Le 5 Migliori Carte per Fotocopie: Scegli quella giusta!

migliore-carta-per-fotocopieAnche se sembra una decisione semplice, scegliere la migliore carta per fotocopie può rivelarsi un’azione complessa, da fare con attenzione soprattutto in base a quelle che sono le varie esigenze. La carta per fotocopie e per stampante, infatti, non è tutta uguale. Ma invece, quando si effettuano gli acquisti, ci si sofferma soprattutto sul prezzo delle risme di carta senza sapere se effettivamente soddisferanno le nostre aspettative.

Quando si ha bisogno di carta per stampanti o fotocopie, si tende ad acquistare diverse risme di carta. Le risme sono dei pacchi composti solitamente da circa 500 fogli. Il formato A4 (210 × 297 mm) è quello più utilizzato nelle risme in quanto presenta la giusta dimensione per la stampante. Nelle fotocopiatrici si utilizza anche il formato A3 che è pari a due fogli A4 affiancati sul lato lungo.




Le migliori carte per fotocopie

Qual è la migliore carta per fotocopie?

Per gli acquisti intelligenti, la vendita online offre tante opportunità con proposte più economiche. Qui puoi trovare risme a basso prezzo in funzione della qualità e della luminosità: le carte riciclate sono in genere quelle meno costose ma per documenti ufficiali non puoi fare a meno di utilizzare carta bianca.

La marca è importante, perché ci sono cartiere che lavorano meglio delle altre e hanno brand famosi anche in Italia.

Comunque si consiglia sempre di leggere le opinioni di chi ha acquistato soprattutto in presenza di offerte interessanti aziende poco conosciute.

 

#1 Navigator Universal Carta Premium - La migliore per non si inceppa 

Si tratta di una carta multifunzionale in formato A4 ad elevato punto di bianco (CIE 169) garantita al 100% per tutte le macchine da ufficio. È esente al 99,99% da inceppamenti.

Lo spessore e l’opacità si rivelano ideali anche per effettuare delle stampe fronte/retro. Ha una grammatura da 80 g/mq e viene confezionata in risme da 500 fogli. È certificata Fsc ed Ecolabel.

  • Confezione: 5 risme da 500 fogli
  • Certificata
  • Stampe fronte/retro

 

#2 Fabriano Copy 2 Carta Fotocopiatrice - La migliore per in pura cellulosa 

Dalla celebre cartiera italiana, ecco una proposta all’insegna della qualità. È una carta naturale interamente prodotta con pura cellulosa E.C.F. (Elemental Chlorine Free). Si caratterizza per un elevato punto di bianco ed è acid free con riserva alcalina.

Può essere utilizzata per fotocopie, stampa laser, inkjet e fax a carta naturale. La grammatura è di 80 g/mq, 103 µm.

  • Confezione: 5 risme da 500 fogli
  • Acid free
  • Multifunzione

 

#3 IQ IQECOA4 Carta per stampa - La migliore per versatilità 

Questa carta multifunzione è adatta per stampe monocromatiche e a colori e si presta ad essere utilizzata per fotocopie, stampe laser e inkjet.

Ha una grammatura da 80 g/mq ed è in formato A4. Viene proposta in risme da 500 fogli e ogni confezione accoglie 5 risme.

  • Confezione: 5 risme da 500 fogli
  • Stampe a colori
  • Multifunzione

 

#4 Burgo 8121 Carta Repro R Ciclo - La migliore per riciclata 

Offerta
Burgo 8121 Carta Repro R...
42 Voto

Per chi ha a cuore le sorti del nostro pianeta, ecco una carta riciclata di elevata qualità ed eccellente opacità. Prodotta con il 100% di carta da macero non sbiancata con cloro; è ideale per copiatrici, stampanti, laser, telefax.

Ha un punto di bianco CIE 58 e la sua grammatura è di 80 g/mq. È proposta in risme da 500 fogli (5 risme in ogni confezione).

  • Confezione: 5 risme da 500 fogli
  • Elevata opacità
  • No cloro

 

#5 Avery Format Papier - La migliore per elevata grammatura 

Ciò che si apprezza subito in questa carta è la sua grammatura superiore: 90 g/mq. Una caratteristica, questa, che garantisce un’elevata resistenza e versatilità di utilizzo. Inoltre, non si inceppa nella stampante.

Si tratta di un tipo universale per uso quotidiano, ideale per l’ufficio e a casa. La cellulosa con cui è prodotta proviene da boschi a coltivazione eco-sostenibile.

  • Confezione: 1 risma da 500 fogli
  • Resistente
  • Ecosostenibile




Come si produce la carta per fotocopie?

La carta per fotocopia è prodotta da una sostanza fibrosa nota come cellulosa proveniente dagli alberi: si usa la polpa di legno o di cellulosa proveniente da un legno tenero come l’abete o il pioppo (che viene appositamente coltivato perché cresce in fretta, in iniziative forestali sostenibili).

La cellulosa è diluita in acqua e per produrre 1 kg di carta occorrono in cartiera almeno 100 litri di acqua. Vengono usati degli additivi per sbiancarla. Tuttavia al giorno d’oggi si tende ad impiegare additivi acid-free e meno aggressivi, nel rispetto dell’ambiente

Una volta raggiunta la giusta consistenza, la sostanza polposa viene diffusa su uno schermo. A seconda del livello desiderato di luminosità della carta da copia, si usano sfumature di tinta blu e / o viola per trasformare la polpa naturalmente colorata di giallo in una tonalità più bianca.

Per estrarre l’acqua e formare la “carta”, la polpa viene fatta passare attraverso una macchina che spreme la componente idrica. Quindi, viene messa in un forno per estrarre ulteriormente l’acqua.

Da lì, la carta è satura di amido per rafforzarla e rimuovere le fibre vaganti. Infine, la carta per fotocopie viene asciugata e pressata per garantire la consistenza del peso o dello spessore, quindi avvolta in grossi rulli da destinare poi ai tagli nei diversi formati.

Scegliere la carta per fotocopie?

La scelta della carta multiuso per fotocopie e stampante è strettamente legata al tipo di uso che se ne deve fare. È bene sapere che esistono diversi criteri per la classificazione.

La carta uso mano è la più economica ed è indicata soprattutto per la stampa di testo.

La carta patinata è rivestita da una sorta di patina lucida che la rende particolarmente brillante. È adatta alla stampa a colori in quanto assorbe di meno l’inchiostro.

Con l’espressione carta speciale si intendono tutte le varianti di carta che si trovano sul mercato (colori assortiti, ruvide). Hanno un costo più alto delle altre ma sono le meno adatte per la stampa in quanto presentano una superfice ruvida.

Offerte carte per fotocopie

Luminosità della carta per fotocopie?

La luminosità misura la bianchezza della carta, cioè quanto è riflettente o bianca la carta che si intende acquistare. La carta con un punto di bianco molto elevato è idonea a qualsiasi tipo di utilizzo ed è adatta per stampanti laser, a getto d’inchiostro e per fotocopiatrici. Il risultato è eccellente e di altissima qualità.

Bassa luminosità significa che non si otterrà il miglior contrasto tra l’inchiostro e il toner. Più specificamente, il bianco apparirà completamente bianco e i neri non sembreranno neri come dovrebbero. La luminosità inizia da 1 a 100 e 100 è il più alto. Come regola generale, assicurati di scegliere la carta più brillante. La luminosità di una carta per fotocopie deve essere compresa tra 92 e 97.



Grammatura della carta per fotocopie?

La carta per stampante o per fotocopie ha delle caratteristiche tecniche ben precise che consentono di sceglierla sulla base degli utilizzi che se ne andranno a fare.

Innanzitutto la carta si classifica in base al suo peso e alla sua grammatura, che si esprime in grammi per metro quadrato (g/mq).

Quando si parla di peso e grammatura si indica la consistenza del foglio di carta. Attenti a non confonderla con lo spessore del foglio, anche se sicuramente una carta di grammatura superiore avrà tendenzialmente uno spessore maggiore.

La grammatura è “il peso di un foglio di carta di un metro quadro di superficie”. Per fare un esempio: un foglio di carta per fotocopie ha una grammatura 80. Se pesiamo un metro quadrato di quel foglio l’ago della bilancia si ferma sugli 80 grammi.

La carta spessa è adatta ai documenti ufficiali in quanto denota qualità. La carta sottile, d’altra parte, è economica e potrebbe mostrare che il documento stampato non è particolarmente importante.

È bene ricordare che la carta troppo sottile può rivelarsi difficile da gestire.

Opacità della carta per fotocopie?

Il termine opacità indica la luce che passa attraverso la carta per fotocopie. Quasi tutte le altre carte di stampa hanno una qualche forma di traslucenza. Essenzialmente, questo significa che se lo alzi alla luce, vedrai cosa c’è dalla parte opposta. Se devi stampare in fronte/retro, rvita carta con bassa opacità, poiché vedresti ciò che viene stampato sull’altro lato.

Assicurati che l’opacità sia media o alta: questo dato è generalmente indicato sulla confezione della carta. Si può anche considerare di leggere le recensioni degli utenti precedenti per avere un’idea di cosa aspettarsi da un documento specifico in merito all’opacità.

Vale la pena notare, tuttavia, che la maggior parte della carta stampata con bassa opacità è molto economica.

Carta per fotocopie liscia o ruvida?

La trama della carta può essere liscia o ruvida. I materiali utilizzati per fare la carta determinano la sua consistenza. La migliore carta per fotocopia deve essere liscia.

Il motivo principale è che si favorisce lo scorrimento della carta nella stampante laser o a getto d’inchiostro, evitando l’inceppamento della macchina. Inoltre, l’inchiostro si diffonde più uniformemente su carta liscia.

Formato della carta per fotocopie?

La carta è disponibile in un’ampia gamma di formati. I più comuni sono il formato A4 e A3. La maggior parte delle stampanti è però in grado di adattarsi a diversi formati di carta (come l’A5, il Legal o il Letter usati soprattutto negli Stati Uniti), ma di solito i cassetti contenitori possono contenere solo una o due delle dimensioni principali.

Il formato commerciale per la carta ISO 216 si basa sullo standard tedesco DIN 476: il formato iniziale della carta è un rettangolo di 1 metro quadrato delle dimensioni di 841 x 1189 mm. Tagliando a metà questo formato per il lato più lungo si ottengono tutte le successive ed inferiori misure: A1, A2, A3, A4, e così via.

La carta più utilizzata in quasi tutti gli uffici e gli studi professionali è quella in formato A4 delle dimensioni di 210 × 297 mm. Alcune stampanti e fotocopiatrici utilizzano anche il formato A3, che ha le dimensioni di 2 fogli A4 affiancati sul lato più lungo. Altri formati di carta sono utilizzati solo da dispositivi di stampa altamente professionali.