I 5 Migliori Batticarne per Averla Tenerissima

Il miglior batticarne viene usato in cucina per intenerire le fettine di carne oppure per allargarle prima della cottura. Viene usato spesso per tagli di superficie irregolare, riducendo le fibre più dure.

Ci sono indicativamente due tipologie di inteneritori, quelli con lame e quelli a pressione. I batticarne a lama sono indicati per carni particolarmente dure e fibrose, perché tagliando le fibre permettono di agevolarne anche la cottura.

Il batticarne a pressione o batticarne a martello (detto anche a paletta o a pugno) mantiene invece la carne integra nel suo aspetto naturale ma la schiaccia aumentandone la superficie e per questo la rende più sottile e più tenera.

L’utilizzo di entrambi i tipi è semplice. Nel primo tipo si fa passare la carne sotto le lame, che penetrando nella carne rompono le fibre riducendole in lunghezza. Il secondo tipo, che è quello più diffuso nelle nostre cucine, si usa come una specie di martello per appiattire le fibre al fine di ammorbidirle.




I migliori batticarne

Qual è il miglior batticarne?

Sul mercato ci sono molti modelli tra cui scegliere, sia del tipo classico a batticarne sia del tipo a lame. Trovi le opportunità migliori nella vendita online, con offerte più economiche e prodotti a basso prezzo. È importante prendere sempre in considerazione la qualità piuttosto che l’estetica.

La marca è importante se scegli un inteneritore ad ago, di cui esistono versioni industriali anche di grande dimensioni e superfici, e che possono avere un prezzo superiore. Si consiglia di considerare le opinioni d’acquisto leggendo le recensioni degli utenti e mettendo a confronto i diversi prodotti.

 

#1 Paderno Batticarne a pugno - Il migliore per non rovina la struttura della carne 

Questo batticarne a pugno è progettato per assottigliare, ammorbidire e allargare le fette di ogni tipo di carne. La sua azione è particolarmente efficace: consente di rompere anche le fibre più dure senza rovinare la struttura. Il fondo leggermente convesso evita che i bordi possano tagliare o rovinare l’alimento, per cui si dimostra indispensabile nella preparazione di cotolette, scaloppine, saltimbocca e arrosti arrotolati.

Per tagliare le ossa di carni quali coniglio, agnello e ali o cosce di pollo è sufficiente batterlo sulla parte non tagliente della lama di un coltello.

Si rivela uno strumento ideale anche per sbriciolare i semi, la frutta secca e le spezie, per rompere il torrone, la crosta di sale del pesce, le fibre del polpo, per schiacciare spicchi d’aglio. È realizzato in acciaio inossidabile, ha un diametro di 10 centimetri e pesa 1,5 chilogrammi.

  • Multifunzione
  • Robusto
  • Materiale: acciaio inox

 

#2 Orblue Batticarne - Il migliore per riduce i tempi di cottura 

Le sue 48 lame in acciaio inox penetrano nella carne facilmente e la rendono particolarmente tenera e gustosa. Riduce i tempi di cottura permettendo una più uniforme distribuzione del calore su maiale, pollo o bistecca.

Ha una comoda maniglia antiscivolo e viene fornito con una protezione per la lama per riporlo nella massima sicurezza. È lavabile in lavastoviglie, resistente alla ruggine ed è disponibile in nero o bianco.

 

  • Multilama
  • Cottura uniforme
  • Materiale: acciaio inox

 

#3 Tescoma President Batticarne a Martello - Il migliore per design 

È un batticarne prodotto in acciaio inox di alta qualità con eleganti rifiniture, dal design esclusivo e curato in ogni dettaglio. Ben bilanciato, ha un lato liscio e uno dentellato, per sfibrare anche i tagli più duri.

Può essere essere comodamente appeso ai ganci della cucina grazie all’anello presente all’estremità del manico. Si può lavare in lavastoviglie.

  • Bilanciato
  • Lavabile in lavastoviglie
  • Materiale: acciaio inox

 

#4 Suptempo Batticarne - Il migliore per rapporto qualità e prezzo 

Anti-ruggine e antiscivolo, è realizzato in lega di zinco e abs con processo di lucidatura. Da un lato ha denti più profondi mentre l’altro lato ha denti più piccoli. L’impugnatura a forma d’arco si adatta facilmente alla conformazione della mano, all’insegna della massima comodità.

Le sue dimensioni compatte (22 x 6 x 3 cm) consentono di portarlo ovunque. Si può appendere alla parete della cucina grazie alla presenza di un foro nella maniglia.

  • Ergonomico
  • Compatto
  • Materiale: lega di zinco

 

#5 Lasting Charm batticarne professionale - Il migliore per semplice utilizzo 

Adatto a un impiego domestico e professionale, è fornito di 48 lame in acciaio inossidabile disposte su tre file, che tagliano il tessuto connettivo della carne velocemente. Il suo utilizzo è molto semplice.

È sufficiente allineare le due colonne al foro di base e premere, abbassando il manico verso la carne. In questo modo si diminuisce il tempo di marinatura e di cottura. Viene fornito completo di coprilame e pennello per la pulizia. Si può lavare in lavastoviglie.

  • Riduce la cottura
  • Lavabile in lavastoviglie
  • Materiale: acciaio inox




miglior-batticarneChe cos’è un batticarne?

Come suggerisce il nome, lo scopo principale di un inteneritore per la carne è… intenerire, cosa che fa rompendo le fibre nel taglio. Ciò è particolarmente utile in caso di parti più economiche e resistenti, dure e fibrose.

L’intenerimento si può ottenere con l’aiuto di due strumenti diversi tra loro nella configurazione e nell’azione. Il batticarne propriamente detto è una sorta di martello o piastra, che si batte sulla fettina da cuocere: consente di allargare la fettina rotonda appiattendo le fibre e riducendo lo spessore.

Il peso del batticarne più la forza dell’azione martellante lavorano insieme per intenerire la carne. Questi strumenti di solito hanno un lato piatto e un lato dentato in modo che possano intenerire rompendo parzialmente le fibre muscolari e appiattire lo spessore della carne. I batticarne in stile maglio esistono in una varietà di materiali: di legno, a cui si affiancano vari tipi di maglio in acciaio inossidabile, plastica o rivestimento in plastica e persino pietra come il marmo.

Che cos’è un inteneritore a lame?

A differenza del batticarne, un inteneritore a lame non ha la funzione di ridurre lo spessore della fettina ma di penetrare nella carne e tagliare le fibre muscolari. Queste ultime in fase di cottura tenderanno a contrarsi di meno e a perdere meno succhi, cuocendo in modo più uniforme e mantenendo la carne tenera.

Passare la carne, come le braciole di maiale, all’inteneritore a lame permette anche di disporla per la marinatura: praticando molti piccoli fori nella carne le si permette di assorbire meglio gli ingredienti.

L’inteneritore a lame è un dispositivo più complesso che utilizza un’azione a molla per premere molti piccoli aghi affilati nella carne. Questa azione taglia le fibre lunghe e crea minuscoli fori nella carne che consentono anche un passaggio più uniforme del calore durante la cottura.

Il numero di aghi può variare in funzione della superficie di testa (ci sono modelli a 48 lame o a 72 lame, o ancora più grandi se parliamo di tipi industriali i quali possono anche esistere come strumento elettrico reversibile) facendo sì che la penetrazione possa essere più estesa o fatta con meno passaggi.

Inoltre i modelli possono cambiare tipo di punta che può essere ad ago sottile o cacciavite. Il corpo di questo tipo di inteneritore è solitamente in plastica, mentre le lame devono essere in acciaio inossidabile. Sono molto taglienti, quindi è necessario che sia presente una piastra di sicurezza che trattenga le lame a riposo e funga da base quando penetrano nella carne.

Se l’acciaio non è di buona qualità potrebbero formarsi dei punti di ruggine.

Batticarne classico o inteneritore a lame?

Quale tipo di attrezzo è migliore? Dipende in gran parte dalle tue attitudini e dall’uso prevalente che ne fai.

Il batticarne classico appiattisce la carne, riducendo lo spessore ma agendo poco sulle fibre che vengono schiacciate: è lo strumento ideale per la cottura alla piastra o in padella.

L’inteneritore a lame rompe proprio le fibre ed è molto utile nel caso la carne debba subire un processo di marinatura o di affumicatura: i fori o tagli aumentano di fatto la superficie della carne aiutandola ad assorbire meglio il sale e gli aromi.

L’intenerimento a lame è perfetto per la cottura alla griglia facendo sì che la penetrazione del calore sia più uniforme e raggiunga prima gli strati interni.

Offerte batticarne

Batticarne per cuocere bene?

Per cuocere della buona carne è inoltre possibile associare all’intenerimento di tipo meccanico che si ottiene con il batticarne e le lame, una serie di altre operazioni utilizzando in modo complementare ingredienti e tecniche di lavorazione.

Alcuni di questi metodi sono probabilmente già noti, altri possono forse aprire nuove strade culinarie.

Ecco quindi sei azioni per grigliare e servire ogni volta una bistecca tenera.

Intenerimento con prodotti naturali

Se condisci le bistecche massaggiandole per sfregamento con prodotti a base di papaya, ananas e marinature, ottieni una carne tenera in modo naturale. La papaya e l’ananas contengono rispettivamente papaina e bromelina: si tratta di due enzimi che intervengono nella digestione delle proteine e in questo caso agiscono come inteneritori.

La marinatura contiene sale e aromi, che penetrano nelle fibre muscolari intenerendole. Maggiore è il tempo di contatto maggiore è l’effetto di intenerimento.

Intenerimento con sostanze acide

Aceto, succo di limone e persino yogurt hanno un effetto ammorbidente e tenero sulle carni. Puoi utilizzare questi ingredienti insieme a un po’ d’olio extravergine o associandoli alle marinature.

Intenerimento meccanico

Come abbiamo visto, si possono impiegare strumenti come il batticarne e gli inteneritori ad aghi per tagliare le fibre di carne tenera. Si può anche procedere, in modo complementare, iniettando direttamente la marinatura all’interno del muscolo: parliamo di un iniettore di carne.

La maggior parte degli iniettori di carne appare e funziona come un grosso ago ipodermico: riempi la camera con il succo o la marinata e la inietti attraverso un apposito iniettore ago con molti fori in punti diversi del muscolo e in modo possibilmente uniforme. È un processo semplice, ma richiede un po’ di pratica e non è raro schizzare la marinata dappertutto quando ci provi per la prima volta!

Bisogna solo fare attenzione perché gli iniettori di carne sono piccoli strumenti, dovresti maneggiarli con cura. Le parti possono facilmente piegarsi e le viti possono spanarsi.

Incidere la superficie con un coltello

Investi in un buon coltello da bistecca. Si tratta di un altro metodo di tipo meccanico utilizzato soprattutto per trattare le bistecche piatte e fibrose. Usando un coltello affilato, fai una serie di incisioni superficiali in uno schema a maglia incrociata. Effettua questa operazione su entrambi i lati. I tagli separano le fibre di carne dura e accelerano l’assorbimento della marinata. Aiutano anche a prevenire l’arricciatura della bistecca durante la cottura.

Riposo

Può essere utile anche far riposare la bistecca sul tagliere un minuto o due prima di tagliarla. Questo accorgimento “rilassa” la carne, rendendola più succosa. Quindi affettatela sottilmente attraverso la venatura. Fette sottili significano fibre corte di carne, rendendo persino tenera una bistecca fibrosa, e masticazione più facile.

Quale tipo di batticarne scegliere?

Quando parliamo di tenerezza della carne, prendiamo in considerazione il più delle volte di un parametro molto soggettivo. È indubbio però che un’azione di intenerimento meccanico migliora la qualità della carne destinata a cottura, rendendola più morbida. L’obiettivo principale deve comunque essere quello di scegliere un adeguato taglio di carne, in base a quello che hai intenzione di preparare. Questo aspetto ti può aiutare a utilizzare lo strumento appropriato.

Ad esempio, se l’obiettivo è quello di produrre fette molto sottili di vari tagli per il consumo, allora un buon batticarne vecchio stile può fare al caso tuo, mentre se stai cercando di intenerire un tipo di bistecca più costoso allora un ago o un inteneritore ad aghi potrebbe essere la migliore opzione.

L’intenerimento ad aghi può ridurre in modo significativo i tempi di cottura consentendo alle marinate e ai succhi naturali di penetrare a fondo nei tagli di manzo che stai preparando, favorendo anche la distribuzione uniforme del calore nel forno.

Considera sempre la facilità d’uso dei tuoi accessori e non dimenticare la pulizia. Ad esempio, se si utilizza un batticarne, assicurati che abbia una presa ergonomica in modo da avere sempre la giusta leva quando applichi la forza di battitura. Questo è uno strumento estremamente facile da lavare.

Se utilizzi un dispositivo ad ago, assicurati che ci sia un numero adeguato di lame e che siano fatte di materiali robusti come l’acciaio inossidabile, inattaccabile dalla ruggine e resistente ai lavaggi (ma assicurati che negli interstizi non rimangano frammenti di carne.

A parte gli oggetti in legno, tutti gli altri accessori sono lavabili in lavastoviglie.