Rimuovi il gel dalle unghie a casa tua

Avere le unghie ben curate è un biglietto da visita importante, ma il più delle volte non si ha tempo per farsi la manicure ogni settimana usando il classico smalto. Per questo è stata introdotta la pratica della ricostruzione delle unghie in gel.

Questa tecnica è regolata con la luce UV che consente di indurirlo (a differenza delle prime ricostruzioni in acrilico che richiedevano lunghi tempi di asciugatura all’aria) e permette di avere unghie curate a lungo per un periodo da 10 giorni a 3-4 settimane.



Rimuovere il gel?

I saloni di estetica che applicano questo tipo di tecnica offrono poi anche il servizio di rimozione. Si tratta di un’operazione molto delicata che, se non viene effettuata in modo corretto, può causare problemi alle unghie.

Perciò se non siete esperte affidatevi a una professionista per evitare di rovinare l’unghia.

Tuttavia è possibile anche rimuoverlo da casa, se necessario, una volta che si è vista la procedura e si è imparato la tecnica più appropriata. Basta solo sapere che tipo di gel si è adoperato perché a volte è necessario rimuoverli in modi diversi, anche se la tecnica applicata in generale dovrebbe essere abbastanza simile.

Quale tipo di gel?

I principali tipi di gel attualmente sul mercato: sono il gel classico e il gel soak off.

Il gel classico per la ricostruzione delle unghie è quello che abitualmente viene usato dalle estetiste e che prevede l’asciugatura e l’indurimento mediante specifiche lampade UV a raggi ultravioletti.

Si differenzia dal gel soak off perché quest’ultimo è più morbido e sottile: pertanto somiglia di più a un semipermanente, non adatto a una ricostruzione che preveda l’allungamento eccessivo dell’unghia, poiché a causa della sua morbidezza potrebbe rompersi.

I gel per la ricostruzione delle unghie di tipo professionale sono quindi quelli classici e più duri, che possono essere utilizzati tranquillamente per le ricostruzioni per definire in modo perfetto la forma dell’unghia.

 

Gel unghie professionale?

A dispetto del semipermanente o degli ultimi smalti gel in commercio più leggeri come il soak off, lo smalto gel per la ricostruzione delle unghie professionale per essere applicato necessita di un procedimento abbastanza lungo.

Tale procedimento deve essere eseguito da una professionista per evitare una ricostruzione con bolle o, nel peggiore dei casi, irritazioni e problemi.

Il gel è noto per essere particolarmente resistente e più tempo si aspetta per rimuoverlo maggiori sono le operazioni da fare per evitare che l’unghia ne possa soffrire.

Infatti nonostante la cheratina che compone l’unghia sia una sostanza molto dura è solo lo strato superficiale a svolgere la sua funzione di protezione. Agendo più in profondità nella rimozione del gel si corre il rischio di eliminare parte della cuticola protettiva, esponendo l’unghia ad eccessiva fragilità, secchezza, indolenzimento e sensibilità agli sbalzi di calore.

 

Errori nella rimozione del gel?

L’errore più grande è il raschiamento del gel in modo non corretto che può essere estremamente dannoso per la salute delle nostre unghie, dato che la cheratina che compone gli strati superficiali è sì una proteina indurita ma tutt’altro che morta essendo continuamente prodotta per sostituire le cellule che si desquamano.

Pensate alle cellule delle vostre unghie come le piastrelle su un tetto: se si inizia a togliere in modo aggressivo lo smalto, non solo rimuovete il gel, ma anche gli strati superiori di queste cellule delicate che sono lì per proteggere gli strati più profondi dell’epidermide.

 

Quando rimuovere il gel?

Anche se il gel può resistere inalterato fin ad un mese, gli esperti estetisti consigliano di toglierlo dalle unghie intorno al 15esimo giorno. Se lo si mantiene per tempi superiori, si può incontrare una maggiore difficoltà nella rimozione.

Il gel infatti diventa sempre più duro; inoltre prima di intraprendere una nuova ricostruzione, magari cambiando colore e tipo di gel, si consiglia di tenere le mani al naturale per almeno una settimana (o anche più) trattandole con opportuni prodotti cosmetici a base di oli  e creme per dare modo alle unghie di rigenerare completamente la loro struttura.

Dalla quarta settimana si può tornare ad applicare il gel.




Rimozione gel a casa?

La prima cosa da fare a casa per rimuovere il gel dalle unghie è di disporre di tutti gli strumenti e delle sostanze cosmetiche necessarie per fare questa operazione:

  • Acetone o solvente specifico
  • Batuffoli di cotone o pastiglie di cotone già preformate della misura adatta per l’unghia
  • Strisce di pellicole di alluminio
  • Un bastoncino di legno
  • Oli e balsami emollienti per cuticole
  • Due lime: una di grana 100/150 e una meno dura
  • Spazzolina
  • Salviettine di cellulosa
  • Sgrassante per unghie

 

Acetone per rimuovere il gel?

L’acetone puro è ancora il solvente più efficace ed economico. Non è infatti necessario spendere il doppio o anche di più per acquistare un prodotto specifico per la rimozione del gel.

Basta assicurarsi che l’etichetta dell’acetone riporti la forza massima. Si devono inoltre usare semplici precauzioni per non inalarlo in modo diretto: perciò assicuratevi di procedere in un ambiente ben aerato.

Quando fate questa operazione abbiate cura anche di proteggere adeguatamente la superficie dei piani su cui vi appoggiate e di avere un abbigliamento adatto per non rischiare di rovinare i vostri capi se l’acetone vi cadesse sopra.

Prima di utilizzare l’acetone è bene proteggere le vostre cuticole trattandole con della vaselina (il prodotto più economico) o un olio specifico. Poiché è necessario coprire l’intera area delle unghie con cotone imbevuto di acetone per assicurare che il gel sia rimosso correttamente, questo strato di barriera aiuterà a prevenire che le cuticole si asciughino o si danneggino troppo durante il processo.

 

Operazioni di rimozione?

Una volta che avete tutti gli strumenti giusti, si può procedere con le operazioni vere e proprie.

1-Iniziate a limare la parte terminale dell’unghia ricostruita con la lima più dura (100/150) avendo cura di non avvicinarvi troppo all’unghia naturale. Una volta tolto il grosso, rifinite il lavoro con la lima meno dura. Per evitare di andare troppo in profondità, rimuovete la polvere che si genera con la limatura passando una spazzolina, per avere sempre sott’occhio il lavoro. Una volta finita la limatura, passate le salviette con lo sgrassatore per pulire l’unghia, quindi l’olio per cuticole con un piccolo massaggio. Spingete quindi le cuticole verso l’attaccatura dell’unghia con la pelle.

2- Nel frattempo tagliate le strisce di alluminio di una misura tale da poterle avvolgere sulle dita. Averle già pronte vi permette di procedere senza alcuna interruzione.

3-Versate l’acetone in una piccola ciotola e imbevete i batuffoli o le pastiglie di cotone, saturandoli completamente.

4-Ponete i batuffoli di cotone bagnati sull’unghia e avvolgete strettamente intorno ad essa la pellicola di alluminio, in modo che l’acetone rimanga a contatto con il gel. Anche il calore extra che si genera dovrebbe aiutare a rimuovere il gel. Per quanto tempo lasciare agire l’acetone dipenderà dal tipo di gel: in genere il tempo medio di contatto è di 10-15 minuti ma potrebbero essere necessari 20, 30 o anche 40 minuti per sciogliere correttamente il gel. Se l’unghia è stata imbevuta correttamente per una buona quantità di tempo, si dovrebbe facilmente essere in grado di rimuovere il gel solo con la pressione del batuffolo sull’unghia. Se il gel dovesse ancora restare parzialmente aderente o se ne rimangono piccole parti, utilizzate il bastoncino di legno e raschiate il punto molto delicatamente lavorandolo da sotto il gel per sollevarlo. Rimuovete i residui di gel su un tovagliolo di carta, non gettateli nel lavandino.

5-Terminato il trattamento, lavate le mani con acqua e sapone, sciacquatele bene e asciugate le dita una ad una. Se serve una rifinitura imbevete nuovamente un batuffolo di cotone in acetone e rimuovete ogni residuo di gel con colpi lisci. Lavate nuovamente le mani. Smaltite residui di gel, cotone e altro materiale (eliminate anche i bastoncini in legno che possono essere un terreno fertile per i batteri e non condividere con le amiche) nella frazione secca.

6-Una volta che il gel è stato completamente rimosso le unghie appariranno asciutte e un poco indebolite, lasciatele immerse per 5-7 minuti in olio di cocco o prodotto specifico, quindi strofinate le cuticole con oli e balsami emollienti, perché si possano idratare correttamente. È possibile utilizzare anche delle creme molto grasse a base di vaselina strofinando delicatamente dita, unghie e cuticole prima di andare a letto.

Dopo il processo di rimozione è necessario utilizzare uno smalto rinforzante o un prodotto adatto per almeno una o due settimane, per dare modo all’unghia di tornare al suo stato originario e naturale. Si può comunque applicare un normale smalto se si vuole dare alla manicure un tocco di colore.




Reply