Le 11 Migliori Dentifrici per un Sorriso Smagliante e Sano

Mi chiedo spesso se la marca di dentifricio che compro abitualmente sia la più adatta per la salute dei miei denti.

È che sul mercato ci sono così tante proposte: dentifrici medicati, dentifrici per denti sensibili e, da qualche anno a questa parte, anche quelli cosiddetti cosmetici come gli sbiancanti. Non parliamo poi di quelli specifici per bambini.

Ma come si fa a scegliere quello giusto? Non dimentichiamo che il miglior dentifricio è a dir poco fondamentale nella nostra routine di igiene orale quotidiana.

E anche riguardo il fluoro, che dovrebbe aiutare a prevenire la carie e a mantenere sano il dente, chi mi dice se nella formulazione della pasta dentifricia ce n’è abbastanza?

Mi sa che mi conviene approfondire con il mio dentista di fiducia.




Qual è il miglior dentifricio?

Il dentifricio non lucida solo i denti; rimuove anche i batteri responsabili della placca

miglior-dentifricio

Dentifricio

dentifricio

Dentifricio

dentale, e che, a lungo andare, possono causare la carie e malattie delle gengive. Questi microrganismi producono anche sostanze di zolfo volatili che sono una fonte di alito cattivo.

Molti dentifrici contengono detergenti che creano un’azione schiumogena per eliminare meglio le particelle alimentari e la placca dentale. Possono avere anche ingredienti abrasivi che aumentano l’efficacia della pulizia. Mentre i rinfrescanti sono aggiunti comunemente per dare una sensazione di freschezza alla bocca e all’alito, e dare un po’ di sapore alla pasta che sarebbe del tutto neutra.

Ai dentifrici sbiancanti, che rimuovono le macchie dei denti e danno un effetto brillantante, si affiancano i tipi di dentifricio antitartaro, che aiutano a prevenire l’accumulo del tartaro dentale.

I dentifrici specificamente formulati con più fluoro aiutano a rinforzare i denti contro la formazione delle carie, li remineralizza contro l’attacco degli acidi e rendono l’alito fresco.

Anche se il dentifricio dà un contributo significativo alla quotidiana igiene orale, è solo una parte del tuo regime di assistenza sanitaria. La spazzolatura deve essere combinata con altri aspetti della cura dentale, tra cui il filo interdentale e una buona dieta. Sono necessarie anche visite dentistiche regolari per verificare i problemi dentali e mantenere sani i tuoi denti.

Puoi acquistare prodotti a basso prezzo un po’ ovunque ma se hai bisogno di dentifrici più specifici puoi rivolgerti alla vendita online. Anche se vuoi farti un’opinione tra i diversi tipi trovi le informazioni che ti servono e altre notizie nei forum. Non dimenticare di chiedere un supporto anche al tuo igienista dentale.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori dentifrici:

1. Betope Dentifricio sbiancante al carbone di cocco attivo: pulizia intensiva per rimuovere le macchie

Il carbone attivo di cocco di cui si compone questo dentifricio risulta maggiormente in grado di adsorbire le macchie dalla superficie del dente. È adatto inoltre per chi ha denti sensibili e previene l’alitosi, grazie alla sua componente di menta fresca.

Lucida i denti senza graffiarli proteggendo lo smalto, migliora la salute delle gengive e rinfresca l’alito. I risultati si vedono già dopo 1 o 2 trattamenti.

  • Migliora il sorriso
  • Disintossica
  • Risultati rapidi

2. Idefair Dentifricio sbiancante al carbone attivo: detergente multiuso

Questo dentifricio al carbone attivo di bambù svolge la sua principale azione come sbiancante ma si dimostra altamente efficace per rimuovere le macchie dentali. Previene le infiammazioni orali causate da microrganismi, trattare le ulcere orali e le gengive sanguinanti, tenere a bada tutte le comuni malattie orali.

Contiene ingredienti naturali senza sostanze chimiche artificiali ed è sicuro per l’uso da parte degli adulti.

  • Anti-macchia
  • Contro l’alitosi
  • Innovativa formulazione

3. Maybeau Dentifricio sbiancante al carbone di legna di bambù: per tutti i tipi di denti

Questo dentifricio al carbone di bambù ha una forte capacità di assorbimento, effetto utile per rimuovere tutti i tipi di macchie di tabacco, macchie di tè, macchie fumo, lasciando i denti puliti senza danneggiare lo smalto.

Rende inoltre il respiro fresco e naturale mantenendolo a lungo senza dover essere imbarazzati mentre si apre bocca, aiuta anche a prevenire la carie. Usando questo dentifricio migliorerà in generale la salute del cavo orale

  • Azione purificante
  • Rinfrescante
  • Dura a lungo

4. Regenerate Dentifricio per rigenerare lo smalto dentale: agisce sugli stadi dell’erosione

 

Questo dentifricio dalla formulazione avanzata, inverte l’erosione dello smalto dentale: l’82% dello smalto è rigenerato in 3 giorni, rigenera lo smalto e la sua microdurezza con gli stessi minerali di cui sono composti i denti, li protegge e rafforza i denti dalla carie in modo preventivo.

La sua azione è in grado di ripristinare il bianco naturale dei denti, li rende più lisci in 3 giorni e rilascia un fresco aroma di menta.

  • Pulisce a fondo
  • Fresco aroma
  • Rafforza

5. Zane Hellas Dentifricio per la protezione dello smalto dentale: azione a lungo termine all’olio di origano

Ideale per chi vuole avere un sorriso bianco. L’azione dell’olio essenziale di origano con altre erbe naturali e xilitolo e sorbitolo (dolcificanti denti-friendly) vi possono aiutare a preservare lo smalto, ridurre la placca, le gengiviti, la secchezza della bocca e vi aiutano a mantenere la salute orale nel modo più ottimale.

Promuove l’igiene orale in modo naturale: l’olio essenziale di origano è tradizionalmente considerato un olio con proprietà antibatteriche e antisettiche.

  • No elementi chimici
  • Gusto intenso
  • Persistente

6. Optima Dentifricio per denti sensibili e gengive delicate 3 pezzi: stabilizza il pH del cavo orale

A base di aloe vera in gel e altri ingredienti naturali, questo dentifricio speciale è in grado di equilibrare il pH del cavo orale per almeno cinque ore fra un’applicazione e l’altra. In questo modo protegge i denti dall’attacco degli acidi, da alito cattivo, gengivite, mughetto, carie, pigmentazione dentale.

  • Di gusto freschissimo
  • Azione rinforzante
  • Sbiancante naturale

7. Biorepair Dentifricio Total Protective Repair

Il migliore per: ripara lo smalto

Oltre a proteggere i denti da placca, tartaro e carie, questo dentifricio ha anche un’efficace azione riparatrice.

È a base di microRepair, una speciale sostanza in grado di insinuarsi nelle micro scalfitture di smalto e dentina, legandosi chimicamente ad essi per chiudere le micro abrasioni. Si rivela così un valido alleato di smalto e dentina che, non avendo cellule, non hanno capacità di rigenerazione spontanea: ogni deterioramento è quindi biologicamente irreversibile.

Il prodotto non contiene fluoro né coloranti, perché i microrepair sono naturalmente bianchi.

  • Senza fluoro
  • Senza coloranti
  • Rigenerante

8. Pasta del Capitano 1905 Dentifricio Erbe Naturali

Il migliore per: igiene del cavo orale

È la versione con estratti di erbe naturali della celebre Pasta del Capitano, un dentifricio creato nel lontano 1905 e che portava una ventata di vera e propria innovazione nel settore: era il primo infatti a non essere realizzato in polvere ma, appunto, in pasta.

La sua speciale formula con microgranuli garantisce una profonda pulizia e igiene del cavo orale. Fra i suoi ingredienti si ritrova la Centella Asiatica, l’Echinacea, il Biancospino e il Lichene Islandico. Non contiene parabeni.

  • Pulizia profonda
  • No parabeni
  • Rinfrescante

9. Regenerate Enamel Science Advanced Dentifricio

Il migliore per: elevata consistenza

Ha formula densa, molto consistente, che denota un elevato contenuto di ingredienti. È sviluppato con l’esclusiva tecnologia NR-5, clinicamente testata: ad ogni utilizzo, questi esclusivi ingredienti forniscono un fresco apporto di minerali dello smalto.

Avvolgendo i denti e integrandosi ad essi, rigenerano lo smalto dentale con lo stesso minerale che lo costituisce. Inoltre, protegge e rinforza i denti contro la carie, aiuta a ripristinare il bianco naturale e lascia una sensazione di freschezza alla menta.

Inizia ad agire subito, fin dal primo utilizzo, e per garantire la massima efficacia dovrebbe essere usato almeno due volte al giorno.

  • Ripara
  • Protegge
  • Freschezza

10. Dentifricio Mentadent Maximum Protection

Il migliore per: azione filo interdentale

Grazie alla tecnologia MicroPure, consente di avere una bocca più pulita, fresca e dall’aspetto più sano.

Durante lo spazzolamento, la sua avanzata formula antiplacca si distribuisce all’interno di tutta la bocca dando una pulizia interdentale dall’efficacia dimostrata anche nelle aree più difficili e per questo più importanti da raggiungere, proprio come il filo interdentale.

Offre dieci azioni: protegge dalla carie, rinforza le gengive, lascia i denti lisci e puliti, rinforza lo smalto, rende bianchi i denti, dona freschezza all’alito, è anti tartaro, anti batterico, per denti sensibili, azione filo interdentale.

  • Antiplacca
  • Rinforzante
  • Denti sensibili

11. Mentadent Denti Più Bianchi Subito

Il migliore per: effetto immediato

Grazie all’esclusiva tecnologia Blue Light, dà un effetto immediato: i denti appaiono immediatamente più bianchi dopo il primo utilizzo. Questo effetto di sbiancamento immediato è temporaneo.

La formula esercita anche un’azione sbiancante progressiva. Offre tutta la protezione di un dentifricio al fluoro ed è adatto a un utilizzo quotidiano. Inoltre, il suo gusto Ice Cool Mint crea una vera esplosione di freschezza in bocca. È clinicamente provato.

  • Utilizzo quotidiano
  • Freschissimo
  • Effetto sbiancante

 

Il dentifricio sbiancante fa miracoli?

I dentifrici sbiancanti sono una categoria di prodotto molto richiesta dai consumatori al giorno d’oggi, soprattutto per combattere le macchie dai denti e prevenirne l’ingiallimento.
Nonostante ciò molti prodotti non fanno miracoli in quanto agiscono in superficie e il loro effetto è limitato a pochi giorni. Esistono però apposite categorie di prodotti con modalità “whitening” più o meno efficaci per contrastare questo tipo di problemi, a seconda delle diverse modalità d’uso e di composizione.

Non ci si deve orientare a prodotti antimacchia abrasivi, pensando che abbiano un effetto migliore, perché un uso eccessivo di questi prodotti o il fai da te aggiungendo alla pasta dentifricia del bicarbonato di sodio potrebbero essere troppo aggressivi e usurare lo smalto dentale.

 

Come scegliere il tipo giusto?

Per avere i denti bianchi è opportuno adottare delle buone abitudini, infatti il fumo e una non corretta alimentazione, possono ingiallire i denti, insieme ad una scorretta igiene orale. Per averli bianchi i denti, è fondamentale allora usare dentifrici sbiancanti appositi che proteggono lo smalto, adatti per le proprie esigenze e caratteristiche dentali, facendo attenzione ad esempio se si hanno gengive sensibili o se i prodotti li usano anche i bambini.

Se stai cercando di far tornare il tuo bel sorriso, un nuovo dentifricio potrebbe essere la soluzione giusta. I benefici tangibili possono includere denti più bianchi, gengive più sane, respiro più fresco o sensibilità ridotta.

Ci son tantissime formulazioni presenti sul mercato, con un’ampia gamma di prezzi; di molti vedi la pubblicità e altri te li può consigliare il tuo dentista. Puoi scoprire da te quali marchi vale la pena pagare e perché alcune paste soddisfano requisiti diversi meglio di altre. Se vuoi cambiare il tuo dentifricio quotidiano, ecco alcuni consigli e idee che potranno aiutarti a trovare il tipo giusto.

 

Quali ingredienti dovresti cercare?

Se tu credessi alla pubblicità, penseresti che il mondo della cura dentale sia un luogo di innovazione, con diversi dentifrici che promettono protezione contro condizioni specifiche, o che pretendono di avere un potere pulente che le altre paste non hanno. La maggior parte di tali affermazioni va presa con le molle: le qualità più importanti di un dentifricio sono le più basilari di tutte.

 

Quanto fluoro dev’esserci?

I dentifrici al fluoro sono i più apprezzati, però è anche vero che il 90-95% delle formulazioni dentifricie commerciali sono già impreziosite con questa sostanza. La maggioranza dei dentisti e l’Organizzazione Mondiale della Sanità concordano sul fatto che il fluoro svolge un ruolo cruciale nella prevenzione della carie, nei limiti ammessi dalla legge. L’eccesso di fluoro può provocare la fluorosi, una degenerazione dello smalto dei denti. È un rischio abbastanza remoto, che riguarda principalmente i bambini sotto i 6 anni di età, sottoposti a sovradosaggio cronico.

Per quanto riguarda la sicurezza del fluoro per i bambini con meno di 6 anni, la Comunità europea afferma, sulla base della letteratura disponibile, che la concentrazione massima di fluoruro ammessa nei dentifrici non costituisce alcun problema. La concentrazione massima autorizzata per il fluoro dei dentifrici dalle Direttive europee è di 1500 ppm o 0,15% di fluoro. I prodotti specifici per bambini ne contengono in genere meno (500 ppm).

 

Quali altri componenti è bene valutare?

Ci sono altri agenti che potrebbero essere utili, tra cui il Novamin, che si lega alla superficie del dente per proteggere le aree sensibili, e il Triclosan, che secondo alcuni studi è un efficace agente antibatterico. Anche un dentifricio al carbone può avere un’azione efficace.

È stato dimostrato che l’arginina o il carbonato di calcio hanno un effetto neutralizzante sugli acidi della placca. Tuttavia non lasciarti conquistare da nuovi composti rivoluzionari. A condizione che il contenuto di fluoro sia abbastanza alto, quale tipo di dentifricio si usa è meno importante di come e quanto spesso lo si usa, per non parlare di quanto a lungo e con attenzione si spazzola.

 

Vale la pena scegliere un tipo sbiancante?

Tutti noi vogliamo denti più luminosi e più bianchi. I dentifrici sbiancanti possono davvero sbiancare un po’ alla volta anche i denti abbastanza scoloriti nel tempo o in una singola sessione usando le paste sbiancanti più potenti. Il problema è che i dentifrici sbiancanti possono anche causare una maggiore sensibilità e abrasione dello smalto; se lo si usa per un tempo prolungato, un dentifricio potentemente sbiancante potrebbe essere dannoso.

 

I dentifrici per denti sensibili funzionano?

I dentifrici sensibili sono progettati per essere gentili con i denti e contengono ingredienti come il nitrato di potassio che alleviano la sensibilità, quindi puoi bere bevande calde o fredde senza alcun problema. Non ci sono effetti collaterali rilevanti, ma potrebbe essere necessario valutare gli effetti desensibilizzanti in un certo periodo di tempo ed eventualmente interromperne di tanto in tanto l’impiego per poi riprenderlo.

 

E per quanto riguarda il tartaro?

Un altro problema da considerare è il tartaro. Diversi dentifrici sostengono di essere d’aiuto nel trattamento come parte di una routine quotidiana di spazzolatura, ma il dentifricio da solo non sarà efficace come un collutorio alla clorexidina usato per un periodo limitato di tempo.

Probabilmente è più importante assicurarti di spazzolare tutti i denti posteriori, spazzolare due volte al giorno per almeno due minuti e assicurarti di spazzolare (non in modo troppo energico) sul bordo gengivale per eliminare la placca. Anche l’utilizzo del filo interdentale o degli scovolini interdentali può essere particolarmente efficace, così come il passaggio a un buon spazzolino elettrico.

 

I bambini hanno bisogno di un dentifricio specifico?

No. In effetti, alcuni dentifrici commercializzati per i bambini non contengono abbastanza fluoro per aiutare a fermare la carie e i piccoli che si abituano ai gusti più fruttati del dentifricio poi spesso trovano difficile passare ai dentifrici che usano gli adulti, di cui avranno bisogno in seguito.

Detto questo, fino a sei anni, i bambini possono usare un dentifricio a bassa concentrazione di fluoro, come anticipato sopra. Oltre i sei anni, possono usare lo stesso dentifricio del resto della famiglia, a condizione che contenga 1,350-1,500 parti per milione (ppm) di fluoruro.

Lascia un commento