Le 5 Migliori Bambole di Pezza Sono Tutte da Coccolare!

La bambola è senza dubbio uno dei giocattoli più antichi. E in un tempo non troppo lontano, la migliore bambola di pezza era uno dei regali più belli che una bambina potesse desiderare.

Quando non c’erano le tecnologie, i videogames, la televisione, si giocava all’aria aperta d’estate e davanti al focolare in inverno, con le bambole fatte a mano, create

sapientemente dalle nostre nonne. Le mettevano insieme con strofinacci o scampoli di tessuti ritagliati e vecchie lenzuola, imbottite di lana di pecora o erba essiccata e con due bottoni al posto degli occhi.

Gli abiti, la bocca e i dettagli, venivano cuciti o ricamati su misura.

E oggi, quando regali ad un bambino una bambola di pezza o di altro materiale non hai che l’imbarazzo della scelta: sul mercato si trovano molte proposte di ogni genere, dimensione, prezzi, con più o meno accessori.

 

Qual è la migliore bambola di pezza?

Compagne di giochi intramontabili, ancora oggi queste bambole conquistano le bambine di ogni età, grazie a disegni più moderni e materiali morbidi. Diversi marchi specializzati ci propongono le loro bambole morbide di pezza in versione classica con i capelli in lana o in ciniglia (particolarmente apprezzati sono i capelli pigotta).

La cosa importante è che, trattandosi di un giocattolo destinato ai più piccoli, risponda ai requisiti di sicurezza e tossicità previsti dalla legge: quindi evita prodotti di marche sconosciute o fatti di materiali che ritieni non idonei per i bambini. Si può trovare un’ampia gamma di scelta di articoli di bambole di buona qualità nei canali di vendita online, con proposte più economiche e anche a basso prezzo.

La marca ha un ruolo fondamentale per acquistare il prodotto con le migliori garanzie di qualità e sicurezza. Si consiglia di tenere in considerazione le opinioni d’acquisto leggendo le recensioni degli utenti che ti consentono anche di mettere a confronto le diverse proposte.

 

1. Bambola di stoffa Haba Lilli

Alta circa 30 cm, ha uno sguardo dolcissimo, che conquista subito il cuore delle piccole mamme. Il suo corpo è morbidissimo, tutto da coccolare.

Viene fornita completa di fascia per capelli e ci si può sbizzarrire a creare tante acconciature diverse. Il corpo è ovattato, i capelli sono in ciniglia e i vestiti in cotone/poliestere e velluto. Si può lavare a mano.

  • Dimensione: 30 cm
  • Con fascia capelli
  • Pettinabile

 

2. Bambola di pezza Heunec Lucy

Questa bambola si fa apprezzare per le sue dimensioni generose: è infatti alta 50 centimetri. È realizzata in nylon e ha il viso ricamato, curato fin nei più piccoli dettagli. Indossa un abito rosso impreziosito da una variopinta farfalla.

  • Dimensione: 50 cm
  • Vivace
  • Accessori capelli

 

3. Trudi Sweet Trudimia

Lieve e delicata, diviene subito la beniamina dei più piccini. Può essere messa già nella culla, come compagna di giochi del bebè.

Prodotta in materiali soffici, ha i dettagli ricamati e non presenta alcuna parte staccabile, all’insegna della massima sicurezza. Misura 24 centimetri.

  • Dimensione: 24 cm
  • Soffice
  • Sicura

 

4. Bigjigs Toys Christine

È una bambola soffice e da coccolare, in cerca di un compagno di giochi per condividere tanto amore e risate. Il suo vestito a strisce blu si abbina ai fermagli nei capelli.

È conforme alle Normative di Sicurezza europee in vigore ed è adatta a partire da un anno di età. Ha un’altezza di 34 centimetri.

  • Dimensioni: 34 cm
  • Soffice
  • Accessori capelli

 

5. Gorjuss

Creata dal celebre marchio inglese, ecco una bambola che si fa apprezzare non solo dai bambini, ma anche da chi la vuole utilizzare come oggetto da arredamento e da collezionare.

Proposta a un prezzo molto interessante, è alta 30 centimetri e indossa un raffinato vestitino blu.

  • Dimensioni: 30 cm
  • Raffinata
  • Anche da collezione

 

Perché sono ancora attuali?

C’è una buona ragione che fa capire perché le bambole di pezza per bambina hanno accompagnato i piccoli attraverso un lunghissimo periodo di storia e sono ancora oggi un oggetto molto desiderato. In questo giocattolo il bambino vede una raffigurazione di se stesso e riesce a comprendere meglio tutto ciò che lo circonda.

Cosa insegnano ai bambini?

Una bambola spinge il tuo bambino a calarsi con la fantasia migliore-bambola-di-pezzanella vita di tutti i giorni. Farle fare il bagnetto, cambiarla, darle da mangiare e coccolarla lo fa sentire grande, proprio come i suoi adulti di riferimento. E lui, vestendo il ruolo di mamma o papà, diviene il protagonista di infinite situazioni prese a prestito dalla quotidianità.

Non c’è da meravigliarsi se i terapeuti infantili usano spesso le bambole per neonati quando lavorano con bambini piccoli. Siediti e guarda tuo figlio giocare con una bambola in stoffa e capirai meglio come si sente e come sta sviluppando il suo modo di pensare. Psicologia a parte, bambole e immaginazione permettono al tuo bambino di creare il mondo che desidera in quel momento, senza bisogno di nient’altro.

Scegli il tipo giusto

I bambini amano ogni sorta di bambola e oggetto che lo aiuti a capire meglio il mondo intorno a lui. Alcuni la preferiscono con fattezze realistiche, realizzate con materiali gommosi; altri apprezzano di più quella di pezza, da stringere e coccolare. La puoi trovare con gambe lunghe e affusolate, con indosso magari un paio di ballerine, con vestiti semplici o con tulle.

Le bambole che hanno molti capelli o indumenti un po’ difficili da far indossare possono rappresentare un ostacolo alla libertà espressiva, soprattutto nella fase infantile, ma i bambini in età prescolare e scolare adorano questi tipi di bambole (ad esempio con le treccine rosa), da pettinare e vestire in modo creativo.

7 buoni motivi per regalarne una

Mentre i tradizionali ruoli di genere impongono che le bambole siano un giocattolo principalmente per le bimbe, giocare con le bambole può fornire una crescita importante per tutti i bambini, indipendentemente dal sesso. Ecco come giocare con le bambole può aiutarti nello sviluppo del bambino.

Motivo n.1: Sviluppa le abilità sociali

Giocare con le bambole fortifica le abilità sociali acquisite negli anni di sviluppo precoce di un bambino. Quando i bambini giocano a casa, imparano a comunicare tra loro in modo collaborativo. Prendendosi cura di una bambola, imparano a prendersi cura l’uno dell’altro.

Motivo n.2: fa assumere le responsabilità

Oltre a sviluppare la socialità, i bambini apprendono anche i principi basilari della responsabilità. Giocando con una bambola, imparano a prendersene cura, come la mamma si prende cura del proprio bebè. L’acquisizione di questa abilità può aiutare i bambini a capire come si accudiscono i propri animali domestici, o anche a prendersi cura dei loro fratelli più piccoli.

Motivo n.3: fa provare empatia

Un’altra importante abilità sociale che i bambini imparano giocando con le bambole è l’elaborazione di emozioni come l’empatia e la compassione. Un giocattolo di questo tipo spinge a riflettere sui bisogni degli altri. Il bambino ha bisogno di essere nutrito, tenuto al caldo, pulito e confortato se è triste. E una bambola può insegnargli a entrare in empatia con coloro che lo circondano e lo stimola a far attenzione alle esigenze degli altri.

Motivo n.4: sviluppa l’immaginazione

Il bambino che gioca con una bambola riceve continui stimoli che lo aiutano a sviluppare la sua immaginazione, mentre elabora scenari creativi e interagisce con i suoi amici. Magari prende spunto da situazioni reali, vissute dai loro genitori o da persone di riferimento e, in questo modo, cresce in sintonia con il mondo che lo circonda.

Motivo n.5: sviluppa il linguaggio

Giocando con le bambole e con i loro amici, i bambini incontrano situazioni nuove e uniche. Il fatto di comunicare tra loro può rafforzare il vocabolario personale, arricchendolo con parole attinte da un linguaggio pratico. Riescono con maggior facilità ad elaborare le informazioni sulla routine domestica che li vede protagonisti ogni giorno.

Se poi, giocando, possono interagire con un adulto, riescono spesso ad imparare prima i nomi delle parti del corpo o dire cosa sta facendo con la sua bambola. Col passare del tempo, si esprime sempre meglio e riesce a rafforzare le sue abilità cognitive.

Motivo n.6: spinge a cavarsela da solo

Vestire e svestire una bambola è un ottimo modo per far imparare al tuo bambino le logiche che interagiscono con il suo abbigliamento, oltre a farlo familiarizzare con le cerniere e i bottoni. Fare il bagno e nutrire la bambola lo aiuterà anche a capire che è importante lavarsi e nutrirsi, anche praticando le abilità di sequenziamento. E una bambola può essere un potente alleato dei genitori quando si vuole dimostrare al proprio figlio cosa può fare e a motivarlo.

Motivo n.7: può preparare il piccolo all’arrivo del fratellino

Il gioco di ruolo con una bambola è un ottimo modo per convincere una sorella o un fratello maggiore ad abituarsi all’idea di non essere più l’unico bambino di famiglia. Li prepara ad essere molto orgogliosi di potervi aiutare quando arriverà il loro nuovo fratellino o sorellina. Gli esperti suggeriscono di fare “prove pratiche” con una bambola per spingere il bambino ad aiutarti in modo spontaneo, come ad esempio andare a prendere pannolini, salviettine e asciugamani. E gli fa capire come, cantando canzoncine o facendo facce buffe si riesce a calmare un bebè che piange.

Come prendersene cura

Ogni bambola è fragile e al tempo stesso preziosa. È importante perciò proteggerla prendersene cura. Questo vale per le bambole di produzione moderna, così come per quelle vintage, degli anni 80 e per le bambole di pezza antiche.

Innanzitutto, non lasciarla mai al sole. La luce solare naturale può far sbiadire i colori dei pupazzi di stoffa, rendendoli meno attraente. E anche vero che poi diventano un divertentissimo oggetto da colorare!

Allo stesso modo, evita di esporla alla luce di una lampada fluorescente: potrebbe diventare… verde! Il modo più appropriato per conservare, tenere in ordine e giocare con le bambole è farlo alla luce a incandescenza.

Non fumare vicino al bambolotto di pezza. Si rischia infatti che l’odore venga assorbito dai tessuti del giocattolo, rendendolo a dir poco ripugnante.

Fai in modo che non si danneggi

Evita di lasciare le bambole immobili per troppi giorni. C’è il rischio che la polvere si accumuli, facendo ingiallire i vestitini. Se vedi che il tuo bimbo non ci gioca di frequente, la cosa migliore è metterle ben protette in un armadio.

Allo stesso modo, non lasciare che gli animali domestici si avvicinino: è probabile che il tuo cane o gatto possa divertirsi a fare a brandelli l’intera collezione in men che non si dica!