Puoi Trasportare di Tutto con i 7 Migliori Carrelli Portapacchi

Il miglior carrello portapacchi trova utilizzo in molteplici occasioni, a casa e sul lavoro. Ma come deve essere fatto per dare il meglio di sé?

Robusto e massiccio per portare anche i pesi più impegnativi o leggero e maneggevole per poterlo muovere quasi senza accorgersene?



Qual è il miglior carrello portapacchi?

I carrelli portapacchi sono strumenti versatili che si possono utilizzare per gli scopi più diversi. Forniscono molte opzioni d’uso quando serve trasportare qualcosa di ingombrante da un punto all’altro.

La vendita online consente di confrontare con facilità le caratteristiche dei vari modelli. Sono molto utili i test e le recensioni di coloro che pubblicano nel web le loro opinioni dopo avere sottoposto il modello acquistato alle più diverse condizioni di utilizzo.

Ecco un’accurata selezione dei prodotti più richiesti, con una descrizione delle loro principali caratteristiche e un’indicazione di prezzo. E quest’ultimo, come potrete constatare, è sempre molto vantaggioso rispetto a quello proposto in negozio.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori carrelli portapacchi:

1. BuoQua Carrello pieghevole per scale

Il migliore per: elevata portata

Ha una capacità di carico massima di 190 kg, consentendo di effettuare anche spostamenti impegnativi. Dispone di 6 ruote per superare fastidiosi dislivelli (come le scale), per evitare gli urti e le buche e per muoversi con disinvoltura anche sulle superfici lisce. Il robusto telaio in acciaio al carbonio e le ruote in gomma di qualità garantiscono la stabilità e la massima durata della struttura.

Si può piegare facilmente per riporlo in poco spazio quando non si ha la necessità di utilizzarlo. Le sue caratteristiche costruttive lo rendono ideale sia per uso domestico che industriale. Ha una lunghezza totale di 113 cm, la larghezza del telaio è di 37 cm e lo spessore del tubo è pari a 1,2 mm. Una volta piegato ha un’altezza di 76 cm.

  • Telaio in acciaio al carbonio
  • Facilmente ripiegabile
  • 6 ruote

2. Carrello portapacchi Meister

Il migliore per: dotato di piattaforma

Progettato con un comodo e ampio pianale, questo carrello ha una capacità di trasporto pari a 150 kg. Ha un rivestimento antiscivolo per consentire di effettuare il trasporto del materiale in modo sicuro, senza il rischio che si sposti.

È equipaggiato con ruote sterzanti complete di freni di stazionamento, molto utili in caso in cui la movimentazione venga effettuata su superfici in leggera pendenza e per eseguire il carico e lo scarico della merce nella massima stabilità. Le sue dimensioni sono pari a 73,5 x 47 cm. Completano le sue caratteristiche costruttive un pratico vano porta-oggetti posto sul manubrio.

Nella dotazione di serie del carrello sono compresi anche sei occhielli da fissare al pianale, che consento di far passare una cinghia di tensionamento che assicura ulteriormente il carico durante gli spostamenti.

  • Pratico
  • Rivestimento antiscivolo
  • Accessoriato

3. Finether XG-131A

Il migliore per: salvaspazio

Disponibile nei colori nero, blu e rosa, questo carrello con struttura in lega di alluminio e ruote in pvc ha una capacità di carico di 80 chilogrammi.

È resistente alla corrosione e alla ruggine. I punti di rilievo sul pianale e la corda elastica fornita in dotazione mantengono ben saldi gli oggetti da trasportare.

Le maniglie, le ruote e il pianale si ritraggono per consentire di riporlo in qualsiasi angolo del box, in un armadio e persino nel bagagliaio dell’auto.

  • Pieghevole
  • Anti scivolo
  • Ergonomico

4. Carrello portacasse manuale TecTake

Il migliore per: altezza regolabile

È un carrello universale con una capacità di carico di 80 chilogrammi. In posizione verticale, la maniglia è regolabile a tre altezze, da 78 cm fino a 103 centimetri.

Viene fornito completo di un anello in acciaio che consente di appendere sacchi e sacchetti, come quelli della spazzatura.

Il piano di carico ha una dimensione pari a circa 53 x 30,5 centimetri. Il peso del carrello è di 6,2 chilogrammi.

  • Maneggevole
  • Compatto
  • Pratico

5. Vigor 59703-10

Il migliore per: in acciaio

La portata di questo carrello portacasse è di 150 chilogrammi, una prestazione che consente di trasportare anche pesi di notevole entità.

La sua struttura è interamente realizzata in acciaio verniciato e misura 52,5 x 46 x 115 centimetri (peso 11,7 chilogrammi).

La pala ribaltabile ha una dimensione di 34,5 x 61 centimetri e le ruote in acciaio pneumatico sono da 250 millimetri.

  • Comodo
  • Robusto
  • Maneggevole

6. Einhell 2260112 BT-HT 90 Carrello in Alluminio

Il migliore per: rapporto qualità/prezzo

La portata massima di questo carrello portapacchi è di 90 chilogrammi. Ha una struttura in alluminio e si rivela particolarmente robusto.

Si ripone facilmente in poco spazio: le sue dimensioni da chiuso sono di 710 x 380 x 190 millimetri. È progettato con piano d’appoggio pieghevole e impugnatura estraibile.

Le ruote sono di tipo gommato con boccola in metallo.

  • Compatto
  • Robusto
  • Versatile

7. Ironware Carrello portacasse a 3 ruote

Il migliore per: fare le scale

La sua particolare soluzione progettuale prevede tre piccole ruote in gomma piena per ciascun lato, per consentire di salire e scendere agilmente le scale.

La struttura si mantiene alla giusta distanza dai gradini e in questo modo non si corre il rischio di danneggiarli.

Le operazioni di montaggio delle ruote pre-assemblate si rivelano semplici e veloci.

  • Pratico
  • Maneggevole
  • Robusto




Utilizzi del carrello portacasse?

È innanzitutto uno strumento di lavoro, indispensabile per lo spedizioniere addetto alle miglior-carrello-portapacchi-manualeconsegne e per il magazziniere che deve movimentare i carichi da un punto all’altro del magazzino. Serve per il trasloco in ufficio, all’aeroporto negli spostamenti nei terminal…

È uno strumento che può essere abitualmente utilizzato anche a casa. I suoi campi di impiego sono innumerevoli: scaricare l’auto e portare la spesa e le casse d’acqua nell’abitazione o trasportare un elettrodomestico, come ad esempio una grossa stufa, dal box all’appartamento.

Si rivela prezioso anche per portare fuori i sacchi d’immondizia del condominio grazie a un apposito gancio in metallo che viene fornito a volte in dotazione.

Tipi di carrelli portapacchi?

Sul mercato ce ne sono un numero infinito per gli usi e i carichi più diversi. In questo post tralasciamo di parlare di quelli elettrici con sollevatore o di quelli motorizzati con le forche che si usano per il trasporto di pallet interi.

Concentriamo invece la nostra attenzione sui carrelli a mano, quelli cioè che servono per muovere merci di ogni genere, imballata in un cartone e in casse. O anche per portare senza fatica i bagagli alla stazione o in aeroporto.

Opinioni sul carrello portapacchi?

Il carrello portapacchi manuale da trasporto deve essere pratico e maneggevole. Deve però anche essere costruito in materiale molto robusto (generalmente in ferro o alluminio).

Ha due ruote ed è dotato di una base a pala molto stretta e che si può reclinare e sollevare con grande facilità. È compatto, pieghevole e una volta chiuso può essere tenuto comodamente in spazi stretti con ingombro minimo, ideale anche da tenere a casa.

Oltre al modello classico richiudibile che è reclinabile e ha un ripiano relativamente stretto, esiste anche quello con un ampio pianale di base, che è lungo e quindi può trasportare carichi più pesanti, trascinandoli ma senza inclinarli e sollevarli.

È il tipo di carrello portatutto che si trova ad esempio negli aeroporti per il trasporto delle valigie. È molto comodo per posizionare sulla sua lunga pala più di un carico alla volta o pacchi molto pesanti e voluminosi.

Ci sono modelli reclinabili che oltre alle due ruote sottostanti hanno anche una terza rotellina che serve proprio per inclinarli e trasportarli più comodamente su tre punti d’appoggio, senza fare nemmeno lo sforzo di fare leva per inclinare il carico.

Ci sono anche modello disposti verticalmente adatti per il trasporto di carichi alti, come possono essere porte o frigoriferi.

La capacità di carico varia sensibilmente in base al modello: il peso massimo trasportabile è indicativamente compreso fra gli 80 kg e i 150 kg.

Materiali carrello portapacchi?

Questi attrezzi sono progettati in materiali diversi per garantire le migliori performance, mantenendo sempre come caratteristica di base l’assoluta robustezza.

Alcuni sono fatti di alluminio, materiale leggero e nello stesso tempo resistente, altri sono invece realizzati di acciaio in tubolare per proteggere la deformazione dei carrelli a mano quando sono usati per trasportare oggetti pesanti da un posto all’altro.

Anche quelli con pianale possono essere in acciaio o legno sostenuto da tubolari e rivestito di gomme antiscivolo per evitare che il carico possa scivolare via.

Tecniche per movimentare il carrello portapacchi?

Questo versatile strumento è molto utile quando si devono portare carichi su per le scale senza spezzarsi la spina dorsale e farsi venire un’ernia.

Il peso durante la manovra di trasporto viene equilibrato in modo tale che il baricentro resti costantemente nel centro della pedata del gradino, per garantire la massima sicurezza di utilizzo senza correre alcun rischio di scivolamenti rovinosi giù per la rampa di scale.

È ovviamente predisposto un sistema di fissaggio del pacco o dell’elettrodomestico che si desidera trasportare al telaio del carrello, generalmente con tiranti in gomma.

Ruote dei carrelli portapacchi?

Un ruolo importante dei carrelli portacasse è svolto dalle ruote. Queste possono essere di diverso materiale a seconda dell’uso e delle superfici su cui devono essere spinti o trascinati.

Nei carrelli a due ruote le dimensioni sono importanti per garantire maggiore direzionalità nei movimenti: le gomme piene e dure possono essere utilizzate per gli ambienti esterni come l’asfalto, dato che offrono un buon effetto ammortizzante.

Se l’impiego è prevalente su altre superfici si possono valutare materiali differenti.

Nei modelli con piano di carico a quattro ruote, queste devono essere piccole e non ingombranti, con almeno un paio di tipo piroettante per agevolare le manovre di spinta e i cambi di direzione.



Lascia un commento