulato con acetone puro, è anche adatto per rimuovere velocemente le punte incollate.

Caratteristiche chiave:

  • Si rivela delicato e sicuro, perché non viene a contatto con la pell
  • È formulato con acetone puro
  • Adatto anche per rimuovere le punte incollate

Specifiche:

  • Marchio: Nailfun
  • Contenuto: 500 ml + 100 tamponi detergenti

5. Solvente per smalto semipermanente Rosalind UV & Led

Questo gel solvente è prodotto con ingredienti naturali, che hanno un’azione delicata sull’unghia. Basta applicarne uno strato e attendere 3-5 minuti: lo smalto per unghie si spezza naturalmente. Quindi, pulire delicatamente con un tovagliolo di carta per rimuovere facilmente lo smalto. Non ha un odore pungente ed è adatto per uso professionale o quotidiano.

Caratteristiche chiave:

  • Dona all’unghia un effetto brillante
  • La sua formulazione è a base di ingredienti naturale
  • Ha un odore soft

Specifiche:

  • Marchio: Rosalind
  • Contenuto: 15 ml

6. Nail Store Solvente Rimuovi Smalto Semipermanente

Proposto a un prezzo altamente concorrenziale, questo solvente consente di rimuovere lo smalto semipermanente in poche mosse. Innanzitutto, si lasciano le unghie in ammollo per circa 10-15 minuti. Successivamente si rimuovere lo smalto semipermanente disciolto con l’aiuto di una spatola per cuticole. Le unghie soo così pronte per ricevere un nuovo strato di smalto.

Caratteristiche chiave:

  • Ha un’azione rapida ed efficace
  • Il suo utilizzo è molto semplice, anche per chi non è particolarmente esperta
  • Richiede un tocco finale con una spatola per cuticole

Specifiche:

  • Marchio: Nail Store
  • Contenuto: 125 ml

7. Solvente per smalto semipermanente Elite99

Il remover può rimuovere efficacemente smalti permanenti e semipermanenti senza danneggiare le unghie. Il cleanser per unghie viene utilizzato per rimuovere lo strato adesivo dopo l’applicazione del top coat, evitando una finitura opaca. Aiuta a ottenere un risultato migliore con lucentezza e una finitura di alta qualità.

Caratteristiche chiave:

  • Sono adatti per tutti i tipi di smalti permanenti e semipermanenti, gel per unghie uv o led, polveri, glitter
  • Hanno un’azione delicata sulle unghie
  • Si ottiene una finitura di qualità

Specifiche:

  • Marchio: Elite99
  • Contenuto: 2 x 80 ml

Come scegliere un solvente per smalto semipermanente?

Sono sicuramente molte le nostre lettrici che hanno provato almeno una volta ad applicare lo smalto solvente per smalto semipermanentesemipermanente. Ma al momento di rimuoverlo, che pazienza! Bisogna infatti applicare un solvente per rimuovere smalto semipermanente, avvolgere dei fogli di alluminio sulle unghie, attendere una quindicina di minuti, rimuovere la pellicola di smalto… Tutto questo, ovviamente, senza danneggiare le unghie.

Perché, come ben sai, nello smalto e nel gel semipermanente, come pure nei glitter e nei prodotti per la nail art possono essere presenti dei componenti difficili da rimuovere. Cerca nella vendita online il solvente per togliere smalto semipermanente per ottenere dei risultati perfetti e per renderti subito pronta a realizzare un nuovo piccolo capolavoro sulle tue unghie.

Con acetone o senza acetone?

Per rimuovere la pellicola di smalto puoi scegliere due strade: utilizzare uno dei prodotti sul mercato che contengono acetone oppure optare per uni dei numerosi solventi senza acetone per smalto semipermanente.

In linea di massima, per i colori più resistenti, i glitter luccicanti e gli smalti gel si consiglia di impiegare un prodotto con acetone: in questo caso, accertati che nella sua formulazione sia presente un agente di condizionamento o un emolliente, per attenuare l’aggressività di questa sostanza. Se invece devi rimuovere uno smalto gel con colori naturali e chiari, secondo l’opinione degli esperti puoi scegliere anche un solvente senza acetone per smalto semipermanente.

In ogni caso è sempre bene leggere con attenzione gli ingredienti riportati in etichetta, soprattutto se hai unghie danneggiate o fragili.

Con acetone – Si tratta del tipo di prodotto più utilizzato, grazie alla sua efficacia e velocità di azione. Generalmente, con un prodotto di questo tipo è richiesta un’applicazione di circa un quarto d’ora. Tieni però presente che, oltre a rimuovere lo smalto semipermanente in tutte le sue parti, toglie anche dalle unghie i suoi oli naturali. Lo stesso accade se viene in contatto con la pelle.

Per questo motivo, oltre a porre la massima attenzione durante l’utilizzo, è sempre pulire con cura le parti trattate. Ultimare l’applicazione con un prodotto idratante e nutriente, prima di procedere con una nuova creazione sulle tue unghie.

Senza acetone – Per sciogliere e rimuovere lo smalto, al posto dell’acetone questi solventi effettuano la rimozione semipermanente utilizzando altri principi attivi come il carbonato di propilene e l’acetato di etile. Si tratta di prodotti meno aggressivi, che puoi identificare a colpo d’occhio in etichetta perché riportano diciture come “naturale” o “biologico”.

Generalmente sono inclusi anche degli ingredienti specifici per idratare la pelle e le unghie, fra cui la glicerina, la vitamina E e estratto naturale di aloe vera.

Domande frequenti sul solvente per smalto semipermanente

Sei alla ricerca di ulteriori informazioni prima di acquistare il tuo solvente? Ti invitiamo allora a leggere le domande che più frequentemente si pongono le amanti degli smalti semipermanenti e della nail art.

E se cerchi un prodotto a basso prezzo, dai un’occhiata nel web: troverai che anche i prodotti di marca sono più economici rispetto alle profumerie e persino del supermercato!

💅🏻 Meglio un solvente con o senza acetone?

Di solito si preferisce l’acetone per via della sua efficacia: rimuove lo smalto in modo rapido e veloce, senza lasciare residui. Tuttavia, la sua azione profonda può disidratare le unghie e la pelle circostante. Il solvente senza acetone impiega più tempo per completare la rimozione, ma è anche meno aggressivo.

Prima di scegliere il prodotto adatto a te, considera se le tue unghie sono sufficientemente forti per un prodotto acetonico o se è meglio optare per un solvente più naturale.

💅🏻 Con il solvente rischio di danneggiare le mie unghie?

Tutto dipende dalla frequenza con cui utilizzi il solvente. Se ami cambiare spesso il look delle tue unghie e utilizzi di frequente un prodotto per togliere il semipermanente, in effetti qualche rischio c’è. Meglio evitare, quindi, una manicure dietro l’altra. Fai riposare le tue unghie, di tanto in tanto.

💅🏻 Si consiglia quindi una pausa tra le varie manicure?

Come abbiamo appena evidenziato, le unghie hanno bisogno di respirare per mantenersi in buona salute. Il consiglio è quello di lasciar passare diversi giorni, prima di effettuare una nuova applicazione di smalto.

Questo vale in modo particolare in estate, quando cioè le tue unghie richiedono un maggior livello di idratazione per poter mantenere il loro splendore naturale.

💅🏻 Esiste uno speciale solvente per smalto gel?

Per rimuovere i rivestimenti induriti con raggi uv, come gel, lacca, gommalacca, lo smalto per unghie a base di acetone è il più efficace.

💅🏻 Quanto spesso posso rifare le unghie in gel?

Lo smalto gel dovrebbe staccarsi facilmente dopo l’immersione: al massimo, puoi utilizzare un bastoncino di legno d’arancio per completare l’operazione. Almeno una volta ogni due mesi, gli esperti consigliano di prendersi delle pause settimanali tra un trattamento e l’altro.

Conclusioni

Le tue unghie sono l’unica cosa che puoi mantenere in forma senza ricorrere all’esercizio fisico e se sono curate rivelano la tua salute interiore. È essenziale prendersi cura delle mani e delle unghie usando prodotti di qualità.

Valuta se, in base alla robustezza delle tue unghie, è il caso di utilizzare un solvente a base di acetone oppure se è meglio optare per un prodotto sviluppato con componenti più delicati.

Segnaliamo fra tutti il Magic Remover della Aliver, un solvente a base di ingredienti naturali. Si usa con facilità e al termine dell’applicazione lascia una piacevole sensazione di freschezza.

Lascia un commento